Home / ComeDonChisciotte / LA GRECIA UCCIDE I SUOI PAZIENTI DI ALZHEIMER E PATOLOGIE CRONICHE AI RENI

LA GRECIA UCCIDE I SUOI PAZIENTI DI ALZHEIMER E PATOLOGIE CRONICHE AI RENI

FONTE: KEEPTALKINGGREECE.COM

La salute in Grecia è malata. Malata come le menti di coloro che prendono certe decisioni e costringono migliaia di persone ad una morte dolorosa, dal momento che li privano delle medicine per guarirli. Chiamatelo “Terzo Pacchetto d’Austerità”, chiamatelo “un paese in bancarotta”, chiamatelo come volete, ma il fatto è questo: i ministri ben pagati di questo governo insieme ai ben pagati deputati ed altri funzionari dello Stato che guadagnano diverse migliaia di euro al mese, lasceranno i bisognosi ed i malati senza le medicine essenziali e l’assistenza sanitaria di base.

La scorsa settimana il vice-ministro della ‘sanità’ Salmas ed il ministro del lavoro Vroutsis hanno deciso, indipendentemente dal “pacchetto di austerità”, di imporre una tassa del 10-25% sull’acquisto dei medicinali prescritti ai malati cronici delle seguenti categorie: insufficienza renale, epilessia, Alzheimer, demenza, vasculite di Burger, malattia di Charcot-Marie-Tooth, Parkinson, diversi tipi di diabete, malattia di Wilson ed altre patologie croniche (Qui, la lista completa in greco http://iatropedia.com/articles/read/3057).

Contributo dello zero per cento per il cancro, l’HIV ed altre malattie croniche, anche se solo per le medicine direttamente collegate alle loro patologie.

I pazienti dovranno pagare un 10% di tasse per le medicine direttamente collegate alle loro malattie ed un 25% per quelle non direttamente collegate e indipendentemente dal fatto che la malattia secondaria, come problemi cardiovascolari, diabeti, ipertensione, sono causate dalla malattia primaria.

Ora non è chiaro: chi deciderà se il collasso dei reni è collegato al diabete o viceversa, o se le medicine per l’Alzheimer richiederanno una tassa del 10% mentre i rimedi vascolari ne richiederanno una del 25%?

Senza nessuna esenzione per i redditi bassi, i pazienti cronici delle categorie menzionate, alcuni dei quali hanno bisogno di cure che valgono diverse centinaia di euro ogni mese, dovranno sborsare anche più di 100 euro. Anche se le loro pensioni sono inferiori ai 500-600 euro.

Patologie renali

Per esempio un paziente in emodialisi ha bisogno di medicine per un valore di circa 500 euro al mese. Se dovesse pagare un contributo avendo un reddito basso, il paziente e la sua famiglia sarebbero posti di fronte ad un dilemma: comprare le medicine o morire di fame. Questo dove la maggior parte delle famiglie medie hanno un solo membro che lavora e che guadagna.

Solo i malati terminali in dialisi verranno esentati dalla tassa.

“Ciò è inaccettabile, poiché i pazienti sotto dialisi hanno molti altri problemi gravi di salute, compresi quelli cardiovascolari, glicemia, ipertensione, etc.”, dichiara Gregory Leontopoulos, segretario generale della Federazione Panellenica dei Malati Renali.

Come menzionato, un paziente sotto emodialisi potrebbe aver bisogno di più di 500 euro al mese per comprare le medicine, a seconda della sua condizione di salute. “Non tutti hanno la possibilità di pagare una tale somma di denaro ogni mese per fronteggiare un problema di salute grave”, ha detto Leontopoulos ed ha avvertito: “Se non cambiamo la decisione, ne piangeremo le vittime”.

Malati d’Alzheimer

La notizia sulla tassa per l’acquisto di medicinali per i pazienti assicurati ha diffuso l’orrore tra i gruppi di malati cronici, specialmente tra coloro che sono costretti ad un trattamento quotidiano, come gli affetti da demenza o da Alzheimer. Il presidente dell’Associazione Greca per l’Alzheimer, Magda Tsolaki, ha scritto un drammatico appello al ministro della Salute sottolineando la necessità dell’esenzione di questi pazienti dalla tassa.

Qui sotto alcuni passi dalla lettera:

“I pazienti affetti da Alzheimer sono per lo più anziani e pensionati. Sebbene abbiano un’invalidità del 100%, non ricevono alcun beneficio o sussidio dalla previdenza sociale.

La media delle entrate mensili di questi pazienti non supera i 785 euro, mentre il minimo delle pensioni dell’OGA – Istituto di Assicurazione Sociale e l’IKA – Istituto di Previdenza Sociale non superano, rispettivamente, i 350 ed i 470 euro. Circa 400.000 pensionati ricevono tra i 600 ed i 1000 euro mensili.

Le malattie croniche generative causano il declino progressivo della memoria e di tutte le funzioni associate come farsi il bagno, mangiare, vestirsi e è accompagnato da cambiamenti comportamentali notevoli.

Sottolineando l’alto impatto economico per i pazienti e le loro famiglie, Tsolaki richiede l’esenzione dalla tassa dichiarando che senza risorse disponibili i pazienti verrebbero deprivati delle medicine con la conseguenza di un deterioramento più rapido della loro situazione clinica ed un escalation dei disturbi comportamentali che costringeranno le famiglie e per chi si prende cura di loto a mandare questi pazienti in istituti statali, aumentando i costi del sistema di assistenza sanitaria nazionale”.

I trucchi per i tagli all’assistenza sanitaria

I trucchi usati da coloro responsabili dei tagli all’assistenza sanitaria per le malattie croniche non hanno limiti. Hanno tolto la fisioterapia per i pazienti con sclerosi multipla, trauma cranico, neuropatia, malattie del sistema nervoso centrale, se il paziente è già stato trattato in una clinica, in un centro ospedaliero o in qualsiasi altro programma di riabilitazione. Allo stesso tempo, il paziente assicurato dovrà usufruire del trattamento fisioterapico entro tre mesi dalla prescrizione del medico.

Ricovero a soli 25 euro!

Il nuovo pacchetto di austerità prevede tagli per 1.1 miliardi di euro alla sanità greca, oltre ai salari dei dottori, per poter finanziare l’organizzazione nazionale di assistenza sanitaria (EOPYY), la scandalosa organizzazione di nuova costituzione che ha unificato i fondi assicurativi e che è fallita prima di compiere i suoi due primi anni di vita.

Con il nuovo pacchetto di austerità, i pazienti assicurati dovranno pagare 25 euro per essere ammessi in ospedale per operazioni chirurgiche o controlli medici e pagheranno 1 euro per ogni prescrizione a partire dal 1° gennaio 2014.
Se saranno ancora vivi…

Una legge sull’eutanasia in Grecia ?

Ministro Vroutsis? Ministro Salmas? Chi sono questi ministri, i passanti della politica? Chi li ha votati? Quanti voti hanno ricevuto nelle elezioni di giugno per autorizzarli a governare il destino di migliaia di malati e bisognosi?

Un’amica mi stava raccontando del continuo aumento dei costi che deve affrontare per i suoi genitori malati, entrambi ultra-ottantenni. Devono chiamare un dottore almeno una volta al mese (60-80 euro). Ogni due mesi uno dei due deve fare le analisi del sangue (80 euro). I pannoloni costano 50 euro. Poi ci sono le tasse per le prescrizioni mediche (almeno 20 euro). Con la nuova regolamentazione, dovrà pagare altri 40-70 euro per le medicine prescritte. Oltre alle spese mediche, dovrà spendere circa 150-200 euro al mese per comprare da mangiare e pagare le bollette. Una delle pensioni dell’anziana coppia malata serve a pagare un badante (400 euro). Deve anche pagare i loro conti e le tasse sulla proprietà di emergenza perché vivono in una casa di 70 mq.

Questa amica ha perso il lavoro due anni fa, usa i suoi risparmi per assistere i genitori. Da parte loro, hanno perso un’entrata di 4.320 euro dopo il dimezzamento dei bonus natalizi/pasquali, quando il sussidio della previdenza sociale è stato eliminato con un click ed hanno dovuto pagare un contributo di 30 auro al mense alla EOPYY. Con il nuovo pacchetto di austerità perderanno almeno altri 1.200 euro all’anno mentre i bonus natalizi rimanenti scompariranno. I pensionati IKA prendono in tutto 1.090 euro.

Forse Salmas, Vroutsis & Co. dovrebbero considerare di far passare anche una legge sull’eutanasia, dal momento che i malati cronici e le loro famiglie non saranno in grado di sopportare l’ulteriore onere finanziario.

Fonte: www.keeptalkinggreece.com
Link: http://www.keeptalkinggreece.com/2012/11/06/health-s-o-s-greece-kills-the-chronic-ill-alzheimers-and-kidney-patients/
4.11.2012

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di ROBERTA PAPALEO

Pubblicato da Davide

  • Suntsu

    Da cittadino greco di nascita, dico che la Grecia è servita e serve come laboratorio di idee e prove generali di applicazione per la rimanente UE.
    Da cittadino italiano acquisito e medico, dico che qui stanno facendo esattamente le stesse cose, solo con tecnica soprafine, silenziosa, insidiosa, togliendo un diritto per volta, aggiungendo un onere per volta ma inesorabilmente.

  • Tonguessy

    Monty ieri sera da Fazio ha dichiarato che i disagi delle persone afflitte da SLA sono da imputarsi ai mancati introiti derivanti dall’evasione fiscale. Ma ha mancato di ricordare come ciò che si considera evasore medio non è l’artigiano o il commerciante (secondo uno studio della CIA di Mestre evadono il 7-8% totale) ma i grandi gruppi imprenditoriali grazie anche a leggi scritte ad hoc.
    Quindi secondo l’agenda montyana una volta riscosso quel 7-8% in più tutti i mali dell’Italia cessano, e gli ammalati cronici saranno finalmente curati a dovere. E il cacciatore ucciderà il lupo cattivo, la nonna sarà di nuovo viva e tutti vivranno felici e contenti.

  • terzaposizione

    Se non sei più una risorsa per il Sistema, ovvero un consumatore, allora meglio che passi a miglior vita e il Sistema ti aiuta con la dolce eutanasia.Mi sembra un concetto che in Olanda stiano vagliando e nei momenti di crisi come quelli che corriamo, possa diventare uno slogan accolto dalle masse.

  • ottavino

    Vedere l’occidente che si incarta su se stesso è bellissimo. La sua economia, i suoi servizi sociali che crollano…meraviglioso. La fine del mito.

  • karson

    Diciamola tutta.. ma se la Grecia non fosse entrata nell’euro nn stava sicuramente meglio a quest’ora? E questo vale anche per lItalia… non staremmo meglio fuori dall’euro? col senno di quello che si sta vedendo.. io direi proprio di si! Allora perché nn si torna indietro.. abbiamo provato, la cosa nn funziona.. amen, dove sta scritto che nn si può fare un passo indietro? mio nonno mi diceva che solo quando sei in un loculo nn si può più tornare indietro..

  • Suntsu

    Penso che le cose siano un pò più complesse. Se la Grecia non fosse entrata, d’accordo con l’UE, forse starebbe meglio di adesso o perlomeno a livello degli anni novanta. Ma se non fosse entrata, contro la loro volontà, credo che le avrebbero fatto la guerra e ridotta a pezzi. Come adesso. Purtroppo nessun paese del sud europa ha risorse e forze sufficienti per vivere autonomamente. Per non parlare dell’1% della popolazione che prospera indisturbato in situazioni del genere e rema contro. Uscire adesso scatenerebbe una vendetta feroce, se non altro per dare l’esempio ed evitare immitazioni. Purtroppo per loro non rimarebbe altra scelta… Siamo tutti incastrati in un gigantesco puzzle.
    E comunque non mi sembra che paesi come Lettonia, Bulgaria, Romania fuori dall’area euro stiano meglio. Sono sovrani ma nuotano nella miseria.

  • Tanita

    Goldman’s Global Domination Is Now Complete As Its Mark Carney Takes Over Bank Of England.

    (ZeroHedge)

    Il fascismo corporativo dei bankster sembra aver preso il controllo di tutta l’Unione Europea. Ce l’aveva giá degli USA (e adesso Elisse B. Walter é a capo della SEC).

    Mi domando dov’é andata la Storia, la Filosofia, insomma, tutta l’evoluzione scientifica Europea.

    Questa nuova forma di schiavitú che si sta consolidando in Occidente non augura niente di buono per il Secolo appena cominciato.

    Sembra che Europa + USA daranno all’Umanitá un nuovo round di disastri urbi et orbi.

  • Jor-el

    E costui non sarebbe un bugiardo e un criminale?

  • Jor-el

    Se la Grecia, la Spagna, l’Irlanda e tutte quelle nazioni che sono state fatte entrare PER FORZA nell’euro passando sopra alla volontà dei cittadini forse l’Eurozona non sarebbero riusciti a farla, e saremmo messi tutti meglio.

  • karson

    Ma la Lettonia la Bulgaria e company nn sono mai state messe troppo bene… ma noi la Spagna la Grecia il Portogallo prima dell’euro stavamo messi meglio, questo vuol dire che per noi l’euro è e sarà solo peggiorativo della nostra situazione. poi cosa si vogliono vendicare? anche l’Argentina quando ha detto che nn avrebbe più pagato i suoi debiti l’avevano minacciata in tutti i modi.. anche di farla uscire dal wto… ancora aspetta che lo facciano…

  • Jor-el

    L’Euro è stato un progetto Franco-Tedesco per fottere tutti gli altri. Hanno impostato tutta la fregatura facendoci sembrare che fosse un gran affare, ci hanno fatto sentire inadeguati perché non avevamo i conti in ordine e poi ci ce l’hanno girata come se ci facessero un gran regalo. E noi, furbi come volpi, non ci siamo chiesti perché l’Inghilterra e la Svezia dissero o “no grazie”, abbiamo pensato che fossero degli eccentrici, degli strambi. Ci hanno messi nel sacco.

  • Jor-el

    L’Euro è stato un progetto Franco-Tedesco per fottere tutti gli altri. Hanno impostato tutta la fregatura facendoci sembrare che fosse un gran affare, ci hanno fatto sentire inadeguati perché non avevamo i conti in ordine e poi ci ce l’hanno girata come se ci facessero un gran regalo. E noi, furbi come volpi, non ci siamo chiesti perché l’Inghilterra e la Svezia dissero o “no grazie”, abbiamo pensato che fossero degli eccentrici, degli strambi. Ci hanno messi nel sacco.

  • nigel

    I Greci hanno avuto la possibilità di mandare al diavolo la Troika, ma alle ultime elezioni hanno votato Samaras, per rimanere nell’euro, optando quindi per un suicidio assistito (come del resto faranno a breve gli Italiani).

  • karson

    Hai ragione! basta vedere le primarie (ancora in corso) del pd.. persone in fila (x lo più anzianotti a dire il vero..)per poter andare a votare x questi che nell’ultimo anno (ma anche prima ed insieme agli altri) hanno votato leggi per togliere la pelle di dosso proprio alla classe più debole… ma di cosa ci vogliamo lamentare allora? noi Italiani purtroppo siamo un popolo di cagasotto… nemmeno quando ci pisciano addosso alziamo la testa! fanno la fila per votare gente che è li 40 anni… ma cosa vogliamo cambiare? loro lo sanno e ci bastonano a piacimento.

  • Ercole

    E la crisi del capitalismo che uccide la grecia oggi, e trascinera tutti i paesi nel baratro domani.cosa dobbiamo aspettare,,,,

  • Tonguessy

    E’ un bugiardo patentato, ma sono criminali i metodi attraverso cui veicola i propri deliri. Criminale è Fazio che non oppone nessun ragionamento antitetico, e criminale è chi opera la scelta del pubblico in sala, tutti rigorosamente militarizzati e allineati. Criminale è la scelta del palinsesto, dei “ragionamenti” dei bugiardi patentati spiegati alle masse nei tiggì con semplici dualismi del tipo “senza di noi siete messi molto peggio”. Criminale è infine il livello di confronto: neanche le manifestazioni importanti riescono più a smuovere l’immobilismo dittatoriale che contraddistingue la politica del nuovo millennio. In Grecia vanno all’assalto del Parlamento con le molotov, ma questo non scalfisce minimamente la protervia di quella (e questa) classe politica.

  • nigel

    Tutto sommato è facile far accettare miseria e vessazioni se le si gabella come necessarie per evitare un futuro peggiore.. ciao

  • Kansimba

    Ottimo ragionamento! Sapresti indicarmi quello studio a cui ti riferivi? Giorni addietro ho fatto lo stesso discorso a dei conoscenti e stentavano a credermi…

  • antomicla

    capisco la tragedia di chi è già in dialisi, ma visto che le medicine sono il 50% di causa di morte, certamente i greci staranno meglio.
    E torneranno a curarsi con le erbe che hanno nei campi che – visto che non hanno soldi – non saranno più infestati dai pesticidi.
    Per non parlare dell’AIDS che non esiste e del cancro che – statistiche alla mano – dimezza le aspettative di vita con la chemio rispetto a non far niente.
    Alla lunga, un aumento di qualità di vita. Unica cosa che andrà mantenuta: il pronto soccorso per incidenti.
    Antonio Miclavez, medico

  • orckrist

    Ah, il mito dell’evasione, panacea e spiegazione di tutti i mali!

    Era come ascoltare un obeso pontificare su come la fame nel mondo sia provocata dal mangiare male….

  • Ercole

    buon suggerimento ,cosa aspettiamo per andare a curarci in grecia…..

  • Hyde

    Antonio Miclavez, dichiarandoti medico evidentemente ritieni di conferire autorevolezza ai tuoi aforismi libertari. Io credo, al contrario, che, se sei medico, devi pesare molto meglio di altri quello che diffondi e gli effetti che fai. In questo caso parli di cancro e di AIDS ad un pubblico composto magari anche da malati, e forse anche malati greci nella situazione descritta sopra. Chissà se poi ti cercheranno, visto che fai il tuo nome; sei convinto che potresti persuaderli di quanto hai sparato in rete?

    Hyde, medico (che usa un nickname per vari motivi, fra cui l’avversione per la pubblicità camuffata da impegno civile e una certa megalofobia)