Infermiere di 52 anni trovato morto in casa

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale ufficiale Telegram .

MASSANZAGO – Paolo Frasson, infermiere che da oltre 30 anni lavorava al pronto soccorso dell’ospedale di Camposampiero, martedì scorso all’ora di pranzo è stato trovato senza vita dal figlio Marco nella casa in via Bigolo a Massanzago. Una notizia inaspettata che ha lasciato un intero paese sgomento e sotto choc: Paolo, 52 anni, sposato con Mara, insegnante alla scuola primaria del paese e padre di due figli, Marco ed Emma, era molto conosciuto e apprezzato per la sua grande generosità nell’aiutare chi ne aveva bisogno.

IL DOLORE

La famiglia non sa darsi pace. «Paolo era una persona amata da tutti, la più buona del mondo – sussurra al telefono una cognata – Sapeva far sorridere tutti, si faceva in quattro, forse anche troppo, per gli altri. La sua vita erano il lavoro in ospedale, la famiglia e la grande passione per la bici da corsa. In paese in tanti lo conoscevano come grande appassionato delle due ruote. Siamo senza parole e attoniti per una morte che ci disorienta e stordisce».

Chi conosceva bene Frasson e la moglie, collega insegnante alle elementari in paese, è il sindaco Stefano Scattolin. «Siamo conoscenti e amici le parole del primo cittadino, profondamente turbato – I Frasson formavano davvero una bella famiglia. Paolo da tutti era considerato un uomo che nutriva una grande passione per il suo lavoro. Come sindaco voglio esprimere la vicinanza umana di tutta la nostra comunità al dolore dei parenti».

Anche l’Ulss 6, dove Paolo ha prestato servizio da quando aveva vent’anni, ha espresso profondo cordoglio. «Paolo Lascia un vuoto incolmabile nei cuori di quanti lo hanno conosciuto – si legge nel post sulla pagina Facebook – I colleghi, increduli e sgomenti, ricordano il suo entusiasmo, la sua costante disponibilità e l’immancabile sorriso. Un uomo premuroso, umile e generoso, uno di noi”, dicono gli operatori che hanno lavorato al suo fianco, compagno insostituibile e amico fidato. In sintesi, un uomo valoroso. Con ogni probabilità i colleghi del 118 accompagneranno il feretro nel suo ultimo viaggio terreno dall’obitorio di Camposampiero a Massanzago.

Il funerale si svolgerà domani alle 10 nella chiesa cittadina San Pio X.

NDR – Non viene in alcun modo menzionato lo stato di vaccinazione del’uomo, tuttavia è lecito supporre che avesse ricevuto i vaccini anti Covid-19 visto il lavoro che svolgeva come infermiere al pronto soccorso dell’ospedale di Camposampiero.

Fonte articolo: https://www.ilgazzettino.it/nordest/padova/infermiere_morto_in_casa_trovato_figlio-6744759.html?refresh_ce

 

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
È il momento di condividere le tue opinionix