Home / ComeDonChisciotte / DIPARTIMENTO DELLA DIFESA USA: IL CONTROLLO DELLA POPOLAZIONE COME PARTE DELLE “OPERAZIONI DI STABILITA’”

DIPARTIMENTO DELLA DIFESA USA: IL CONTROLLO DELLA POPOLAZIONE COME PARTE DELLE “OPERAZIONI DI STABILITA’”

DI JURRIAAN MAESSEN
explosivereports.com

Un funzionario del Dipartimento della Difesa ha ammesso che il controllo demografico è parte integrante delle “operazioni di stabilità” americane

Qualche giorno fa (1), James A. Schear, vice-assistente segretario della difesa per le strategie di partnership e le operazioni di stabilità, ha dichiarato al pubblico del summit annuale della ISOA – Associazione Internazionale delle Operazioni di Stabilità, che il controllo demografico è una delle “missioni centrali” dell’esercito statunitense in relazione alle operazioni di stabilità. Il comunicato stampa del Dipartimento recita (2):

“Le operazioni di stabilità, che di solito costituiscono operazioni militari in contesti civili, comprendono numerose missioni, tra le quali le operazioni di pace, la lotta al terrorismo, le operazioni anti-droga, il controllo demografico e l’assistenza nazionale”.

“Mentre cerchiamo di riequilibrarci nei confronti della regione pacifico-asiatica, mantenendo la nostra enfasi sul Medio Oriente (3), come di dovere, stiamo inoltre considerando le operazioni di sicurezza come mezzo per sostenere i nostri impegni sulla difesa all’interno dell’Europa e nell’ambito della partnership in tutte le regioni”, ha dichiarato Schear.

Nel suo discorso, Schear ha sottolineato che lavorare con il settore privato, tanto in Europa quanto negli Stati Uniti, è cruciale per assicurare che le “operazioni di stabilità”, come il controllo della popolazione, vengano effettivamente implementate:

“Nelle regioni in cui sono in gioco gli interessi nazionali americani (4), dobbiamo ora attuare l’investimento necessario per poter evitare di richiedere in un secondo momento delle operazioni più grandi, più costose e più intrusive”, ha aggiunto Schear. Ha inoltre menzionato il bisogno di alleanze internazionali:
“Andrei anche oltre, dicendo che non solo il governo americano, ma anche i nostri alleati ed i nostri partners (5) sentiranno il crescente bisogno di competenze del settore privato in loco, come ad esempio migliorare la governance, monitorare le situazioni precarie, fornire capacità di risposta immediata”.

Il controllo demografico come parte degli obiettivi geo-politici statunitensi era già stato formulato nel 1974 da Kissinger, nel suo famoso rapporto NSSM 200: Implicazioni della Crescita della Popolazione Mondiale sulla Sicurezza e gli Interessi Esteri degli USA (6). In questo spietato rapporto, il controllo demografico viene considerato come un interesse straordinario per la sicurezza americana, specialmente in merito alle provviste alimentari mondiali:

“Dal momento che l’aumento della popolazione è uno dei fattori determinanti l’aumento nella domanda alimentare, l’insufficiente allocazione delle risorse della PL 480 [legge che permette l’uso delle scorte alimentari americane come aiuto all’estero – n.d.t.] dovrebbe prendere in considerazione quali misure vengono adottate da un Paese sia in merito al controllo demografico, sia alla produzione alimentare. Tuttavia, in tali sensibili relazioni è importante, in forma ed in sostanza, evitare l’apparenza della coercizione”.

Altra dichiarazione del Premio nobel per la pace Kissinger:

“(…) la strategia di assistenza nel suo complesso dovrebbe concentrarsi sempre di più su politiche selettive che contribuiranno al declino della popolazione ed ad altri scopi. Questa strategia riflette la complementarietà tra il controllo della popolazione e gli obiettivi di sviluppo degli Stati Uniti, in particolare quelli collegati all’autorità congressuale dell’USAID affinché si concentri sul problema della grande povertà nei paesi meno sviluppati”.

Viene anche menzionata la possibilità di usare il cibo come arma nel gioco demografico:

“Senza una migliore sicurezza alimentare, ci saranno pressioni che porteranno ad eventuali conflitti ed al desiderio, da parte delle famiglie numerose, di propositi “assicurativi”, minando così altri sforzi sullo sviluppo e sul controllo demografico”.

Gli ultimi commenti da parte di un alto funzionario alla Difesa dell’esercito americano sottolineano il fatto che la popolazione era ed è tuttora la preoccupazione principale dell’amministrazione, non solo negli interessi della sicurezza americana, ma anche per quelli del Nuovo Ordine Mondiale.

Jurriaan Maessen
Fonte: http://explosivereports.com
Link: http://explosivereports.com/2012/10/18/dod-population-control-part-of-us-stability-operations/
18.10.2012

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di ROBERTA PAPALEO

Pubblicato da Davide

  • Tanita

    Sono convinta che questi tizi sono dei psicopati. Nonostante le porcherie che hanno fatto e fanno un po’ in tutto il mondo, pare che gli USA abbiano qualche problemino dentro e fuori, come pure i suoi alleati.
    Che poi si sa come gli USA trattano i loro alleati una volta usati a dovere. Magari gli europei dovrebbero farci un pensierino.

  • Stopgun

    Uno dei metodi proposti da NSSM 200 era l’uso delle TV, ovvero presentando in TV una donna di trenta/quarant’anni libera che va in giro con amanti, amiche, molti soldi etc (scopa opera) si convincono migliaia di donne che sopravvivono in casa con 5 o più figli e pochi soldi a fare pochissimi figli oppure a non mettere su famiglia.

    Era il 1974.

    Pochi anni dopo iniziarono in Italia le TV private.

  • Aironeblu

    Beh, se il controllo demgradico era uno degli obbiettivi mondialisti già dal ’74 (in realtà ben prima), pare proprio che non l’abbiano centrato…

  • terzaposizione

    Airone : il junk-food stà causando problemi agli organi sessuali degli infanti USA – cavie,roditori nutriti con sementi OGM dopo la 4a generazione hanno un elevata incapacità di riprodursi – l’Europa non fa più figli sia per egoismo che per pessimismo nel futuro; inoltre tra inquinamento ambientale,elevata incidenza di mortalità nei teen-agers e probabili guerre, ci stanno arrivando.

  • Fabriizio

    come i tacchini

    che ormai non si riproducono piu’ LIVE

    si arrivera’ che anche gli umani

    si potranno riprodurre solo in vitro-fivet-eterologa etc

    e la cosa verra’ concessa

    solo se ritenuta opportuna.

  • fengtofu

    Le politiche di controllo nascite hanno ovviamente creato, data la loro artificiosità del tutto innaturale, a volte anche mutilante (legatura delle tube o dei vasi seminiferi) o concerogena e nociva (terapie ormonali varie, pillola..) o democraticamente omicida (incoraggiamento all’aborto presentato come “liberazione” ovvero, scopate pure allegramente che poi le conseguenze ve le togliamo noi di pancia, che mica è colpa vostra), solo guai ulteriori e sono sostanzialmente fallite, dall’India di Indira alla Cina del mono-figlio obbligatorio, all’Occidente, che produce pochi figli perchè annegato nel suo benessere egoico e nelle ideologie di morte stile Pannella-Bonino o movimenti femministi d’antan, tutti comprovati agenti embedded dei servizi americani o israeliani, perfino individui come il Ferrara antiabortista, che sta lì per confondere le carte.
    Non ci sfugga quindi il fatto che la priorità del population control spetta all’ESERCITO USA! Gli eserciti servono a cosa, da che mondo è mondo, se non a uccidere, sempre e comunque? Ha ragione Fuschini nel suo ultimo sul G. d Ribelle, l’alternativa unica che ci attende è una o più prossime guerre, magari civili, che ci riguarderà tutti, nelle nostre case e città, altro che pensare al matrimonio gay , all’antipolitica e cazzate varie.

  • Stopgun

    NSSM 200 si propone di attuare politiche demografiche in 13 paesi chiave Nigeria Egitto India ed altri (la Cina e’ esclusa dal documento).
    Le proposte sono varie: una molto semplice e’ quella di supportare un leader del paese scelto a diventare Primo Ministro con l!aiuto “loro”; in cambio il leader deve garantire delle politiche “autonome” di contenimento demografico e se queste vengono applicate e recepite allora alcune ONG aiuteranno le altre scelte del leader.
    In pratica un governo fantoccio, alla sola apparenza democratico come nelle repubbliche delle banane.

    I risultati demografici sono stati raggiunti: un piccolo abbassamento di natalità produce un grande risultato demografico.

    Quei paesi, come l’Egitto, raddoppiavano la popolazione in venti/trent’anni.

  • bstrnt

    Gli europei sono governati da quisling imposti dagli USA.
    Che questi quisling, poi, riescano ad aver qualche sussulto di dignità, lo trovo alquanto improbabile (sarebbe la loro fine).
    Gli USA da sempre sono governati da una setta di psicopatici che cercano di appropriarsi dell’intero pianeta, ci sono linee di sangue ben precise e chi sgarra viene tolto di mezzo (vedi i Kennedy e nel nostro piccolo ricordiamo Edoardo Agnelli, sicuramente il più umano e meno psicopatico dell’intera dinastia).
    L’Europa laida che stiamo conoscendo è stata programmata da questi criminali; dopo le vicissitudini della Grecia solo dei dementi riescono ancora a non vedere il piano che queste sette criminali stanno sviluppando.
    Nazioni con un minimo di dignità e non farcite di quisling imposti avrebbero già da tempo abbandonato la trappola decretando la fine di questo aborto di Europa.
    La quisling Merkel, a fronte all’uscita anche dei soli PIIGS, si ritroverebbe con qualche milione di disoccupati in più e sarebbe bruciata nella pubblica piazza come le streghe nel medioevo!
    Purtroppo, senza atto di forza, i quisling rimangono intoccabili, vedi Sarkozy , Blair, cameron criminali psicopatici a piede libero!

  • siletti86

    “la strategia di assistenza nel suo complesso dovrebbe concentrarsi sempre di più su politiche SELETTIVE”… da che pulpito caro Kissinger!!!

  • Marcusdardi

    Il controllo demografico più intelligente sarebbe quello di elevare lo sviluppo mondiale in tutti i continenti ….ad esempio sui livelli del sistema sociale e retributivo della Francia. Così automaticamente nel giro di 2 generazioni la popolazione mondiale come minimo si dimezzerebbe. Invece l’Elite omicida pensa di impoverire tutti……

    Speriamo in un cambiamento…almeno dalle persone di buona volontà:

    http://www.youtube.com/watch?v=OhQmgDpiYWY

  • Mondart

    Oh, bravo … anche qui sarebbe semplice, e tutte queste complicazioni così mediaticamente sospinte puzzano troppo di ben mirata propaganda

  • Mondart

    E’ difficile sapere quale sia la verità, ma a volte è molto facile riconoscere una falsità …

  • ProjectCivilization

    Se solo la questione demografica fosse affrontata da personre migliori di loro….invece gli altri se la ridono beatamente…

  • mincuo

    In due generazioni la popolazione si dimezzerebbe. Bella questa. “Come minimo”
    E poi basterebbe che tu tutti avessero redditi e welfare della Francia. Facile. Peccato che la Francia (e tutto l’Occidente) possa permettersi quello status grazie in buona parte a quelli che campano con niente. Ma è un dettaglio.

  • mincuo

    Sono d’accordo. Semplice. E’ il “concetto” che conta.

  • lorenzo1684

    Non mi sembra nulla di così catastrofico. Anzi, sarebbe catastrofico se una delle nazioni più potenti al mondo non avesse nei suoi piani a lungo termine il controllo demografico mondiale.

    Nel 2050 dovremmo arrivare vicini alla soglia dei 10 miliardi di persone. Qualche genio incompreso qui ha idee su come potremmo viviere nel prossimo futuro se già oggi siamo in troppi?

  • Tanita

    D’accordo.

  • siletti86

    Saranno in troppi altrove, non certo in occidente (e meno che mai in Italia, dove c’è una decrescita spaventosa già da vent’anni)! SVEGLIA!!! Questa storia del “sovraffollamento” è un semplice pretesto per controllare le nascite, non il contrario!!!!!