Home / ComeDonChisciotte / DOV'E' BARNEY?

DOV'E' BARNEY?

DI JAMES P. BOYNE
TBR News.org

Dov’è Barney? Il “First Dog”. Il cane del presidente. Quel piccolo Scottish Terrier nero e carino.

E’ da un sacco di tempo che non lo vedo. Almeno da due mesi.

Cos’è successo?

Povero Barney.

Non lo portano più a passeggio?

Nessuno sta più giocando al riporto con lui?

Non viene più portato ogni settimana a spazzolare e curare?

Esigo una risposta.

Barney è l’unico motivo per cui ho votato per il Presidente Bush.Mi sento tradito.

E sono preoccupato.

Per Barney.

L’unica ragione per cui guardavo le news nei telegiornali notturni era per vedere se a Barney fosse ancora stata fatta fare la sua Presidenziale passeggiata quotidiana dal prato verde e brillante della Casa Bianca all’elicottero Presidenziale; e dall’elicottero attraverso il prato all’inglese fino alla Casa Bianca, e poi ancora fuori dalla Casa Bianca, attraverso il prato all’inglese all’elicottero e così via.

Era uno dei cani più allenati d’America.

Amavo il modo in cui il Presidente Bush prendeva Barney nelle sue mani Presidenziali, salutava il Marine di guardia, portava Barney sui gradini dell’elicottero Presidenziale e si girava dando alla folla un saluto Presidenziale.

E’ questo il motivo per cui ho votato per il “Presidenziale” George W.Bush. E’ stato Barney a farmelo fare. Io ho votato per Barney.

Dio quanto amo quel cane.

Non mi interessa se il Presidente Bush spende 300 miliardi di dollari versati dai contribuenti per l’Iraq e non abbiamo nulla da mostrare contro di esso.

Non mi interessa se abbiamo 70 milioni di americani senza copertura assicurativa sulla Salute [Health insurance]; 9 milioni di disoccupati; 12 milioni di disoccupati a lungo termine; oltre un milione di posti di lavoro esportati a Cina e India; un salario minimo di 5.15 $ l’ora (circa 10.000 $ l’anno); e che quasi 8 milioni di americani abbiano dichiarato bancarotta negli ultimi 5 anni.

Non mi importa.

Mi manca Barney.

Non mi interessa neanche se 100,000 iracheni sono stati uccisi in Iraq, la maggior parte dei quali uccisa da Americani.

Cerco di interessarmi, senza risultati, dei 18,000 Americani uccisi in Iraq e dei 12,000 feriti gravi.

Ma non conosco nemmeno una singola vittima.

Raramente vedo un singolo “eroe caduto” in televisione.

E ora che non vedo neanche Barney, che ero solito vedere tutte le sere, scodinzolante e a passeggio sul prato della Casa Bianca con il Presidente degli Stati Uniti d’America.

Era l’unico motivo del mio voto al Presidente.

Dio quanto amo quel cane.

Non mi interessa se ci sono 20 milioni di stranieri che vivono illegalmente negli Stati Uniti e più di 3 milioni di persone che cercano in ogni modo di raggiungere la frontiera meridionale del paese ogni anno.

Barney sta bene?

Non mi interesso di questioni come evoluzionismo o creazionismo, aborto o diritto alla vita del feto, non mi interesso dei 10 Comandamenti, non mi interessa se i nostri piccoli debbano o no pregare a scuola, se dobbiamo sventolare la bandiera o profanarla, non mi interessa chi è “rinato in Cristo” e chi no.

A Barney non interessa.

Barney non crede in una religione.

Cosa sta facendo Barney?

E’ tutto quello che voglio sapere.

Non mi interessano nemmeno i miei problemi personali.

Non mi interessa neanche che a 55 anni sono stato licenziato e da 18 mesi non riesco a trovare un altro lavoro.

Non mi interessa che la mia compagnia assicurativa sanitaria mi abbia scaricato e che una nuova polizza mi costerebbe 1500 $ al mese.

Mi manchi, Barney.

Non mi interessa se il mio datore di lavoro per cui ho lavorato negli ultimi 30 anni mi ha mentito sulla mia pensione lasciandomi con un pugno di mosche in mano.

Non mi interessa se mia moglie ha dovuto pagare 150.000 $ per un intervento chirurgico alla schiena e per 8 giorni di degenza in ospedale.

Non mi interessa se devo spendere 1000 $ per le ricette mediche e non ho la minima idea di come pagarle.

Sapremo mai se Barney è al sicuro, felice e al calduccio?

Non mi interessa del fatto che sono un veterano del Vietnam e non sono nemmeno idoneo ad avere una copertura assicurativa sulla Salute dal “VA” (che tra l’altro è stato chiuso recentemente)
[Il VA, Department of Veterans Affairs è un dipartimento creato nel 1989, responsabile degli interessi dei veterani militari statunitensi, n.d.t].

Non mi interessa nemmeno se ho fatto bancarotta e se io e mia moglie abbiamo l’udienza per bancarotta programmata per il mese prossimo.

Semplicemente non mi interessa.

Tutto quello a cui posso pensare è — dov’è Barney?

Barney eccelleva in quello che fanno tutti i cani. Eccelleva nel non fare niente.

Dio quanto amo quel cane.

Non mi interessa che Rove abbia spiattellato l’identità di un agente segreto della CIA a Cooper e che quest’ultimo potrebbe averlo fatto sapere a Novak che in seguito lo scrisse sul suo giornale dopo averlo detto anche a Miller che potrebbe averlo sentito da Libby il quale l’ha sentito, o forse no, da Cheney che non sapeva nulla di Plame che è la moglie di Wilson, quello che scrisse un articolo sull’ossido di uranio che non fu acquistato da Saddam Hussein dalla Nigeria.

Non mi interessa se il Presidente non si sta pronunciando al riguardo perché l’indagine non è ancora finita e perché non tutto è ancora venuto allo scoperto e perché nessuno può dire la verità fino a che tutto sia risolto da Patrick Fitzgerald, il Procuratore speciale.

Barney probabilmente conosce meglio di tutti noi le cose che succedono alla Casa Bianca.

Ma semplicemente non parla. E nessuno può farlo parlare..

Dov’è Barney? Dov’è?

Spero che non se ne sia andato, che non sia scappato e che non si sia perso.

Solo a me interessa?

La settimana scorsa ho visto il Presidente in Tv mentre camminava sul prato verde all’inglese della Casa Bianca con Karl Rove, evento apparentemente orchestrato per mostrare che il Presidente supporta Mr Rove in questo difficile momento del caso Plame/Novak/Cooper/Miller, etc.

Scott McClellan seguiva il gruppo come se fosse stato un cane al guinzaglio del Presidente.

Barney si sarebbe ingelosito.

Di Barney nemmeno l’ombra.

Sono preoccupato.

Non mi interessa dei 500 miliardi di dollari di debito, a che fine ha fatto la proposta di una tassa di 350 $ per i più benestanti o degli 8 trilioni di dollari di debito pubblico. Non posso preoccuparmi dei soldi di questi tempi.

Sono preoccupato per Barney.

A volte penso di essere stato ingannato.

So che i politici sono sinistri e manipolatori.

Ho sentito molto parlare “degli sporchi trucchi”, delle fughe di notizie alla stampa, e di operazioni fotografiche programmate. È tutta una tattica?.

Le informazioni su Barney sono state per caso oscurate apposta per distrarmi dalla situazione critica della nostra grande nazione sfidata dal terrorismo internazionale e dalle forze del male?.

E’ un trucco politico per distogliermi da argomenti quali la crisi del sistema sanitario nazionale e il precipizio economico e finanziario su cui è in bilico la nostra nazione?.

Bush deve ringraziare Dio che Barney non possa essere chiamato a testimoniare di fronte al Gran Jury.

Se Barney fosse chiamato a testimoniare, il Presidente sarebbe fritto.

Barney avrebbe allora, sotto giuramento, e spaventato dal rischio del carcere, spiattellato tutto.

Sarebbe peggio di un Cessna che vola basso e lento proprio sopra la Casa Bianca.

Sarebbe l’implosione e la scomparsa di tutti i parassiti che infestano la Casa Bianca.

Barney sa i nomi e i cani non dimenticano facilmente.

Barney sa chi è amico dell’America e chi no.

E’ istintivo nei cani. Semplicemente lo sanno.

Se solo sapessi qualcosa di Barney.

Se solo potessero assicurarmi che Barney è al sicuro tutto sarebbe Ok.

Tutto ciò che voglio è solo un altro servizio di trenta secondi in televisione che mi mostri Barney orgogliosamente scodinzolante, passeggiare sul prato verde e brillante della Casa Bianca e arrivare all’elicottero.

Amo quel cane

James Boyne. [email protected]

Titolo originale: “Where is Barney??—-the Presidential Dog.”

Fonte: http://www.tbrnews.org
Link
19.07.2007

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di DEMONEIVO

Pubblicato da Das schloss

  • marzian

    Barney dovrebbe stare benone. Nella pagina a lui dedicata sul sito della Casa Bianca la più recente foto risale a circa un mese fa, il 21 giugno 2007:

    http://www.whitehouse.gov/barney/ [www.whitehouse.gov]

    Inoltre, giusto ieri si riportava che:

    Il presidente, di ottimo umore dopo l’intervento, ha fatto colazione con alcuni dei suoi stretti collaboratori: il capo di gabinetto Josh Bolten, il consigliere Fred Fielding, il Consigliere per la Sicurezza Nazionale della Casa Bianca Stephen Hadley.
    Quindi, prima di fare un giro in bicicletta per le colline della proprietà, Bush ha giocato con i suoi due cani, Barney e Miss Beazley
    .
    http://www.liberta.it/asp/default.asp?IDG=707222022&H= [www.liberta.it]

    Chiarito questo, …

    Non mi interessa neanche se 100,000 iracheni sono stati uccisi in Iraq, la maggior parte dei quali uccisa da Americani.

    Questa cifra risale al novembre 2004. Adesso bisogna come minimo aggiungere uno zero:

    https://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=3030 [www.comedonchisciotte.org]

    Al contrario, per quanto riguarda:

    Cerco di interessarmi, senza risultati, dei 18,000 Americani uccisi in Iraq e dei 12,000 feriti gravi.

    I morti confermati sono solamente 3631 ( http://icasualties.org/oif/ [icasualties.org]). Il sito da cui viene questo pezzo ha spesso sostenuto che i soldati Usa morti in Iraq siano molti di più di quelli dichiarati, ma ad oggi non ha fornito alcuna prova.