Home / ComeDonChisciotte / LA SPERIMENTAZIONE UMANA E' INACCETTABILE

LA SPERIMENTAZIONE UMANA E' INACCETTABILE

DI IVOR HUGHES
Thomas Paine’s Corner

C’è qualcosa di ripugnante in una simile ricerca umana e animale. Penso che Mary Shelley nel mito di Frankenstein sia stata profetica. Nel romanzo il Dr Frankenstein creava un mostro che come un pendolo oscillava tra il bene e il male. Il mostro otteneva la redenzione uccidendo il mostro che lo aveva creato.

Il paradigma medico all’interno del quale tale ricerca umana è inserita è fatalmente corrotto. Ciò si evidenzia nel totale fallimento della medicina di tipo occidentale. Prima di sentire le angosciate grida di coloro che traggono vantaggio e si guadagnano da vivere da queste pratiche, leggi quanto segue

http://www.herbdatanz.com/death_by_meds.htm

http://www.herbdatanz.com/ClinicalTrials.pdf

http://www.herbdatanz.com/freedom.htm La malattia iatrogenica (indotta dal medico) è un fatto della vita. Ciò di cui non si è ancora parlato è la sua entità, e il danno causato alle future generazioni da questa cosiddetta medicina scientifica. Forse la prima domanda da farsi è “perché questo tipo di ricerca è necessario?”.

“Perché un pubblico ignaro deve essere usato come una fonte senza fine di criceti o ratti in gabbie da pellicciai?”

Comincerei a dire come questa ricerca e sperimentazione umana sia assolutamente necessaria alla salute economica della comunità accademica, della medicina ortodossa e dei loro padroni aziendali.

Iniziare la ricerca sul pubblico per curare i problemi causati da tali pratiche mediche potrebbe avere senso economicamente, ma mostra uno spaventoso cinismo che riveste i salvatori del genere umano e che manca di ogni genere di moralità. Ma allora è o no il grande business del capitalismo? La bioetica è un ossimoro in un tale contesto.

Dov’è tutta la ricerca sulla causa e quindi sulla prevenzione degli orrori scatenati da queste pratiche? Tutte le crude tecniche impiegate, compresa la manomissione della catena alimentare, hanno contribuito alle sofferenze di miliardi di persone. Eppure i risultati netti sono applicabili solo alla minoranza che gode di buona salute. L’intero sistema è insostenibile. Qualcosa come il 40% della popolazione americana non può permettersi un’assicurazione sanitaria e le crepe nei sistemi sanitari pubblici di altre nazioni sono decisamente evidenti. Quindi cerchiamo di usare un po’ di etica invece di tutto questo blaterare sul ridurre la gente che soffre.

Plasmando la realtà

Ci sono molti che credono nei loro dottori. Si fidano a causa dell’implacabile propaganda proveniente da Farmageddon [Big Pharma, ndt]… . “Chiedi al tuo medico se questa medicina è adatta a te” è il regolare messaggio proveniente dalla trappola del tubo [catodico, ndt] Orwelliano.

Ho posto la domanda “perché tale ricerca è necessaria?”. Forse una risposta semplicistica potrebbe essere “a causa della sempre crescente marea di malattie infettive e degenerative che devono essere sconfitte… attaccate, uccise, estirpate, soppresse, combattute”. Questo è il linguaggio pubblico della scienza medica. Si potrebbe pensare che loro siano in guerra contro il corpo umano e la natura. Forse lo sono?

Alla fine degli anni 60 vennero pubblicati in brossura due libri molto importanti. Uno è stato scritto da un uomo chiamato William Sargent … era intitolato ‘Battle for the Mind’ [Battaglia per la mente, ndt]. Nel libro venivano discussi il lavoro di Pavlov e i suoi cani, e le ramificazioni di quella ricerca. In breve, il ‘Trascinamento’ della mente umana. Questo è il motivo per cui la gente si fida dei propri medici… la gente è stata portata a farlo.

Il secondo libro era intitolato ‘Obedience to Authority’ [Obbedienza all’autorità, ndt] ed è stato scritto da Stanley Milgram . Brevemente, vari rappresentanti della classe media come insegnanti di scuola e altri professionisti venivano indotti a torturare un altro essere umano su ordine di un uomo in camice bianco che portava con se una cartella per gli appunti… Molto allarmante!

Oggi sia Sargent che Milgram possono essere visti come informatori superiori. Dire la verità all’autorità e a coloro i quali possono essere educatamente chiamati ‘gli agenti’ è un atto di coraggio.. dato che inevitabilmente il messaggero viene rovinato o morso dalle vipere. Questo genere di vile comportamento viene rispecchiato da tutte le strutture di potere e dai loro agenti che hanno qualcosa da nascondere.

Sono nato molti anni prima dell’inizio della seconda guerra mondiale. Secondo una ponderata riflessione, sono sopravvissuto al passaggio non grazie alla scienza medica, ma… a dispetto di essa. Nel frattempo tutti noi come specie siamo stati travolti da problemi medici emergenti e fiorenti. Non ultimi cancri di una miriade di tipi, diabete, allergie, sterilità. I giovani nascono malaticci in un mondo dove le allergie sono considerate una cosa normale e ai bambini vengono somministrate sostanze chimiche che alterano la mente come il Ritalin per assicurare la loro conformità.


[Dal 1932 e fino al 1972, il Tuskegee Study Group ha deliberatamente infettato con la sifilide le comunità povere dei neri in Alabama senza il loro consenso e le ha private delle cure mentre il morbo si scatenava sul villaggio uccidendo intere famiglie.]

Il tasso di cancri in età infantile sta crescendo esponenzialmente. I genitori che rifiutano la radioterapia e le letali sostanze chimiche [per i loro figli, ndt] vengono trascinati in tribunale e gli vengono portati via i bambini. Gli oncologi (i ciarlatani del cancro) stanno ricorrendo sempre più spesso e su base globale al sistema giudiziario per ospedalizzare i bambini portandoli verso i mostri in camice bianco. In un caso particolarmente turpe qui in Nuova Zelanda, una ragazza preadolescente è stata sottratta ai genitori, ha subito esperimenti per 6 settimane e quindi è stata rimandata a casa a morire.

L’arroganza e l’onnipotenza sono visibili ogni giorno… in questa e quella commissione scientifica di sedicenti esperti. Milioni di dollari vengono stanziati quasi ogni giorno per combattere questa o quella malattia, e i portavoce della società medica pubblica fondata da Farmageddon continuano ad ipnotizzare il pubblico con bugie mediche. Si potrebbe fare un uso migliore del denaro succhiato dall’erario pubblico. Se quegli stessi soldi venissero stanziati per dar da mangiare ai poveri molti dei flagelli di un mondo affamato scomparirebbero come per magia. Se gli scaffali dei supermercati fossero riforniti di cibi veri e produzioni agricole non chimiche, le malattie del mondo ricco svanirebbero.

L’umanità è una parte della natura ma si comporta come se ne fosse al di sopra. Era un filosofo dell’antica Grecia che disse.. “Coloro i quali gli Dei distruggerebbero essi prima rendono pazzi”? La pazzia è ovunque… Facciamo esperimenti sulle donne, sui bambini, sui militari, sui prigionieri, su quelli classificati come pazzi, su milioni di animali, eppure ci riempiamo di orrore al sentire le storie dei sacrifici umani aztechi o del cannibalismo tribale. Forse avremmo bisogno di chiamare le cose con il loro nome anziché ammantare il massacro di un esoterico linguaggio scientifico.

Due citazioni che ritengo rilevanti per questo articolo:

“Se valorizziamo la libertà e la dignità personali, dovremmo, confrontandoci con i dilemmi morali della biologia, della genetica, e della medicina, insistere che la fedeltà dell’esperto agli agenti e ai valori che egli serve sia resa esplicita e che il potere inerente alle sue conoscenze e abilità specializzate non sia accettato come una giustificazione al suo esercitare controllo specifico su coloro che non hanno tali conoscenze e abilità.

In generale, dovremmo considerare l’uomo di medicina, studioso o specialista che sia, come l’agente di una fazione che lo paga e quindi lo controlla; quindi se egli aiuta o danneggia i cosiddetti pazienti dipende non tanto da quanto sia buono o cattivo come uomo, ma piuttosto dalla funzione dell’istituzione della quale egli è un agente, che potrebbe essere di aiutare o di danneggiare i cosiddetti pazienti. Nella misura in cui il biologo o il fisico sceglie di agire da scienziato, egli ha un obbligo assoluto di dire la verità; egli non può compromettere tale obbligo senza interdirsi come scienziato. Nella pratica attuale, solo alcuni tipi di situazioni permettono all’uomo di medicina di adempiere tale obbligo assoluto di dire la verità”.

Thomas S. Szasz, MD., Professore Emerito di Psichiatria presso il SUNY Health Sciences Center di Syracuse.

“L’aspirazione ad essere ‘scientifico’ è un tale idolo per la generazione presente, è così risucchiato assieme al latte materno da ognuno di noi, che troviamo difficile concepire una creatura che non la senta, e ancora più difficile trattarla liberamente come l’interesse assolutamente peculiare e parziale che è”.

William James, Principles of Psychology 1890

C’era una vecchia massima medica attribuita al Corpus Hippocraticum… ‘Prima di tutto non arrecare danno’ .

Il danno arrecato quotidianamente è da trovare sulle etichette della maggior parte degli OTC (Over the counter) [farmaci da banco, ndt] e delle prescrizioni POM (Pharmacy only medicine) [medicine in vendita senza ricetta medica ma sotto supervisione del farmacista (!!), ndt] .. I colpevoli prendono le distanze dal massacro con l’espediente del ‘Consenso Informato’ , un altro ossimoro se mai ce ne fosse stato uno. Perché fino a quando onoreremo l’altare dell’attuale paradigma medico e della ricchezza la strage continuerà.

I medici e gli scienziati che dicono la verità (e sono in pochi) finiscono normalmente bruciati a causa delle risposte punitive dei loro capi… L’integrità quasi sempre viene dopo il mutuo ipotecario.

Ivor Hughes
Fonte: http://civillibertarian.blogspot.com/
Link: http://civillibertarian.blogspot.com/2007/03/human-experimentation-is-beyond-pale.html
29.03.2007

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di STIMIATO

Pubblicato da Das schloss