Home / ComeDonChisciotte / LA CINA E LA CRISI FINANZIARIA

LA CINA E LA CRISI FINANZIARIA

DI ANDREW HUGHES
Global Research

Con le ondate di distruzione causate dal crollo finanziario globale è arrivato un significativo momento di riflessione obbligatoria. Se tale disastro ha investito il pianeta, quali lezioni si possono trarre per smantellare il meccanismo che lo ha causato in primo luogo?

I rimedi proposti dai governi in tutto il mondo non stanno funzionando come conferma ogni reale indicatore economico. L’eterna influenza corruttrice dei soldi nelle politiche e disegni del governo non ha fatto altro che garantire che qualunque metodo verrà usato per salvare l’economia dalla bocca della balena sarà come gocce di pioggia su un fiume. L’unico schiacciante fattore che non sembra venir preso in considerazione nell’equazione è che per tirarsi fuori dal pasticcio finanziario si ha bisogno di risorse finanziarie. Non quelle prese in prestito ma quelle risparmiate. Qui è l’asso nella manica della Cina.

Gli Stati Uniti hanno un deficit finanziario reale di 53 trilioni di dollari che non potranno mai ripagare.L’Inghilterra è sulla buona strada nel distruggere la sua moneta e far crescere il suo debito e così è la Francia.

La Cina, invece, è nella particolare condizione di avere 1.9 trilioni di dollari in riserve di moneta estera. Questo la mette in una posizione esclusiva rispetto al resto del mondo. Mentre quest’ultimo era impegnato nel consumare tutto quello che la Cina produceva, i Cinesi stavano accumulando un enorme cuscino di contante reale che adesso possono usare per deviare la concentrazione da un’economia che verte sull’esportazione a una che comincia a focalizzarsi sulla domanda interna. I principi economici per una ripresa in Cina sono più evidenti che nel resto del mondo perché non c’è mai stato lo stesso consumo esagerato spinto dal credito che era la forza trainante per il PIL in tanti altri paesi. Persino su base individuale i risparmi familiari sono saliti a 382.7 miliardi di yuan rispetto al mese precedente (ottobre 2008).

Il piano di stimolo di 585 miliardi di dollari della “Central Economic Work Conference” si rivolge a molte aree che sono essenziali nell’incrementare la domanda e il potere d’acquisto del consumatore interno.

Progetti per le abitazioni in città per famiglie a basso reddito, sussidi per le famiglie di campagna a basso reddito, fondi per l’assistenza sanitaria e l’educazione. La Cina sta anche sostenendo le industrie dell’acciaio, automobilistiche e delle telecomunicazioni abbassando le tasse e incoraggiando l’innovazione con sussidi per la ricerca e lo sviluppo. L’importazione di ferro grezzo sta aumentando e l’acciaio prodotto viene conservato per un utilizzo futuro. L’ultimo punto è importante perché presenta la Cina con un vantaggio nei costi di fabbricazione di base visto che la caduta dei prezzi nel trasporto e nella merce ha mostrato che essa ha costituito le sue riserve a prezzi da reparto delle occasioni.

Questo è investimento reale con denaro reale disponibile. La Cina ha risparmiato per i tempi di magra e, adesso che sono arrivati, può approfittare delle sue risorse. Ci vorrà del tempo per la Cina per risollevare la sua enorme economia ma almeno non si devono preoccupare di ripagare un debito impossibile da pagare al resto del mondo. Mentre tutti gli altri paesi stanno cercando disperatamente di formulare un piano di salvataggio alimentato da un incremento nel debito pubblico, la Cina non si deve preoccupare, e questo sarà il suo vantaggio principale.

L’investimento nel potere d’acquisto e nelle prospettive di occupazione della popolazione migliorando le infrastrutture del paese e offrendo agevolazioni fiscali e sussidi ripagherà molto di più che il buttare soldi in istituzioni finanziarie. Questo i Cinesi già lo sapevano e sapevano anche che è inutile nel risollevare una cattiva situazione. Il Poliziotto del mondo sarà pure occidentale, ma il maestro del mondo risiede ancora, come è stato per millenni, in Oriente.

Titolo originale: “China and The Financial Crisis”

Fonte: http://www.globalresearch.ca
Link
17.12.2008

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di ANGELA CORRIAS

Pubblicato da Das schloss

  • Earth

    Oriente insegna si. Ma cosa fara’ l’oriente per evitare le emissioni di co2, il limite massimo per bloccare l’inarrestabile e’ il 2013, quindi significa che bisogna investire dal 2009 nelle energie alternative (sperando invano nella fusione fredda magari), anche perche’ con attuale della crescita della Cina il petrolio si esaurira’ tra 5 anni, cosa facciamo torniamo indietro al carbone? Per progettare reattori a fusione fredda e a costruirli ci vanno 5 anni. Basta solo 1 anno per non poter piu’ tornare indietro e la fine della razza umana sara’ solo una certezza. I ghiacci dei poli hanno all’interno co2 e gas metano ne consegue che piu’ ghiaccio si scioglie piu’ velocemente continuera’ a sciogliersi anche con un’arrestamento totale delle emissioni degli esseri umani. Vabbeh questo significa che tra 50 anni moriranno gli esseri viventi, ma senza petrolio tra 5 anni cosa succedera’? Come si andra’ a lavoro? Ma si andra’ ancora a lavoro? Ci sara’ ancora l’elettricita’? Se torniamo al carbone al posto di avere 50 anni ne avremo 15-20, ma se i poli si scioglieranno non esisteranno piu’ le correnti marine (la spinta del sangue nelle vene della terra) che equilibrano la temperatura “del corpo terrestre”, quindi ci saranno zone freddissime e zone caldissime. Desertificazione. Le grandi foreste non esistono piu’, tra pochi anni saranno consumate tutte, come faremo a respirare?. Ci sono 3 crisi enormi da risolvere, economica, energetica, ambientale nel giro di pochi anni e non si possono risolvere prima una e poi l’altra, vanno risolte insieme. Se risolvi la economica la gente non muore di fame, ma morira’ dopo qualche decina d’anni per mano di madre natura, senza aria o senza acqua ne cibo. Se risolvi la ambientale, la gente adesso muore di fame e non va bene. Se risolvi la energetica, forse con la fusione fredda che costa 300 euro ed equivale a 717 barili di petrolio, potrebbe essere anche un incentivo per l’economia e una sicurezza per l’ambiente siccome e’ una fonte energetica pulita al 100%, ma sarebbe impossibile specularci sopra, costa troppo poco e le corporation vogliono essere i capi del mondo non la faranno mai, inoltre necessita di almeno 5 anni di sviluppi, che sarebbero dovuti partire ieri. L’unica altra soluzione possibile sara’ quella di spostare l’asse terrestre, per raffreddare la terra. L’occidente dovrebbe dare il signoraggio al popolo e imporre la riserva frazionaria al 100%, ma non lo fara’. Cosa sta facendo l’oriente? La Cina ha il signoraggio al popolo, ma nel tempo stesso apre 1 centrale a carbone ogni settimana per far fronte all’aumentare dei consumi interni. Siamo nella merda fino al collo, godetevi questi ultimi 5 anni, che poi il resto sara’ un mistero. O, magari iniziate a combattere per evitare che il mondo vada in rovina.

  • Jack-Ben

    Comunque quella meglio posizionata per il momento è la sicuramente la Cina, e anche se dovesse andargli male sono sempre un quinto del mondo quanto a popolazione mondiale, poi che l’occidente cieco e reso irresponsabile da mano oscure abbia sbagliato tutto anche questo è un dato di fatto, ma dopo questa popolazione mondiale ne arriverà un’altra …
    e il gioco della ruota tutto si rinnova sempre

  • Tonguessy

    Esiste anche un’altra ipotesi: che di punto in bianco i soldi non valgano più nulla. Se questo si avverasse non importerebbe più quanto una nazione ha nelle casse, e questo andrebbe a favore di tutti quegli stati (USA in testa) che hanno un debito enorme. Le teste di c…uoio del pentagono&wallstreet potrebbero pensare anche a questa soluzione nel caso in cui le soluzioni alla Paulson non sortiscano gli impossibili effetti desiderati . Anzi: siete sicuri che non ci stiano già pensando?

  • lino-rossi

    l’immissione di CO2 nell’atmosfera dovuta all’uso dei combustibili fossili è compresa tra il 3 e il 4% del totale, il restante 97 o 96% deriva da processi naturali.
    va ovviamente fatto tutto il possibile per lasciare i combustibili fossili dove sono, ma non bisogna neanche rovesciare le priorità.

  • mazzi

    Non credo che ci stiano pensando… adesso.
    E’ da tempo che ci hanno pensato. La Germania del primo dopoguerra ha fatto scuola: pagare un debito enorme con denaro enormemente inflazionato. Sembra funzioni.

  • lino-rossi

    argomento 1)
    cosa sai della FF? da come ne parli … mi hai incuriosito

    argomento 2)
    perchè usi la parola “signoraggio”?
    sai cosa significa?
    credi veramente che il problema della moneta sia quello del “signoraggio”?

    argomento 3)
    lo sai che attorno al 1000 dopo Cristo sulle Alpi non si andava quasi mai sotto zero gradi centigradi?

  • lino-rossi

    guarda che il denaro inflazionato della repubblica di Weimar NON è servito per pagare il debito.

  • Earth

    Purtroppo non posso allegare i link elegantemente come fai tu, queste cose le avevo scoperte per cultura personale non ho mai pensato fino a poco tempo fa di mettermi a fare delle “relazioni”, ma il tempo e’ brutto e le cose cambiano, adesso sto segnando le cose ma quelle vecchie non posso essere preciso.
    Parto con la 2, la 1 alla fine. 2) Si il problema e’ il signoraggio, leggiti la prima pagina di questo documento il mio discorso si incentra su questo ——————– http://www.centrofondi.it/report/Report_Centrofondi_2008_nov_2.pdf ———- Come avrai notato benissimo, la dignita e l’unione delle persone non esiste piu’, qua in italia ancora meno che negli altri paesi, siamo tutti egoisti elevata alla potenza, ma appena succede qualcosa ci mettiamo tutti a piangere, ma poi non c’e’ il vicino che ti ascolta e ti aiuta ecc, fa il giro giro tondo, fino a quando ci hanno levato tutti i diritti, siamo arrivati alla fine, ce l’hanno fatta. Se tu ripristini il signoraggio, con i soldi redistribuiti si ripristina la dignita’ delle persone, ora come ora vali soltanto se hai i soldi, l’ho constatato sulla mia pelle, ho visto molti video di giacinto auriti, lui afferma che la media d’indebitamento delle aziende e’ del 75%, allora bisognerebbe fare un po di calcoli per arrivare alla cifra esatta con quanto viviamo. essi’ perche’ il signoraggio primario ci leva una mazzata di soldi in tasse, le tasse totali annuali d’italia sono 370 miliardi, di cui 80 miliardi volti a pagare il debito pubblico, ma mica e’ finita qui, quando paghi le tasse, e ti rimane il netto, ogni prodotto che compri e’ sovrapprezzato del 75% volti a pagare i debiti verso le banche o riserva frazionaria tecnicamente, dunque viviamo con il 25% dello stipendio netto, che adesso essendo in crisi economica chissa’ a quanto e’ sceso. Ripristinando il signoraggio, un contadino avrebbe tutte le possibilita’ di sviluppare biologico anziche ogm, perche’ anche se costa di piu’, non glie ne potrebbe fottere, perche’ la gente avrebbe i soldi per comprarli e inoltre penserebbe al bene che darebbe alla comunita’. La politica avrebbe anch’essa un indirizzamento positivo, poiche’ e’ la tecnologia che cambia la vita non le leggi, inoltre corrempere i politici sarebbe piu’ difficile, ora e’ facile corrompere, perche’ altrimenti se vieni espulso dal giro finisci pezzente, cosa impossibile con una moneta credito, in quanto anche l’operaio diverrebbe lasciando intatto il sistema capitalistico, benestante. 3) Forse ho capito dove vuoi andare a parare il fantomatico 2012, ho letto che il cambiamento climatico e’ derivato da un cambiamento drastico spaziale, in quanto considerando la nostra galassia come un foglio di carta, noi siamo nel lato esterno e i sistemi solari dovranno scambiarsi di posto, il lato e’ spesso poche migliaia di anni luce, noi non sappiamo a che velocita’ stiamo viaggiando perche’ la spinta e’ locale al sistema solare in verticale, per cui non ce ne accorgiamo in quanto le rotazioni sono poco influenzate. Questo e’ possibile, ma pensando a questo non ci sarebbe soluzione quindi rimango in qualcosa di piu’ alla portata umana. Le alpi senza mai scendere sotto lo zero? D’accordo, ma i ghiacciai? Quelli sono la cosa piu’ importante, perche’ e’ abbassando la salinita’ degli oceani che smettono il loro moto (blekgek eugenio benetazzo). La mano dell’uomo in tutti i casi, si sente e anche tanto, e’ considerato che abbiamo accumulato piu’ co2 in 100 anni che in migliaia di anni naturali (non ricordo quanti esattamente mi sembra 10 mila comunque), i dati sono stati ricavati scavando il ghiaccio delle alpi a profondita’ diverse, il ghiaccio intrappola tutto, dunque e’ stato possibile calcolarlo (beppe grillo). Da pochi anni e’ saputo che un meteo locale riesce a modificare il meteo globale, ma dovresti darmi informazioni sui ghiacciai sono quelli che pompano il sangue e regolarizzano il clima globale. 1) Tempo fa ho letto che la fusione fredda, come potenza era nell’ordine di grandezza di 10kwh per 50 anni, non mi ricordo con quale catalizzatore mi sembra ancora col palladio, ora non riesco piu’ a trovarlo, pero’ so che con la ricerca hanno scoperto diversi nuovi catalizzatori alcuni dei quali sono molto disponibili in natura e senza pericoli di radioattivita’. Ecco mentre scrivo ho fatto una piccola ricerca e guarda cosa ho trovato… la fusione fredda a 4 cent, sembra perfetta anche per gli speculatori, con una radiottivita’ di SOLI 11 anni (ci sono altri metodi che permettono una radiottivita dello 0%) ——– http://okouko.nireblog.com/post/2008/02/13/fusione-fredda-avanti-tutta ——- Facciamo un piccolo calcolo della fusione fredda al palladio, questo e’ il link dove prendo i dati per il petrolio ———– http://www.repubblica.it/2008/01/sezioni/economia/petrolio-2/scheda-barile/scheda-barile.html ———– considerando 1650 Kwh per un barile di petrolio e calcolando tutta l’energia ricavabile della fusione fredda senza vincoli 10kwh*50 anni = 4380000 kwh, se facciamo la divisione sono 2654 barili di petrolio, ma bisogna calcolare anche che la fusione fredda non e’ un liquido per cui avra’ bisogno di tanti strumenti che la convertono e la possono immagazzinare, le centrali a fusione fredda costeranno un bel po, ma sicuramente il fatto che sia pulita al 100% (quella giusta, questa che sembrano sviluppare con radioattivita’ di 11 anni mi fanno girare le palle, ma perlomeno forse non influenza il clima, ma probabilmente l’ambiente se non trovano un buon modo per stockarla). Ultime due cose interessanti, si vocifera che molti scienziati che sperimentavano la fusione fredda in casa, perche’ senza incentivi da parte dalle aziende energetiche, sono scomparsi. L’altra invece e’ che sembra abbiano gia’ prodotto un’arma nucleare a fusione fredda
    ——— http://www.ecplanet.com/canale/tecnologia-2/invenzioni-55/0/0/8730/it/ecplanet.rxdf ———– http://www.overunity.it/indexFFArma.htm ———-

  • Earth

    Questo video parla dell’amero che sara’ messo in circolazione molto presto, il tipo ha anche una moneta di amero in mano. Il video e’ in inglese con i sottotitoli in spagnolo, cosi’ facendo cancellano il debito ma cancellano anche tutte le ricchezze americane accumulate IN SOLDI —– http://video.google.com/videoplay?docid=1954933468700958565&hl=es —— un altro articolo sempre in inglese, ci sono anche le foto dei futuri amero ——– http://halturnershow.blogspot.com/2008/12/urgent-new-amero-paper-currency-exposed.html

  • Earth

    L’ho gia’ sentita questa, ma mi sembra che sia una informazione fortemente dell’impero, stando a come dici allora il global warming e’ inarrestabile? Da che cosa e’ dovuta allora quest’esplosione di co2 nell’ambiente che causa il global warming?

  • lino-rossi

    ok per la FF. grazie per i link.

    signoraggio.
    il signoraggio per le monete SENZA riserva è pari alla differenza fra il valore nominale della moneta ed i costi lordi di realizzazione. in questa categoria ricadono le monetine metalliche ed eventuali biglietti di Stato.
    per le monete CON riserva il signoraggio sostanzialmente NON esiste, perchè tanto paga lo Stato di interessi, tanto gli viene restituito (vedi banana central bank).
    il nostro vero problema è che la base monetaria è troppo bassa e che il moltiplicatore bancario è troppo alto.
    il problema di tutti i disastri che ci affliggono, pertanto, non sono riconducibili al “signoraggio”, ma alla pessima Politica Monetaria, informata dall’ideologia friedmaniana della moneta a debito. se anzichè nominare il signoraggio dicessi “corretta politica monetaria” oppure “aumento della base monetaria” sosterresti la stessa cosa ma, questa volta, in maniera rigorosa anzichè errata.
    http://www.voceditalia.it/articolo.asp?id=1425
    http://www.soldionline.it/saperinvestire/economia-e-societa/come-dovrebbe-funzionare-la-politica-monetaria
    http://www.soldionline.it/saperinvestire/economia-e-societa/la-moneta-e-l-economia
    http://www.soldionline.it/saperinvestire/economia-e-societa/banana-central-bank
    http://www.soldionline.it/saperinvestire/economia-e-societa/la-socializzazione-delle-rendite-anche-finanziarie
    prima del settembre 1979 eravamo in piena sovranità monetaria. poi ce l’hanno sottratta. i signoraggisti negano questo, dimostrando di non aver ancora capito una mazza.
    sul moltiplicatore bancario, idem. qui c’è il vero moltiplicatore bancario.
    https://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=3817
    le banche non creano proprio un bel niente; prestano solo ciò che hanno. usi in maniera errata il termine “riserva frazionaria”.
    ovviamente non devi avere fede in ciò che dico io, ma neanche in ciò che dicono due esaltati pazzoidi. l’unica via è quella di prendere un buon testo di politica monetaria ed un buon testo di tecnica bancaria. (per la cronaca ti informo che gli esaltati pazzoidi sostengono che tutti i testi che riportano qualcosa di diverso dalle loro tesi sono sbagliati e che tutti gli Stati del mondo sono fregati dalle rispettive banche centrali),

    temperatura.
    il fatto che anche negli altri pianeti la temperatura sia aumentata mi tranquillizza: il sole ha dei cicli e noi ci adattiamo, così come gli altri pianeti.
    http://www.repubblica.it/2007/08/sezioni/scienza_e_tecnologia/clima-spazio/clima-spazio/clima-spazio.html
    il fatto che ad al gore abbiano dato il nobel mi tranquillizza ancora di più: vogliono che noi ci terrorizziamo.
    preferisco di gran lunga non allarmarmi per delle cose per le quali posso fare nulla. il 21 dicembre del 2012 non mi fa nè caldo nè freddo: fantasticherie.

  • lino-rossi

    a me pare semplicemente che c’è qualcuno che vuole che la gente sia terrorizzata. è molto più facile sottomettere un terrorizzato rispetto ad uno sereno.
    http://www.tempi.it/cultura/001158-dimenticare-al-gore

  • rosacroce

    si ,la cina,,,,, il fatto strano però è che il mercato
    valuta il fallimento della cina molto posti in graduatoria prima degli
    stati uniti e perfino dell’italia.
    a chi venderà i prodotti la cina con il dollaro strabasso e con l’occidente al fallimento?

  • Earth

    Stupendo ho dato una lettura ai tuoi articoli, purtroppo non ho le capacita’ per capirli a fondo e ci sono tantissimi link nelle note, penso che saro’ impegnato tutta la settimana, soprattutto per capire le varie sigle :). Cercando signoraggio in giro non ho mai letto queste cose. Forse mi ero incappato in un grande abbaglio. Ora che ho un altro punto di vista, spiegato con tutti i riferimenti che il signoraggio e’ una leggenda metropolitana in molti versi, mi si pongono un bel po’ di domande… Tu che conosci bene queste cose, come mai Ford deceduto nel 1947 disse ” Meno male che la popolazione non capisce il nostro sistema bancario e monetario, perche’ se lo capisse, credo che prima di domani scoppierebbe una rivoluzione.” ? Chi e’ l’impero allora? Io pensavo che fosse l’inghilterra, ero indeciso tra due possibilita’, esistono veramente delle persone occulte che comandano da dietro i paesi, che si mettono d’accordo per schiavizzarci con chip e simili “illuminati” o sono “semplici corporation” che sono anche proprietari di banche, che stanno causando tutti sti casini, soprattutto grazie al wto? A cosa si riferisce tremonti quando dice: “chiamiamoli illuminati”. Benetazzo che combatte come un pazzo contro il signoraggio bancario, e’ inteso quello classico metropolitano e dunque sbaglia, oppure inteso come uno strumento mal utilizzato in mano ai banchieri che dunque sono i controllori e i controllati? ——– Ho letto anche i link sul cambiamento climatico, se e’ come dicono tanto di guadagnato, ma siccome abbiamo la tecnologia per produrre energia pulita e non ce la vogliono dare mi puzzava un po’, anche perche’ qualcosa dovra’ pur sostituirlo il petrolio no? Vedremo se faranno le centrali a fusione fredda e quanto saranno supportate.

  • Earth

    Ho risposto a questo commento nel primo post che aveva lo stesso argomento

  • lino-rossi

    quella frase non la disse nel ’47, ma molto prima, quando la Politica Monetaria era come quella che ci hanno sciroppato dalla fine degli anni ’70 in poi. ed i risultati non si sono fatti attendere. da noi ed in germania la corretta politica monetaria si fece dagli anni ’30; negli altri paesi dai primi anni ’40.

    i signoraggisti centrano la denuncia, ma sbagliano la diagnosi e conseguentemente la terapia.
    Benetazzo sul signoraggio ha sicuramente preso un granchio, ma anche sulle reali cause della crisi; anche lui confonde le cause con gli effetti.

    concordo sull’energia “pulita”.

  • snypex

    La Cina ha un potenziale interno di risorse umane (enorme popolazione, noi in confronto siamo un formicaio), di know how, di materiale estrattivo, di materiale manufatto di ogni genere Etc… che si puo’ permettere il lusso di chiudere i confini e continuare a sopravvivere senza guardare in faccia il sistema economico mondiale fondato sulla carta straccia “USA e getta”, ed in piu’ (cosa orribile per i governi occidentali) mantiene buoni rapporti energetici con la Russia e con l’Iran… Io scambierei volentieri il posto dell’Italia con quello della Cina, almeno loro possono ancora crescere in termini economici, noi abbiamo raggiunto l’orlo del baratro, non resta che precipitare…

  • rosacroce

    la maggior parte delle riserve è in dollari
    (che non valgono nulla,o che non varranno nulla presto)
    senza esportare, i disoccupati diventeranno
    un numero non sopportabile per il governo cinese,
    che rischia di esserne travolto.
    il paese è fragile,il mercato da la possibilità di fallimento della cina prima dell’italia,
    visto che chiede nell’acquisto di derivati a protezione da default
    un prezzo maggiore per la cina che per l’italia.
    la cina è un mito,per ingenui.

  • Tonguessy

    E’ successo l’esatto contrario. Hitler per risollevare l’economia tedesca schiacciata dagli accordi di Versailles ha stampato i marchi in proprio, ponendo come controvalore tutte le infrastrutture (la prima autostrada al mondo è tedesca) e lasciando i banchieri a bocca asciutta. Per quello che riguarda gli USA adesso (dopo gli accordi di Bretton Woods) è il dollaro che fa da “controvalore” diventando così il garante di sè stesso. Inutile pensare che la svalutazione del dollaro sia in qualche modo utile all’economia USA relativamente al debito enorme accumulato (magari è temporaneamente utile il prestito a tasso zero in una società di debiti). Ormai in USA non ci sono quasi più industrie grazie alla delocalizzazione per cui anche l’export è poca cosa per compensare le bilance estere.

  • Tonguessy

    Ne avevo già sentito parlare dell’Amero. Nel video Turner dice che ad un certo punto (in febbraio 2009 secondo lui) Bernanke demonatizzerà il dollaro, rendendolo a tutti gli effetti carta straccia per sostituirlo con l’amero. Fin qui tutto chiaro. Ma che valore darà all’amero? Cosa ci sarà dietro, visto che il gold standard è sparito e anche il post Bretton Woods è crollato? Cosa garantirà il controvalore dell’Amero? Nelle Germania nazista Hitler aveva tutte le grandi opere come controvalore per i suoi marchi. Gli USA cosa metteranno a garanzia? Le fabbriche delocalizzate in Cina? L’oceano Atlantico?
    Certamente questa storia dell’Amero è da tenere d’occhio….

  • RoteFahne

    Prima di chiudersi però deve dare del denaro a quei centinaia di milioni di contadini totalmente esclusi dall’euforia da boom economico.
    Pensare che possa reggersi,pur da sola,in questa situazione attuale-coste “ricche” e interno subafricano-è fallace.

  • RoteFahne

    Oltretutto qui ragioniamo come se tutti rispettassero le regole del vivere civile.GLi USA,se con il fucile puntato,potrebbero sempre in un ipotetico scenario,colpire militarmente la Cina.

    La Cina ha miliarid di riserve ma sono tutte in dollari.
    Dubito che la dirigenza americana possa prender ein considerazione l’ipotesi di diventare un paria internazionale.Se precipitasse nella catastrofe non esisterà a trascinare il mondo intero nell’oblio.Il fanatismo non gli manca.