Home / ComeDonChisciotte / LA TRAPPOLA ECONOMICA DELL’AUSTERIT

LA TRAPPOLA ECONOMICA DELL’AUSTERIT

DI ROBERT REICH
Robertreich.org

Il nuovo piano economico appena proposto

da Ron Paul, consistente nel taglio di 1.000 miliardi dollari dal bilancio

federale nel primo anno (presumibilmente ciò significa entro il

2013), è solo leggermente più ambizioso di quelli proposti da altri

candidati repubblicani. Tutti loro stanno spingendo per forti tagli

alla spesa , chiedendo, altresì, che essi abbiano inizio il prima possibile.Cosa hanno fumato?

Possiamo mettere da parte solo per

un attimo l’ideologia per parlare chiaramente della realtà? La spesa

dei consumatori (il 70 per cento dell’economia) è piatta o in caduta

perché i consumatori stanno perdendo il lavoro e i salari e non hanno

più soldi. Le imprese non assumono più perché non hanno abbastanza

clienti.

L’unico modo per uscire da questo circolo

vizioso è che il governo – l’ultima risorsa come possibile

soggetto che spenda soldi – rilanci l’economia. I conservatori auspicano,

invece, che il governo faccia l’esatto contrario.

Anche se i Repubblicani non avessero

proposto questi progetti senza senso, si sta comunque andando verso

questa direzione. A meno che i Repubblicani non acconsentano per un

accordo sul bilancio entro la fine dell’anno (non trattenete il respiro

nel frattempo), la temporanea riduzione delle imposte sui salari e le

estese indennità di disoccupazione finiranno.

Il risultato sarà la più

rigida stretta fiscale sulla più grande economia del mondo.

Unendo questi nuovi tagli a quelli

già in corso a livello di governo statale e locale, la dimensione

di questa contrazione fiscale sarebbe quasi senza precedenti.

Verrà un momento in cui 25 milioni

di americani saranno alla ricerca di un lavoro a tempo pieno, i redditi

medi caleranno, aumenteranno i pignoramenti delle case e il 37% delle

famiglie americane con figli piccoli vivrà in povertà.

Facendo il punto della situazione tutto

ciò è una follia economica.

E se pensate che il 2011 sia stato

un cattivo anno, in realtà il peggio deve ancora venire.

Anche se si è atterriti dal

deficit, la strategia basata sul taglio della spesa è da pazzi.

Invece di ridurre il rapporto tra debito e PIL, questa strategia fa

incrementare tale rapporto perché induce una riduzione dell’economia.

Tutto ciò può essere definito

la “trappola mortale dell’austerità”.

Con questa strategia, più un

paese lavora per ridurre il proprio debito, più peggiora il rapporto

tra debito e PIL, perché l’economia si riduce più rapidamente.

La Grecia è già caduta

in questa trappola. La Spagna e l’Italia ne sono pericolosamente vicine.

Anche la Gran Bretagna, la Francia e la Germania vi si stanno approssimando

in punta di piedi. E noi adesso.

Gli uccellacci del malaugurio del

deficit devono capire che il primo passo da fare è rilanciare la

crescita e l’occupazione. In questo modo, i ricavi aumentano e il rapporto

debito/PIL diminuisce. Solo allora, dopo che si sarà verificato il

rilancio dell’economia, si potrà iniziare a tagliare il debito.

All’inizio dell’amministrazione

Clinton il deficit annuale di bilancio era di circa 300 miliardi di

dollari. Ma invece di prendere la falce per tagliare la spesa, abbiamo

spinto per la crescita, e lo stesso fece la Fed. L’espansione

degli anni ’90 rese semplice il controllo del budget. Nel 2000

avevamo un surplus di 226 miliardi di dollari.

Rimarrà invischiato nella trappola

dell’austerità anche il repubblicano Mitch-McConnell la cui più

alta priorità è “assicurarsi che Obama abbia un unico mandato

da presidente”.

La probabilità che i Repubblicani

riescano a raggiungere questo obiettivo aumenta, ma la cosa non si fermerà

qui. Poiché la trappola dell’austerità durerà per molti anni, e

qualsiasi sia il successore repubblicano di Obama sarà anch’egli

un presidente con un unico mandato.

**********************************************

Fonte: The Austerity Death-Trap

19.10.2011

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di ALESSIA

Pubblicato da supervice

  • maristaurru

    Una follia? Ma è la ricetta illuminata con cui i Trichet e le maestrine virtuose stanno abbattendo diversi Paesi in Europa, e gli speculatori che immaginano di comperare a 2 o a zero quello che vale 2000, ringraziano.

    Paghiamo noi gli errori e la superficialità di politicuzzi spesso sodali delle sirene della speculazione d’assalto

  • AlbertoConti

    Perchè non privatizzano il pentagono, vendendolo sottocosto ai cinesi? Ah, Ah, Ah!

  • Johnny_Cloaca

    Domanda per l’angolo del bifolco economico: ma il taglio al bilancio federale fa letteralmente “scomparire” quei soldi?

  • Johnny_Cloaca

    Presto la Cina non avrà più nemmeno gli occhi per piangere: http://3.bp.blogspot.com/-d7Q6yPnbil8/TqRPcVfXJ_I/AAAAAAAAAGw/XbUWVJK2aDQ/s400/china.png

  • andbene

    Forse il piano andrebbe letto prima di sparare contro per partito preso. Ron Paul è un libertarian e il piano prevede che il grosso siano tagli alle spese militari. Ritirebbe le truppe da tutto il mondo, chiuderebbe le basi. Quel piano va letto. Se fa la metà di quanto c’è nel piano il mondo starebbe molto ma molto meglio.

  • simonlester

    ma non sarebbe ora di consumare meno?
    rilanciare consumi, rilanciare economia; non sono sicuro che sia la soluzione giusta.
    Comunque non saprei lo stesso quale sarebbe la soluzione giusta.