Home / ComeDonChisciotte / GIU' I BIRILLI DELLA SPAGNA. DOPO DI CHE…

GIU' I BIRILLI DELLA SPAGNA. DOPO DI CHE…

DI VALERIO LO MONACO
ilribelle.com

E dunque anche la Spagna si avvia risolutamente verso il fallimento. Chiariamoci: la Spagna è tecnicamente già fallita per il semplice motivo che se non fosse occorsa la Banca Centrale Europea a comperare i suoi titoli di Stato, avrebbe di fatto “portato i libri in tribunale”, per sua stessa ammissione, visto che si trova nell’impossibilità di pagare anche i minimi servizi pubblici.Ora, dire che si avvia verso il fallimento significa supporre – con ragionevole approssimazione – che il percorso sarà grossomodo il medesimo della Grecia. Per ora si prevede un aiuto da 100 miliardi, diviso in tranche, sul quale già è piovuto il diktat della Germania: nessun aiuto se non in cambio di piani di risanamento.

Tra un po’, vedremo, si inizierà a parlare di default selettivo, di haircut, e alla fine di possibile uscita dall’Euro. Stessa storia già vista, e storia preannunciata almeno da chi, dal momento in cui è scoppiata la crisi attuale, ha saputo, voluto, e continuato a osservare la realtà con gli occhi aperti e la mente lucida.

Dal punto di vista prettamente comunicativo, è oltremodo semplice rilevare, anche solo guardando qualsiasi telegiornale o leggendo una qualunque delle cronache economiche riportare dai quotidiani di massa, come il tutto si stia ancora una volta spostando in modo fraudolento. I servizi giornalistici iniziano con la notizia della Spagna in crisi, sull’orlo del default, e quindi passano ai piani di salvataggio per le Banche spagnole.

Il discorso, anche intuitivamente, non fila, come si vede: se a essere in crisi è la Spagna, intesa come Stato che non riesce a pagare i propri debiti, e intesa come una situazione sociale al collasso, il passaggio logico secondo il quale debbano essere le Banche – che sono soggetti privati – a beneficiare del salvataggio con denaro pubblico è ridicolo. È criminoso, a dire il vero. Perché si lascia percepire all’opinione pubblica che l’eventuale salvataggio del Paese passi necessariamente da quello delle Banche, che hanno l’unico elemento di consonanza nel fatto di risiedere sul suolo iberico.

Al di là degli aspetti comunicativi, ad ogni modo, la situazione si sta verificando per come era prevista, e gli altri paesi d’Europa non potranno che trarne effetti malefici, con ulteriori speculazioni sullo spread e i titoli di Stato. Come abbiamo scritto giorni addietro, agosto sarà rovente.

Suggeriamo un ulteriore bagno di realismo: sta fallendo la Spagna, dopo la Grecia. Non la Bulgaria, la Serbia o la Croazia, senza nulla togliere a questi paesi, ma la Spagna. Madrid e Barcellona, dopo Atene e Salonicco.

C’è ancora qualcuno in giro che la sente di scommettere sulla certezza che l’Italia, che Roma e Milano, non potranno seguire la stessa sorte?

Valerio Lo Monaco
www.ilribelle.com
20.07.2012

Per gentile concessione de “La Voce del Ribelle”

La Voce del Ribelle è un mensile – registrato presso il Tribunale di Roma,
autorizzazione N° 316 del 18 settembre 2008 – edito da Maxangelo
s.r.l., via Trionfale 8489, 00135 Roma. Partita Iva 06061431000
Direttore Responsabile: Valerio Lo Monaco
All rights reserved 2005 – 2008, – ilRibelle.com – RadioAlzoZero.net
Licenza SIAE per RadioAlzoZero n° 472/I/06-599
Privacy Iscrizione ROC – Registro Operatori della Comunicazione – numero 17509 del 6/10/2008

Pubblicato da Davide

  • xcalibur

    E’ lo “schema Shylock”, l’usuraio del Mercante di Venezia di Shakespeare… Grazie a politici corrotti ed ignoranti si “regala” a banchieri privati la facolta’ di emettere moneta, si indebitano cosi’ gli Stati, ben sapendo che non potranno mai ripagare i loro debiti per “comprarne” poi la sovranita’…

  • Affus

    una società basata sul furto e la rapina,una società senza etica, che non vuole capire la ragione, la razionalità della vita umana , 2+2 = 4 ,che si rifiuta di fare i conti , merita di cadere presto in depressione e di arrivare a una guerra purificatrice della stessa ragione sociale .

  • Tanita

    Proprio come segnala da tempo Barnard.
    Se per avere una banconota la devi chiedere ad una banca privata contro pago di interessi, il gioco é presto fatto.
    Se possiedi le banche, compri i media.
    Se hai i media, disinformi.
    Cosí la gente in genere non riesce a fare 1+1, cioé non riesce nemmeno a capire cos’é 1, e il saccheggio va avanti fino a che tutti rimangono a boccheggiare (quelli che non muiono).
    E i ricchi hanno i soldi (vostri, di tutti) per comprare quanto politico abbia prezzo, quanto periodista sia disposto a prestare il suo know how per il Sistema, quanto “intermediario” si richieda.
    Se poi queste corporation hanno un braccio armato come la NATO, ecco i risultati: Un’Europa saccheggiata e piena di basi militari, con paesi obbligati ad indebitarsi fino all’osso acquistando macchine da guerra per servire lo stesso potere corporativo e che deve alla fine svendere anche i servizi e il prodotto del lavoro FUTURO dei suoi cittadini.
    Orwell é stato un principiante, con il suo “1984”. Che schifo.

  • alberto_his

    Un default italiano non sarebbe cosa così tragica ma salutare se avessimo una classe dirigente degna di questo nome e un piano di rinascita, entrambe cose che mancano in Italia. L’esempio dell’Argentina calza ma fino a un certo punto. La guerra economica in atto ci vede come prime vittime designate in Europa, mentre la situazione in MO potrebbe portare a un’escalation militare che ci vedrebbe, dato il nostro ruolo di portaerei NATO, come sicuri bersagli in un conflitto ad ampio raggio. Sopravvivere a entrambi gli shock liberandoci dei padroni di casa (sempre che non ne arrivino subito altri) porrebbe le basi per ripartire. In mezzo ci sarebbe da soffrire, e non poco; ciò che fa male allo stomaco può far bene alla testa della gente.

  • castigo

    basterebbe che i soldi usati per “salvare” le banche fossero utilizzati per garantire i correntisti.
    in questo modo le banche potrebbero tranquillamente fallire senza mettere in pericolo nessuno, e probabilmente si risparmierebbero un sacco di soldi.
    vuoi mettere il divertimento di vedere uno come mussari in galera per bancarotta fraudolenta???
    in questo mondo alla rovescia, però, ci tocca vederlo a capo dell’abi…… anche se chi può essere più adatto a presiedere quell’associazione di malfattori??