Home / ComeDonChisciotte / LA FOTO DI TIME: COSI' IL GOVERNO USA (RI)NOBILITA LA GUERRA AFGHANA

LA FOTO DI TIME: COSI' IL GOVERNO USA (RI)NOBILITA LA GUERRA AFGHANA

DI MARCELLO FOA
blog.ilgiornale.it/

Questa foto, pubblicata da Time in copertina questa settimana, ha suscitato un certo dibattito nel mondo giornalistico. Molti si sono chiesti se fosse opportuno pubblicarla in prima pagina, considerato che Time è una rivista che entra nelle famiglie, altri hanno invocato l’etica giornalista. Tutto giusto, per carità.

Ma il punto, però, è un altro. Quasi nessuno si è chiesto perché questa foto sia uscita proprio adesso e cosa abbia spinto Time a pubblicarla così in evidenza. Conoscendo le tecniche di spin, a me sembra evidente che si tratti di un caso di “controspin” o di “spin difensivo” da parte del governo americano.Ovvero: la vicenda dei file diffusi di Wikileaks sulla guerra in Afghanistan ha causato un danno enorme alla Casa Bianca e al Pentagono, innanzitutto di immagine: dopo queste rivelazioni è più difficile continuare a giustificare la guerra e tra i cittadini americani si diffondono il malumore, la perplessità, che sfociano nell’avversione.

Dunque il governo americano, che ha appena stanziato nuovi fondi per l’intervento in Afghanistan, doveva contrastare questo sentimento. Come? Facendo appello non alla ragione, ma ai sentimenti, all’inconscio, all’emotività. La foto di Time suscita orrore, compassione, traccia una linea netta tra il bene e il male, ci ricorda che in Afghanistan c’è gente che, nel 2010, subisce ancora punizioni orribili come questa. Ovvero: rinobilita la guerra. Il messaggio è: i soldati americani sono lì per una giusta causa.

Operazione riuscita. Sia chiaro: Time non ha preso ordini dal Pentagono, ipotizzarlo sarebbe offensivo nei confronti dei colleghi di una rivista prestigiosa. L’influenza è stata indiretta, e per questo molto più efficace: gli spin doctor governativi hanno fatto filtrare a Time questa foto usando intermediari insospettabili o ricorrendo alla fuga di notizie apparentemente incontrollata o facendo leva sui rapporti personali. Un amico(del governo) che passa una dritta a un altro amico (giornalista). Gli spin doctor sanno come ragionano i giornalisti; dunque sapevano che Time si sarebbe interessato. E così è stato.

Un caso da manuale. Eppure pochi se ne sono accorti. E’ una storia che si ripete: non conoscendo le tecniche dello spin, i giornalisti diventano gli strumenti inconsapevoli degli spin doctor.

La stampa è libera, ma troppo facilmente manipolabile. Ahimè.

Marcello Foa
Fonte: http://blog.ilgiornale.it/
Link: http://blog.ilgiornale.it/foa/2010/08/03/la-foto-di-time-cosi-il-governo-usa-rinobilita-la-guerra-afghana/
3.08.2010

Pubblicato da Davide

  • Tonguessy

    E’ fin troppo evidente che se gli amerikani se ne andassero dall’Afganistan tutte le donne Afgane avrebbero il naso mozzato, no?
    Beh, come fringe benefit i matrimoni non si trasformerebbero in funerali, ma una foto che illustri questo aspetto è difficile da fare. E impossibile da pubblicare

  • andyconti

    Non e’ piu’ tempo di trovare giustificazioni per i giornalisti, Time ha scelto una linea, non importa che prenda ordini dal Pentagono, ha deciso di influenzare l’opinione dei suoi lettori in un momento in cui Obama deve organizzare la ritirata dall’Iraq, preludio a quella dall’ Afghanistan (perche’ gli americani non sono certo dei grandi vincitori in realta’). Se con intermediari o fughe di notizie o rapporti personali si facesse filtrare per esempio la foto del Pentagono il giorno 11 settembre in cui non c’e’ nessun aereo distrutto sul prato,Time non la pubblicherebbe.

  • DaniB

    hai capito il giornale… Quand’è che Concita si degnerà di pubblicare una riflessione simile? la domanda è retorica, ovviamente…

  • lanzo

    Su yhaoo, giorni fa, e’ comparsa la foto di una donna, con sotoscritta: non lapidatemi ! Naturalmente nessun accenno che questa ha amazzato il marito a sangue freddo con la complicita’ dell’amante.

    Nessun accenno e’ mai comparso sulle lapidazioni, esecuzioni, amputazioni e piacevolezze varie che avvengono in Arabia Saudita !

    Il che mi fa ricordare di quella donna in Texas che aveva ammazzato qualcuno ad accettate e poi era “born again” e aveva chiesto la grazia a George W. B. – che ha sghinazzato e l’ha mandata al patibolo.

    Ma questo e’ solo la punta dell’ICEBERG… In Pakistan, India e Bangladesh – e’ comunissima la realta’ delle donne “acidificate”, ovviamente quando sara’ il momento, useranno la foto di una acidificata del Pakistan per dimostrare che subumani sono (e io concordo, avendo vissuto anni nell’area), ma mai di acidificate o bruciate in India – visto che apparentemente l’India sta al gioco con gli ammerikani.

  • lanzo

    Ho dimenticato di precisare che l’appello con foto di una bella faccia femminile, riguarda un caso di uxoricidio premeditato avvenuto in IRAN – ormai i tamburi di guerra stanno suonando da parecchio tempo e tutti a dire ohhh, che cattivi questi iraniani ! Che in amerika c’e’ la pena di morte (orribile) per lo stesso reato della belloccia iraniana, a nessuno gli viene in mente.

    Per non parlare del fatto che in molti paesi musulmani esiste realmente, la possibilita’ dell’occhio x occhio et cetera. Mi pare sia successo un caso simile in Iran, la ragazza perse un occhio per l’acido – il colpevole e’ stato arrestato e la ragazza aveva il diritto di cecargli l’occhio con l’acido. Non so come sia finita.
    Saionara,
    Lorenzo

  • Pellegrino

    La cosa notevole è che questo è un articolo de Il Giornale, che fa seguito ad articoli sulla sovranità monetaria, sul Climategate, sulle energie alternative (ma quelle alternative veramente… http://www.ilgiornale.it/interni/il_raggio_che_energia_gratis/energia_gratuita-marconi-scienza-motori/06-07-2010/articolo-id=458609-page=0-comments=1) ….

    Bisognerebbe cominciare ad aprire gli occhi, da un lato ci sono dei servi (concita, Travaglio e c.), dall’altra dei servi (almeno) ‘recalcitranti’

  • radisol

    Beh, Marcello Foa viene proprio da lì … è il figlio di Vittorio Foa, ex dirigente Cgil, poi deputato prima Psiup e poi Pdup, insomma un grande vecchio della sinistra … e di Lisa Foa, giornalista nientemeno che del quotidiano Lotta Continua …. e Marcello Foa è stato, come oggi Concita, proprio direttore dell’ Unità … è quindi ovvio che il Giornale di Feltri, ospitando tra i collaboratori gente come Foa o Pansa, debba fatalmente concedere, ogni tanto, anche qualche articolo ” di sinistra” …. e poi è pure vero che, da quando al posto di Bush c’è Obama, che certamente non è di sinistra ma altrettanto certamente è meno amico di Berlusconi di quanto lo fosse Bush, le concessioni di destra ad un certo “antiamericanismo” sono molto più frequenti …

  • Stopgun
  • maristaurru

    fa male dover ammettere che altri sono un po’ tanto meno intruppati eh? Non credo si tratti di colpa di Concita o di merito di Feltri, si tratta piuttosto del lettore di riferimento, se è ancora al livello del “contrordine ragazzi ” , del conformismo acritico ( ce ne è anche dall’altra parte, lo so, ma non è la maggioranza e vien spesso sbertucciata dai colleghi ), un povero direttore/ direttora , dopo aver pensato profondamente al look, che altro può fare? Se la cava con una articolessa contro berlusconi ed i compagnucci son felici, ovvio, facile e di resa immediata come le epurazioni di chi non si conforma tanto care alla nostra sinistra ovunque, prova provata di potere a basso costo , fin ora ha reso, ha fatto del male al Paese, ma ha reso bene ai soliti noti, m a tutto passa, e si vede, si comincia a vedere.. nemmeno la crisi della destra riesce a sollevare le sorti della sinistra, indicativo , o no?

  • maristaurru

    Scusa, se sono vere le veline consegnate in giro che dicono che quella adultera avrebbe ammazzato il marito addirittua con la complicità dell’amante, allora la lapidazione è cosa buona e giusta? E troveresti un peccato veniale che gente con simili usi, trasportata a viver qui da color che tutto possono, continui indisturbata simili tribali usanze? E le foto delle acidificate pakistane ed indiane o le notizie delle arse vive nelle campagne indiane o delle frustate in arabia, hanno circolato eccome, tu eri distratto o non te ne poteva fregà di meno fino a che non s’è toccata la corda del tifo politico e quindi forzi i discorsi in maniera superficiale in chiave antia – merikana ed anti bush. Ma a mio avviso interventi come il tuo, molto diffusi purtroppo, fanno capire che a moltissimi in realtà e comprese molte femminucce e f simil femministe, della sorte delle vittime del tribalismo, della ignoranza, della ferocia, non frega un cacchio, spesso l’occidente le usa e le abusa una volta di più, come in questo caso riportato da Foa.

    Poi non chiedetevi il come ed il perchè sempre meno gente si fida e si affida..

  • maristaurru

    Mi spiace di contraddirla, io sono tra i lettori e commentatori del blog di Foa, questo giornalista non “recalcitra”, scrive quello che sente di scrivere, e la sua indipendenza è di lunga data, è stato formato da Montanelli che non recalcitrava: ERA, punto.

    Ma vedo che ognuno giudica col metro che ha e se il metro è minuscolo..

    Avere un giornalista bravo, fa vendere copie e da lustro, come avviene per molti altri giornalisti e non solo al Giornale, se poi c’è chi fa giornalismo da parrocchietta, blog da conventicola, politica ed escludendum .. raccoglierà quello che semina .. e infatti lo stiamo vedendo .

    Informatevi su cosa dovrebbe essere un giornale; nessun è perfetto, questo è vero, ma qualcuno è messo peggio

  • amensa

    americani belli e buoni….. chissà se time, visto che si è sentito in diritto di pubblicare la foto di questa bella ragazza deturbata, ha anche pensato di ricompensarla ? offrirle un intervento di plastica facciale sarebbe stato il minimo. ci avranno pensato o preferiscono tenerla così per un’altra copertina ?

  • Pellegrino

    Ho fatto forse il nome di Foa?
    il discorso era, evidentemente, più generale.
    Si faccia una camomilla prima di contraddire senza aver capito.

  • radisol

    Per carità, il PD è morto e sepolto ammesso che sia mai nato … volevo semplicemente far notare la storia di Foa e che, come Concita, è un ex direttore dell’Unità – e nemmeno di tanto tempo fa – pure lui …. tutto qua …

  • Allarmerosso

    La stampa è libera, ma troppo facilmente manipolabile. Ahimè.

    Marcello Foa

    La metterò nella lista delle mie massime

  • duca

    Sarebbe interessante vedere che effetto farebbe una bella foto patinata, con dovizia di particolari truculenti, dei cadaveri dilaniati per errore da un Hellfire lanciato da un drone il cui pilota remoto ha scambiato una festa di matrimonio per un assembramento di talebani con la scritta “What happens if we keep stay in Afghanistan”…
    Siamo a dei livelli di ingenuo candore propagandistico che neanche i roboanti cinegiornali Luce…

  • duca

    Il conformismo acritico dall’altra parte non sarebbe la maggioranza? Avete un padrone del partito che tuona “non tollero il dissenso” mentre pontifica di legalità quando ha mezzo consiglio dei ministri indagato ed il suo braccio destro che festeggia come una vittoria la riduzione di pena in secondo grado per concorso esterno alla mafia e nessuno dice niente: gli unici che hanno espresso un’idea autonoma e hanno fatto un minimo di questione di valori (non nel senso di cespiti e contanti) e di (brrrrrr!) etica, se avessero potuto li avrebbero passati per le armi o strangolati alla garrota… Ma per favore!

  • duca

    Una cosa è condannare un atto barbaro a prescindere, altra è usarlo per pilotare le masse.
    Se sei contro la lapidazione, come è giusto che sia, allora per estensione sei contraria alla pena di morte, allora perchè non bombardiamo il texas per porre fine alla barbarie di tenere i condannati per decine di anni nei bracci della morte senza sapere quando saranno giustiziati, a vivere ogni secondo come se fosse l’ultimo? Non è tortura questa? In fondo dopo qualche sassata ben piazzata, se hai fortuna magari perdi conoscenza e non senti il resto, ma passare 20 e passa anni in una cella trasalendo ogni volta che senti avvicinarsi il secondino perchè magari invece della zuppa ti porta la notizia che l’indomani ti tocca?
    Quella foto in quella copertina con quel titolo è un puro e semplice atto di propaganda becera e umiliante per le persone che hanno subìto ciò che descrive la fotografia, perchè sordidi interessi non si fanno scrupoli a farsi scudo anche di questo per portare avanti la loro agenda: o davvero vuoi fermamente credere che siamo in Afghanistan per impedire che alle donne venga tirato addosso l’acido? Vuoi cercare i motivi veri per poi giudicare o ti basta un qualsiasi alibi purchessia?

  • maristaurru

    Guarda che io nemmeno li prendo in considerazione i vari soggetti che nel governo e nelle sue vicinanze sparano una dichiarazione al giorno, come poi facevano gli altri, ovvio che quelli si conformano, o al masimo litigano come polli nel pollaio, in questo gli schieramenti sono tutti uguali, io parlo della gente comune che a destra , mediamente è molto meno assatanata da tifo acritico.

    Etica, morale, certi discorsi si deve poterli fare da un pulpito che non traballa, che ne dici?

  • maristaurru

    Ma iinsomma, lo sappiamo quanti interessi s muovono dietro queste guerre e sapiamo benissimo, non sfugge a nessuno, che su questi interessi, nello stesso Paese, non tutti sono d’accordo. C’è chi tifa per una soluzione, chi è antiamerikano , chi finge di esserlo, chi fa l’etnico per partito preso, c’è di tutto e quella poveraccia è stata torturata come tante da barbari tribali, ma di lei non sarebbe fregato niente di niente a nessuno se non fosse stato necessario superare forse una fase difficile per il governo americano che non vuole ammettere che la guerra in afganistan non riesce a vincerla e non fa passi in avanti. Punto.
    infatti Foa , proprio per questo parla di Spin, pratica di cui pare si interessi com e giornalista, è un caso di Spin la pubblicazione di questa foto? probabilmente si, e di questo parla il post. poi se vogliamo parlare di altro , scriviamo un altro post sull’eterno problema della pena di morte, così tu mi rinfacci la pena di morte applicata dagli americani presupponendo che a me piaccia, io ti potrò rinfacciare quella applicata a Cuba e dai Cinesi facendoti notare che la sinistra è un po’ miope in certi casi, quando non è orba.. e poi?

    Io ho forse detto la belinata che siamo in afganistan per le donne? Io se mai affermo che siamo su piani tanto diversi rispetto a tutti i popoli tribali, che bisogna loro dare del tempo per maturare la loro civiltà, la LORO civiltà. Sono convinta che è una violenza imbecille e di malafede quella di pretendere di integrarli a noi, e questa violenza non la fanno solo gli americani, sono e dovresti averlo capito, gli interessi economici del mercato globale, il wto, la banca mondiale, le banche , e tutta quella bella gente che purtoppo trova in Italia nel quadro disperante della nostra classe politica tutta, una stampella ed un orecchio più attento proprio nella sinistra che è antiamerikana e poi si vanta alla wuolter di esse tifa per la politica che piace alla gente che piace.. perchè se il cuore batte a sinistra, il portafoglio lo tiene ben saldo a destra o al massimo vicino alla politica dei Clinton e similari personaggi verso i quali siete stati addirittura ciechi, girando ripetutamente la testa dall’altra parte e tacendo colpevolmente.

    Ripeto: per salire in cattedra e fare la lezione e atteggiarsi a ciceroni indignati, si deve essere per lo meno sicuri che la cattedra non sia stata montata su zampe marce che prima o poi ti fanno fare un capitombolo, e questo vale anche e soprattuto per moltissime simil femministe urlanti erinni dissennate alle quali delle donne non frega un emerito tubo e le sfruttano e violentaano così come fanno quelli che fanno distoinzione fra una ammazzata dal pakistan, o quella ammazzata dagli arabi e cretinate del genere che mostrano lo schifo imbecille in cui una parte degli italiani si sta rotolando da troppo tempo

  • maristaurru

    Non sia infantile.

  • maristaurru

    me lo sono chiesta anche io.

  • regixx

    Penso che tu l’abbia detto in senso scherzoso, in effetti, anche a me ha colpito questo frase, assolutamente falsa, quando si pensa chi paga i giornali. Viviamo in un epoca in cui il mezzo televisivo e internet la fanno da padrone, non tirano più nemmeno i giornali porno che fino a ieri erano i più gettonati in assoluto malgrado il costo, superiore del doppio, di un quotidiano qualunque, figuriamoci i giornali normali! Ma chi caxxo li compra! Una volta si vedeva qualcuno e tenerlo poi sotto l’ascella o in mano o in tasca, oggi raramente!
    Si salvano a malapena i settimanali e i mensili, ma se si guardano i padroni si vedrà che i giornalisti, tutto sono, fuorchè liberi di scrivere quello che pensano! Foa ci ha preso per imbecilli immagino. Basta guardare la vicenda di Fulvio Grimaldi che, per un articolo, fu cacciato dal quotidiano Liberazione e venne risarcito dal giudice per questo abuso, oggi, metà di quella cifra, evidentemente giudicata esagerata, l’ha devuta restituire, ma metà se l’è, e a ragione, tenuta in tasca!
    Ma come si fa’, dico io, a poter dire e pensare che un giornalista possa scrivere quel che gli pare! A me fanno incaxxare queste cose, ci prendono per imbecilli totali questi coglioni!!!!

  • TN

    E’ vero, caro Duca, la propaganda è anche troppo scoperta, ma solo per chi sa leggerla.
    Purtroppo, il lettore medio al quale si rivolge il Time è lo stesso americano lobotomizzato convinto che 19 beduini integralisti attivi di Al Qaeda abbiano attaccato l’America perché odiano la sua libertà (andandosene però a donnacce e whisky la sera prima), e per questo manifesta contro la realizzazione di una moschea a pochi isolati da Ground Zero (in base alla sottesa equazione per cui musulmano = terrorista che odia la “Libera” America).
    La retorica dello “scontro di civiltà” voluta dal CFR ha ormai attecchito ampiamente nella coscienza collettiva americana, sradicarla sarà quasi impossibile (anche per l’azione insistente ai fianchi dell’ADL del livoroso Foxman).
    E, a chi l’ha fatto notare, sì, non è un caso che quella foto ne scimmiotti una ben più famosa di qualche decennio fa, anche quella entrata nell’immaginario comune occidentale. E’ un bel trucco emotivo (come dire, vedete, quella bellezza di 30 anni oggi è ridotta così, e noi siamo là per rimettere il treno sui giusti binari).
    Il bello è che molti di loro ci credono anche.

  • TN

  • TN

    Ecco la leva inconscia utilizzata nella fattispecie:

    “Spin difensivo”, bello, sembra vero, comunque sempre meglio che chiamare le cose col proprio nome e parlare apertamente di propaganda, non sia mai che qualcuno cominci a dubitare della vera funzione della categoria dei giornalisti… (e lo dico da giornalista).

  • Pellegrino

    perchè continua ad offendere se non ha nemmeno capito che sono daccordo con lei?

  • ottavino

    Oh, oh, I’m a taliban, I’m a little taliban, I’m a taliban in New York, oh, oh….(liberamente adattato dalla canzone di Sting).

  • backtime

    Non vorrei apparire maschilista, ma noto, sia in questo tuo commento che in altri precedenti inerenti lo stesso articolo, ti sei soffermata al solo lato (offeso) femminile anziché al contesto del messaggio che la copertina del Time ha come vera intenzione.

    Probabilmente il tutto è dovuto più alla maristaorru femminista che a quella obiettiva, che per come la conosco io (Reset…), non si fa scappare nulla. Essendo persona intelligente, dovresti ben sapere, che la diaspora che si a in medioriente nel mondo femminile, è perché purtroppo molte donne del luogo, sono ben contente di far parti di corti, in cui l’uomo pur senza titolo, ha la sua bella famiglia composta da più mogli, le mogli occidentali hanno da ringraziare santa romana chiesa, se non hanno rivali dentro casa, noterai che l’uomo occidentale quanto l’uomo orientale, se può, non disdegna avere più di una donna, oltre la moglie infatti non disdegna l’amante a lavoro e la sveltina la sera a bordo strada e sia l’amante che la prostituta la paghi a vita, l’harem una volta che hai onorato il padre di lei, la smetti lì.

    Come vedi non è l’occidente o l’oriente a fare la differenza, ma la mera ossessiva ed invadente religione, che condiziona le vite umane, religione a cui sia gli uomini che le donne sottostanno, per darsi una parvenza di leicità, reprimendo così quegli istinti animali che come animali abbiamo.

  • maristaurru

    sul ruolo soffocante, retrivo e zavorrante delle religioni : è innegabile. I religiosi sono uomini e donne che ormai nella massima parte e da tanto tempo ed ovunque, esercitano un mestiere, condizionati quindi da tutte le umane miserie con l’aggravante che posseggono una chiave in più, anzi un grimaldello per influire sulle coscienze e quindi sulla società.

    Detto questo, poichè di lotte tra uomini ed interessi si parla anche quando di mezzo mettiamo di mezzo sociologhi ed anime belle di ogni tipo, la lotta senza quartiere alle religioni mi puzza moltissimo, non ignoro che certi principi religiosi cattolici per esempio, se inculcati nella gente ed osservati almeno per decenza dai preti, costituirebbero la fine, il tramonto di quel capitalismo globale, criminale e criminogeno che fa capo a wto, banca mondiale, Bce e compagnia gaudente, con onu non estranea Capitaalismo che è innegabile trova estimatori ed appoggi trasversali nel bel paese alla faccia di belle parole, programmi e cretinate ufficiali. Per questo tipo di motivi, chiunque vada la governo cambia poco , ma va peggio per la gente comune , se ci va certa finta sinistra cialtrona, spocchiosa e blasè, delle cui performance indegne le cronache ci hanno ultimamente fatto dono, e non alludo ai soliti bipartisan politicuzzi mangioni ed inciucianti, ma dei comportamenti sociali criminali e ipocriti di anime belle sinistre infiltrate pedine per ogni dove: fascio comunisti della peggio specie e razza, che indicano al mondo l’esistenza di un modo di pensare che si fa finta di non vedere, ma che ha intriso ad ogni livello la nostra società che diventa sempre più cattiva, becera, rozza e litigiosa. Sulle divisioni e le carognate e le bugie, misti all’odio, sulla paccottiglia mrale cciustificate perchè preesupposta a “fin di bene” non si edificano che case di mota destinate a crollare ma , se mi conosci sai che amo ripeterlo, la mondezza e la m.. da, di qualunque colore siano, hanno la inquietante caratteristica di venire sempre fuori, per questo invito gli indignati speciali a starnazzare un po’ meno.

    comunque grazie per l’apprezzamento, anche se ho scelto di non scrivere più su Reset, pure essendo tra i fondatori e avendovi scritto ininterrotamente per anni e con passione, resto legata idealmente ad un multiblog che ritengo essere tra i migliori

  • maristaurru

    i casi sono due:
    1) mi sono improvvisamente rincretinita, capita.

    2) lei non si esprime chiaramente

    ovvio che lei propenderà per la prima ipotesi, o qualcosa di simile, io per la seconda

  • Pellegrino

    Ne propongo una terza: lei riempie i vuoti della allusioni con induzioni arbitrarie che scambia per vere. Non necessariamente è cretina, forse pecca solo di eccessiva foga polemica.