Dubbi sul vaccino covid, a Crisanti si aggiunge Galli. Mettere in discussione il verbo per qualcuno è lecito.

Dopo che Crisanti ha ribadito che non farebbe oggi il vaccino Covid “perché non abbiamo i dati sui test”, un altro dei volti noti di questa epidemia si espone a sorpresa con dichiarazioni che non ti aspetteresti riguardo ai vaccini. Assieme a Crisanti, Massimo Galli è forse ciò che potevamo identificare tra le figure mediche più allarmistiche e più presenti di questa pandemia. E così dopo aver dato del no-vax a Crisanti, ora qualcuno proverà a farlo anche con Galli, cosa che quantomeno ci può far sorridere e speriamo, ma senza contarci troppo, che il dibattito attorno al virus diventi più dibattito e meno guerra di trincea, limitando almeno un minimo la polarizzazione delle posizioni.

 

Oaplus.it

“Non c’è farmaco e non c’è vaccino su cui possiamo dire a priori ‘non mi farà male tra 10 anni’. La dichiarazione è stata fatta da Massimo Galli, responsabile di malattie infettive dell’ospedale Sacco di Milano, intervenuto a Uno Mattina, su Rai Uno.

In risposta alle domande poste al medico sui vaccini contro il coronavirus, Galli ha appunto sottolineato che “è impossibile escludere effetti collaterali tra 10 anni”, aggiungendo però che “la penicillina ha molte più probabilità di avere effetti collaterali rispetto ad un vaccino”, e che “appena sarà disponibile il vaccino contro il Coronavirus, lo farò”.

 

Fonte: https://www.oaplus.it/attualita/coronavirus/covid-ci-sono-gia-ombre-sul-vaccino-impossibile-escludere-effetti-collaterali-tra-10-anni/?fbclid=IwAR2-dewL2QbkOUEmHQvP6p9K4JtS6T5ZBNLUasQp6d08zmjS_tnH28BR1y0

0 0 voti
Article Rating
1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments
CptHook
CptHook
24 Novembre 2020 , 18:18 18:18

Galli stia tranquillo, mia moglie ed io cediamo volentieri i nostri a lui e gentile signora…