Home / ComeDonChisciotte / LA CASA BIANCA HA RILASCIATO 935 DICHIARAZIONI FALSE IN DUE ANNI

LA CASA BIANCA HA RILASCIATO 935 DICHIARAZIONI FALSE IN DUE ANNI

DA NEWS.COM

Secondo uno studio di due organizzazioni no profit, il presidente Usa George Bush e altri alti funzionari hanno rilasciato quasi 1000 dichiarazioni false sulla minaccia alla sicurezza nazionale rappresentata dall’Iraq dopo gli attacchi dell’11 settembre.

La Associated Press ha riferito che lo studio, pubblicato sul sito Web del Centre for Public Integrity, ha concluso che le dichiarazioni “erano parte di una campagna orchestrata che ha efficacemente galvanizzato l’opinione pubblica e, con ciò, portato la nazione in guerra con dei pretesti palesemente falsi”.

Secondo lo studio 935 false dichiarazioni sono state rilasciate dalla Casa Bianca nei due anni successivi agli attacchi dell’11 settembre 2001.
In discorsi, briefing e interviste, il presidente Bush e altri funzionari hanno affermato “inequivocabilmente” in almeno 532 occasioni che l’Iraq aveva legami con al Qaeda, o aveva armi di distruzione di massa o stava cercando di ottenerle.

“È ormai fuori discussione che l’Iraq non possedesse alcuna arma di distruzione di massa o avesse significativi legami con al Qaeda”, hanno scritto gli autori dello studio Charles Lewis e Mark Reading-Smith.

“In breve, l’amministrazione Bush ha portato la nazione in guerra sulla base di informazioni erronee che sono state metodicamente propagate e che sono culminate in una azione militare contro l’Iraq il 19 marzo 2003”.

Lo studio ha scoperto che il solo presidente Bush ha reso 259 dichiarazioni false– 231 sulle armi di distruzione di massa e 28 sui legami dell’Iraq con al Qaeda.

Gli altri funzionari citati nello studio sono il vicepresidente Dick Cheney, l’allora consigliere per la sicurezza nazionale Condoleezza Rice, l’allora segretario alla difesa Donald Rumsfeld, l’allora segretario di Stato Colin Powell, il vice segretario alla difesa Paul Wolfowitz i portavoce della Casa Bianca Ari Fleischer e Scott McClellan.


[Sopra: Powell e Rumsfeld. Sotto: il numero di dichiarazioni false per mese tra l’ Ottobre 2001 e l’Agosto 2003 (cliccare per ingrandire)]

“L’effetto cumulativo di queste false dichiarazioni–amplificato da migliaia di servizi giornalistici e trasmissioni–è stato enorme, e la copertura mediatica ha generato un muro di suono praticamente impenetrabile per molti dei mesi critici nell’avvicinamento alla guerra”, conclude lo studio.

“Alcuni giornalisti–e di fatto persino alcune organizzazioni giornalistiche–hanno poi riconosciuto che la loro copertura durante quei mesi precedenti alla guerra era sin troppo acritica e deferente. Nonostante questi mea culpa, gran parte della onnicomprensiva copertura mediatica ha fornito un’addizionale convalida ‘indipendente’ delle false affermazioni dell’amministrazione Bush sull’Iraq”

Titolo originale: ” George Bush and White House issued 935 false statements after September 11″

Fonte: http://www.news.com.au/
Link
23.01.2008

Scelto e tradotto per www.comedonchisciotte.org da ALCENERO

Pubblicato da Das schloss

  • marko

    Le bugie hanno le gambe corte. Chiunque dotato di un po’ di raziocinio sapeva già nel 2003 che i legami tra Al Qaeda ed Iraq non esistavano, così come le WMD, così come oggi la “minaccia nucleare iraniana”, che sparirà appena Hillary arriverà alla Casa Bianca. Ora però la domanda è: possibile che un esecutivo così goffo, che non riesce manco a fare un finto ritrovamento in Iraq di qualche tubo sospetto, qualche laboratorio di cartapesta di antrace, giusto per disseminare un minimo di dubbio, sia poi così sagace da riuscire a nascondere due aerei i linea con i relativi passeggeri, minare di nascosto due (anzi tre) tra i grattacieli più alti del mondo, lanciare missili sul pentagono (tanto per citare alcune fra le migliaia di teorie complottiste) senza farsi sgamare?

  • NerOscuro

    Marko, non è questione di incompetenza assoluta tanto da rendere inconciliabili le due cose. La cricca di Bush può benissimo accontentarsi di alcune balle da deficienti per fare la guerra all’Iraq fin tanto che ciò è sufficiente. E lo sai che lo è stato. Ti ricordo che pure la guerra in Afganistan non era di per sé una cosa logica formalmente, eppure è stata fatta con tanto di benestare ONU. All’opposto non intendo nemmeno dire che qualsiasi teoria del complotto sta in piedi, ma per ora non posso essere persuaso che l’attacco alle torri gemelle sia avvenuto come la versione ufficiale racconta. Entrando nello specifico degli esempi che proponi come teoria assurda, proprio il WTC 7 non è crollato per l’impatto di un aereo di sicuro e nemmeno per i detriti delle altre due torri che gli sono piovuti addosso, altrimenti mi si deve spiegare come gli edifici più vicini alle torri sono invece rimasti in piedi. L’aereo sul Pentagono è decisamente una delle cose meno chiare, dai pezzi di motore ritrovati ben più piccoli del dovuto al buco lasciato, ecc… Inutile che ripeta queste cose. Inoltre, non ti dice qualcosa il fatto che pure in questi casi le versioni “ufficiali” sono state modificate man mano a seconda delle critiche, esattamente come è accaduto alla motivazione della guerra in Iraq? Se parliamo di similarità, qui siamo alla fotocopia.

  • controinformazione

    GUARADATE QUESTO FILM/DOCUMENTARIO!!!

    SCIOCCANTE…E TERRIBILMENTE VERO…

    http://video.google.it/videoplay?docid=4684006660448941414

  • alcenero

    senza farsi sgamare?

    Infatti li abbiamo sgamati dal giorno stesso 🙂

    Comunque non credo sia stato l’esecutivo propriamente detto a fare l’11-9, propendo di più per una tesi tipo “colpo di stato interno”, ben documentata in vari libri, tra cui, ti consiglio, quello di W. Tarpley. Ovviamente difficile da riassumere in poche righe. E non credo che l’aggressione verbale all’Iran terminerà, anzi probabilmente sarà la Clinton a fare la querra all’Iran. Chi vivrà vedrà…

  • marina

    Ho visto il video…………………………la storia si ripete…………………giappone, vietnam, afganistam, iraq…………………..non è certo una novità la capacita di farci credere quello che vogliono. E sti poveri disgraziati di militari che vanno a morire per una causa che non è la loro, per pura bramosia di potere e denaro di chi ci governa. Generalizzo perchè tanto se non è zuppa è pan bagnato…………………………………..

  • donman

    Non sono solo loro ad essersi sgamati da sè e ciò lo si deve ai ” debunkers” :
    la storia si ripete , chi sosteneva Kennedy fosse stato ucciso non da Lee Oswald ma da ben altre persone (presubilmente tre ) veniva aspramente criticato e venne fatto una “inchiesta indipedente” che non portò a nulla salvo giustificare la versione ufficiale dopo 11 settembre 2001 è successa la stessa cosa ! Il magico cherosene che fa collassare le torri gemelle, “un ‘aereo “che si schianta sul pentagono e non lascia magicamente alcuna traccia!
    Nonostante le 935 menzogne c’è chi ancora nel mondo le giustifica !
    L’inganno diventa globale quando l’ignoranza regna !

  • edo

    … Ora però la domanda è: possibile che un esecutivo così goffo, che non riesce manco a fare un finto ritrovamento in Iraq di qualche tubo sospetto,
    in passato hanno tentato di far passare la versione per cui le ADM fossero state trasferite in Siria.

    qualche laboratorio di cartapesta di antrace, giusto per disseminare un minimo di dubbio,
    beh, lì sono stati cuccati in pieno; si sa benissimo da che laboratorio provengono le spore inviate qua e là negli USA dopo l’11 sett: da un laboratorio militare del Maryland.

    sia poi così sagace da riuscire a nascondere due aerei i linea con i relativi passeggeri, minare di nascosto due (anzi tre) tra i grattacieli più alti del mondo, lanciare missili sul pentagono (tanto per citare alcune fra le migliaia di teorie complottiste) senza farsi sgamare?
    Basta che la stampa ripeta ciò che le passa il governo e cioè che il responsabile di tutto è il “signor male” Bin Laden; un dializzato che vive nelle montagne e tiene in scacco il mondo mandando messaggi via internet… (che è poi il modo più semplice per essere rintracciati, volendo), ed eviti di porsi domande, d’analizzare fatti, documenti, video… evidentemente non ci vuole tanto, perchè in effetti stà andando proprio così…i goffi non sono quelli che hanno messo in piedi la messinscena dell’11 sett., è l’umanità “occidentale” ad essere goffa quando mostra di potersi bere un’idiozia come la versione ufficiale sull’11 sett.
    E se ne beve una…si prepari, perchè prima o poi dovrà berne un’altra.

  • Lestaat

    No edo, il punto centrale della questione non è che la gente si beva o meno qualcosa.
    Se giri per la strada a fare domande, scoprirai con sorpresa che ormai la verità la sanno tutti, o almeno la maggioranza della popolazione, persino quella italiana, pensa un po’.
    Il unto centrale è che la verità è del tutto ininfluente per chi ha il potere di decidere cosa fare e cosa non fare, l’importante è che la gente sia divisa nell’esatto momento in cui la decisione vien presa, poi son tutti liberi di pensare quel che vogliono.
    Tecniche di comunicazione di massa. E’ tutto qui.