Gli Stati Uniti inviano nuove truppe in Europa

Il dispiegamento manterrà il livello delle truppe statunitensi a circa 100.000 unità nel continente

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

Gli Stati Uniti invieranno in Europa più di 10.000 soldati, che dovrebbero sostituire le forze dispiegate nel vecchio continente in seguito all’attacco della Russia all’Ucraina, molte delle quali posizionate lungo il “fianco orientale” del blocco militare della NATO.

Il portavoce del Pentagono John Kirby ha confermato il dispiegamento durante una conferenza stampa venerdì 13 maggio, osservando che “lo scenario della sicurezza è ora cambiato” in Europa a causa del conflitto in Ucraina.

“I dispiegamenti sono sostituzioni di unità uno a uno, che lasceranno invariata la nostra posizione complessiva di forza nella regione – circa 100.000”, ha detto Kirby ai giornalisti. “Le unità che vengono sostituite torneranno alle loro rispettive basi dopo un adeguato passaggio di responsabilità”.

Si prevede che il ricambio delle truppe continuerà per tutta l’estate, ha proseguito il portavoce. Tuttavia, ha aggiunto che Washington potrebbe presto “esaminare lo stanziamento permanente in Europa e fare una valutazione” sull’opportunità di mantenerlo ai livelli attuali, anche se non è ancora stata presa una decisione.

Prima che Mosca inviasse truppe in Ucraina alla fine di febbraio, le forze statunitensi in Europa contavano circa 80.000 unità, alcune delle quali dislocate in modo permanente nelle basi, mentre altre ruotavano su schieramenti di addestramento con i partner della NATO.

Negli ultimi mesi, alcuni membri dell’Alleanza, come lo Stato baltico della Lituania, hanno chiesto una presenza di truppe americane più ampia e prolungata, e i funzionari statunitensi hanno proposto modi per soddisfare tali richieste, tra cui la costruzione di nuove basi.

“Il mio consiglio è di creare basi permanenti, ma di non dislocare permanentemente [le truppe americane]”, ha detto il mese scorso ai legislatori il generale Mark Milley, capo del Joint Chiefs of Staff – organo che riunisce i Capi di Stato Maggiore di ciascun ramo delle forze armate statunitensi e il capo dell’Ufficio della Guardia Nazionale.

Tra le cose che ci ha ricordato questa guerra, c’è sicuramente il nostro essere una colonia Americana, dove adesso il padrone deve rafforzare la sua presenza per far sentire tutti più al sicuro…

Massimo A. Cascone, 14.05.2022

Fonte: https://www.stripes.com/incoming/2022-05-13/pentagon-troops-eastern-europe-russia-ukraine-war-nato-5993194.html

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
2 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
2
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x