La monetizzazione del debito e la falsa paura di creare inflazione

Come le masse vengono guidate e soggiogate per mezzo della propaganda anche in ambito economico

di Megas Alexandros, ComeDonChisciotte.org

Oggi vi voglio parlare di un’altra frode mentale, che coloro che ci comandano, ci propinano per mezzo dei canali di informazione, da loro controllati. Parlo della monetizzazione del debito pubblico e della conseguente paura di una incontrollata inflazione, che questo provocherebbe nelle nostre economie.

Cominciamo con il dire cosa significa monetizzare il debito. In poche parole la monetizzazione è l’operazione con cui la Banca Centrale crea moneta per acquistare i titoli in mano ai risparmiatori privati.

La paura dell’inflazione nella gente nasce, o meglio viene fatta nascere, ogniqualvolta appare nelle nostre menti la fatidica frase “stampare la moneta”. “Apriti cielo!!!!”… è allora che partono all’attacco tutti gli “strilloni” mondiali e locali (alla Marattin ed alla De Romanis, per intenderci), che immediatamente corrono a resuscitare dalle tenebre i morti per inflazione più famosi della storia: la “Repubblica di Waimer” e lo “Zimbabwe”.

Al “sol sentir” pronunciare la parola “inflazione”, ghiaccio gelato sale nelle vene di coloro che per mezzo dei loro lauti risparmi, godono di tutte le loro certezze, brividi da “febbre a quaranta” pervadono i corpi di coloro che tengono stretto il proprio lauto stipendio di funzionario pubblico e/o di manager privato e la camicia di forza è pronta per tutti coloro che nel dibattito pubblico ne minimizzano la paura. Insomma l’inflazione viene presentata e percepita nel mondo, come il passo precedente più prossimo al Giudizio Universale..

Con il malato fobico al solo pensiero dell’inflazione, già steso sul lettino dello psicologo, andiamo a livello terapeutico a fare un “esperimento mentale” – citato direttamente nel libro (“The deficit Myth”), scritto dalla professoressa Stephanie Kelton.

L’economista Eric Lonergan, nel 2012 partì da una semplice domanda: “Cosa succederebbe se il Giappone monetizzasse il cento per cento dei buoni del Tesoro giapponesi esistenti?

Dovete sapere che la Banca centrale del Giappone detiene già adesso il 50% del totale del debito pubblico giapponese, quindi ne ha già monetizzato la metà.

Dice la Kelton, riferendosi alla domanda di Lonergan, che questo è un modo elegante per porre la domanda di cosa accadrebbe se la Banca del Giappone ritirasse l’intero debito nazionale.

In che modo?

Semplice…..nella stessa maniera in cui la BOJ ha acquistato i titoli di cui è già in possesso, vale a dire facendo accrediti sui depositi bancari dei soggetti che li vendono.

Trattandosi di un esperimento mentale, Lonergan immagina che la BOJ lo faccia tutto in una volta, come con un tocco di bacchetta magica. “Ipotizziamo che domani mattina la BOJ arrivi sui mercati e acquisti l’intero stock di buoni del Tesoro giapponesi, creando riserve bancarie (moneta), e così facendo cancelli il debito”.

Puff!!!! Il debito è sparito.

Dopodiché Lonergan si chiede: “Cosa accadrebbe all’inflazione, alla crescita e al tasso di cambio?”. A suo avviso, “se ci fosse una monetizzazione del cento per cento dello stock del debito non cambierebbe nulla!”.

Opss!!! “non succederebbe nulla!!!” qualche professore della Bocconi potrebbe stramazzare al suolo colpito da infarto fulminante.

Direttamente dal libro della Kelton, eccone un passaggio:

“CON UN DEBITO PUBBLICO BEN SUPERIORE AL 200 PER CENTO DEL PIL, ALCUNI SPECULATORI DEL MERCATO OBBLIGAZIONARIO PENSAVANO CHE IL GIAPPONE FOSSE IN ROTTA DI COLLISIONE. CREDENDO CHE IL GOVERNO NON POTESSE SOSTENERE LIVELLI DI DEBITO COSI’ ELEVATI, ALCUNI TRADER DI TITOLI SCOMMISERO CONTRO I TITOLI DI STATO GIAPPONESI VENDENDOLI ALLO SCOPERTO. KYLE BASS E’ DIVENTATO FAMOSO PER AVER PERSO INGENTI SOMME DI DENARO CON QUESTE SCOMMESSE, AMPIAMENTE NOTE COME “SFORNA-VEDOVE”

Tutta questa storia sembra dirci qualcosa su George Soros, che ha fatto i miliardi grazie alle valute europee agganciate a tassi di cambio fissi e all’ostinazione delle banche centrali europee nel difenderli, mentre questo tizio di nome Bass li ha persi grazie all’ostinazione della BOJ nel mantenere il cambio fluttuante e nel difendersi dalla speculazione internazionale, ma vabbè, quelli son giapponesi, stanno avanti anni luce, evidentemente!

Ma torniamo al problema che stiamo cercando di risolvere con la nostra terapia, ovvero la paura dell’inflazione in caso di monetizzazione del debito.

Com’è possibile che la BOJ possa produrre 500.000 miliardi di yen dal nulla senza generare devastanti conseguenze inflazionistiche? si chiede la Kelton.

La maggior parte degli economisti è stata formata accettando una qualche versione della teoria quantitativa della moneta (TQM). Gli osservatori più rigorosi di questa teoria, come i seguaci di Milton Friedman, probabilmente inizieranno a strillare “Zimbabwe!”, “Weimar!” o “Venezuela!”.

Questo perché la TQM insegna che “l’inflazione è sempre e comunque un fenomeno monetario”. L’idea di creare magicamente 500.000 miliardi di yen di nuovo denaro sonante per acquistare il debito li porta immediatamente a paventare scenari di iperinflazione. Lonergan, però, che lavora nei mercati finanziari, la sa più lunga. Egli osserva correttamente che sostituire dei titoli di debito con del contante non ha alcun effetto sulla ricchezza netta del settore privato. Invece di detenere buoni del Tesoro giapponesi, adesso gli investitori “detengono lo stesso valore sotto forma di contante”.

Laddove la RICCHEZZA NETTA rimane inalterata, l’acquisto dei titoli giapponesi produrrebbe però un effetto in termini di REDDITO. Questo perché i titoli di Stato sono strumenti che fruttano un interesse mentre il contante no.

Quando la BOJ sostituisce titoli con moneta il settore privato perde tutti gli interessi che avrebbe altrimenti ricevuto. In tal modo, il ritiro del debito porterebbe via anche i redditi da interesse del settore privato. Tenendo questo in mente, Lonergan domanda: “Perché mai il settore delle famiglie giapponesi dovrebbe precipitarsi a comprare roba (cioè a spendere di più e più velocemente, ossia a rischiare di scatenare inflazione) quando il loro reddito da interessi è diminuito, la loro ricchezza è invariata e sono ormai abituati al calo dei prezzi?”.

La risposta breve è che non lo farebbero; ed eventualmente il fatto di trasferire tutto il debito pubblico esistente nel bilancio della Banca centrale tenderebbe a spingere i prezzi verso il basso, non verso l’alto.

“Io ci penserei due volte prima di spogliare tutto il settore privato di tutti i suoi titoli di Stato fruttiferi nello stesso momento. Il governo giapponese sarebbe però sicuramente in grado di farlo, e la stessa cosa vale per gli Stati Uniti.”

Aveto compreso cari Amici!!! la monetizzazione del debito non aggiunge niente al settore privato, nessun soldo in più nelle nostre tasche che possa finire nei consumi. Come del resto ho già spiegato , anche la “cancellazione del debito” proposta da Sassoli avrebbe gli stessi identici effetti…. cioè impatto zero sulle nostre economie.

Allora voi mi chiederete cosa dobbiamo fare? Semplice, in una parola:

“DEFICIT” 

Quindi, cari amici pensateci tutte le volte che sentite proporre, da un politico e/o da un economista la cancellazione e/o la monetizzazione del debito, ora siete consapevoli che vi sta prendendo in giro e da oggi sapete anche come rispondergli.

Buona giornata e buona riflessione…

di Megas Alexandros, ComeDonChisciotte.org

Pubblicato da Jacopo Brogi per ComeDonChisciotte.org

 

Notifica di
33 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
danone
Utente CDC
13 Luglio 2021 19:40

Quindi, cari amici pensateci tutte le volte che sentite proporre, da un politico e/o da un economista la cancellazione e/o la monetizzazione del debito, ora siete consapevoli che vi sta prendendo in giro e da oggi sapete anche come rispondergli.

Forse non ho colto bene la tesi dell’articolo.
E’ vero che monetizzando il debito pubblico non c’è affatto il rischio di creare mega-inflazione, ed è vero che chi sbandiera questo pericolo è un imbroglione, ma con questo non significa che monetizzare il debito sia ininfluente per le sorti dell’economia reale e per il benessere di chi lavora veramente.
Devono salire i redditi più dei prezzi, non è difficile ottenere questo rapporto, con regolamenti che favoriscono il modello solidale, mentre nel neo-liberismo della moneta-debito fiat è impossibile.
Ma scusate, come si immette moneta in economia se non monetizzando ad libitum il debito pubblico, in questo sistema?
Esattamente quello che sta facendo la boj e la Fed.
Non ho capito come il Megas Alexandros monetizzerebbe l’economia reale.

Ultimo aggiornamento 17 giorni fa effettuato da danone
Megas Alexandros
Utente CDC
Risposta al commento di  danone
13 Luglio 2021 19:57

Monetizzare il debito significa che la banca centrale acquista titoli del debito pubblico con moneta creata dal nulla e questo non crea inflazione.
Questa operazione non aumenta mezzi finanziari all’interno del settore privato.
Spero di aver chiarito, altrimenti sono a disposizione

VincenzoS1955
Utente CDC
Risposta al commento di  Megas Alexandros
13 Luglio 2021 20:02

Quindi non si immette moneta in circolazione?

Megas Alexandros
Utente CDC
Risposta al commento di  VincenzoS1955
13 Luglio 2021 20:23

Con la monetizzazione del debito in essere NO

danone
Utente CDC
Risposta al commento di  Megas Alexandros
13 Luglio 2021 20:07

Questa operazione non aumenta mezzi finanziari all’interno del settore privato.

Li crea nel momento che la monetizzazione del debito, evita allo Stato di utilizzare la pressione fiscale per finanziarsi.
Ripeto è questione di modello monetario e di politiche economiche di austerità o di spesa pubblica, non di inutilità di monetizzare il debito. In questo modello neo-liberista lo devi per forza monetizzare il debito.

Ultimo aggiornamento 17 giorni fa effettuato da danone
Megas Alexandros
Utente CDC
Risposta al commento di  danone
13 Luglio 2021 20:34

Scusami, ma stai facendo un po’ di confusione. Il debito pubblico sono soldi già spesi e già nelle tasche del settore privato. Monetizzandolo, ovvero ricomprando titoli del debito pubblico in possesso del settore privato, lo Stato non mette nuova moneta nel settore privato, ovvero quest’ultimo non aumenta ricchezza finanziaria al suo interno, ma solo si spostano soldi da un conto di riserva ad un conto corrente.
Solo tramite deficit ulteriore si ha un aumento di mezzi finanziari nel settore privato. Questo è spiegato nell’articolo.
Sul secondo capoverso spiegati meglio perché non si comprende quello che vuoi dire…. parli di sistema monetario e di necessità di monetizzare il debito.. sono concetti che devi spiegare all’interno di un ragionamento basato sulle verità economiche per poterti rispondere.

danone
Utente CDC
Risposta al commento di  Megas Alexandros
13 Luglio 2021 21:15

Intendo che se i politici svendono asset pubblici con la scusa di contenere il debito pubblico, è allucinante ma lo fanno, meglio monetizzarlo.
Quindi monetizzare il debito pubblico produce conseguenze collaterali nelle politiche economiche che non si può sostenere che per il settore privato non cambia niente. Direttamente forse no, ma indirettamente si.

Ultimo aggiornamento 17 giorni fa effettuato da danone
Megas Alexandros
Utente CDC
Risposta al commento di  danone
13 Luglio 2021 21:19

Ti ho spiegato che monetizzare il debito pubblico vuol dire riacquistare titoli del debito pubblico dal settore privato…. non c’entra niente con la svendita del patrimonio pubblico che potrebbe servire per fare spesa pubblica. Stai parlando di una cosa diversa.

VincenzoS1955
Utente CDC
13 Luglio 2021 19:58

Il ragionamento sembra filare liscio liscio senonché quello economico è un sistema mooolto complesso, se no non ci sarebbero i default.

Ultimo aggiornamento 17 giorni fa effettuato da VincenzoS1955
Megas Alexandros
Utente CDC
Risposta al commento di  VincenzoS1955
13 Luglio 2021 20:35

I default degli stati avvengono in conseguenza di essere utilizzatori di una moneta che non emetti….. altrimenti non avverrebbero

Rnamessaggero
Utente CDC
13 Luglio 2021 20:43

I buoni del tesoro sono vendibili , quindi già soldi . Chi li possiede possiede già quei soldi , io che non ho soldi infatti non ho buoni del tesoro . Se la banca li monetizza al massimo potremo assistere alla disperazione di chi poi quei soldi dovrà investirli per non perdere l’ abitudine di fare soldi coi soldi . Deduco che il debito non potrà mai essere monetizzato .

Megas Alexandros
Utente CDC
Risposta al commento di  Rnamessaggero
13 Luglio 2021 20:53

Esatto fino al punto….. poi il debito può essere monetizzato tutto se lo Stato riacquista tutti i titoli in mano del settore privato

ton1957
Utente CDC
13 Luglio 2021 22:02

Monetizzare il debito pubblico non porta inflazione, ma solo se la massa monetaria immessa non viene utilizzata (come scrive l’articolista) premesso che per muovere l’inflazione non basta la sola massa monetaria ci vuole anche la piena occupazione (o quasi), una produzione di merci e servizi alta ma inferiore alla richiesta del mercato, una velocitá di circolazione della moneta molto alta, un freno alla concorrenza estera (se importiamo merci di merda sottocosto, l’inflazione non si muove) stipendi decenti….e mi fermo qui perché per muovere l’inflazione le varianti sono quasi infinite. Ma nessuno puó garantire, anzi é impensabile, che il risparmiatore monetizzato tenga i soldi fermi e non cerchi rendimento, e il rendimento se lo stato Italia non glielo dá piú, quei soldi prendono altre vie magari verso l’estero. (qui deflazione) Che poi si alzi l’inflazione é sempre positivo, si incentiva l’investimento che genera produzione e lavoro e si desincentiva il risparmio che crea solo speculazione, ma l’inflazione deve crescere per maggiore lavoro, per massa monetaria non cresce o cresce aumentando il numero di poveri (che é quello che sta succedendo). La MMT é una bella favola per bambini, puó funzionare per dare una scossa in momento di crisi all’economia, ma alla… Leggi tutto »

Megas Alexandros
Utente CDC
Risposta al commento di  ton1957
13 Luglio 2021 22:11

E’ evidente che tu non conosci la MMT. La MMT non dice assolutamente che “basta stampare”…… la MMT afferma chiaramente che nel fare spesa pubblica dobbiamo tener conto di due cose: le risorse inutilizzate e l’effetto inflattivo che tale spesa potrebbe provocare.
Tornando all’articolo ti ho fatto vedere che acquistare un titolo del debito pubblico dal settore privato (ovvero spostare dei soldi da un conto di risparmio ad un conto corrente), lascia inalterata i mezzi finanziari al suo interno… quindi le possibilità di fare inflazione rimangono le stesse. Anzi a guardare bene, come spiegato nell’articolo potrebbero diminuire visto che al settore privato verrà a mancare quella capacità di spesa derivante dagli interessi che avrebbe percepito sui titoli detenuti.

ton1957
Utente CDC
Risposta al commento di  Megas Alexandros
13 Luglio 2021 22:36

Caro amico, conosco la MMT e la evito, ed é inutile che cerchi di stupirmi con termini e frasi che io conosco e só che non centrano nulla con nessuna teoria. (tra l’altro ti invito a leggere con piú attenzione quello che ho scritto e a non travisare)
Non ci giro intorno, se non sei un venditore di pentole o di libri,e credi veramente alla MMT dovresti avere la pazienza di spiegare con termini comprensibili ai piú che non basta stampare, chiariscilo bene e subito perché come avrai notato dai commenti i piú sono rimasti basiti dalla tua dichiarazione iniziale (tutti pensano che basta stampare)
I seguaci online della MMT sono convinti che lo stato stampi denaro e si risolvono tutti i problemi. (forse non vi siete spiegati bene)
Usa termini poveri a che tutti ti possano comprendere, perché da come scrivi tecnico i piú comprendono solo che basta stampare soldi.

Megas Alexandros
Utente CDC
Risposta al commento di  ton1957
13 Luglio 2021 22:46

Guarda che molti conoscono quello che dice la MMT, evidentemente tu non lo conosci. L’articolo mi sembra poco tecnico e molto pratico.
Però sarei felice se tu esprimessi un concetto oppure un tema su cui discutere e confrontarci….. magari qualcosa che non ti torna della MMT, magari ti faccio ricredere. Sul fatto che basti stampare mi sembra di averti già risposto e quindi inutile ripetersi… ti ho risposto tecnicamente…… sei d’accordo sulla mia risposta alla tua affermazione errata sulla MMT oppure no. Se non rispondi rimanendo sul tema il confronto diventa difficile per non dire impossibile.

ton1957
Utente CDC
Risposta al commento di  Megas Alexandros
13 Luglio 2021 23:15

Ma non credo si possa fare confronti con dei post, mi piacerebbe solo che quale fautore della MMT tu chiarissi, non a me che lo só, ma ai tanti seguaci che si trovano online che la MMT non dice che basta stampare soldi per risolvere tutti i problemi, ma che parla di piena occupazione (quindi devono i tuoi fans lavorare) che la piena occupazione prevede anche produzione e regole sulla concorrenza, che non puó essere lasciata nelle mani del mercato, che la sovranitá monetaria é indispensabile per immettere o togliere moneta all’occorrenza.
Cadi in un errore madornale continuando a dire che io non conosco la MMT, e pecchi di presunzione quando dici che sono in molti a canoscerla, la realtá é che la MMt non la conosce quasi nessuno neppure tra quelli che la usano come dogma.

Megas Alexandros
Utente CDC
Risposta al commento di  ton1957
13 Luglio 2021 23:24

Certo che sei buffo…. allora non critichi la MMT, giudichi il fatto che io secondo te non la spiegherei bene,,,aahhh che ti devo dire, credo sia il primo dei miei articoli che leggi… magari hai affrettato i tuoi giudizi. Dimmi cosa non ti torna sull’articolo???

Pfefferminz
Utente CDC
Risposta al commento di  ton1957
14 Luglio 2021 0:50

Ma non ci sarà inflazione senza tutto il corollario che descrivi se, come ora sta avvenendo, aumentano i costi delle materie prime?

Megas Alexandros
Utente CDC
Risposta al commento di  Pfefferminz
14 Luglio 2021 1:22

L’inflazione è un fenomeno talmente complesso che si può gestire attraverso il controllo della propria moneta ma non prevedere in tutti i suoi aspetti e manifestazioni. E’ un fenomeno che se gestito può anche essere benefico a volte per l’economia….. ad esempio l’italia con la lira ed alta inflazione aveva un benessere più diffuso dell’italia attuale.
Nell’articolo ho descritto un tipo di operazione che non da luogo all’inflazione.
Ad oggi non ci sono segnali di inflazioni forti a due cifre per intenderci pur in presenza di colli di bottiglia a parer mio più dovuti a fenomeni speculativi. La domanda è ancora molto bassa per prospettare inflazione.

ton1957
Utente CDC
Risposta al commento di  Pfefferminz
14 Luglio 2021 9:33

Certo che ci sará inflazione con l’aumento delle materie prime, ma potresti non vederla se gli stipendi ed il costo del lavoro vengono abbassati, se sparisce il lavoro e la produzione, comunque l’inflazione, sino ad una certa quota, é un mostro solo per i risparmiatori, chi lavora, produce o investe nell’economia reale dall’aumento ne ha un vantaggio.
Dovresti anche chiederti perché aumentano i prezzi delle materie prime, é aumentata la domanda? oppure é l’effetto della svalutazione del dollaro dato dal continuo stampare della FED? (il dollaro é la moneta di riferimento per gli scambi internazionali)
Certe cose non le vediamo ma ci sono, in questo periodo tutte le banche centrali hanno stampato a gogo, le monete sono tutte svalutate (altro che MMT), come effetto c’é l’aumento delle materie prime, dell’oro,delle azioni, ma i cambi tra monete restano uguali e non ce ne rendiamo conto.

Megas Alexandros
Utente CDC
Risposta al commento di  ton1957
14 Luglio 2021 10:17

intanto cominciamo a chiamare le cose con il loro nome, il fenomeno inflattivo che descrivi tu, ovvero quello che può verificarsi anche in assenza di domanda si chiama “stagflazione”. stagflazione Fase del ciclo economico caratterizzata da stagnazione e inflazione; detta anche inflazione recessiva. … inflazione Aumento progressivo del livello medio generale dei prezzi, o anche diminuzione progressiva del potere di acquisto (cioè del valore) della moneta. Questo è tutt’altro tipo di fenomeno che si verifica in fasi recessive e non come la classica inflazione che si manifesta nelle fasi di boom economico. La stagflazione è molto più grave e lascia dietro di se morti e disordini sociali. I prezzi delle materie prime possono aumentare per varie ragioni, certamente quelle prodotte al di fuori degli USA non risentono del dollaro visto che sono solamente prezzate in dollari. Il fatto che la FED ufficialmente abbia dichiarato che l’obbiettivo inflazione passa in secondo piano rispetto all’obbiettivo della piena occupazione può essere un motivo dell’aumento ancora leggero dell’inflazione in USA…. Ti do una possibile ragione dell’aumento dei prezzi di alcune materie prime: LA SPECULAZIONE…. oggi il mondo finanziario si trova con grosse quantità di denaro provenienti dai vari programmi delle banche centrali (BCE in primis),… Leggi tutto »

ton1957
Utente CDC
Risposta al commento di  Megas Alexandros
14 Luglio 2021 10:50

intanto cominciamo a chiamare le cose con il loro nome”
Essendo materia complessa, non avendo necessitá di stupire chi legge con effetti speciali e non conoscendo la preparazione di chi mi legge (che magari é anche superiore alla mia) evito tecnicismi inutili e mi tengo sul comprensibile per tutti.
Ti consiglio di fare la stessa cosa se vuoi spiegare ai non adetti ai lavori la MMT, questo non é un sito di economisti e banchieri.
I termini troppo tecnici, come giá ho cercato di spiegarti si usano tra tecnici ed addetti ai lavori, nelle banche li usano anche per vendere derivati…ma questa é un’altra storia

Megas Alexandros
Utente CDC
Risposta al commento di  ton1957
14 Luglio 2021 11:28

Ho cercato di essere semplice e farti notare che il fenomeno inflattivo di cui parlavi TU, si chiamasse stagflazione ovvero inflazione in presenza di stagnazione economica. Questo per capirsi ed orientarsi meglio in merito ad un fenomeno appunto complesso quale è quello dell’inflazione…. ed anche per dare un ordine ad alcune cose cose giuste che tu sostieni.
Comunque se non sono stato chiaro sono a disposizione grazie

AlbertoConti
14 Luglio 2021 0:43

Negli USA c’è un solo debito pubblico, che è quello federale, monetizzabile dalla stessa FED in maniera omogenea. In Europa ci sono tanti debiti pubblici quanti sono gli Stati, e sono differenziati, tant’è che c’è lo “spread” con quello tedesco. E la BCE li monetizza discrezionalmente, con condizionalità, anche in funzione delle singole ripartizioni tra debiti pubblici residenti e non residenti (clamoroso il caso della crisi greca).
Gli USA sono abituati ad esportare inflazione, noi ad importarla.
Comunque adesso c’è lo yuan, che darà una regolata ai vecchi bulli.

mirc
Utente CDC
14 Luglio 2021 11:45

Monetizzare oppure no,il debito rimane e qualcuno lo dovrà pagare.Se lo ritira la bce vorrà delle garanzie,come ad esempio,la perdita di sovranità.L’unica prerogativa è la cancellazione del debito pubblico.La monetizzazione che faccia o meno inflazione,non importa a nessuno..

Megas Alexandros
Utente CDC
Risposta al commento di  mirc
14 Luglio 2021 14:51

Il tema dell’articolo era spiegare a chi dice che fa inflazione che realmente non è cosi.
Poi per quanto riguarda il fatto a cui tu accenni che qualcuno dovrà ripagare il debito pubblico… questo è valido solo nel sistema-euro e finché la volontà politica lo consente.
Altrimenti il debito pubblico non lo deve ripagare nessuno, poiché non è un debito reale.
Mi spiego meglio…. il debito pubblico è la somma dei deficit annuali che lo Stato ha fatto con la spesa pubblica negli anni, dedotto quello che ha raccolto con la tassazione, ovvero quello che rimane nel settore privato…. ovvero la nostra ricchezza.
Mi spiego ancora meglio, uno Stato fa spesa pubblica con soldi creati dal nulla per mezzo della sua banca centrale, con questi soldi ci paga uno stipendio, oppure ci costruisce una strada oppure un ospedale.. salvo poi un giorno ritirarli indietro con la tassazione in base alla sua politica fiscale…… bene dimmi tu.. .chi deve riavere indietro questi soldi????

mirc
Utente CDC
Risposta al commento di  Megas Alexandros
15 Luglio 2021 7:08

Allora forse non hai capito quello che ho scritto:lo stato e in questo caso la banca centrale ti toglie i tuoi diritti,oppure non ti sei accorto che viviamo in una dittatura.Poi ricordati che pasti gratis in economia non ce ne sono,in quanto la banca centrale è privata e non statale.L’economia come intendi tu,è utopica,ma la realtà è ben altra cosa.

Megas Alexandros
Utente CDC
Risposta al commento di  mirc
15 Luglio 2021 9:50

Io ho capito benissimo quello che dici ed i tuoi discorsi sono ragionamenti generalizzati “da bar”. Poi esiste la scienza economica e la realtà dei fatti che, al di là dell’unico punto in cui hai ragione, ovvero che oggi la BC agisce per interessi privati, è tutta un’altra cosa. I pasti gratis certo che non esistono, infatti ti sto parlando di piena occupazione, ovvero di gente che ha voglia e vuole lavorare e la scienza economica ci dice esattamente come possiamo far lavorare la gente ed ottenere la piena occupazione tramite lo strumento della moneta fiat. Solo uno Stato democratico moderno monopolista della moneta con una banca centrale che controlla direttamente, può ottenere tale obbiettivo tramite la spesa pubblica, che può effettuare senza nessuno problema emettendo moneta dal nulla….. tenendo conto delle risorse reali a disposizione e con l’obbiettivo di valutare l’impatto inflattivo di tale spesa. Poi come tu evidenzi esiste la corruzione, ma per combattere quella ci vuole un sistema giudiziario efficiente, l’economia ti dice come devi agire ma non si occupa di fare le leggi per far si che sia sconveniente delinquere. Spero di essere stato chiaro e se risponderai ti prego di rimanere sui temi e non… Leggi tutto »

danone
Utente CDC
Risposta al commento di  Megas Alexandros
15 Luglio 2021 13:37

Leggendoti mi trovo sempre più d’accordo con quanto scrivi, per lo meno su questo ultimo tuo commento non posso che essere totalmente d’accordo.
Sicuramente ho inteso male alcuni punti di vista, ma nella sostanza convengo.

Megas Alexandros
Utente CDC
Risposta al commento di  danone
16 Luglio 2021 14:55

Ti ringrazio… almeno il confronto ha avuto un esito positivo

mirc
Utente CDC
Risposta al commento di  Megas Alexandros
16 Luglio 2021 6:55

Scusami,ma se i miei sono ragionamenti e discorsi da bar,i tuoi sono da T.S.O.Parli di piena occupazione,ma in che film l’hai vista?Tu sei un “esperto”come quelli che dicevano che il covid eliminava 500 milioni di persone,poi nei fatti non è successo nulla di tutto ciò.Se chi è al potere lo volesse,sono d’accordo che le risorse sarebbero equamente divise,ma la realtà mi dice che i ricchi diventano più ricchi e i poveri sempre più poveri,malgrado sia la fed e la bce stampano sempre più denaro fasullo.Poi la valuta fiat è la rovina di tutto ciò.Se sei come dici tu un esperto,spiegami perchè quando c’era il denaro vero,certi boom e bust non succedevano come ora.Ma visto che sei ancorato ad una scuola di pensiero errata,tipo la mmt,è inutile discutere.

Megas Alexandros
Utente CDC
Risposta al commento di  mirc
16 Luglio 2021 15:10

Allora, premesso che con le offese ci stai andando pesante (TSO), ti invito a darti una calmata, sopratutto alla luce del fatto che tu dimostri una totale non comprensione nel leggere quello che scrivo, non solo riadatti a tuo piacimento i mie concetti. Io non ho scritto assolutamente che nel nostro apese siamo in presenza di piena occupazione, io ti ho scitto e spiegato come la scienza economica ci dice che sia possibile perseguire questo obbiettivo e che per farlo e’ solo questione di volonta’ politica. Praticamente le stesse cose che poi ti sei appropriato tu.
Per quanto riguarda la moneta fiat e la MMT, ritorniamo al discorso iniziale, ovvro tu scrivi e parli senza conoscere quello che dice la MMT. La MMT dice quello che ti ho gia’ detto e che tu ti sei appropriato…. ovvero che un governo monopolista di una moneta fiat che controlal una banca centrale e’ perfettamente in grado di distribuire equamente le risorse e raggiungere la piena occupazione. Quindi come vedi la MMT dice quello che dici tu.. seppur in maniera piu’ semplice.
Quindi caro mio, lascia stare le offese e cerca di concentrarti in quello che leggi….. perche dimostri di non comprendere

33
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x