Home / ComeDonChisciotte / ERF: LA NUOVA SPADA DI BRENNO

ERF: LA NUOVA SPADA DI BRENNO

DI MONIA BENINI
testelibere.it

Non basta mai. I nostri aguzzini continuano a inventarsi nuovi metodi di tortura. Continuano a stillarci il sangue e a trarre profitto dalle nostre tragedie.

Non bastava dunque il MES, il Meccanismo Europeo di Stabilità, la cui entrata in vigore è ora legata alle decisioni della Bundesrat, l’organo costituzionale tedesco. Non era sufficiente neppure il fiscal compact, o meglio il pareggio di bilancio, che trasforma un’entità illegittima – il debito – in una leva costituzionale bastevole a giustificare qualunque tipo di provvedimento che il governo di turno decida di calare sulle teste degli Italiani.

Ora l’Unione Europea sforna l’ERF, European Redemption Fund, o per meglio dire il Fondo Europeo di Redenzione (o Riscatto). Il 13 giugno scorso infatti il Parlamento europeo ha approvato, con il voto su due risoluzioni, il regolamento per il rafforzamento della governance dell’UE.

La prima risoluzione (clicca qui), denominata Gauzes, dal nome del relatore, è stata approvata con il 73% dei voti a favore (qui è possibile vedere il dettaglio) e ha messo nero su bianco un principio da far accapponare la pelle: l’assoggettamento a tutela giuridica di uno Stato membro (a decorrere dal 2017). Ciò significa che ‘le autorità dello Stato membro interessato attuano le misure raccomandate (dalle istituzioni europee, NdA) relative all’assistenza tecnica (…) e presentano alla Commissione un piano di ripresa e di liquidazione dei debiti per approvazione. Cioè il Governo nazionale perde ogni tipo di potere decisionale e operativo; in altre parole lo Stato è privato totalmente della propria sovranità. In altri termini potremmo dire che è commissariato. Formalmente occupato dall’esercito della grande finanza internazionale. Nessun complottismo, dunque…è una vera e propria dittatura dell’euro e dell’UE. Non a caso, l’ex presidente Cossiga si esprimeva in questi termini: “l’organizzazione politica più antidemocratica che esiste oggi al mondo è l’Unione Europea. (…) se uno stato sovrano si fosse dato un’organizzazione istituzionale come quella dell’UE saremmo scesi tutti quanti in piazza. Armati.”

La risoluzione Ferreira (clicca qui), approvata con il 74% dei voti favorevoli (vedi qui), stringe il cappio, introducendo appunto il nuovo fondo, l’ERF – il Fondo Europeo di Redenzione (o Riscatto). Tecnicamente, è l’articolo 6 quinquies a definire il biblico provvedimento, ‘al fine di ridurre il debito eccessivo nell’arco di un periodo di 25 anni’. Gli Stati membri dovrebbero trasferire ‘gli importi debitori superiori al 60% del PIL all’ERF nell’arco di un periodo di avviamento di 5 anni’, attuare ‘una strategia di consolidamento di bilancio e un’agenda di riforme strutturali’, costituire ‘garanzie per coprire adeguatamente i prestiti concessi dall’ERF’, ridurre ‘i rispettivi disavanzi strutturali durante il periodo di avviamento per rispettare le norme di bilancio’. Il passaggio sicuramente più insidioso è quello relativo alle garanzie: secondo gli analisti tedeschi, l’Italia dovrebbe partecipare al fondo con la quota più grande (40%), ovvero oltre 950 miliardi di euro. Per coprire il prestito dell’ERF, l’Italia potrebbe essere costretta a cedere (almeno per 25 anni) una frazione più o meno cospicua del gettito delle imposte nazionali, a vendere una parte del patrimonio (asset) pubblico, a dare in pegno le proprie riserve auree e di valuta estera. Perdendo tutto, nel caso non riesca a onorare il prestito dell’ERF. Siamo dunque in un nuovo circolo vizioso: riforme strutturali e ripianamento di un debito illegittimo, attraverso un nuovo ricorso a prestito (ovvio, no?! secondo la logica degli usurai è infatti normale che una persona indebitata faccia ricorso a nuovi prestiti!). Ma questa volta gli strozzini vogliono garanzie a copertura: ci penseranno le nostre tasse e il patrimonio del nostro paese.

Il Parlamento Europeo (con poche lodevoli eccezioni) fiancheggia dunque, più o meno ignaro, le istituzioni antidemocratiche europee, come la Commissione e la BCE, e aiuta le banche e la finanza mondiale a dissanguarci, attraverso il nuovo Fondo Europeo di Redenzione.

Fra l’altro, il nome attribuito a questo malefico meccanismo è profetico: nell’Antico Testamento (Salmi) si legge che il denaro sarà sempre insufficiente per il riscatto dell’anima. Da un punto di vista meno spirituale, tutto quanto si possiede è dunque insufficiente per la redenzione.

Non c’è più limite alle pretese di questa Europa: una nuova spada di Brenno è stata messa sul piatto della bilancia e l’oro già versato non basta più. Il percorso è obbligato e dobbiamo mandare a casa le marionette che ci governano, spezzando al contempo i fili di chi le dirige. Altrimenti non ci resterà che la seconda parte della tradizione romana: “Non auro, sed ferro, recuperanda est Patria”.

Parliamoci chiaro: se ci sembrava essere di aver raggiunto il fondo con le ‘raccomandazioni’ poco amorevoli dell’UE, il pareggio di bilancio, il meccanismo europeo di stabilità, dobbiamo cambiare idea: l’ERF ci sta traghettando all’inferno. Non abbiamo scuse: solo noi possiamo realmente ‘redimerci’, riscattarci come cittadini, affrancandoci da questa Europa e dai partiti complici e conniventi con banche e grande finanza. Solo poi possiamo liberarci dalla dittatura del Dio denaro.

Monia Benini
Fonte: http://testelibere.it
Link: http://testelibere.it/blog/erf-la-nuova-spada-di-brenno
23.08.2012

Pubblicato da Davide

  • SeveroMagiusto

    Che dire? Essere derubati per legge non è che tiri su di morale…A questo punto bisogna che qualcuno mi spieghi che differenza c’è fra Stato e Mafia. Al di là dei principi morali tanto sbandierati e dei quali il nostro ineffabile Presidente della Repubblica si riempie la bocca. Quei principi ai quali qualcuno ha creduto e che per questo ci ha lasciato la pelle. E dei quali invece la maggior parte dei nostri rappresentanti nelle Istituzioni si fanno un baffo e calpestano a piè pari. Ma si sa, quando ti dicono che le cose sono fatte a termini di legge, allora dobbiamo stare tranquilli e obbedire. E – tanto per rimanere in tema di fulgidi esempi di integerrimi personaggi – rassegnarci per esempio ad avere un Presidente della Repubblica non eletto dal Popolo che nomina sua sponte un Presidente del Consiglio senza l’avvallo degli elettori. Una beffa al quadrato! Severo Magiusto – http://www.lavocedellaplebaglia.net

  • castigo

    te la spiego io: la Mafia, se per caso finisci nei guai e sei un bravo picciotto, si occupa di te e della tua famiglia.
    questo stato, una volta che ti ha spolpato, anche se sei un bravo cittadino (o forse soprattutto) ti lascia nella merda…….

  • cardisem

    Qui bisogna mettersi a fare politica sul serio…

  • Vocenellanotte

    Questo da quando la Mafia di importazione si e’ “americanizzata” e cioe’ dalla fine degli anni ’20, quando la Mafia si e’ piegata, per orientare la sua potente organizzazione solidale e guidata da codici d’onore non scritti, sul fronte dei profitti malavitosi. Prima di allora la Mafia era un sistema di governo alternativo a Roma, con metodi alle volte brutali e spicci, ma sempre con il fine sociale della giustizia ed equita’.

  • Nauseato

    Ultimamente ripeto sempre più spesso uno trito luogo comune: “la realtà supera sempre la fantasia”, ma evidentemente devo ripeterlo ancora una volta ed evidentemente se qualcosa è un luogo comune non lo è mica per niente …

    Ultimamente infatti si leggono sui giornali accorate dichiarazioni di attuali ministri (Passera, Fornero e di Monti stesso …) che deplorano le “troppe tasse” che gravano in italia. Non per nulla il simpaticissimo direttore dell’Agenzia delle Entrate Befera, ha ammesso con ineffabile candore che la pressione fiscale si aggira oggi attorno al 70% … e aggiungendo le quadruplicate tasse locali probabilmente qualcosa in più ancora.

    Ma il bello è che nessuno, nell’ascoltare e riportare queste acutissime osservazioni, nemmeno per sbaglio, sia capace di ricordare a questi delinquenti farabutti che sono loro i primi e unici responsabili delle troppe tasse che tanto deplorano. Nessuno che alzi il suo ditino per far notare che sono loro ad aver sottoscritto il Fiscal Compact, con tutto quel che seguirà nei prossimi anni. Loro ad aver consegnato questo disgraziato paese incaprettato nelle mani dell’eurocrazia.

    Nemmeno Buñuel, Beckett e Ionesco messi assieme sarebbero riusciti ad arrivare a tanto.

  • Tanita

    Io da italo argentina ho detto a mia cugina (italiana) quando Monti é stato “nominato”: “Ti posso assicurare che sarebbe stato meglio che la Mafia avesse preso il governo”. Ai fatti mi rimetto.

  • Tanita

    Hai ragione. La realtá ha superato ampiamente Orwell, ad esempio. Ma invece di essere nauseato dovresti essere incazzato. Molto. Tanto da reagire.

  • IVANOE

    Scusate. ma la colpa è la nostra !!
    Da tutti questi post che indicano sigle e si piangono addosso sembra che non ci sia soluzione che tutto sia eneluttabile…
    Ma non è così !!
    Basta che mandiamo tutto a monte noi uscendo dall’euro… e sai cò tutte ste sigle e accordi e carte i tedeschi e i burocrati di bruxelles che ci devono fare ?

  • polidoro

    Avresti ragione, hai ragione sul “cosa fare” ma .. chi lo fa ? Io e te e un po’ d’altri ?

    Ho provato a suggerire qualcosa nel Blog di Grillo, ad esempio, dicendo che era ora di fare qualcosa, almeno di inondare di email Monti etc. riguardo allo smontaggio della Dia che è in corso, riguardo al problema denunciato da questo articolo.
    Nulla, qualche voto e tutto passa. Mi sembra proprio un Gatekeeper.

    Ma comunque, oltre a Grillo, cosa fare ? Come ?

  • IVANOE

    Caro polidoro,
    secondo me non ci sono cose e nè soluzioni immediate, perchè non si sente nell’aria non si muove nulla.Perchè il popolo italiano dorme e aspetta che qualcun’altro si lamenti…
    Per i l momento siamo costretti tutti in modo silenzioso direi omertoso a resistere al continuo logoramento che ci stanno facendo…aspettando che nei guai per via della crisi economica ci finiscano prima gli altri… capito ? a che stupidità siamo arrivati ? A quale tipo di perverso pensiero ci siamo fatti portare.
    Invece penso che alcune coe nel medio-breve periodo possiamo farlo.
    Non mettere più al mondo nessun bebè italiano e se qualcuno di noi ormai ha fatto “la cazzata2 di mettere al mondo figli senza garanzia, di dissuadere in tutti modi i propri figli di mettere al mondo altri figli.
    Il loro potere ed in modo particolare quello italiano ( c’è il capo della chiesa…) si fonda sul continuo ricatto ai padri di famiglia…prima non gli spiegano in che cazzo di finta democrazia viviamo, poi mettono al mondo i figli e poi gli tolgono all’imporvviso il lavoro e subito dopo la casa e poi li fanno perdere in qualche dramma familiare conseguenza deegli stenti economici od anche della frustrazione che ha un padre disoccupato nei confronti dei figli… a tutto questo si agginuge che questi padri di famiglia ( anche madri ovviamente ) oltre ad non essere assistiti sono continuamente vessati dall’altra parte degli italiani fatta dai furbi, dai raccomandati, da quelli che si sono arrichiti sulle spalle loro, dagl ievasori fiscali… e il dito che hanno puntato sulla tempia gle lo premono proprio questi farabutti…
    Quella di non partorire più figli è una soluzione silenziosa ed indolore che permette all’operaio single di sopravvivere e dare in saccoccia al ricco, far diventare l’italia un paese di vecchi, fsr finire comunque la pacchia a questi farabutti che campnp proprio sulle nascite disgraziate dei poveri perchè così consumano e sono buone braccia da lavoro da sfruttare…sai potrà dire ci sono sempre i figli degli immigrati… e ben vengano !!! Almeno imbastardirebbero pure quelle famiglie ricche cosidette per bene che proteggono le figlie da incroci meticci… e allora anche qui sarebbe una bella soddisfazione vedere che ne sò la nipote del berlusca assieme ad un colored e che ha figli di colore…e magari tutti quanti assieme nonno compreso a ringraziare allah con le nipotine mussulmane… sarebbe una scena gustosa da vedere…
    Altra cosa da fare ma che non è necessario fare è vedere il continuo imbarbarimento della società italiana, fino purtroppo allo scoppio di una guerra civile purificatrice… E’ sufficiente leggere tutti i fattacci di cronaca ceh avvengono tutti i giorni per capire su quale bocca di vulcano ci troviamo… adesso non ci sono più i semplici delitti per una rapina finita male, ma veri e propri regolamenti di conti su fallimenti andati male, insospettati commercianti che vanno in chiesa e invece sono dei famiggerati usurai..cioè cifre da capogiro, nel senso che ormai il delinquente non è più riconducibile al suo casellario giudiziario, ma siaom diventati tutti noi con i nostri avidi comportamenti…
    Le due soluzioni andranno a maturazione non prima di 15 anni e il oro effetti comunque benefici ( almeno muovono l’acqua putrida della palude ) non prima di 25 30 anni…
    Queste due soluzioni diciamo automatiche e/o senza forza d’inerzia avverranno da sole senza colpo ferire senza nessuna fatica ed alla faccia di monti, formero, berlusconi, d’alema, bersani, grillo, di pietro ecc. ecc. tutti speculatori e sfruttatori della situazione…
    Cosa succederà a noi ?
    Probabilmente nulla perchè la nostra fortuna è che non dobbiamo difendere nessun interesse e per questo non appedibili ai farabutti senza scrupolo.

  • Georgejefferson

    In certi luoghi comuni ci sono fondi di verita…l’importante (a mio giudizio)e’ il non prenderli come regola a prescindere,o confondere il Macro..col Micro…Sulle tasse,niente di nuovo,l’intento vero e’non alzarle ai ricchi….e tagliare servizi (o privatizzarli) di sostegno ai poveri,e’l’azione secolare svolta dall’ideologia del piu forte…il nemico per loro(che non sono vero Stato..ne socialista,ne liberale)sono i redistributori

  • Primadellesabbie

    Metto da parte, intenzionalmente e per il momento, qualsiasi giudizio sul sistema economico dominante. Qui, ed in molti altri interventi, si esprime riprovazione e sdegno per il fatto che la situazione debitoria dell’Italia, richiedendo interventi di aiuto dall’esterno, nel caso il Paese volesse rimanere nell’Europa, potrebbe risolversi in una perdita di sovranità. Posso supporre la situazione in essere attribuibile all’incapacità amministrativa di chi ci ha governato fin qui? Pongo delle domande, per cercare di capire le ragioni di questo sdegno. Immaginiamo che l’Europa, presa visione dell’inefficienza del nostro sistema giudiziario e della conseguente incapacità di rendere giustizia, decidesse di intervenire e farsene carico direttamente togliendo la sovranità ai locali governanti vi indignereste? Ripeto la domanda a proposito dell’incapacità di organizzare un servizio postale che funzioni decentemente; di un sistema ferroviario che assolva il suo scopo e via elencando. Tutti questi disastri si sono prodotti, nonostante le enormi cifre dilapidate e l’esosità del sistema fiscale (mettiamo un velo pietoso sulla storia degli evasori che mi sembra quantomeno strumentale per il modo in cui é sbandierata), fino ad arrivare alla situazione debitoria di cui sopra. Forse per qualche perversione siamo innamorati dei governati resisi fin qui disponibili? Riteniamo di averne di migliori nel cassetto? Il fatto che, all’interno del sistema, gli sfruttatori la facciano da padroni é o non é una conseguenza del malgoverno? Anche dopo il 1945, dopo la conclusione della tragedia ascrivibile al fascismo, si sono continuate a sentire persone inneggiare a quel regime. Al momento giusto, cioè quasi subito, queste stesse persone si sono schierate disinvoltamente con chi, in quell’occasione e fino ad oggi, ci ha tolto la sovranità ed il gioco é ricominciato…something is rotten in the state of Denmark?… . Fatemi capire. Cordiali saluti.

  • nuovaera89

    Ne avevo sentito parlare alla mia ultima visita in parlamento europeo, ma non mi aspettavo così tanti voti a favore da parte del partito alde, ma constatando la grande presenza di neo liberali nel partito centrista, sono stato terribilmente ottimista!
    Ci vuole un cambiamento radicale, questa Europa è un Europa sbagliata, e un Europa diversa da quella che dovrebbe essere, unita, democratica, parole sparite e sepolte da tutti questi trattati anti democratici e anti costituzionali. Il problema e che la politica come sempre fa da tappetino a tutto questo schifo, e i cittadini europei lasciano fare.
    Draghi, commissione Europea, BCE, politici ecc saranno tutti dei mascalzoni ladri e vigliacchi, ma i cittadini un timido segnale di reazione a tutto questo non lo hanno, a questo punto penso proprio che c’è lo meritiamo…

  • Nauseato

    Ma che stai scrivendo ? Oltre a non aver capito praticamente nulla di quanto è scritto nell’articolo, ipotizzare confusamente che l’asservimento all’eurocrazia possa anche solo minimamente sanare il marcio italiano è come credere alla fata Turchina.

  • Nauseato

    Non solo “i cittadini europei lasciano fare” … ce ne sono perfino alcuni che arrivano a gioirne …

  • Primadellesabbie

    Simpatico interlocutore, se lei ritiene che il “marcio italiano” possa essere sanato, a questo punto, dagli italiani e magari “quasi democraticamente” la lascio a bamboleggiare con le sue visioni. Si troverà in ottima compagnia, il nostro amatissimo Presidente ed i nostri stimatissimi Primi Ministri presente, passato e futuro tra altri che sarebbe lungo ed inutile elencare ma che a differenza di lei, non bamboleggiano. Rappresentanti di tutte le correnti politiche, imprenditoriali, dell’informazione, ecc. ecc. che, dimenticandosi di avere distrutto il Paese, non solo economicamente, si sono assegnati “i’ingrato compito” di ricostruirlo. Forse lei é in grado, con la forza delle sue idee, o grazie alla sua influenza, di riunire numerose, efficaci e concordi legioni di insorti capaci di mettere al passo i suddetti fenomeni o, altrimenti, di rispedirli a zappare l’orto per lasciare a lei, o a chi sa lei, il compito di rimettere le cose a posto. Se questo accadesse, le presenterei le mie scuse e si meriterebbe la mia stupita ammirazione. Scuse e ammirazione sarebbero fuori causa se il suo disinvolto intercalare fosse, come temo, manifestazione di superficiale aggressività che non porta da nessuna parte e non serve a nessuno. Lei crede che io, ed altri lettori, non siamo in grado di decodificare un compitino mascherato da scandalizzata denuncia? Ripieno di dati compreso? Nonostante lei usi un linguaggio poco amichevole mi espongo a comunicarle un dato non inserito nell’archivio della Commissione Europea che potrebbe esserle utile per l’avvenire: É TARDI!. Tardi per giocare allo spaventapasseri, purtroppo. Un’ultima cosa. Non ho nessuna propensione per i colonialismi (‘asservimento’ é fuori luogo) e credo nella Fata Turchina. Non posso fare a meno di ringraziarla per l’attenzione prestatami ed inviarle cordiali saluti.

  • Nauseato

    Ben 280 parole per dirmi sostanzialmente nulla. L’unico buon spunto – senza alcuna ironia – la professione di fede nella fata Turchina.

  • Primadellesabbie

    Non potevo immaginare…eppure qualcuno doveva avermelo detto che adesso prima insegnano a fare di conto e solo dopo a leggere.

  • Nauseato

    🙂