Home / ComeDonChisciotte / IL TEMPISMO DEL CRAC E' PER QUESTA ESTATE AL MASSIMO

IL TEMPISMO DEL CRAC E' PER QUESTA ESTATE AL MASSIMO

FONTE: COBRAF.COM

Il “tempismo” del crac è per questa estate al massimo, è quasi matematico che non possa essere oltre, l’incognita è da dove inizi, se dalle borse, dal dollaro o altre valute come la sterlina su cui si crea un panico, dai titoli di stato USA o inglesi o giapponesi. Ma come tempistica da diciamo forse fine aprile per stare sicuri devi fare dei piani precisi perchè può essere un evento traumatico. Il “tempismo” del crac è “da Maggio-Giugno in poi…” per motivi molto semplici:

1) entro Aprile sia la Banca di Inghilterra che la Federal Reserve avranno cessato tutti i loro acquisti di debito pubblico e di debito cartolarizzato lanciato all’inizio dell’anno scorso. La Banca di Inghilterra ha in realtà già finito con la settimana scorsa e non a caso la prima piccola slavina dei mercati ha coinciso con la decisione degli inglesi di terminare il cosiddetto “quantitative easing” (espressione inglese elegante ed intraducibile in italiano in senso letterale che significa: Stampano-Moneta-e-la-Usano-per Comprare-Titoli di stato e titoli del debito cartolarizzato con dentro mutui e altro)2) tutti i cedimenti di borsa seri sono sempre iniziati tra Maggio e inizio Settembre, le uniche eccezioni le hai quando hai avuto un crollo giù prima così spettacolare, come nel 2008, che per forza di cose se hai perso un -50% nei 12 mesi precedenti un rimbalzo lo fai poi anche “non stagionale”. Ma quando il mercato è orso e nei 6-10 mesi precedenti è stato positivo il cedimento è sempre concentrato tra giugno e settembre, a volte si anticipa a maggio.

3) La Cina ha iniziato una prima stretta del credito a metà gennaio e gli effetti si sentiranno tra circa 3-4 mesi con un crollo dell’immobiliare. La Cina ha “toppato” come mercato con i soliti sei mesi di anticipo come nel 2007, il top dell’indice di Shangai è stato il 2 agosto 2009 e il top delle borse occidentali il 10 gennaio scorso 5 mesi e mezzo prima, nel 2007 furono sei mesi pure di distanza. Se tutto va come previsto dovresti vedere Shangai a -50% dal top del 2 agosto entro maggio-giugno, al momento ha fatto -22% dal top del 2 agosto, non sembra ma sta franando veramente assieme alla Spagna e Grecia. Se entro maggio-giugno hai Shangai a -50% dal top del 2 agosto allora hai la conferma

4) In autunno in USA ci sono delle elezioni per Congresso e Senato e dato il trend catastrofico dell’occupazione un due mesi prima circa i politici con seggi contesi ed Obama andranno nel panico e cominceranno a menare colpi a destra e a sinistra

5) l’effetto delle misure straordinarie (tassi di interesse a zero, “quantitative easing”, salvataggi diretti di banche, aumenti di spesa sociale e pubblica…) lanciate tra fine 2008 e inizio 2009 comincerà a ridursi dopo un anno circa e i deficit dei singoli stati USA e dei paesi più indebitati sono tutte bombe ad orologeria che peggiorano già ora di mese in mese, ci sono almeno 10 stati USA, California, Nevada, New Jersey, Wisconsin… che sono messi come la Grecia

6) Come ciliegia sulla torta hai la “tensione con l’Iran” che non rimarrà così sempre sospesa in modo indefinito se leggi le dichiarazioni degli ultimi mesi e settimane e troverà un qualche sbocco. Le guerre in Medio Oriente ed altrove sono state sempre in questo periodo che coincide con quello “Orso” per le borse di giugno-settembre:
(I Guerra Mondiale: agosto 1914, II Guerra Mondiale: 2 settembre 1939, Operazione Barbarossa: giugno 1941, Guerra dei Sei Giorni: 10 giugno 1967, Guerra dello Yom Kippur: settembre 1974, Guerra del Golfo in Kuwait: 2 agosto 1990, Strage delle Due Torri: 11 settembre 2001…)

Fonte: www.cobraf.com
Link: http://www.cobraf.com/forum/topic.php?topic_id=1162&reply_id=214983
11.02.2010

Pubblicato da Davide

  • amensa

    beh …. non pecchi di ottimismo ?

  • remox

    Non sarà che il periodo di quelle guerre dipenda dalle migliori condizioni atmosferiche e del terreno? Non sarà che la guerra dello Yom Kippur dipendesse dal giorno della festa ebraica per prendere di sorpresa Israele? A volte le analisi devono essere meno cervellotiche….cmq come dicono gli americani sell in may and go away.

  • Jack-Ben

    Ascolta… questo sta parlando per almeno 800 milioni di persone gli altri stanno facendo la fame da 2000 annetti… o meglio dall’evoluzione del Cattolicesimo

  • ComeDonkeyKong

    Mi piacerebbe trovare su CDC articoli sempre chiari ed espliciti su questioni di economia e finanza. Questo lo è, ma ha due problemi a mio avviso: il minore dei due è che alcune considerazioni personali dell’autore sono decisamente superflue; il maggiore è che non ha pietà per la lingua italiana.

  • AlbertoConti

    L’atteggiamento dell'”analista finanziario” mi sembra quello di uno scommettitore da circo romano, che descrive i gladiatori col cinismo del “professionista” distaccato, come non fosse parte del “gioco”. Prendiamo ad esempio questo passo: “…. la prima piccola slavina dei mercati ha coinciso con la decisione degli inglesi di terminare il cosiddetto “quantitative easing” (espressione inglese elegante ed intraducibile in italiano in senso letterale che significa: Stampano-Moneta-e-la-Usano-per Comprare-Titoli di stato e titoli del debito cartolarizzato con dentro mutui e altro)” Possibile che cotanta “intellighentia” non senta il dovere di spiegare cosa significa in realtà, in termini sociali, politici, di truffa sistemica, quanto divulga così sapientemente? No, distaccato e professionale, come sempre, come se la cosa non riguardasse esseri umani, lui compreso. E le stelle stanno a guardare! Io preferisco incazzarmi.

  • Jack-Ben

    questo sta spiegando a 800 milioni di occidentali circa che la festa sta finendo e siamo alla frutta…lo si puo dire in molti modi ma alla fine siamo alla frutta…

  • EmmeDiErre

    Com’è scritto male questo articolo. Se l’estensore sa di economia internazionale quanto sa di sintassi e morfologia della lingua italiana, possiamo dormire sonni tranquilli. Del resto, dire che uno Stato è messo come la Grecia dimostra per l’ennesima volta che questi articoli sono scritti semplicemente sulla base del sentito dire. Sento dire che la Grecia è sull’orlo della bancarotta e ci costruisco un’analisi; sento dire da tutti che l’economia è in crisi, quindi sarà così. Si tratta del vero problema della Rete: a un certo punto non ci si riferisce più a fonti reali o a documentazione circoscritta, ma si cominciano a citare le citazioni trasformando le sensazioni e le dicerie in vere e proprie fonti documentarie (comprese le leggende metropolitane) cosicché alla fine non si capisce più chi ha detto che cosa e dove stia un minimo di verità. In poche parole: spazzatura (questa spazzatura però ci sta davvero rovinando).

  • nautilus55

    Che bello ascoltare ogni tre giorni nuove profezie, che poi si rivelano, al 99% dei casi, sbagliate. Per favoe, anglofoni, prendete i soldi dalle Fondazioni ma non eccedete nelle balle: una al giorno può bastare.

  • patmar111

    Grande!!!!

  • vimana2

    …..cioè la mega crisi che già c’è ora nn ti basta? Che grecia, spagna, portogallo sono allo sfascio nn sono i siti “complottisti” a dirlo ma sono le stesse fonte ufficiali, la california è in banca rotta nn è che è destinata alla banca rotta e così varie città degli USA….13 miliardi di debiti sono ufficiali e gli USA nn hanno gli ospedali e le scuole statali….anche se tagliano le spese di quei pochi ospedali e scuole nn risparmiano un cavolo e anzi la pseudo riforma sanitaria di obama ne farà spendere svariati centinaia di miliardi….il 44% delle tasse va per spese militari che nn saranno mai tagliate…..sogna bello mio sogna!

  • glomer

    Discorso del presidente Usa ad un anno dal varo delle misure anticrisi
    “Senza oltre 2 milioni di americani sarebbero senza lavoro”
    Economia, Obama rivendica il suo piano
    “Ci ha salvato dalla depressione”

    ROMA – “Senza stimoli, l’economia sarebba andate verso verso la catastrofe”. Barak Obama rivendica così le misure economiche varate per arginare la difficilissima situazione americana. Quel maxi-piano di stimolo da 787 miliardi di dollari che oggi compie un anno. “Quel piano non è stata una decisione politica facile da prendere – dice il presidente Usa – ma non agire avrebbe portato a una catastrofe. Grazie a quello una nuova depressione non è più una possibilità”. Il leader Usa sottolinea anche la situazione del lavoro. Senza il piano di stimolo “oltre 2 milioni di americani sarebbero senza lavoro”. Mentre nel 2010 si prevede un milione e mezzo di nuovi occupati. Poi l’impegno per il futuro: “Faremo il possibile perché l’economia continui a crescere”.

  • Wakan

    Ma scusate un’ attimo..
    Cari amici , evitiamo di sprecarci in parole per chi pubblica notizie come queste attingendo a fonti di notizie dal nome cobraf.com.
    Mi sono fatto una personale idea sul personaggio che pubblica queste notizie e arrivo alla conclusione che se il sito CDC fino a qualche tempo fa era abbastanza interessente, ora rasenta la soglia della demenza!
    ADDIO CDC.

  • Xeno

    Sembra che hai detto tutto ,invece non hai detto niente.
    Se è così,non avremo una grossa perdita dalla tua dipartita.

  • Jack-Ben

    forse non ti sei accorto che siamo sul bordo del baratro bisogna solo aspettare un soffietto di vento per volare…. giu… altro che profezie mancate …. siamo alla frutta; intendo 800 milioni di “Occidentali” per gli altri invece la loro Armaghedon quotidiana inizia appena nascono ma per te vedo sono favole

  • Wakan

    Si…….”per carità!!!”…non mi sento così importante.
    E comunque mi hai descritto come gli articoli del sito:
    “…sembra che dicano tutto, invece ….”
    Mi rammarica solo il fatto che (ripeto) tempo addietro CDC era molto più interessante e, a mio giudizio, più serio.

  • Jack-Ben

    Si si un milione e mezzo di nuovi soldati .. scarponi freschi freschi per l’Iran e Pakistan… certo che ci saranno sempre posti liberi … con una media di 20 soldati morti al mese di posti per lavorare si trovano sempre liberi