Home / ComeDonChisciotte / HIP, HIP, UTAH

HIP, HIP, UTAH

UNO STATO AMERICANO CONTESTA IL DOLLARO E IL PARLAMENTO VARA IL CONIO DI MONETE D’ARGENTO E D’ORO E METTE ALLO STUDIO UNA NUOVA MONETA LOCALE

FONTE: CORRIEREDELLACOLLERA.COM

Il Parlamento dello stato dello UTAH, noto per la presenza sul proprio territorio di una folta comunità di Mormoni che tuttora pratica la poliginia (poligamia è ambosesso, se praticata dalle donne è poliandria) ha votato una legge con una maggioranza schiacciante di 47 contro 26.

Lo Stato dello Utah si è , in pratica, riappropriato del potere di battere moneta e rende legale il conio di monete d’argento e d’oro a livello federale. La misura votata, vara anche uno studio che contempli l’adozione di una valuta locale diversa dal dollaro.

La notizia è stata data a pagina 45 de “IL CORRIERE DELLA SERA” del 5 marzo. Il taglio dell’articolo lascia pensare , al lettore superficialmente informato , che si tratti di una originalità, di quelle che un tempo si chiamavano “americanate”.

In realtà, considerate le proteste di piazza e le tentazioni autonomiste – quando non apertamente secessioniste , come ad esempio i fermenti presenti in Texas – si può analizzare la situazione in maniera più attenta. Il SOLE24ORE ha dedicato, con la delicatezza che gli è propria, un lungo articolo sulle manifestazioni di piazza negli USA .

Il fenomeno dei “tea party” sembra avere radici non solo ideali nello sciopero del té che diede vita alla guerra di indipendenza contro l’Inghilterra.

I cittadini contestano lo strapotere acquistato dal governo federale, le pesanti esazioni fiscali, la riduzione dei margini di libertà individuale ( con la legge Bush antiterrorismo, anche un cittadino USA può essere arrestato e detenuto per lungo tempo senza comunicazioni. E’ l’abolizione dell”‘habeas corpus” orgoglio delle legislazioni anglosassoni) a cui si aggiungono adesso anche prospettive di impoverimento reale. Il nemico è identificato nella Federal reserve bank la cui creazione avvenne tra polemiche e opposizioni mai sopite.

Il gesto politico, certamente concordato con i tea party ( il deputato Ron Paul e suo padre Rand che è uno dei senatori del Té) ha molteplici valenze “rivoluzionarie”:

– attacca frontalmente la Federal Reserve Bank.
– richiama alla mente degli americani spettri secessionisti e fermenti di indipendenza localistica..
– Contesta la proibizione di acquistare o detenere oro per i cittadini USA in vigore , se non erro, dal 1933..
– Manifesta sfiducia nel dollaro – che finora era un “comportamento antiamericano”- legalizzando il dibattito a ogni livello.
.

Jacques Rueff, l’economista francese che spinse il presidente De Gaulle a chiedere per primo di acquistare l’oro pagando 35 dollari l’oncia, provocando – dopo due acquisti – la crisi del Gold Exchange Standard e l’irrigidimento di Nixon , ha visto il momento del trionfo delle sue idee. Da lassù..
.

Fonte: http://corrieredellacollera.com/.
Link: http://corrieredellacollera.com/2011/03/09/hip-hip-utah-uno-stato-americano-contesta-il-dollaro-e-il-parlamento-vara-il-conio-di-monete-dargento-e-doro-e-mette-allo-studio-una-nuova-moneta-locale/.
9.02.2011

Pubblicato da Davide

  • AlbaKan
    Questo è il genere di notizie di cui abbiamo bisogno per “svegliarci” un pochino…

    Speriamo solo che diventino un esempio da seguire per ogni Stato-Nazione

    …Qui ce n’è un’altra: Il Miracolo delle Mauritius [vocidallestero.blogspot.com]
  • AlbaKan
  • amensa

    come faccia uno stato a rendere legale qualcosa A LIVELLO FEDERALE, solo l’autore penso sia in grado di spiegarlo.
    a parte questo, figuriamo oci se c’è qualcosa in contrario a coniare monete in metallo prezioso…. suggerirei solo un artificio. di inserire in quelle monete un localizzatore GPS perchè il rischio che, come giungano sul mercato, spariscano non è solo concreto, ma una certezza.

  • refrattario

    Ricordo ancora di aver visto, ai tempi, le 500 lire d’argento: non so che percentuale d’argento ci fosse, effettivamente sparirono presto dalla circolazione, ma erano un conio di rappresentazione, da collezione.

    Non credo che sia questo il problema, stamperanno anche in utah banconote e spiccioli di metallo povero.

  • vimana2

    Forza Utah!
    Qualunque cosa creata senza il consenso della gente (NWO) prima o poi crea una crepa nella società.
    Attualmente i politici, gli imprenditori e le banche vivono in un loro mondo invischiato di massoneria e paradisi materialistici che nulla ha ache fare con la gente.
    Quindi prima o poi le crepe avanzano nelle zone meno controllate.
    In italia la cresciata dei movimenti autonomisti del nord e del sud e le conseguenti rivalutazioni storiche ne sono un esempio.

  • vimana2

    Ma come cavolo fai a nn capire mai un cavolo nè di economia nè di giurisprudenza!
    Si è creato un precedente onde per cui lo possono fare tutti gli stati! Mamma mia!!!!

  • refrattario

    Ho cercato in rete altre fonti in italiano (non so l’inglese) su questa notizia, ma l’unica che ho trovato è appunto il corsera.
    E ma lasciato perplesso.
    Il corriere dice: “il parlamento dello Utah ha votato a larga maggioranza (47 a 26) una norma che restituisce valore legale alle monete d’ oro e d’ argento”.
    A tutt’oggi l’unica valuta legale è il dollaro (sia in Utah che in tutti gli altri stati uniti), per cui le monete a cui fa riferimento sono dollari d’oro e argento, tantè che conclude il corriere: “la misura votata, infatti, vara anche lo studio di una valuta locale diversa dal dollaro”.

    E allora qui mi trovo d’accordo con Amensa, che senso ha coniare dollari di metallo prezioso?

    Non verrei, dato il tono dell’articolo del corriere, che si faccia riferimento non al conio di monete ma all’ uso dell’oro e argento nelle contrattazioni economiche per i comuni cittadini, cosa che negli usa, ma anche in tutto l’occidente, è oggi negato (provate a cercare di comprare oro puro, non collanine o gettoni d’oro che vi propinano, roba di bassa lega, con euro, dollari o varie altre carte stracce)

    Qualcuno a informazioni più attendibili?

  • Saysana

    non per fare il puntiglioso ma Rand Paul e’ il figlio di Ron Paul e non il padre…

    Comunque ogni scossa data al sistema non puo’ che far bene, per quanto piccola.

  • martiusmarcus

    Forza Utah!

  • Giancarlo54

    DELLE Mauritius?????????????????

    Ma se Mauritius è un’isola SOLA!

  • paolom

    Già l’autore incomincia male Mormoni=Poligamia. Io in utah ci sono stato 3 anni a lavorare non è così, sono Mormoni ma condannano la poligamia che è praticata dagli amish che non vivono in Utah. Il resto dell’articolo è come la premessa ES:”battere moneta e rende legale il conio di monete d’argento e d’oro a livello federale.” non credo servano spiegazioni. Molte inesattezze,ignoranza varia.

  • Iacopo67

    Ho dato un’occhiata ai siti americani e ho scoperto quanto segue:

    L’iniziativa sembra essere partita da un gruppo di ricchi che l’avrebbero promossa temendo la futura inflazione del dollaro.
    La legge non è ancora passata (11 marzo), manca ancora la firma del governatore dello Utah, Herbert, che deve prendere una decisione in merito.
    Se la legge passa, ci vorrà qualche tempo perchè venga messa in pratica, c’è ancora da organizzare il tutto.

    Le nuove monete d’oro e d’argento affiancheranno il dollaro, come moneta complementare. L’intenzione è di non dare a queste monete un valore facciale, bensì un valore variabile a seconda della quotazione del metallo prezioso in quel momento. Queste monete potranno essere usate per pagare le tasse. Potranno anche essere accettate dai negozi, ma non ci sarà l’obbligo di accettarle per forza. I passaggi di proprietà di queste monete saranno esentasse. Se la legge passa, nello Utah potranno comprare un Cheeseburger con una moneta d’argento, o una TV 3D con una moneta d’oro.
    Lo Utah sarebbe il secondo stato a far passare questa legge, ce n’è uno dove questa legge è in vigore da anni; il Colorado (anche se non so se l’abbiano mai messa in pratica). Ci sono anche iniziative simili in diversi altri stati USA.

  • nuvolenelcielo

    se uno stato comincia a battere moneta indipendentemente dalla FED, comincia la rivoluzione…

    (le monete d’oro non sono il punto ovviamente, si coniano già e si trovano, ma non si usano per fare la spesa…, si mettono in una cassetta di sicurezza e si tengono come investimento. non fanno certo una moneta da 50 cents che vale 20$…)

  • Iacopo67

    La repubblica di Mauritius, oltre all’isola Mauritius comprende anche le isole Saint Brandon e Rodrigues (Wikipedia). Forse è per questo che, magari erroneamente, vengono chiamate le Mauritius.