#IoFestival, a Sanremo si conclude la manifestazione per la libertà e il lavoro

Sanremo, parallelamente al discusso 71° Festival della canzone italiana, è calato il sipario sull’iniziativa #IoFestival che ha radunato in piazza Colombo, a pochi passi dal teatro Ariston, centinaia di lavoratori, imprenditori, partite iva e cittadini dal 2 al 6 marzo. Dovevano esibirsi anche decine di artisti, cantanti e attori ma un ordinanza restrittiva del sindaco a poche ore dall’inizio della manifestazione, ha vietato ogni forma di esibizione artistica. Così l’iniziativa #IoFestival, organizzata da quattro associazioni: AFI (Associazione Fieristi Italiana), Movimento Imprese#IoApro e Coemm-Clemm, Comitato etico mondo migliore e sostenuta dalla Marcia della Liberazione, si è trasformata in un presidio di piazza permanente delle categorie danneggiate dai DPCM per rivendicare libertà, lavoro e dignità.

Dalla piazza, un ultimatum al Governo Draghi basato su più punti:

  1. riapertura immediata di tutte le attività commerciali,
  2. sblocco della circolazione fra comuni e regioni,
  3. cancellazione del coprifuoco nazionale
  4. cancellazione dell’Italia divisa in fasce di colori. 

I relatori che hanno preso la parola sono rappresentanti delle categorie produttive, sociali, del mondo dell’arte, della cultura e dell’attivismo politico, hanno espresso uniti la comune indignazione per le conseguenze economico-occupazionali derivanti dalla sospensione delle norme Costituzionali.

ComeDonChisciotte era a Sanremo giovedì 4 marzo con il nostro redattore Raffaele Varvara. Di seguito proponiamo il suo intervento in qualità di infermiere, in risposta alla sua collega Alessia Bonari che durante la prima serata del festival, aveva rilasciato dichiarazioni per nulla rassicuranti (1).

Buona visione e buon ascolto.

 

NOTE

  1. https://www.lanazione.it/cronaca/sanremo-2021-alessia-bonari-sul-palco-covid-non-abbassiamo-la-guardia-1.6084666

 

 

31 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
danone
danone
7 Marzo 2021 14:20

Bell’intervento Raffaele, bravo perchè ti esponi. Una domanda però, che non vuole affatto essere polemica, ma di riflessione, mi nasce spontanea..l’aver seguito la carovana del mainstream a San Remo, invece di scegliere una qualunque altra città italiana, vi ha dato maggiore visibilità? Perchè potrebbe sembrare abbastanza contraddittorio fare interventi dove si invita, giustamente, a smettere di seguire certe sirene mainstream e la loro influenza malefica, e poi, per farsi notare e cercare visibilità, si cercano i palcoscenici degli eventi mediatici, dove “loro” si auto-celebrano e legittimano, rischiando di ottenere l’effetto contrario, ovvero quello di rinforzarli, invece di considerarli come dei ridicoli fenomeni da baraccone, totalmente evanescenti. Ci influenzano ancora eccome se si accettano i loro palcoscenici. Bisogna trovare forme diverse per lanciare certi messaggi di rottura da vecchi paradigmi, è evidente anche dalla bassa partecipazione ottenuta. Bisogna imparare a raccontare l’emergenza sanitaria, la finto-pandemia e l’evidente campagna di terrore mediatica, in un altro modo, senza avere paura di fare accuse dirette, circostanziate e provate. Il materiale fra articoli e studi ce n’è in abbondanza per iniziare a far salire la pressione a certi personaggi e ambienti. Attaccare questi infami, nomi, cognomi, accuse dirette, la manifestazione in sè non è mai… Leggi tutto »

VincenzoS1955
VincenzoS1955
Risposta al commento di  danone
7 Marzo 2021 15:20

…Oppure bisogna[…]: allego un articolo che parla di un’Italia che si sta rivoltando: https://www.liberoquotidiano.it/news/italia/26453086/dpcm-speranza-rivolta-controlli-assembramenti-vigili-mandati-ospedale.html
L’Italia s’è desta!(???) W l’Italia!

Cangrande65
Cangrande65
Risposta al commento di  danone
7 Marzo 2021 18:34

Tutto vero. Però quelli li, uccidono senza problemi, se uno rompe veramente le palle.

VincenzoS1955
VincenzoS1955
7 Marzo 2021 14:41

1- riapertura immediata di tutte le attività commerciali,
2 -sblocco della circolazione fra comuni e regioni,
3 – cancellazione del coprifuoco nazionale
4- cancellazione dell’Italia divisa in fasce di colori.
Buone le intenzioni. Però nella foto vedo solo 4 gatti!

Denisio
Denisio
Risposta al commento di  VincenzoS1955
8 Marzo 2021 4:12

Basterebbe che questi punti venissero applicati per il rispetto costituzionale da tutti. Non ci sarebbe draghi, arcuri, conte o sceriffo che potrebbe opporsi. Ma il popolino è quello che è…ieri entrando al bar ovviamente senza bavaglio in un paesino di poche anima, noto che ci sono altri 2 avventori senza maschera e la giovane ragazza al banco mi chiede 3 volte di mettere il bavaglio anche se volevo star fuori…ciao ciao bella mascherina!

Vlad
Vlad
7 Marzo 2021 15:09

A Sanremo c’erano quattro gatti, due per il festival e due per questo IoFestival e sapete perché?
Perché chi fa queste proteste sono attivisti politici o “rappresentanti” di nessuno. Avete rotto i coglioni, qualsiasi colore o sigla possiate inventarvi

VincenzoS1955
VincenzoS1955
Risposta al commento di  Vlad
7 Marzo 2021 15:13

E quindi cosa si dovrebbe fare contro gli impostori del COVID? Accettare che continuino impunemente ad ingannare?

VincenzoS1955
VincenzoS1955
Risposta al commento di  VincenzoS1955
7 Marzo 2021 16:02

“L’aggregazione spontanea”, se e quando ci sarà, dovrà per forza essere organizzata e ben direzionata ideologicamente se no ci troveremmo sempre di fronte a delle effiimere rivolte (che possono giovare solo alla casta al potere come è stato dimostrato con l’assalto al Campidoglio) e non ad una vera rivoluzione duratura, rinnovatrice dei cuori e delle menti che porti ad un benefico (e salvifico) cambiamento radicale nel modo di vivere. E questa non è utopia ma una necessità ed è la Storia che ce lo insegna.

Vlad
Vlad
Risposta al commento di  VincenzoS1955
7 Marzo 2021 16:38

Ah ecco…immagino quindi che voi siete i candidati perfetti per organizzare e ben direzionare giusto?
No, la vera svolta si avrà quando QUALSIASI partito e partitello si leverà dai coglioni e il popolo sarà libero di scegliere il suo destino.
Voi e chiunque altro come voi NON SIETE NESSUNO per autoproclamarvi adatti ad organizzare e a ben indirizzare le vite degli altri.

VincenzoS1955
VincenzoS1955
Risposta al commento di  Vlad
8 Marzo 2021 2:49

Me lo lasci dire: lei non vuole la libertà, ma vuole il caos.

Vlad
Vlad
Risposta al commento di  VincenzoS1955
8 Marzo 2021 14:22

Me lo lasci dire: lei non vuole la libertà, ma vuole solo trovarsi un comodo posto di lavoro. Si metta in fila

VincenzoS1955
VincenzoS1955
Risposta al commento di  Vlad
8 Marzo 2021 15:11

Per arrotondare la pensione? NO grazie! Ho già lavorato per 40 anni… Preferisco riposarmi.

Vlad
Vlad
Risposta al commento di  VincenzoS1955
8 Marzo 2021 15:19

Arrotondare la pensione fa sempre comodo no? Con le pensioni risicate di adesso poi non ne parliamo….
Ps. È comico, anzi, tragicomico, che chi si propone di difendere il popolo dalla tirannia non esiti un istante a definire CAOS la libertà di un popolo di definire il proprio destino

VincenzoS1955
VincenzoS1955
Risposta al commento di  Vlad
8 Marzo 2021 15:21

Con tanti giovani disoccupati penso proprio di no, almeno per quel che mi riguarda

Vlad
Vlad
Risposta al commento di  VincenzoS1955
8 Marzo 2021 16:08

Meglio così, largo ai giovani…

VincenzoS1955
VincenzoS1955
Risposta al commento di  Vlad
8 Marzo 2021 2:49

Me lo lasci dire: lei non vuole la libertà, ma vuole il caos.

Vlad
Vlad
Risposta al commento di  VincenzoS1955
7 Marzo 2021 16:36

Assolutamente no, ma finché le proteste si faranno con musichette e tamburelli….

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  VincenzoS1955
7 Marzo 2021 23:04

Movimenti ce ne sono a bizzeffe, ma dopo l’esperienza grillina ogni iniziativa di aggregazione al di là dei classici partiti ha perso ogni attrattiva.

Gran parte della cittadinanza ha capito che nessuno mai riuscirà più a rappresentarla.

Maurizio
Maurizio
Risposta al commento di  Holodoc
8 Marzo 2021 3:22

esatto, altro enorme danno fatto dai grillini

mimmo002
mimmo002
7 Marzo 2021 18:15

per meglio capirci :
la “Piazza” chiede i quattro punti sopra citati,
e se il governo Draghi se-ne-fotte…..
la Piazza che fa ?
dovrebbe come minimo rifondare le Brigate Rosse per farsi almeno notare

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  mimmo002
7 Marzo 2021 23:05

Certo, perché quelle le ha fondate la piazza, mica la CIA…

gix
gix
8 Marzo 2021 2:26

Va bene è chiaro, di questi tempi non è facile far uscire una voce contraria al pensiero unico, e non è nemmeno uno scherzo organizzare qualcosa che abbia un minimo di visibilità, hanno persino arrestato in diretta tv un poveraccio che cantava davanti al teatro facendo l’imitazione di Freddie Mercury, perche era senza mascherina (sempre con il solito demenziale presentatore del solito demenziale programma, bisognerebbe segnare i nomi di costoro…). Ma non sono d’accordo, anche uno solo, se ben determinato e con la giusta e sufficente visibilità, può dare noia al potere, vedi Brian Haw davanti al parlamento inglese (collegamento in inglese). Quindi diffidare di chi dice che è inutile organizzare forme di protesta, come anche non è vero che sia andato perso lo spirito che ha animato i 5 stelle a suo tempo. La gente osserva, e si fa sempre più domande, questo si, ed è normale oltre che utile alla crescita di una certa consapevolezza generale.
https://en.wikipedia.org/wiki/Brian_Haw

LuxIgnis
LuxIgnis
Risposta al commento di  gix
8 Marzo 2021 5:46

Sono d’accordo, e comunque onore a questi che si sbattono un po’ come novelli DonChisciotte cercando di portare consapevolezza e giusta informazione.
Ma quello che veramente manca ed è una mancanza che pesa come un macigno, è la presenza di un’opposizione politica. Allo stato attuale in parlamento non c’è opposizione, non c’è nemmeno in forze extraparlamentari. C’è qualche piccolo movimento e sono anche tanti ma tutti disgregati, separati. In ordine sparso.
Serve unità ed un opposizione decisa ed agguerrita.
Senza opposizione non c’è nulla da fare. Faccio un esempio: non è vero che le leggi sono dalla loro parte, le leggi sono dalla nostra parte per lo più e lo dimostra il fatto che tutte le sentenze che ci sono state sono state tutte a favore degli istanti. Ma il parlamento neanche le ha prese minimamente in considerazione. Hanno una maggioranza totale, controllano le Tv ed altro, e fanno come gli pare. La legalità la fanno loro.
Senza opposizione la democrazia è morta.
P.S. comunque questo va avanti già da parecchi anni con la finta dicotomia destra e sinistra. Diciamo che hanno trovato terreno fertile.

IlContadino
IlContadino
8 Marzo 2021 1:39

Questa è la seconda notizia che mi arriva dal Festival, la prima è che ha vinto una canzone intitolata “Zitti e buoni”. Sembra quasi che chi cantava parlasse a quelli fuori…ihihi. Comunque mi sono andato a leggere il testo della canzone, il cervello non ha avuto alcun sussulto, anzi mi è deceduto qualche neurone.
Vedere persone che si impegnano, che si sbattono, che fanno chilometri e pigliano il megafono in mano è sempre piacevole, complimenti al Varvara. Dico però che se continuiamo a parlare il linguaggio della tv vincerà sempre la tv, un po’ come è successo ai cinque stelle, alla fine se li è mangiati la tv. Costituzione, emergenza sanitaria, lavoro, libertà, diritti…sono diventate parole-in-più. Ci hanno frullato l’esistenza? Perfetto, ora decido io come vivere la mia, senza chiedere il permesso. Perché alla fine si vive bene anche in mezzo agli zombie. Se parliamo di libertà dobbiamo accettare la libertà, lasciamo ad uno zombie la libertà di essere zombie e concediamo a noi la nostra, la libertà di essere noi stessi, qualsiasi cosa siamo.

RUteo
RUteo
8 Marzo 2021 5:33

Sanscemo dovrebbe diventare mensile , anzi settimanale o quotidiano , e Amadeus proiettato in HD in cielo , nello sfondo remoto FCA , Arcuri e altri che cantano AFFARI NELLA FARSA 19 .

Maurizio
Maurizio
8 Marzo 2021 5:52

Forse servirebbe includere tutti, dal “negazionista a oltranza” al semplice commerciante insofferente alle misure “di contenimento”, con un’unica campagna informativa ben coordinata, e innanzitutto contare quanti siamo.

Basta un sito per registrarsi, con un contatore…
Se fatto questo si scopre che siamo 1 milione di persone, si parte con ben altra consapevolezza.

Detto ciò, ben vengano anche iniziative come questa

LuxIgnis
LuxIgnis
Risposta al commento di  Maurizio
8 Marzo 2021 6:18

E’ questo che manca come ho già detto rispondendo ad un altro utente. Tempo fa pensavo che non sarebbe stata male se si tornasse agli anni 70-80 e si ricominciasse a tappezzare le città di manifesti. Manifesti non con slogan politici ma dove fossero messe in evidenza le contraddizioni di questa farsa, dove ci fossero le statistiche da enti accreditati, le sentenze di tribunale tipo il TAR ben evidenziate, gli studi sulle mascherine ed altro ancora. Ma per far questo serve quello che dici te, 1 milione di persone riunite in un’entità politica. La gente non è tutta allineata come sembra, una maggioranza si ma non tutta. Molti stanno facendo buon viso a cattivo gioco. Il gestore del bar, ad esempio, che caccia via quelli senza mascherina non lo fa per forza perché è convinto. Lo fa perché ha paura che se gli fanno un controllo gli chiudono il locale e gli danno multe salate. Io da quelli che conosco almeno un 15-20% sono decisamente scettici riguardo alla situazione ed un altro 20% se ci parli e gli spieghi con calma tutto quello di cui si discute qui, ti sta ad ascoltare e ci riflette sopra, per lo meno. Poi… Leggi tutto »

Maurizio
Maurizio
Risposta al commento di  LuxIgnis
8 Marzo 2021 6:36

uscire da internet significherebbe essere relegati alla quasi totale invisibilità, internet è lo strumento più potente che abbiamo per “diffondere”, se poi a questo si affiancano manifesti o altro ben venga.
Le realtà dissidenti sul web ci sono ma sono frammentate, bisogna intanto iniziare a convogliarle su una piattaforma unica.
E non parlerei di entità “politica”, perché a molti verrebbe l’orticaria a sentire quella parola e non si avvicinerebbero nemmeno… userei la parola popolare, piuttosto, almeno per ora.

La gente non è tutta allineata come sembra, una maggioranza si ma non tutta

vero, anche io percepisco sempre maggiore insofferenza, ma è ancora relegata per così dire.
Tanti di quelli che fanno “buon viso a cattivo gioco” inizierebbero a incaxxarsi sul serio sapendo che siamo tanti. L’unione fa la forza, e fa anche il coraggio.

LuxIgnis
LuxIgnis
Risposta al commento di  Maurizio
8 Marzo 2021 6:43

Preciso che con uscire da internet intendevo azioni come quella dei manifesti od altro, non abbandonarlo; ognuno dica la sua idea. Anzi sarebbe un buona cosa se si cominciassero a riunire almeno una serie di idee in una sorta di manifesto politico popolare.
Però anche se è vero che internet è uno strumento potente, e concordo, ma pochissimi lo sanno utilizzare bene. La maggior parte conosce solo Facebook, Twitter o menate del genere. Quelli che frequentano siti come questo in cui stiamo scrivendo sono già persone che hanno una consapevolezza sveglia.
Sono concorde con te che forse la parola “popolare” è più indicata

ton1957
ton1957
8 Marzo 2021 5:13

Manifestazioni autorizzate, che rispettano le norme anticovid palesemente anticostituzionali, che rispettano le volontá, anch’esse anticostituzionali del ducetto sindaco di San Scemo, ignorate quando non demonizzate dai giornali e dai media…..ma state a casa che é meglio ( non prendete freddo che rischiate un raffreddore che con tampone diventa covid)
Necessita prendere atto che sono piú forti, meglio organizzati e pure armati, che hanno l’esercito e le forze dell’ordine dallo loro parte, che si sono fatti leggi e regolamenti a loro piacimento che, anche ci fossero, tengono le mani legate alla magistratura. Ma cosa piú importante hanno convinto le masse che le stanno salvando da morte certa e le masse ci credono…….senza uno shock maggiore e contrario non usciranno mai dalla crisi isterica che li attanaglia.

Pfefferminz
Pfefferminz
8 Marzo 2021 11:50

https://youtu.be/ze3Kf1SVt2w

Simpatica manifestazione di protesta anti-restrizioni Covid a Sachsenheim, un paesino della Germania, che dimostra che non servono grandi mezzi per avere un po’ di visibilità.
Il sottofondo musicale è costituito da una delle innumerevoli canzoni di protesta nate sull’onda della resistenza teutonica del gruppo “Keine Band mit einem Lied” (titolo: “Hochrisikogebiet”, territorio ad alto rischio).

Alcune delle scritte sui cartelli:

Liebe statt Angst
Amore al posto della paura

Kinderlachen statt Maskenfolter
Sorrisi di bambini al posto di tortura con le mascherine.

Selbstbestimmtes Leben
Vivere autonomamente

Kein Impfzwang
No all’obbligo vaccinale

Lasst Euch nicht spalten
Non fatevi dividere

Entscheide Dich fuer die Freiheit
Scegli la libertà

Isolation macht einsam
L’isolamento rende soli

Korruptes Politiksystem aendern
Cambiare il sistema politico corrotto

Gastronomie sofort oeffnen
Aprire subito la gastronomia