Home / ComeDonChisciotte / COSA SUCCEDE SE LA GRECIA VA IN DEFAULT

COSA SUCCEDE SE LA GRECIA VA IN DEFAULT

DI ANDREW LILICO

blogs.telegraph.co.uk

È quando, non se. I mercati finanziari semplicemente non sono sicuri se sarà domani, fra un mese, un anno o due anni (non più a lungo di così).
Dopo che la BCE ha giocato la “carta finale”, questo comporta di esercitare il bailout sugli irlandesi, minacciando la bancarotta
del settore bancario del paese, e presumibilmente vedremo un altro
bailout
greco o un default nel giro di qualche giorno.

Cosa succede se la

Grecia va in default. Ecco un po’ di cose:

– Tutte le banche greche

saranno insolventi.

– Il governo greco

nazionalizzerà tutte le banche greche.
– Il governo greco

vieterà i prelievi dalle banche greche.

– Per prevenire la

rivolta dei risparmiatori, come successo in Argentina nel 2002 (quando

il presidente argentino dovette scappare in elicottero dal tetto del

palazzo presidenziale per evitarsi un assalto), il governo greco dichiarerà

un coprifuoco, forse addirittura le legge marziale.

– La Grecia ridenominerà

tutti i suoi debiti in “Nuove Dracme” o in qualsiasi altro

modo si chiami la nuova divisa (è lo stratagemma classico dei paesi

insolventi).

– La Nuova Dracma si

svaluterà dal 30 al 70 per cento (probabilmente intorno al 50

per cento, forse di più), facendo abbassare del 50 per cento o più

dei debiti della Grecia denominati in euro.

– Gli irlandesi, nel

giro di pochi giorni, fuggiranno dai debiti del loro sistema bancario.

– Il governo portoghese

aspetterà di vedere il livello del caos raggiunto in Grecia prima

di decidere se andare anche lui in default.

– Un numero di banche

francesi e tedesche dovranno affrontare una quantità di perdite

tali da non poter più avere i requisiti di capitalizzazione richiesti.

– La Banca Centrale

Europea diventerà insolvente a causa dell’alta esposizione dovuta

al debito del governo greco e ai debiti del settore bancario greco e

di quello irlandese.

– I governi di Francia

e Germania si incontreranno per decidere se (a) ricapitalizzare la BCE

o (b) consentire alla BCE di stampare moneta per ripristinare la solvibilità.

(Siccome la BCE ha una relativamente piccola esposizione denominata

in divise extra-UE, potrebbe in linea di principio stampare per risolvere

la situazione, ma questo è proibito dai suoi principi fondativi. A dire il vero, il Trattato dell’Unione vieta esplicitamente la forma di salvataggio usata per Grecia, Portogallo e Irlanda, ma anche se la cosa è così
palesemente illegale non ha impedito che accadesse, e allora non è così ovvio che un’altra illegalità, attuata con la stampa di moneta, sia poi un grosso ostacolo.)

– Si ricapitalizzeranno

e ricapitalizzeranno le loro banche, ma porranno fine a tutti i salvataggi.

– Ci sarà una

strage nel mercato delle obbligazioni bancarie spagnole, quando i possessori

di obbligazioni richiederanno la permuta del valore in azioni.

– Quest’affermazione

potrebbe avere una ragione se gli spagnoli sceglieranno di scavalcare

la struttura dei contratti in essere delle obbligazioni del settore

bancario spagnolo, ricapitalizzando un numero di banche con i debt-equity

swaps.

– I possessori di obbligazioni

porteranno il settore bancario spagnolo di fronte alla Corte Europea

dei Diritti Umani (e anche in altri tribunali), denunciando la violazione

dei diritti di proprietà. Questi casi non andranno in giudizio per

anni. Quando alla fine ci arriveranno, non ci sarà più nessuno che

si preoccuperà.

– L’attenzione verrà

rivolta alle banche britanniche. Poi si vedrà.…

************************************************************************

Fonte: http://blogs.telegraph.co.uk/finance/andrewlilico/100010332/what-happens-when-greece-defaults/

20.05.2011

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di SUPERVICE

Pubblicato da supervice

6 Commenti

  1. Cosa succede se affonda un enorme sasso a cui sono legati con una corda altri sassi…..e magari fossero sassi!

  2. suona meglio: piombo a forma sferica….

  3. all’ inizio pensavo fosse un articolo di benetazzo…. comunque il default e’ inevitabile! c’era prima con le riserve auree e c’e’ adesso con la cartastraccia valuta… si e’ solo allungato il tempo!

  4. BUON GIORNO!

    Non ho capito l’ultima parte referente la Spagna….che cosa vuol dire :le persone che hanno delle obligazioni (a che cosa é riferito obligazioni),non tutte le persone capiamo il linguaggio dell’economia odierna,vivo in Spagna.
    Grazie

  5. Ciao Teresa, sotto trovi un link con spiegazione abbastanza semplificata Nel link non permettono il copia e incolla quindi schiaccia sopra il titolo.

    I TITOLI DI STATO [www.consulenzafinanziaria.net]

  6. Un numero di banche francesi e tedesche dovranno affrontare una quantità di perdite tali da non poter più avere i requisiti di capitalizzazione richiesti


    Sapete chi ha voluto l’Italia nell’unione monetaria? La confindustria tedesca, che ha voluto inchiodare la nostra industria nella moneta unica così che ci fosse impossibile in futuro svalutare la lira per renderci competitivi contro il marco e vendere più di loro. Capito? Prodi non è scemo, è un criminale. Altro che caso Anemone
    [www.comedonchisciotte.org]

    La Spagna ha le pezze al sedere (troppo debito), e quindi da ora se essa vuole vendere i suoi titoli di Stato dovrà promettere tassi d’interesse molto più alti (per compensare il rischio di chi glieli compra)”. Immediatamente i mercati dicono alla Spagna “non ti diamo più un soldo se non fai quello che dice Moody’s”, e la Spagna non ha scelta, deve obbedire [www.comedonchisciotte.org]

    Sono entrata cosi’ tanto per curiosita’ nel il Blog “the telegraph” e’ ho letto 287 commenti che cercano di capire il problema anche se non hanno l’euro.

    Rileggendo i commenti sotto gli articoli di Barnard mi e’ ritornato un colpo allo stomaco, mi chiedo come mai i soliti noti sotto questo interessantissimo articolo non hanno scritto neanche una virgola eppure dice esattamente quello che Barnard diceva da due anni a questa parte.