Home / ComeDonChisciotte / COSA ACCADE ORA E COME REAGIRE

COSA ACCADE ORA E COME REAGIRE

DI PAOLO BARNARD
paolobarnard.info

Il colpo di Stato si compone della fase scardinante e del
regime successivo. Di norma la prima implica un attacco frontale alla
democrazia che spaventa e sconquassa, i blindati nelle strade e le bombe sui
palazzi di governo. Nel caso del colpo di Stato finanziario che ha oggi
terminato la democrazia italiana post bellica, l’equivalente sono stati
l’attacco dei mercati e le bombe in termini di titoli italiani sganciati a
tappeto in una vendita furiosa. La seconda fase è quella che segue, il regime
vero e proprio. Le cose si calmano in apparenza, ma i golpisti sono nel palazzo
e iniziano le razzie e i crimini contro i diritti umani. Nel caso del colpo di
Stato finanziario che ha oggi terminato la democrazia italiana post bellica,
l’equivalente saranno la demolizione della ricchezza pubblica (residua) da
trasferire alle elite, dei diritti del lavoro per il beneficio di chi vuole
pagare un italiano come un cinese, e dell’economia stessa, poiché tali
politiche possono solo soffocare la Aggregate Demand che è vitale per qualsiasi
sistema economico.

Saranno 40 anni di sofferenza sociali indescrivibili per
milioni di noi, che non inizieranno a mordere giovedì prossimo, ma neppure
tanto in là. Mario Monti, golpista criminale al soldo di e contiguo con Goldman
Sachs, la Coca Cola Company, il Bilderberg e le lobby finanziarie europee, è già al timone. Napolitano,
che non chiamo Presidente perché è un lurido traditore della patria, ha steso
il tappeto rosso.

Perdonate se non entro nei dettagli del saccheggio prossimo,
leggete il Più Grande Crimine 2011, è tutto spiegato.

Ora, sul cosa fare ci sono due strade. Ma nessuno le
percorrerà. Voi che leggete, e in generale tutti i cosiddetti impegnati, non
avete più alcun attributo maschile funzionante, siete drogati di pc e del tutto
inutili, patetici inutili chiacchieroni online. In politica, e lo so da fonti
interne ad essa, non ci capiscono un tubo di questo colpo di Stato, manco sanno
di cosa si parla. Inutili anche loro. *

* (Bossi credo sappia tutto, ma scommette sulla sua Padania
come neo-lander tedesco che vivrà ricco e felice nel mezzo di Calcutta. Sbaglia
tutto, non ha capito che i tedeschi sono nazisti nel DNA, infatti è la terza
volta in 100 anni che tentano di distruggere noi ‘untermenschen’ d’Europa:
prima e seconda guerra, e con la loro BCE che non fa il suo lavoro. Bossi, sei
scemo, fammi togliere sta soddisfazione, ma voi leghisti… ma proprio coglioni
stellari a credergli)

Le soluzioni.

1) La BCE fa il suo
lavoro.
Per placare il panico dei mercati – dovuto solo al fatto che sanno
che il nostro debito pubblico è pagabile in Euro, cioè una moneta che noi non
possiamo emettere per cui non possiamo garantire di pagare puntuali i nostri
titoli di Stato – la BCE può fare il suo lavoro, che dovrebbe essere di
comprare tutti i titoli di Stato di qualsiasi Stato dell’Eurozona in
difficoltà, e senza limiti di acquisto. Come è noto, se i titoli di Stato
vengono acquistati in massa, il loro valore aumenta e i tassi che il Paese che
li ha emessi deve pagare su di essi calano (e per quel Paese è un bene). Ok, in
questo momento l’Italia emette titoli di Stato, e lo deve fare per trovare sti
maledetti Euro per pagare le sue spese (visto che non lo può emettere). Oggi
l’Italia paga interessi su questi titoli a livelli usurai e questo la
strangola, e inoltre la sospinge in un circolo vizioso orrendo, dove più paga
interessi e più la sfiduciano e più la sfiduciano e più paga interessi, e
daccapo. Ok. La BCE compra in massa titoli italiani (ma lo stesso con Grecia,
Portogallo e Irlanda) e questo fa calare gli interessi, l’Italia respira. I
mercati si tranquillizzano, poiché se la BCE fa questo, loro sanno che in caso
di difficoltà sarà la BCE a comprargli i titoli italiani che hanno in tasca,
non ci perderanno, e quindi si calmano ancora di più. Se si calmano, toneranno
a prestarci i soldi a interessi decenti. Domanda: può la BCE fare questo? Ci
dicono che è vietato dei Trattati europei come il Lisbona. Risposta: i trattati
sono ambigui su questo, ma alla fine una decisione politica può sbloccare
tutto, basta che la prendano. Domanda: la BCE ha i soldi per fare questo?
Risposta: la BCE può inventarsi tutti gli Euro del mondo e di quell’altro mondo
pure, non ha limiti e può comprare tutti i titoli di questo mondo e di
quell’altro, a patto che siano in Euro. Questo fa, per esempio, la FED (banca
centrale) americana, che si è inventata 27 trilioni di dollari (avete un’idea
di quanti siano?) dal nulla 4 anni fa e ha comprato titoli americani tossici
senza fine. Inflazione in USA oggi? Microscopica, nessun problema. Domanda:
perché la BCE, allora, non ci salva in questo modo? Risposta: perché è dominata
dalla Germania, e se ci salva il progetto neonazi di dominarci come
‘untermenschen’ salta. Sto esagerando i toni? No. Hai le prove? Sì. Theo
Weigel, ministro delle finanze tedesco, ha dichiarato di aver voluto l’Euro in
questo modo e senza salvaguardie per nessuno. Draghi e gli altri criminali
tecnocrati europei, ma anche Prodi e compagnia, sanno tutto e hanno partecipato.
Draghi che oggi sta al timone della BCE ha già detto No!, la BCE non salva
nessuno. Gradirei che Carla Del Ponte annotasse, per il prossimo processo
all’Aja contro questi assassini per crimini contro l’umanità.

Detto questo, va annotato che la soluzione appena accennata
sopra non risolve il problema centrale di questa tragedia, cioè l’esistenza
dell’Euro non sovrano per alcuno Stato che lo usa. Per cui rimarrebbe
inalterata la maledizione dei Tesori dell’Eurozona che devono prendere in
prestito ogni singolo Euro che spendono per noi e per altri. Quindi la
soluzione sopraccitata è da considerarsi come una soluzione d’emergenza per
fermare l’emorragia, una specie di rianimazione, ma non la cura.

2) Creare gli Stati
Uniti d’Europa
. Questo invece curerebbe il male principale, ma poi ne
introduce un altro tale e quale. Per rendere l’Euro sovrano, per far sì che i
mercati sappiano che l’Eurozona ha Ability to Pay (vedi sopra), e per far sì
che si spezzi la dipendenza dai prestiti dei privati per poter acquisire la
nostra moneta, si crea un governo centrale d’Europa con un ministero del Tesoro
centrale che lavora con la BCE come fa Washington con la FED. A quel punto ok, l’Euro
sarà sovrano di questi Stati Uniti d’Europa e gli Euro saranno creati dal
governo centrale senza prenderli in prestito da nessuno. Naturalmente quelli
che oggi sono gli Stati come Italia, Olanda, Germania ecc., cioè teoricamente separati
e indipendenti, diventeranno Stati federali come la California, il Missouri, la
Florida ecc. Qual è il problema? Bè, primo che voglio vedere se ce la facciamo culturalmente
dopo secoli a dissolverci in un unico Stato e a obbedire tutti al suo governo a
Bruxelles. Ne dubito. Poi, e soprattutto, dato che questa sarebbe proprio la
definitiva perdita di qualsiasi sovranità degli Stati membri (ancor più di ora),
cosa succede se al governo centrale europeo comandano le elite criminali della
finanza come accade oggi con Obama-Sachs negli USA? (Obama è controllato da
Wall Street che se lo comprò in campagna elettorale, come dimostrai allora) E
c’è da dire che se giudichiamo dal precedente che abbiamo, cioè il nostro
governo europeo ‘di fatto’ che è la Commissione di Bruxelles, interamente in
mano alle lobby finanziarie come ERT, BE, Lotis, TABD ecc., non c’è da stare
tranquilli. Sarebbe una catastrofe, perché come ho sempre detto avere una
moneta sovrana è indispensabile, ma se poi il governo non la spende a deficit
per tutelare noi persone (modello MMT), siamo punto daccapo. C’è da scommettere
con certezza che un governo degli Stati Uniti d’Europa oggi farebbe esattamente
quello che fanno, o fecero, a Washington, cioè: spendere a deficit solo per
salvare il c… alle banche, ma non
un centesimo per la gente; oppure seguire l’isteria contro il deficit e tassare
i cittadini più di quanto spende per loro per pareggiare i bilanci (modello
Clinton), cioè disastro di impoverimento generale. No, questa opzione 2) non mi
convince.

3) Abbandonare
l’Eurozona, tornare alla Lira sovrana
. Ok, l’Italia dice “Ciao a tutti me ne vado, e l’ultimo che esce
da sta stanza mefitica spenga la luce
”. Significa rompere drammaticamente
con gli obblighi italiani ratificati col Trattato di Lisbona e altri. Significa
fare un default in Euro. Senza dubbio questo è drammatico. Avete presente
l’Argentina del default? Ecco. Però un attimo, continuo. Di sicuro questo
comporterebbe il collasso istantaneo della capacità dell’Italia di ottenere
prestiti in Euro, comporta il fatto che il nostro debito viene convertito in
nuove Lire, che proprio a causa del terremoto default varranno molto poco, per
cui il debito in termini di numeri si gonfierà come un pallone. Poi la Germania
di certo tenterà di scatenarci addosso ricatti commerciali, con ritiro d’investimenti
da parte di molti ecc. Di certo sarà durissima rinegoziare tanti crediti
privati dicendogli pari pari “Sorry, non
ce n’è più, o accettate la metà, un
terzo, di quello che vi dobbiamo, o ciccia
”. Le banche italiane dovranno subire
terremoti, di sicuro, e si trascineranno dietro quelle europee. Noi italiani
dovremmo prepararci per un periodo di vacche molto, molto magre. Ma poi…
Indovinate cosa?

Bè, sentite, i mercati non sono scemi né ideologici, e sono
a-morali, nel senso che chiunque tu sia o qualsiasi cosa tu abbia fatto, se gli
fai far soldi ti amano. Ok, i mercati capiranno nel giro di molto poco che
l’Italia ha ora la sua moneta sovrana, e che quindi ha recuperato la
fondamentale Ability to Pay, cioè possiamo garantire di pagare puntuali i
nostri titoli di Stato
senza problemi. Il debito gonfiato come un pallone
non conta più se noi possiamo sempre onorarlo. Poi i creditori alla fine
diranno: “Ok, meglio incassare qualcosa
piuttosto che nulla
”, è già successo molte volte ed è in fondo la regola
del Libero Mercato, rischi e magari perdi tutto, pace. Ma gli stessi creditori
sanno che in futuro, con la nostra recuperata moneta sovrana, questo rischio
non ci sarà più, e possono recuperare investendo nelle nuove Lire che saranno
di certo onorate. Quindi i tassi sulle nuove emissioni di titoli italiani cominceranno
a scendere, e scendere e scendere, non immaginate quanto. Poi: i mercati sanno
anche che questo Bel Paese che ha recuperato la sua Ability to Pay ha anche una
ricchezza invidiabile, è moderno, ha aziende brillanti, ha banche meno decotte
di tutte le altre europee, ha un risparmio privato immenso, sa produrre a
livelli tedeschi se vuole. Interessante. Poi il nuovo governo italiano della
nuova Lira può applicare, spendendo a deficit la sua moneta emessa dal nulla,
il piano di Piena Occupazione della Modern Money Theory School of Economics (MMT), che porta al lavoro
tutti i disoccupati, e questo aumenta la nostra produttività. Sempre spendendo
a deficit, lo Stato delle nuove Lire può offrire pieno Stato Sociale, può fare
investimenti in infrastruttura e modernizzazione, e questo sarà denaro che
ritorna nelle riserve delle banche bastonate, che si rizzeranno. Le due cose
appena dette aumentano la nostra attrattiva per gli investitori, che pensano “Umm, interessante questo ricco Paese
rinnovato, investiamo, e compriamo titoli, questa volta può pagare puntuale”
.
Risultato: quello che è successo in Argentina dopo il catastrofico default.
Hanno recuperato moneta sovrana, hanno mandato affanc… gli USA e il Fondo
Monetario Internazionale, hanno applicato la MMT all’occupazione nazionale e
all’economia, e sono schizzati in 3 anni da un livello africano a uno dei Paesi
più in crescita del mondo. Ed erano l’Argentina, con tutto il rispetto.
Immaginate noi.

p.s. Mi hanno scritto pregandomi di non aggredire verbalmente
i miei lettori ‘inutili’, perché vanno più delicatamente aiutati a prendere il
coraggio di mollare il pc per imparare ad agire. Ok, basta parole dure per voi.
Mi armo della vanga di mio zio che ha fatto la linea Gotica e vi prendo a
badilate in faccia, senza dire una parola, promesso. Piantatela di scrivermi,
almeno.

Paolo Barnard
Fonte: www.paolobarnard.info
Link: http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=266
11.11.2011

______________________________________________________

La redazione non esercita un filtro sui commenti dei lettori. Gli unici proprietari e responsabili dei commenti sono gli autori e in nessun caso comedonchisciotte.org potrà essere ritenuto responsabile per commenti lesivi dei diritti di terzi.
La redazione informa che verranno immediatamente rimossi:

– messaggi non concernenti il tema dell’articolo
– messaggi offensivi nei confronti di chiunque
– messaggi con contenuto razzista o sessista
– messaggi il cui contenuto costituisca una violazione delle leggi vigenti (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Pubblicato da Davide

  • marco76

    “Què se vayan todos! Què no quede ni uno solo!“

  • Iacopo67

    Traduzione ?

  • illupodeicieli

    Si parla di reazione collettiva, da parte di un governo che non c’è e di uno stato che neppure lui c’è: forse verrà nominato mister Monti, che farà più o meno ciò che veniva richiesto, anzi ordinato, nella famosa lettera firmata Trichet/Draghi. Invece mi chiedo che cosa possa o debba fare una persona, un individuo: continua ad andare a lavorare,ammesso che abbia un lavoro? O prende un aereo e va all’estero?Dove raggiunge un paese di cui ignora usi e costumi e non parla neppure bene la lingua? Eppure ieri a la7 si parlava proprio del fatto che la gente non ha soldi per comprare niente; che i magazzini sono pieni di merce invenduta.Che c’è sovraproduzione o meglio mancanza proprio di denaro. Io per esempio dovrei comprarmi scarpe, jeans e altri vestiti.Dovrei far riparare due orologi, cambiare le gomme all’auto, tagliarmi i capelli, andare dal dentista: ma non ho denaro. E credo di essere in buona compagnia. Di queste cose si parla poco e male. Di certo non sono in agenda e i giornalisti leccapiedi non rivolgono domande simili ai politici che, come si legge nell’articolo , ben poco hanno capito di ciò che è successo e sta per succedere. Si può fare affidamento per risolvere la questione ricorrendo al ai giovani o anche agli anziani (a quelli che hanno lavorato e si sono spaccati la schiena)? Possiamo invece che affidarci a superesperti, o presunti tali, chiedere e coinvolgere chi vive e vuole lavorare in Italia?

  • MM

    ‎”Che se ne vadano tutti, che non ne rimanga nemmeno uno”

  • walterkurtz

    Bisogna svegliarsi e bisogna farlo molto in fretta. Loro hanno mostrato il loro vero volto senza più i filtri dei cosiddetti governi democraticamente eletti. Loro fanno i loro interessi e se staremo guardare (o a scrivere su internet, io per primo), ce lo saremo meritati

  • illupodeicieli

    Aggiungo: nei mesi scorsi mi sono chiesto, inutilmente, dove fossero finiti i personaggi del mondo dell’arte, dello spettacolo, gli “intellettuali” in genere e perchè non facesserro sentire la propria voce in merito a queste questioni e perchè, invece, su altre la loro voce veniva amplificata dai media. La prima ma semplice risposta è che forse fossero troppo occupati a farsi gli affari loro. In ogni caso la stessa domanda me la faccio anche oggi: so che se sono così ligi all’apparato che ne cura gli interessi possono dire ,con la stessa semplicità usata da Eros che canterà in Uzbekistan (salvo errore) che ,lui poverino, certe cose non le sa. Il problema è che chi sta bene, chi vive e guadagna bene , di certe cose se ne infischia e neppure le vuole conoscere e giammai approfondire. L’invito ,se mai possa servire, è di vedere le cose anche da altre angolazioni l’auspicio è che qualcuno il Signore lo fulmini.

  • illupodeicieli

    come ho scritto poco più in basso il mio auspicio è che “il Signore ne fulmini qualcuno”…ma anche tutti: a volte è stato generoso,ma nella foga ha sbagliato, come quando è caduto l’aereo in Polonia.

  • marco76

    Slogan degli argentini che fecero scappare con l’elicottero i tecnocrati….

  • abbronzato

    …”E se soltanto il 10% di quel che penso e’ vero, presto le donne italiane che adesso si sentono sollevate perche’ non c’e’ piu’ B. scenderanno in piazza. Sul marciapiede, verso le 11 di sera. E non per protestare”…

    http://www.keinpfusch.net/2011/11/e-tempo-di-andare.html#more

  • Emanuele_C

    A Paolo, ma che c…o scrivi! La parte sul “COME REAGIRE” dove sta? Io non l’ho letta e nel tuo articolo non c’é! Al di là del PC, dal quale leggo te e tante altre fonti, parlo con la gente e cerco di farle capire certi concetti e qualcuno apre gli occhi ma OLTRE, come individuo, che posso fare? Mi metto una calzamaglia, divento Superman, entro in Parlamento e rado tutto al suolo? Mi trasformo in Rambo e faccio un massacro? Voglio dire cioè che per il Bilderberg ci vorrebbe un altro Bilderberg: se non combattiamo ad armi pari, siamo fottuti in partenza. Ok, la consapevolezza ma per agire è necessaria organizzazione, non badilate in faccia anche perché quelle ce le prenderemo ugualmente e ce le tireranno loro.

  • mystes

    AL COLPO DI STATO DEI POTERI FORTI OCCORRE RISPONDERE CON UN COLPO DI STATO NAZIONALISTA DANDO IL POTERE A QUELLE FORZE POLITICHE IN GRADO DI RIPRISTINARE LA SOVRANITA’ POLITICA E MONETARIA DELL’ITALIA. SOLO DOPO SI POTRA’ PARLARE DI UNIONE EUROPEA E DI EURO.

  • Emanuele_C

    OK!!! MA CHI ???

  • paulo

    Le “soluzioni” presentate non sono vere soluzioni. Tutti parlano dei problemi sullo stesso piano del problema e, come sapiamo, non esiste soluzione se usiamo gli stessi pensieri che causano i problemi. La soluzione reale è nella sostituzione del sistema monetario. La moneta NON deve rappresentare un debito, ma deve essere un MEZZO di scambio. Gli interessi sono la malattia del sistema in quanto forzano l’esistenza di debiti che NON possono essere pagati per la semplice ragione che NON ci sono MAI abbastanza moneta in circolazione. Per pagare gli interessi bisogna creare altra moneta a debito!

    Come fare? Abbiamo bisogno di un sistema monetario dove la moneta non genere debito, ma venga messa in circolazione SOLO per compensare la ricchezza prodotta dai cittadini.

  • eleo

    Il golpe è tratto ora facciamo tutte quelle belle manovrine che servono al trasferimento della ricchezza, poi quando tutto è compiuto allora l’Italia potrà fallire così ragionano gli uomini di Dio.
    Se si vuole fare qualcosa per evitare lo scempio occorre che l’Italia vada in default subito! Uscire dall’euro e stampare moneta Tutto il resto è aria fritta.

  • stonehenge

    Beh, questo Signore sta con loro allora…
    -Polonia
    -Heider in Austria…

  • Nauseato

    Bè, sentite, i mercati non sono scemi né ideologici, e sono a-morali, nel senso che chiunque tu sia o qualsiasi cosa tu abbia fatto, se gli fai far soldi ti amano.

    Uh Signur … mica solo gli impersonali “mercati” sono a-morali, a-ideologici e a-scemi … Perché chiunque ma proprio chiunque ti ama – alla follia – se gli fai fare soldi … eh ?

    Ora, sul cosa fare ci sono due strade. Ma nessuno le percorrerà. Voi che leggete, e in generale tutti i cosiddetti impegnati, non avete più alcun attributo maschile funzionante, siete drogati di pc e del tutto inutili, patetici inutili chiacchieroni online.

    Sì, sì, certo, bravo 7+
    Io in galera ci sono già stato una volta e non avrei mica questi gran problemi a tornarci. Anzi, malgrado ora si stia molto stretti c’è anche qualche vantaggio o magra consolazione che sia per la limitata libertà. Per esempio spesso vi si incontrano ottime persone. Persone-fatti e non persone-parole tanto per dirne una …

  • cct

    Una cosa potremmo farla…. iniziamo a mettere le mani avanti chiedendo un referendum popolare:
    “Vuoi che l’Italia esca dal sistema monetario EURO?”

    Le firme per la richiesta del referendum le mandiamo tutte a Barnard.

  • IVANOE

    Paolo ti voglio bene !!!
    Se mi legggi ovlevo fsre conte due riflessioni che avvallano ancora di più le tue tesi:
    1)Napolitano che in questi anni non ha mai deciso niente ed ha sempre fatto il pesce in barile, adesso improvvisamente in 48 ore ha nominato monti senatore a vita (alla faccia dei costi della politica) ha parlato con mezza europa e addiritura con obama… poi ha già deciso (senza fare i conti con l’oste ) che monti sarà il nuovo presidente del consiglio…accipicchia che furetto che è diventato stò presidente…
    2)monti vuole fare il capo solo se ha un’ampio ocnsenso e pure una fettina di sedere…sono buoni tutti a fare ipresidenti del consiglio così…
    3) monti in modo massonico si presenta con questa frase : Con riforme strutturali» che cancellino «ogni privilegio» delle categorie e delle corporazioni e superando «il problema italiano di chi protegge la propria circoscrizione elettorale». Privilegi che «frenano la concorrenza e il mercato».Capito ? In modo sotterraneo e senza entrare nel dettaglio non dice a chi saranno tolti i privilegi… e lo stolto italiano pensa :” è se berlusconi ci ha tolto tanto a noi poveri cristi… adesso monti i privilegi li toglierà ai ricchi, algi evasori alla casta…Su questo hai raginoe paolo, sono dei poveri idioti e che ci meritiamo di affondare così…

    Quanto sopra le premesse per fare capire alla gente come si presenta monti, un’altro parruccone, viziato, che invece di diffondere ottimismo come chiede quello sciagurato di bersani con la discontuinità, dice che ci vuole ancora rigore !!!
    E allora se è vero che berlusconi candida dini ben venga questo scontro tra banchieri che alla fine porterà almeno a scoprire le reali faccie di questi salvatori della patria del duo napolitano/monti… e allora ci sarà la sputtanata generale…e finalmente si andrà alle elezioni e il sig. monti se ne ritornai n pensione….
    La lega invece la vedremo alla prova dei fatti su ltema delle pensioni.
    Pwerchè tanto è quello il primo punto che azzannerà l’altro duo monti/Rehn. Vedremo cosa farà la lega e se bossi e maroni e calderoli e via compagnia cantando faranno scoppiare finalmente una rivolta del nord ( e questo non è da escludere perchè i lavoratori del nord gli possono portare via pure la moglie e i figli ma mai la pensione di anzianità ).E allora vedremo se monti/rehn poi riuscuranno a gestire una secessione del nord o le insalubri paludi dell’irredentismo.Monti/Npolitano/Rehn/merkel si troveranno a commissaraie l’italia da frosinone in giù…

    Ciao Paolo comunque da parte mia ti stimo.

  • Eshin

    C’è solo un fatto nuovo, il re è nudo.
    Ora si gioca a carte scoperte.

    Ne la Germania ne l’Italia sono mai stati sovrani dopo la seconda guerra mondiale. Dove e quando mai??
    Perfino dal punto di vista legislativo la Germania è Besatzungsmacht.
    E occupata.
    Solo che non lo sanno i tedeschi.
    Ma nemmeno gli italiani.

    Siamo stati guidati con tempi assai lunghi e complessi( rispetto ai stati “liberati recentemente)

    Cosa fare?

    Togliere il prosciutto dagli occhi…be’ ormai casca da se……
    GUARDARE, SCOPRIRE, RICREARE….un po’ tutto.

    link sull’ Argentina.. parla di venti di crisi…
    http://lapulcedivoltaire.blogosfere.it/2011/11/argentina-venti-di-crisi-finanziaria.html

  • RicBo

    Analisi lucida, chiara, sintetica ed argomentata.
    Che senso ha commentare un articolo così, il cui senso è: “Noi siamo morti, non c’è più speranza, ma almeno cerchiamo di far capire ai nostri nipoti come potrebbero uscirne fuori”?
    Eppure vedrete che anche per questo si scateneranno 150 commenti dei soliti frenetici attivisti di tastiera, che dimostrano solo l’inutilità di questo sito.

  • YL
  • marco76

    “Ora, sul cosa fare ci sono due strade. Ma nessuno le percorrerà. Voi che leggete, e in generale tutti i cosiddetti impegnati, non avete più alcun attributo maschile funzionante, siete drogati di pc e del tutto inutili, patetici inutili chiacchieroni online. In politica, e lo so da fonti interne ad essa, non ci capiscono un tubo di questo colpo di Stato, manco sanno di cosa si parla. Inutili anche loro. ”
    Su questo non sono d’accordo Paolo… E’ vero per la maggior parte delle persone, ma non sono tutti così…In più credo, come gia detto altre volte, che se davvero si vuole arrivare a qualcosa serva comunque un leader che guidi la rivolta ( naturalmente non appartenente a partiti politici o altre cose simili )…Tempo fa proposi degli incontri per cercare di coordinare piu persone possibili a livello nazionale…

  • jaimedipietra

    Tutto giusto. Ma non si capisce la tirata anti-nazi ai tedeschi. Loro sono nelle stesse identiche condizioni nostre; tanto quanto noi non controllano più la loro moneta. Il sistema bancario non è ne francese nè tedesco, è il sistema bancario punto. E’ Goldman Sachs il problema non la Germania.

    I crucchi stanno solo cercando di difendere la prima economia d’Europa. E’ normale. La Bce non fa come la Fed, appunto, non perchè sono nazisti, ma perchè “fraterni” alleati delle banche private mondiali. In buona sostanza l’euro è denaro loro. Barnard lo sa bene. La Fed è un organismo che ha misure di aggiustamento. La Bce no. E hanno voluto così.

  • Iacopo67

    L’unione europea è del tutto inefficiente nell’aiutare i propri paesi in difficoltà economiche, ma quando si tratta di sovvertire la democrazia, allora si dimostra spietatamente efficace.
    In meno di due settimane, gli eurocrati hanno eliminato due fastidiosi leaders eletti, che interferivano con i piani del “progetto europeo”.
    Un progetto che ormai assomiglia sempre più a un colpo di stato della finanza.

    Papandreu dopo aver osato proporre un referendum è stato messo in disparte. Il nuovo capo di governo in Grecia, Papademos, è un tipo che in passato ha lavorato alla BCE e alla Goldman Sachs, e porterà avanti con determinazione le manovre lacrime e sangue.

    Al secondo round il tandem “Merkozy” ha fatto fuori il problematico Berlusconi. Certamente si può dire tutto il peggio di Berlusconi, ma Berlusconi ha fatto la cosa giusta nell’opporsi all’irrazionale programma di austerità fiscale che BCE, francesi e tedeschi volevano imporgli, in cambio di “aiuti” da parte di enti come l’FMI.
    Chiedete a un qualunque argentino cosa ne pensi degli “aiuti” dell’FMI.

    Quando Mario Draghi, nuovo governatore della BCE, ha minacciato che la BCE non avrebbe più acquistato titoli di stato italiani, col pretesto che la BCE nei loro regolamenti non è prestatore di ultima istanza ( in realtà questi regolamenti sono vaghi su questo punto), ha praticamente costretto Berlusconi alle dimissioni. Un pò come se gli avesse puntato una pistola alla tempia, o te ne vai, o getto l’Italia nella depressione.

    Berlusconi dovrebbe essere sostituito da Mario Monti, uomo che proviene dalle strutture governative dell’unione europea, anch’egli munito, come Papandreu, del pedigree di Goldman Sachs, (è stato anche direttore della Coca Cola).

    La costruzione di questa europa, portata avanti con l’inganno e il sopruso, da parte di eurocrati non eletti, sta portando a una crescente ostilità nei confronti di essa da parte dei popoli.
    E’ stata creata una crisi artificiale, che avrebbe potuto essere facilmente risolta dalla BCE, se solo l’avesse voluto. Questa crisi permette agli eurocrati di risolvere i loro problemi con quei politici un pò ribelli che si rifiutano di fare tutto ciò che gli viene richiesto, gli permette di toglierseli di torno, consolidando così il potere della mafia finanziaria sui paesi europei.
    Disgraziatamente molti italiani credono ancora che l’euro sia stata la loro salvezza.

    http://neweconomicperspectives.blogspot.com/2011/11/financial-coup-detat-in-making.html

  • AlbertoConti

    “Voi che leggete, e in generale tutti i cosiddetti impegnati, non avete più alcun attributo maschile funzionante, siete drogati di pc e del tutto inutili, patetici inutili chiacchieroni online” Questo è P.Barnard, al naturale. Mi ricorda un ristorante di successo a Roma dove i camerieri trattavano (verbalmente) i clienti a pesci in faccia. Più li insultavano e più gli avventori godevano, consigliando agli amici quel fantastico ristorante. Magari si mangiava pure bene (non lo so, non ci sono mai stato), ma certo il successo era dovuto all’insultare la clientela, prima, durante, e dopo il pasto (vedi in ultimo le badilate promesse al posto degli insulti maschilisti). == Ma veniamo ai contenuti. Preferite abbassare i tassi d’interesse sul debito pubblico o abolire il debito pubblico? Perchè questo è il punto, che guarda caso il nostro scudiero della MMT non nomina MAI !!!! Parla però fino alla noia del fatto che “dobbiamo farci prestare ogni euro che il nostro Stato spende”. Il poveretto non ce la fa proprio, non riesce a capire dopo cotanti studi che “spendere a deficit” aumentando il debito pubblico è esattamente questo: FARSI PRESTARE I SOLDI CHE SPENDI. O devo rispiegare cosa significa DEBITO? == Riguardo alla Germania ed alla sua “cultura della stabilità”, che è il cavallo di battaglia dell’aspirante macellaio Monti, occorre riconoscere che non è un errore di fondo (al contario del concetto di spesa a deficit, malintesamente assolutizzato dal pensiero keynesiano). L’errore, o il dolo, è quello d’intenderlo in modo rigido ed assoluto all’apparenza (stile teutonico), ipocrita nella sostanza. La Germania ha da sempre il bisogno disperato d’esportare il più possibile, e per farlo deve mantenere debole la propria moneta rispetto alle altre, già debolissime per conto loro. Per questo in questo decennio ha ampiamente beneficiato dell’inflazione dei PIIGS che mitigava l’apprezzamento tendenziale dell’euro, che ne avrebbe stroncato le esportazioni. Per farlo la BCE ha comunque stimolato la massa monetaria aggregata dell’area euro ben oltre la corrispondente crescita del PIL, ma comunque molto meno di dollaro e yen. Oggi il giochino si è rotto e si raccolgono i cocci: stretta del credito per carenza di liquidità (scollegata dalla massa monetaria complessiva, che prende altre strade) assieme a collasso dei PIIGS importatori dalla Germania. Tutto qua, è questa la differenza con gli USA e gli altri suoi seguaci, altro che “sovranità”, che peraltro P.Barnard non sa neppure cosa sia. Se lo sapesse non andrebbe a “studiare” economia negli USA!

  • gabro

    …probabilmente l’aereo in caduto in Russia con tutta lìèlite polacca è stato abbattuto da “qualcuno”, non da Dio…

  • LAZZARETTI

    OK Paolo tutto giusto quello che dici.
    Pero’ adesso tuono io.
    Tu dal pulpito predichi, e ti autoescludi dalla lotta.
    Come te anche tanti altri teorici.
    Sei invitato tu e gli altri teorici a scendere in campo.
    Non penserete mica ti mandare noi al macello,
    mentre voi vi godrete lo spettacolo, e magari poi
    vi attribuirete anche tutti i meriti.
    Io ho sto perdendo tutto.
    io non posso aspettare.
    io non posso stringere i denti.
    io voglio il mondo e lo voglio subito.
    Mollate il vs lavoro e le vostre pensioni
    e combattete con noi.
    Ho dichiarato guerra allo stato e alle banche:
    io non posso onoreare i miei debiti, senza lavorare
    Io non accettero’ compromessi: o tutto o niente
    Basta con le teorie, i tempi sono scaduti gia’ da un pezzo.
    La vita e’ una sola, e l’ora e’ tarda.
    Un 50 enne cui l’inps ha scippato 32 anni di contributi.

  • Iacopo67

    Quando governano i criminali le prigioni si riempiono di onesti…

  • BIGIGO

    ESATTO.. CHI ??? CHI PUO’ AGGREGARE L’INTERESSE DI MOLTI ITALIANI CHE AMMESSO CHE SANNO, NON HANNO CAPACITA’ PER AGIRE ??? ED ANZI RISCHIANO DI AGIRE MANOVRATI ???

  • BIGIGO

    ESATTO LA PRIMA COSA E’ RICONOSCERCI NEL PROGETTO, CONTARCI E DIFFONDERE LA VERITA’…. CHE ASPETTIAMO ???

  • BIGIGO

    E’ SENZALTRO IL MOMENTO DI AGIRE E METTERE IN CAMPO LE IDEE… A BREVE LA GENTE SARA’ SENSIBILE COME NON E’ MAI STATO… MA LA LOTTA SARA’ DURA IN OGNI CASO

  • Iacopo67

    E’ interessante questa cosa che dici…
    Brzezinski ci definisce VASSALLI degli USA, non solo noi italiani, ma appunto anche francesi e tedeschi, tra gli altri.
    E ricordo Manfredi Solange che affermava in un video YouTube che la CIA in Italia finanziava, sosteneva e faceva ottenere importanti incarichi a persone ritenute fedeli al patto atlantico, non solo politici ( Andreotti, Craxi etc. etc.) ma anche generali e altre cariche pubbliche.
    Noi siamo veramente una semicolonia americana.
    E mi chiedo in che misura la nascita di quest’europa sia un progetto autoctono e in quale altra misura sia invece un progetto pilotato dagli USA.

  • AlbertoConti

    Mi spiego meglio, sostituendo “malintesamente assolutizzato dal pensiero keynesiano” con “malintesamente assolutizzato, da una discutibile interpretazione del pensiero keynesiano”

  • Matt-e-Tatty

    Bene, dove, come e quando. Parallelamente come da proposta presente in questi commenti occorre raccogliere firme e andare a referendum per uscire da € e UE

  • Tetris1917

    Monti e’ uno che conosce bene le leve da muovere e quello che succede muovendole. Giustamente, avendo fatta esperienza, ha la conoscenza. Berlusconi e l’accozzaglia parlamentare non conoscono una benemerita minchia
    Ma questa marmaglia ha imparato come si sta nel circo, nel Colosseo Italia, e chi sono gli animali pericolosi e chi no, a chi avvicinarsi e a chi no. Il dottor Monti, quando scendera’ nel circo, trovera’ tante belve, e tanti lupi vestiti da principesse….e se lo ingropperanno in un solo boccone.

    Stare in mezzo alla strada (circo) ha le sue regole e le puoi imparare solo standoci.

    x PB: quando ti vedro’ in piazza a tirare palate ti staro’ accanto.

  • palomar

    Ma non potrebbe essere che questo golpe sia il segno di una debolezza delle oligarchie finanzierie, costrette dalla crisi del sistema ad uscire allo scoperto?

  • gabro

    Eppure sarebbe così semplice…il vero potere l’abbiamo noi, il popolo. Smettere di pagare le tasse, così neppure le Forze dell’Ordine avrebbero la “linfa” per sottometterci (cosa che certamente faranno) comandate da politici anche loro alla fame. Smettere di votare chiunque voglia continuare a sostenere il sistema sociale/economico attuale. Smettere di utilizzare l’euro e sostituirlo con denaro popolare alternativo (vedi Argentina dopo il default) in modo da togliere ogni potere ai banchieri/massoni/aristocratici illuminati. Smettere di credere alle differenze tra le persone ed iniziare a credere all’unità. Creare un principio di abbondanza per tutte le persone visto che il mondo ha risorse sufficienti per tutti. Creare una rete di comunità locali (più facili da organizzare e mantenere) che operino all’unisono per raggiungere l’obiettivo di autosufficenza alimentare ed energetica, evitando così di produrre prodotti superflui e di danneggiare l’ambiente. Smettere poi, di conseguenza, di credere che il “denaro” sia indispensabile ma abbracciare l’idea che siamo tutti uguali nei diritti (non certo nelle capacità) e che di conseguenza il “tempo” di ogni individuo ha uguale valore del “tempo” di un’altro ed ogni lavoro ha il medesimo valore di un’altro. Conquistare in definitiva l’idea che siamo miliardi di individui unici ed indispensabili all’organismo vivente che è la Terra e l’Universo, di cui siamo parti insostituibili, capaci di creare una realtà fatta di amore e non di odio, di unità e non di divisione. Solo così ci potremo evolvere come razza, solo così saremo davvero liberi. Nessun uomo dovrà dominare sull’altro. Si tratta di CAMBIARE il PARADIGMA attuale in modo RADICALE. Per fare questo però serve consapevolezza, conoscenza e forza. Noi le abbiamo queste qualità, tiriamole fuori.

  • BIGIGO

    TUTTO GIUSTO IN POCHE PAROLE… BRAVO! MA CHI E COME ????

  • mikaela

    Grazie,non avevo ancora letto questo articolo apparso sul forum di MMT.

    Loro queste cose le sapevano(infatti hanno avvisando tanti parlamentari europeisti ma nessuno gli ha dato retta )perche’ hanno studiato lo strano caso dell’Euro da prima che venisse partorito,non a caso e’ proprio l’universita’ che ha scelto Barnard per fare le sue ricerche e i suoi studi.

    L’ho detto e lo ripeto -bisognerebbe chiudere la Bocconi – quella scuola sforna menti al serizio dell grande potere e siccome fa tanto scic e facile piazzare i loro docenti nelle altre universita’ italiane.

  • ale5

    Trovati una donna.
    Cos’è successo ti sei svegliato, dopo che t’hanno mandato a casa i giornalai che adesso disprezzi tanto? Ridicolo.

    Prova ad immaginare che tra i veramente tonti che ti leggono(tra cui io e non lo farò più) ci sono persone che si sono date,si danno e si daranno da fare. Sicuramente non scrivendo letterine, facendosi venire sussulti nell’anima sentendo parlare un avido miliardario.
    Cos’è successo, ci voleva la crisi dell’euro per farti capire come questa società mercantile sia un meccanismo maledetto stritola uomini?
    O sei un migliorista alla Napolitaner, dato che nelle tue letterine ti offri come consigliere nella speranza di fare in italia quello che s’è fatto in argentina?
    Bravo l’argentina, l’eden, il capitalismo buono, dove non ci sono licenziamenti, il benessere è distribuito equamente, energie non inquinanti,ecc.
    Bel genio del cazzo.

  • AlbertoConti

    tu dici: “x PB: quando ti vedro’ in piazza a tirare palate ti staro’ accanto.” Hai capito proprio tutto, povero p…a di un aspirante black bloc! La tua intelligenza sprizza anche dal commento. Torna a scuola che è meglio, magari alle serali.

  • Tetris1917

    anche la tua e’ perfetta. Direi sublime.
    Se vuoi ci possiamo pure incontrare…e ne parliamo live!

  • AlbertoConti

    L’idea del referendum non è male. Peccato che a livello nazionale sia previsto solo il referendum abrogativo; questo complica il quesito. Però come reazione a quanto accaduto in Grecia sarebbe proprio la cosa giusta! Bravo!

  • BIGIGO

    Anche questo è vero, ma è temporaneo. Da un lato dobbiamo dire che siamo fortunati, da migliaia di anni siamo stati dominati via via con sistemi diversi e non ce ne accorgevamo. Ora l’unica novità è che ce ne accorgiamo e con questa presa di coscienza potremo fare qualcosa… quindi siamo fortunati ad avere questa possibilità. La debolezza delle oligarchie finanziarie sta nel fatto che siamo in una fase di cambio epocale del sistema ed il vecchio sistema che si sfalda mette a nudo le verità nascoste. Ovviamente hanno già previsto una introduzione di un nuovo sistema e le debolezze (misfatte) usate nel vecchi sistema saranno usate per spingerci verso il nuovo usando capri espiatori, per questo è importante mantenere aperti gli occhi e le antenne…. per non cadere nella nuova trappola, che non è nemmeno la profonda crisi (prevista anche da Barnard), questa è solo una transizione, quando in molti toccano il fondo ci sono ribellioni incontrollate e non volute. La crisi sarà si profonda ma breve e servirà a farci accettare anzi ci farà correre verso il nuovo sistema imposto (proprio come si dirige un gregge, del resto in un sistema passato avevamo o no i “pastori”?). Come sarà il uovo sistema??? a voi le risposte…. io già lòe so !!!

  • BIGIGO

    Ma non potrebbe essere che questo golpe sia il segno di una debolezza delle oligarchie finanzierie, costrette dalla crisi del sistema ad uscire allo scoperto?

    Anche questo è vero, ma è temporaneo. Da un lato dobbiamo dire che siamo fortunati, da migliaia di anni siamo stati dominati via via con sistemi diversi e non ce ne accorgevamo. Ora l’unica novità è che ce ne accorgiamo e con questa presa di coscienza potremo fare qualcosa… quindi siamo fortunati ad avere questa possibilità. La debolezza delle oligarchie finanziarie sta nel fatto che siamo in una fase di cambio epocale del sistema ed il vecchio sistema che si sfalda mette a nudo le verità nascoste. Ovviamente hanno già previsto una introduzione di un nuovo sistema e le debolezze (misfatte) usate nel vecchi sistema saranno usate per spingerci verso il nuovo usando capri espiatori, per questo è importante mantenere aperti gli occhi e le antenne…. per non cadere nella nuova trappola, che non è nemmeno la profonda crisi (prevista anche da Barnard), questa è solo una transizione, quando in molti toccano il fondo ci sono ribellioni incontrollate e non volute. La crisi sarà si profonda ma breve e servirà a farci accettare anzi ci farà correre verso il nuovo sistema imposto (proprio come si dirige un gregge, del resto in un sistema passato avevamo o no i “pastori”?). Come sarà il uovo sistema??? a voi le risposte…. io già lòe so !!!

  • RicBo

    il debito pubblico è esattamente questo: FARSI PRESTARE I SOLDI CHE SPENDI

    Sbagliato, caro Alberto, se avessi letto i saggi di Barnard, quelli della Modern Money Theory ma anche di un Krugman qualsiasi, avresti capito che non è così. Cioè, tutta la tua critica si basa su un assunto sbagliato, ergo: è aria fritta.

  • mikaela

    Ciao, Ruggero hai tutti gli strumenti per far sentire la tua voce, prendi un megafono e leggi i passi piu’ salienti del “Il piu’ grande crimine”, davanti alla Bocconi (se sei da quelle parti ) oppure davanti all’universita’ della tua citta’,vedrai che si raduneranno sempre piu’ ragazzi intorno a te.

    Un buon artista di strada potrebbe farti compagnia con le sue note fra un paragrafo e l’altro.

    E come disse Paolo Barnard a Mikaela.
    “Ragiona con la tua testa vai avanti e fai sentire la tua voce”.

    Ricordati che non abbiao bisogno di Guru(tutti sappiamo cosa hanno combinato con i nostri giovani) ma di persone competenti come Barnard ,lui ci ha dato le armi e dobbiamo usarle fino a quando abbiamo voce per informare.
    Io non vivo li’ altrimenti ti accompagnerei – anche se non canto pero’ ti aiuterei a cantargliene.

    Fatti una bella bandiera con le manette dell’ euro , usa il nostro tricolore come sottofondo, e’ la piu’ adatta con le manette nere nel centro, altrimenti ti scambierano per uno di quelli che va’ sfasciano e bruciano le macchine e ti porteranno dentro ancor prima d’aprire bocca (come qualcuno mi ha fatto notare dicendomi che quella che ho messo io e’ troppo nera.). Ciao e buona fortuna. M

  • palomar

    Comunque, se può essere di sollievo, qualcuno dice che il piano di queste elite finanziarie sia di dominare il mondo, ma un mondo di solo 500 milioni di abitanti e non di 7 miliardi come adesso. Come sbarazzarsi in tempi brevi di questi 6,5 miliardi è oggetto di disputa, se con virus o esplosioni termonucleari. Io nel dubbio, oltre a tenere d’occhio gli uomini del Bilderberg al governo in Grecia e Italia, starei attento a quanto succede pure tra Israele e l’Iran.

  • laorchi

    Io Barnard lo lascerei fuori, visto che non ha mai chiesto visibilità alcuna e che ha deciso di non rappresentare nessuno. Ma qualcuno di voi sa come si fa a raccogliere le firme? Io no. Aiutiamoci, smuoviamoci.

  • lpv

    Ciò non toglie che gli effetti “reali” di questa giganesta crisi della finanza virtuale siano stati pesanti anche in America, dunque il problema non è tanto negli strumenti e nelle regole (anche), ma soprattuto in chi li dirige.

  • Giancarlo54

    No, questa volta Barnard non mi ha convinto. Aldilà di qualche insulto gratuito (rivolto a chi? Pls.) non mi sembra che le sue soluzioni siano condivisibile. Questa volta, Barnard, ha toppato. Ma a tutti capita di sbagliare.

  • Onilut

    Non c’è nessuna soluzione. Qui non si tratta di mera cattiva geopolitica. Qui vogliono, e sottolineo “vogliono”, farci sprofondare. Perché? Il perché è chiaro…

  • Iacopo67

    Secondo me le oligarchie finanziarie hanno consapevolmente e volutamente creato la crisi economica proprio per cercare di togliersi di torno le democrazie rompiballe, col ricatto finanziario, e sembra che ci stiano riuscendo.

  • lpv

    vero

  • lpv

    grande fratello?

  • lpv

    Trovo che le due ipotesi esposte siano entrambe plausibili.. dovremmo concentrarci su come reagire per sfidare il sistema dall’interno, con i suoi strumenti. Un esempio potrebbe essere quello proposto da Stefano D’Andrea- tra gli altri: non una patrimoniale, ma un prelievo forzoso in cambio di BTP, di modo che il nuovo debito sia interamente in mano agli italiani e le banche d’affati che speculano sui titoli di stato vedrebbero calare i loro rendimenti, attaccandosi al piffero.
    Se questa opzione arriva a farsi sentire in tv e in parlamento, allora Monti dovrà gettare la maschera e giustificare un’eventuale scelta diversa.

  • barranaiek

    Ok tutto giusto, d’accordissimo con Barnard e con il punto 3 su cosa fare. Il problema è: chi lo fa? Per fare le rivoluzioni servono leader, e non ne vedo nessuno, chi ci guida? Ci guidi tu Barnard?

  • giosby

    Barnard scrive:

    ” i tedeschi sono nazisti nel DNA”

    Dopo una frase del genere, che oltre a essere profondamente razzista è profondamente idiota, perdo la voglia di prendere in considerazione qualsiasi altra cosa scritta dall’autore.

    Peccato!

  • Iacopo67

    Parlamentari ignoranti e corrotti, per forza poi è tutto un casino.
    Ce n’è uno, senatore Rossi, che aveva candidamente ammesso ( c’è su YouTube) di non sapere neanche che la banca d’Italia fosse privata, perciò ne consegue che non sapeva nulla neanche delle conseguenze di ciò.
    Gli uomini delle banche non avranno tribolato molto ad abbindolare gente così.

  • bysantium

    “Bossi(….. ) non ha capito che i tedeschi sono nazisti nel DNA, infatti è la terza volta in 100 anni che tentano di distruggere noi ‘untermenschen’ d’Europa: prima e seconda guerra, e……”
    Questa interpretazione storica, semplicemente infantile, mi porterebbe a valutare infondato anche tutto il resto.
    Non sapevo che gli austro-ungarici, la Germania & co fossero alleate degli angloamericani e quindi nello schieramento liberale, capitalista e plutocratico ( poi, sia ben chiaro, ad ognuno dire la sua circa i cattivi, le stragi e gli olocausti, non finiremo mai ).
    Ciò precisato ad onor del vero, non vedo cosa possiamo fare di veramente incisivo se non continuare a passar parola e a “convertire” più persone possibili.

    Tempo fa, sempre in questo sito, qualcuno di cui non ricordo il nome ( mi spiace ) aveva scritto che solo la Hybris di questi irriducibili predatori li avrebbe portati alla rovina.
    Ero d’accordo e lo sono ancor più oggi.
    La loro brama di soldi, potere e dominazione li porterà al punto di far finalmente reagire anche i più piccoli e deboli degli uomini e saranno giustamente massacrati.

    Non so a che punto del percorso siamo, soltanto mi piacerebbe non fare la fine del povero Drogo del Deserto dei Tartari.

  • Eshin

    Mi fa piacere che qualcuno abbia preso atto e si sia distanziato.

    Non chiudo l’ascolto , ma sono fortemente in alerta. Me lo indica il mio DNA.

    Mi chiedo come mai questa uscita….????

  • marco76

    Giustissimo…Io avevo proposto allo stesso Paolo di trovarci e organizzare il piu possibile incontri in tutta la penisola…Bene o male penso che riusciremmo a trovare un bel po di persone provenienti piu o meno da tutta italia…Quindi informare il piu possibile…Serve comunque un leader e un’organizzazione funzionante libera da ogni appartenenza a partito, religione, parrocchia e sponsor….Continuando con la rete ( e qui sono d’accordo con lui ) e sparsi qua e la ( chi Notav, chi Pbc, chi M5*, chi Indignados ) non si va da nessuna parte…

  • materialeresistente

    Propongo una colletta per Barnard per un lungo viaggio, magari insieme a Silvio così si toglie dalle palle.
    p.s.
    te la vanga? ma ti sei visto?

  • LightBlue

    VEDRETE PRIMA O POI IL TUTTO CADE BASTA AVER TEMPO E PAZIENZA POI, SI ARRIVA ALL’INNESCO E IL TUTTO SPARISCE. IO STO GIA’ FACENDO QUALCOSA, DIRVI COSA E’ DA STUPIDI E ANTICOSTITUZIONALE MA NE VALE LA PENA FIDATEVI. CIAUU

  • Faulken

    .Mi auguro che l’arrivo di Monti permetta finalmente la distribuzione della cherry coke anche in Italia.

  • Break74

    Che dire. siamo arrivati ad un punto di non ritorno.
    Ormai la parodia della nostra inutilità è rappresentata dall’unico politico(se così si puoì chiamare) che con idee molto confuse ammette che Monti è un lobbista.
    SCILIPOTI.
    Adesso coloro che hanno certe idee verranno additati come suoi discepoli .
    Siamo o non siamo dentro un girone dantesco?
    http://video.repubblica.it/politica/scilipoti-su-monti-lobbista-delle-banche/80519/78909

  • Ezechia

    Ciao, ho letto l’articolo di Uriel fanelli alla url che hai postato e decisamente lo trovo un po’ esagerato (secondo me porta sfiga…) ed anche non esatto.
    Non lo trovo esatto perchè sostiene che dietro alle richieste della UE ci sia un fantomatico complotto dei paesi del nord europa per mandare noi sul lastrico facendo fare a noi tutti i sacrifici, mentre da loro si farebbe la pacchia…
    Credo sia proprio il contrario, cioè se siamo arrivati a questo punto è perchè da noi ed in Grecia si è fatta la pacchia per troppo tempo ed ora non si può più fare se si vuole stare in Europa. Nell’art sono citate le pensioni, ed infatti non è che vogliano mandare noi in pensione a 67 anni mentre da loro ci si va a 40…in Germania ed in quasi tutti i paesi della UE si va già in pensione a 67 anni tranne che in Francia che prima o poi si dovrà adeguare. Il problema in Italia è nato prprio perchè per lungo tempo si è permesso alle persone di andare in pensione a 38 anni! In Grecia fino ad ora sono stati assunti una marea di dipendenti pubblici..da qualche parte ho letto che 1 greco su tre aveva un impiego pubblico e…si sa che sono famosi per non avere voglia di fare un cazzo. In più il loro sistema è più clientelare del nostro. E’ ovvio che la loro spesa pubblica fosse insostenibile.
    Con ciò non voglio dire che sono a favore della UE, anzi, credo che però non ci sia nessun complotto ai nostri danni se non quello ordito dalle banche. Sono loro le vere colpevoli…come ha detto Lew Rockell la gente crede che si stiano salvando i paesi mentre si stanno salvando le banche che hanno creato tutto questo casino.

  • lpv

    :DDD

  • ws

    che siamo davanti ad un golpe elitario e’ evidente, come e’ evidente che siamo nella trappola della moneta-debito e che non esiste NESSUNA forza politica che voglia porre DAVVERO questa questione. ( se le sono comprate TUTTE :-))
    Quindi l’ unica cosa possibile da fare non e’ certo dare credito ai soliti “sfascisti” di professione, che altro che stupidi e venduti non possono essere,ma mandare un forte segnale dal basso su temi precisi quali il recupero della sovranita’ monetaria. e la richiesta di un default sul debito estero tipo argentina
    Raccogliere per strada ad esempio firme su di un referendum ( che OVVIAMENTE i parrucconi della corte costituzionale poi boccerebbero :-)) rappresenta un buon segnale se non altro perche’ puo essere autogestito e puo’ aggirare la disinformazione del sistema massmerdiatico.
    altro non vedo 🙁

  • lpv

    referendum abrogativo su qualche norma essenziale del sistema monetario/bancario?

    abbiamo qui qualcuno che conosca la materia e la disciplina nei minimi dettagli?

  • ricmart

    io, l’altro tonto, coglione, uomo senza fallo, che…non lo seguirà più…è meglio che vada a fare un giro in argentina per vedere la gente quanti salti mortali sta facendo… anche quando la loro moneta era pareggiata al dollaro, cioè valeva più della lira, 10-15 anni fa, la vita costava meno, ora costa di più, la gente ha rinunciato a tutto e sta facendo grossi sacrifici, non stanno così bene…ma poi vi immaginate dopo 50 anni di trattati, leggi, e altre schifezze fatte da rurri questi delinquenti, a favore della moneta unica europa cosa possa essere tornare indietro? non lo permetteranno mai, non esiste nemmeno una normativa non esiste niente…dovremmo inventarci tutto da zero…Ma le morali di Paolo mi piaciono, specialmente quando la notte stai sveglio a pensare come fare per il giorno dopo…la mattina ti senti più motivato!

    tutti parlano ma uno che dice “io faccio” no…mai….tutti coglioni..

    p.s. non so ancora se sia sarcasmo o no!

    saluti.

  • gabro

    Domanda molto pertinente la tua. Molti che si occupano del progetto “Nuovo Ordine Mondiale” direbbero che stanno seguendo l’agenda punto per punto e che quindi le manovre attuali sono pianificate da tempo (e lo sono). Ricercatori “alternativi” sostengono che l’elite abbia effettivamente perso il suo antico potere e che, di conseguenza, abbia velocizzato il progetto per evitare di venire sopraffatta dal suo stesso fallimento. Obiettivamente non è facile capire dove stia le verità. In questo caso partirei dal principio che la verità in genere stà nel mezzo. Per poter avanzare un’ipotesi è però necessario cercare di analizzare diverse tessere del puzzle, alcune delle quali non sono molto “ortodosse” ma comunque assolutamente importanti. Credere a quello che segue dipende dalla tua consapevolezza attuale, alcune cose saranno in “sintonia” con ciò che “senti”, altre forse no. Ciò che non è in linea col tuo pensiero e con le tue sensazioni mettilo da parte, forse ti tornerà utile in futuro. Le “oligarchie finanziarie” a cui ti riferisci sono solo una parte del Potere che governa il mondo. Gli stessi aderenti a queste organizzazioni sono per la maggior parte massoni, così come l’aristocrazia e sono tutti, nella piramide del potere, sotto al Vaticano (che è anche sopra a tutte le altre religioni mondiali, sionisti e musulmani inclusi). La massoneria, che progetta da secoli il NWO ha come obiettivo un Superstato globale con un’unica moneta, un’unica Banca Centrale, un’unica lingua ed infine un’unica religione, quella luciferina. I vertici del potere sono infatti satanisti. Qui entrano in gioco argomenti delicati. Gli autoproclamati “illuminati” (massoneria a rito scozzese, ordini cavallereschi, nobiltà nera e sopra tutti i gesuiti) hanno depredato nei secoli tutte le culture esoteriche del mondo per poi distruggerle ed utilizzarne le conoscenze per il proprio scopo ultimo, il dominio sull’uomo e sul mondo. Queste conoscenze esoteriche (simili in ogni cultura, anche in quelle che mai si sono incontrate nella storia) raccontano che il “tempo” che noi comunemente intendiamo lineare è in realtà a spirale, quindi diviso in “cicli” (vedi il calendario Maya ad es.). I cicli hanno una durata di 5.126 anni (i più piccoli detti anche Ere), 13.000 anni (quello intermedio detto anche Anno Galattico), 26.000 ecc. Secondo lo studio di molti calendari antichi, oltre al più famoso Calendario Maya, tutti questi cicli (che si contengono uno dentro l’altro) terminano il 21/12/2012. In questo periodo si attende l’arrivo di un’energia emanata dal centro della nostra galassia (che è un buco nero), un’energia che modificherà la materia “caricandola” energeticamente e così cambiandone la struttura che da carbonio si eleverà ad una struttura di tipo cristallino (il principio alchemico per intenderci). Il risultato di questo evento è il “cambiamento dimensionale” (per comprendere questo passaggio è importante studiare un pò la fisica quantistica) del nostro sistema solare, il passaggio dalla terza/quarta densità (spazio-tempo) alla quinta. Le “dimensioni” sono connesse le une alle altre (e non è possibile percepire quelle più elevate a meno di possedere un “talento” o “vibrazione” adeguato) e quindi il cambiamento interessa anche tutte le dimensione sopra la nostra. Partendo da questa prospettiva parliamo delle civiltà extraterrestri (o meglio extradimensionali) in cui molti non credono ma che, in realtà, esistono. Gli Illuminati sono coloro che nella storia diedero vita ai “RE”. I Re erano i discendenti degli Dèi venuti dalle stelle (qui la cultura greca aiuta molto, ma anche l’induismo o la cultura pre-colombiana, quella cinese e quella degli indiani d’America), che in alcuni casi aiutarono l’uomo dell’epoca ad evolversi tecnologicamente e spiritualmente ed in altri casi sottomisero le popolazioni rendendole schiave e sctenando guerre e distruzioni (vedi i testi Veda indù). Alcuni fanno riferimento a queste civiltà come agli Annunaki, il popolo del pianeta Nibiru, il X pianeta, Nemesis ecc. Evitando di entrare nello specifico è importante sapere che gli illuminati sono in realtà essi stessi gli schiavi di queste entità (il termine migliore) negative a cui, in cambio del potere materiale sul mondo, hanno dato la loro vita. Solo specifiche linee di sangue hanno questa possibilità perchè possiedono un DNA specifico che consente alle entità oscure di “possedere” o di “comunicare” con loro, motivo per cui si sposano sempre tra loro (qualcuno pensa che siano ibridi/Rettiliani, ma qui si potrebbe discutere per ore), per mantenere questa “linea” sempre aperta. Le entità negative si nutrono di energia negativa, della paura e della disperazione. Non a caso nelle logge massoniche (così come nella storia del mondo) compiono riti sacrificali di ogni tipo, è una questione di “energia” e da qui nascono tutti i miti relativi al vampirismo e la diverse tipologie di logge. Queste entità, stante il loro infimo livello vibratorio, non potrebbero mai sopravvivere in un’energia elevata come quella in arrivo. Questo punto fondamentale stà generando il momento sociale/economico attuale. Noi esseri umani creiamo la realtà che viviamo ogni singolo istante. Tutto è energia (vedi sempre la fisica quantistica) e l’energia va dove si concentra l’attenzione (questa è una delle leggi più importanti dell’esoterismo). Quindi per tentare di impedire il cambiamento, (l’obiettivo reale dell’elite) è fondamentale che l’energia prevalente creata dall’uomo sia negativa (bassa). Come ottengono questo risultato? Attraverso la manipolazione della nostra psiche che va avanti da secoli. Divide et impera (dividi e conquista) è la loro regola, dividono l’uomo dalla sua parte animica (l’anima) attraverso le religioni, poi dividono l’uomo dall’altro attraverso la razza, lo stato sociale ed intellettuale attraverso il “sistema” scolastico, economico, politico e lo indeboliscono ulteriormente attraverso quello medico/scientifico (virus, malattie, scie chimiche ecc). Un uomo diviso è un uomo debole e più facilmente manipolabile. Inducono la creazione di energia negativa attraverso le guerre e gli shock di ogni tipo (vedi controllo mentale coi suoi vari progetti tipo l’ MK Ultra della CIA) imposti con capacità scientifica. Lo shock attuale è di tipo economico. Come detto in precedenza, le dimensioni sono connesse le une alle altre e gli abitanti di quelle superiori alla nostra e che con noi hanno un “legame di parentela” (c’è chi sostiene che l’essere umano sia il mix di 23 razze extraterresti) sono interessati al cambiamento del 2012 (per convenzione) in modo importante. Queste entità di 5°, 6° o superiori dimensioni, sono attivamente impegnate nel supportare la nostra specie verso quella che viene definita “Ascensione planetaria” per il nostro ed il loro bene (karma). Non so quale credito tu possa dare alla questione UFO ma i documenti in merito sono (così come tutti gli altri di cui ho accennato) enormi in numero ed importanza. Esiste quindi una “forza” d’amore estremamente forte ed organizzata che opera da tempo per aiutarci ad affrontare con successo questo compito così delicato e straordinariamente importante, una forza che oggi stà contrastando (meglio dire annichilendo) il potere degli oscuri grazie anche all’impegno attivo di molti individui evoluti incarnati in questo tempo così straordinario chiamati indaco, erranti o semi stellari. L’attuale crisi è in realtà da sempre l’obiettivo di entrambe le parti ed è per questo che all’inizio ho detto che la verità stà nel mezzo. Perchè l’uomo evolva deve acquisire consapevolezza, ed in questo momento la consapevolezza di essere vissuti in un sistema marcio e sbagliato si stà rapidamente facendo strada grazie proprio alla crisi creata dagli oscuri. Diverso sarà il risultato che si otterrà a seconda che prevalga la paura o l’eccitazione del cambiamento energetico. Per non buttare altra carne al fuoco direi che le possibilità che l’elite vinca la sua battaglia sono, anche se sembra il contrario, molto ma molto basse, anzi direi nulle. Non c’è alcuna possibilità per l
    a negatività di prevalere sulla luce e sull’amore della Sorgente, visto e considerato che anche loro ne sono una, seppur piccolissima, parte. In quest’ottica è vero che il male non esiste, è solo un teatro che ci dà la possibilità di scoprire il nostro livello spirituale a seconda della parte che abbiamo deciso di interpretare e dei cambiamenti che apportiamo in noi stessi durante lo svolgimento dell’opera. Avrei ancora mille cose da aggiungere ma, se sei arrivato a leggere tutto sino a qui senza mandarmi a quel paese, sei stato molto gentile e di questo ti ringrazio di cuore. Se invece l’hai fatto e hai voluto vedere fino a che punto sarei arrivato nella mia esposizione, non ti biasimo è stato comunque importante condividere la visione di un pazzo che non conoscevi prima di adesso. Che Tutto Ciò Che E’ ti benedica sempre.

  • epicblack

    “Il re­fe­ren­dum abro­ga­tivo è di­sci­pli­nato dall’art.75 della no­stra co­sti­tu­zione, si ri­corre a que­sto tipo di re­fe­ren­dum per de­li­be­rare l’abrogazione par­ziale o to­tale di una legge quando lo ri­chie­dono cin­que­cen­to­mila elet­tori o cin­que con­si­gli re­gio­nali. ….. Non è am­messo il re­fe­ren­dum su leggi tri­bu­ta­rie e di bi­lan­cio, di am­ni­stia e in­dulto, di au­to­riz­za­zione a ra­ti­fi­care trat­tati internazionali.”
    L’unione monetaria europea è stata istituita con il trattato internazionale di Mastricht. Il popolo non ha sovranità in materia monetaria.

  • simonsaid

    Salve a tutti, mi sono appena iscritto…Trovo questo forum speciale e “superiore”. Credo di non aver la cultura e l’istruzione che hanno molti di voi…ma spero di potermi confrontare in maniera sincera e discreta….e di essere all’altezza.
    E un’pò che seguo Barnard e credo che tutto quello che dica sia in buona fede…ci crede e ci mette anima e corpo….Non ho le basi per poter dibattere nei suoi approfondimenti economici anche se provo ad aggiornarmi continuamente…per il resto condivido “quasi” tutto…Era sparito…ed è tornato…ma a quanto pare gli insulti sono all’ordine del giorno e non credo se li meriti. Si può non condividere tutto…..ma sempre nei limiti del dibattito educato. Ho sempre pensato che cercasse di stimolare le persone intorno a lui….cosìcchè si ponessero quesiti approfondendo poi gli argomenti.
    Attraversiamo un periodo particolarmente strano e confuso e credo Barnard abbia azzeccato tutte le sue previsioni… e non vedo perchè non debba continuare a farlo.
    Lui è un giornalista….trova notizie, li studia…e li divulga…..siamo noi poi a trarne le conclusioni dovute.
    Attualmente sono un precario che 3 anni fa, all’nizio della crisi, ha perso tutto….lavoro e compagna..subendo pure un brutto infortunio sul lavoro….Sono entrato in un vortice che non credevo esistesse…un vortice senza fine….Il mondo cambia in maniera radicale e inarrestabile….niente sarà più come prima…si nota chiaramente anche se ci sono persone che vivono in una bolla……e sinceramente non riesco a capire il perchè di tutto questo…qual’è lo scopo finale? Forse perchè tra 30 anni saremo in 9-10 miliardi su questo pianeta? Buona serata a tutti…

  • ws

    OVVIO che i parrucconi non lo ammetteranno … ma raccogliere le firme e sbatterglie sul muso dovrebbe essere ancora ammesso 🙂

  • AlbertoConti

    Magari mi fossi sbagliato leggendo i “saggi” di Barnard; purtroppo non è così. Ma vediamo d’intenderci, visto che l’estrema sintesi può ingenerare talvolta fraintendimenti. Intanto la citazione un po’ più completa di quel che ho scritto doveva essere: “spendere a deficit” aumentando il debito pubblico è esattamente questo: FARSI PRESTARE I SOLDI CHE SPENDI == Perchè è questo che accade alla lunga, stampando moneta per bilanciare il deficit pubblico. Il “debito” dello stampante, la BC per conto dello Stato, diventa prima o poi debito dello Stato corredato d’interessi passivi. Bassi finchè vuoi se tesoro e BC non divorziano come è accaduto da noi, ma pur sempre su un volume debitorio in crescita illimitata. E ci sono decine di passi in cui questo è chiaramente espresso da Barnard: “non ci sono limiti al debito pubblico”! Su questo principio sbagliato non può che fondarsi una costruzione altrettanto sbagliata. Hai voglia poi a giustificare che “basta che questa spesa sia finalizzata a produrre ricchezza per il paese”. E’ ovvio che a volte può essere così, ma non può essere sempre così, a meno di essere alchimisti che hanno scoperto la pietra filosofale. E oggi più che mai è molto difficile che sia così, in tempi di esaurimento delle risorse naturali (altro bel argomento ignorato da B.) == Ma supponiamo per assurdo che TUTTO il debito d’emissione della BC rimanga nel suo bilancio, mentre lo Stato virtuoso si guarda bene dal gonfiare il parco bond emessi. Vorrà dire che la BC emette (spende) la sua moneta fiat in cambio di altri asset finanziari (titoli) che non siano debito pubblico. Risultato, si patrimonializza senza limite sul mercato finanziario, contribuendo a gonfiarlo senza limite, che è esattamente il cancro di cui soffre l’economia occidentale (e per conseguenza mondiale). Non si scappa, l’emissione di TUTTA la massa monetaria a debito dell’emittente porta alla catastrofe sotto gli occhi di tutti, del socializzare i debiti e privatizzare i crediti verso limiti esponenziali del tutto irrealistici, oltre che profondamente ingiusti. L’unica soluzione ragionevole è l’emissione di moneta di Stato senza debito dello Stato emittente, limitata alle reali necessità di monetizzazione dell’economia reale, e soprattutto con regole limitanti all’emissione a debito di natura privata (quel che fanno oggi le banche). Statalizziamole (le banche) e il problema è risolto. Per farlo ovviamente occorre “scontentare” i “grandi criminali” indicati da Barnard, in pratica far crollare l’imperialismo USA, su questo credo siamo d’accordo. Sul come forse un po’ meno, perchè il modello monetario fa parte del come, dal punto di vista democratico, della consapevolezza condivisa, ancor prima che dal punto di vista tecnico.

  • kant

    Barnard ineccepibile come al solito; l’unica cosa che mi sento di dirti è che a mio parere la causa della perversa costruzione della UE non sono tanto i tedeschi neonazisti ma americani e inglesi. Credo infatti che l’effetto domino sui debiti sovrani dell’eurozona, dovuto alla mancanza del “prestatore di ultima istanza” arriverà alla fine anche sulla Germania, che cadrà per ultima ma cadrà comunque. Il fatto che i governanti tedeschi non se ne rendano conto prova la loro ottusità oppure il loro asservimento al vero potere degli angloamericani. Non dimenticarti che anche la Germania è una colonia degli angloamericani, benché non completamente asservita come l’Italia, e che l’impulso all’Unione Europea è venuto dagli americani, per creare un blocco sviluppato di fronte all’Unione Sovietica. Venuta meno l’URSS si poteva procedere con la distruzione dell’Europa diventata un concorrente troppo pericoloso sui mercati: ecco allora il trattato di Maastricht col demenziale patto di stabilità e il divieto di finanziarsi con la banca centrale. Lettura consigliata: “Vecchi Trucchi” di John Kleeves (1991)

  • ricmart

    -Divulgatori di illusioni sociali- anche a me piace informarmi ed incazzarmi, e come mi incazzo bene! quando poi, sono solo davanti lo specchio do il meglio di me!
    Il problema è che nessuno sà, a scuola i professori preferiscono raccontare barzellette, nelle università preferiscono insultarti che insegnarti…i studenti preferiscono imparare a memoria invece che sapere- il sistema ha voluto questo- hanno voluto divulgare l’ignoranza- lo sai benissimo Paolo-
    non si addestra un animale prendendolo a bastone, lo si addestra usando il suo stesso linguaggio- dovresti informare non insultare-la gente ha bisogno di questo, non divulgare pensieri, punti di vista ed illusioni ad un popolo al tracollo.
    non vedo più le differenza tra un travaglio, un beppe grillo che parlano di una casta o altri che parlano di un ellite…

    contro il popolo insultano e sparando giudizi a cazzo entrambi.
    Ma nessuno di questi che hanno la cultura giusta, la giusta conoscenza a dire “adesso iniziamo il cambiamento, vado avanti io” …devono sempre andare avanti gli altri, certo è facile quando ti tengono per le palle fare qualcosa. vero?

    -Ho perso fiducia nel popolo Italiano dove ogni intellettuale fa opinione ma se lo guardi bene è sempre più coglione (o comprato)-cit. g.g.-

  • walterkurtz

    Complimenti. trovo le tue analisi ottime e mirabilmente spiegate

  • Truman

    “Il re­fe­ren­dum abro­ga­tivo è di­sci­pli­nato dall’art.75 della no­stra co­sti­tu­zione”.

    Ho il sospetto che l’ art. 75 si può abrogare con un referendum. Io comincerei da lì.

  • Iacopo67

    Grazie della segnalazione, ho trovato su internet qualche scritto di Kleeves, mi ha incuriosito e ho già ordinato “Vecchi trucchi”. Ciao.

  • nuvolenelcielo

    L’ipotesi 2 non sarebbe mai approvata dal voto popolare. Quindi se nascesse, nascerebbe antidemocratica e dall’alto per definizione, come l’euro. Il che non lascia presagire nulla di buono…

    Comunque la bozza Merkel, di cui nessuno guarda caso parla…, è una notizia di 2 giorni fa, parlava della possibilità di lasciare l’euro e tornare alla moneta nazionale rimanendo nell’unione europea (per gli stati in difficoltà economica che volessero farlo).
    Quindi opzione 3B: tornare alla lira sovrana senza abbandonare l’eurozona.

  • Eshin

    (AGI) Berlino – Lasciare la zona euro senza essere costretti a lasciare l’Unione Europea. Per i Paesi che volessero esercitarla, l’opzione e’ al vaglio di Angela Merkel, che l’ha messa nero su bianco in un documento che sara’ presentato alla conferenza sull’eurozona che la Cdu terra’ nel fine settimana. “Se uno Stato membro”, si legge nella bozza, della quale e’ venuta in possesso l’agenzia Reuters, “mostra di non voler o non poter rispettare le regole della moneta comune, potra’ volontariamente lasciare la zona euro senza lasciare l’Ue”. …. effettivamente, non se ne parla…

  • Cornelia

    A me pare che Paolo Barnard sia un attivista da tastiera tale e quale a noi tutti. Non mi pare di aver letto di Paolo Barnard che ha assaltato a mani nude la BCE a capo di cinquemila rivoltosi.
    Non vorrei, inoltre, che ci insulti tanto perché ritiene che il suo lavoro alla tastiera sia più importante ed indispensabile del nostro.

  • MM

    E provare a votare un piccolo partito come il PCL (o PCdL, di cui nessuno parla e di cui pochi conoscono l’esistenza, a quanto pare) – piuttosto che astenersi o piuttosto che regalare il voto alle classiche sinistra e destra e appendici corrotte e vendute – può essere una buona idea, può rappresentare un buon inizio?

  • Nauseato

    Esatto.

  • abbronzato

    Lazzaretti, hanno vinto. Hanno vinto LORO. Rassegnati, sono troppo forti per noi, non c’è scampo, siamo finiti. Oggi tocca a te, domani probabilmente a me e ad altre migliaia di persone. Macellati senza pietà. Ma non basta: i rivoluzionari da tastiera poi qui su CDC ti prendono pure per il culo. Un artista da strada che ti accompagni e il megafono. Ahhhhh.
    Chissà forse avrà una cattedra di “storia della filatelia bulgara”, oppure sarà RRRRRRICERCATRICE, oppure funzionaria istat…….forse bidella????

  • azul

    Analisi lucida e sintetica (troppo), che non fa una grinza. Finalmente Barnard, dopo averci tormentato con la sua diagnosi, condita di insulti colorati e nonne pseudo rimbambite, comincia a parlare di terapie, che al momento rimangono però appena abbozzate in modo semplicistico e insufficiente. Persino Repubblica è stata sull’ipotesi default e uscita dall’euro molto più rapida e attenta, anche se ovviamente con finalità opposte a quelle di Barnard. Già ieri si poteva leggere un articolo di Maurizio Ricci, che così avverte (terrorizza) sulle conseguenze del default stile Argentina:

    La bancarotta extrastrong. E’ il caso Argentina: il default selvaggio. L’Italia annuncia che non pagherà più i suoi debiti, togliendo dal tavolo quasi 2 mila miliardi di euro. Almeno per qualche anno, nessun investitore estero ci presterebbe più soldi. Tecnicamente, non è un problema gravissimo: lo Stato continuerebbe a funzionare. Al netto degli interessi, infatti, il nostro bilancio è quasi in pareggio. Ma gli effetti economici sarebbero devastanti. Il rischio di fuga dei capitali – già presente nello scenario “dolce” – diventerebbe immediato. Oltre allo Stato, anche le aziende italiane si vedrebbero chiudere l’accesso ai mercati. Ma, soprattutto, l’impatto sulle banche e sul sistema finanziario mondiale sarebbe enorme e il “credit crunch” una certezza.

    La bancarotta con il botto. E’ quasi impossibile che un default selvaggio non comporti anche un’uscita dell’Italia dall’euro. Tecnicamente, è un incubo: bisognerebbe rivedere i trattati europei e rivotarli, stampare la nuova moneta, riprogrammare computer e bancomat con la nuova valuta. Ma, economicamente, è molto peggio: all’impatto del default selvaggio bisogna aggiungere nuovi elementi. La fuga di capitali diventerebbe una certezza, nel tentativo di spostare i propri euro all’estero, prima della conversione.

    Agli sportelli delle banche, ci sarebbe l’assalto… http://www.repubblica.it/economia/2011/11/10/news/fuga_di_capitali_e_blocco_dei_conti_cosa_succede_se_l_italia_fallisce-24758407/?ref=HREA-1

    Una soluzione potrebbe essere quella di un manifesto antiglobalista che denunci il Vero Potere e indichi una via di uscita e che sia firmato dai pochi intellettuali, politici ed economisti illuminati del nostro paese e che possa costituire la base di un nuovo movimento politico o di una legge di iniziativa popolare. A questo punto la divulgazione e la propaganda via internet potrebbe anche essere meno “inutile” e la badilata in faccia potrebbe arrivare a qualcun altro.

  • pippo74

    mi sembra un pò pesantino. credo alla buona fede di Mikaela, perchè attaccarla?

  • nuvolenelcielo

    Sicuramente non ci saranno persone corrotte come negli altri partiti, ma PCdL è un partito che rappresenta il vecchio ideologicamente, non penso proprio che il cambiamento vada in quella direzione e che quel partito possa mai uscire dall’anonimato. Ovviamente se tu condividi l’ideologia votalo, ci mancherebbe, ma non credo che sia un buon inizio nel senso che tu intendi.

  • daveross

    Il problema della soluzone 2 è che è utopistica. Quello della 3, è che alla prima dichiarazione di uscita dall’Euro scoppierà una guerra in Europa. I creditori non busseranno certo pazienti alla porta…

  • mikaela

    Ma non hai detto che sei d’accordo con Barnard al 100% allora le badilate andavano date solo a Berlusconi? a quelli che sono venuti a riscuotere ora a nostra insaputa senza essere eletti gli diamo il benvenuto senza fiatare? fammi capire bene da che parte stai?

    Ti sei iscritto 3 giorni fa hai esodito dicendo che sei d’accordo con Barnard pero’ dici che non si puo’ fare piu’ niente.

    Ti ricordo che la musica ha sempre unito i giovani ed e’ sempre servita per creare curiosita,e’ un mezzo, la mia era solo un spunto poi anziche’ un amico musicista potrebbe portarsi du o tre amici, tanto quanto basta per incuriosire la gente e fare un gruppetto.

    Da quello che scrive gli argomenti non gli mancano, l’importante e’ spiegare che il problema e’ la creazione dell’Euro e che abbiamo bisogno della nostra moneta sovrana per risolvere i nostri problemi.

  • MM

    Ti ringrazio per l’attenzione e la risposta.

    E’ il commento che ricevo da tutti coloro ai quali prospetto l’ipotesi.

    E’ da valutare però che si tratta dell’unico partito che come programma contiene una buona parte di ciò che anche qui come altrove si ritiene come desiderabile o indispensabile, per ciò che riguarda l’opporsi a poteri forti, banche, multinazionali, corporazioni… . Mi sembra che sia questa la direzione che molti desiderano sia intrapresa, in realtà.
    Se il problema è questo tipo di capitalismo completamente corrotto, mi sembra l’unico partito in Italia che coerentemente, con fermezza, si oppone ad esso.
    Capisco che sia “anacronistico”, “vecchio”, ma è un vecchio forse più saggio di tanti “giovani” e ciò che è vecchio non è tutto da buttare, così come ciò che è “nuovo” non è tutto così buono.

    Si tratta comunque di un voto che può essere utilizzato da subito, in attesa che possano crearsi movimenti nuovi e formazioni diverse che, però, non riesco a vedere in essere né possibili in tempi brevi.

    Chiaramente si tratta solo di una mia opinione.

    Comunque, si, lo voto e continuerò a votarlo. Anche il “vecchio”, ad un certo punto, può costituire un rinnovamento, date le condizioni in cui versiamo. Tra l’altro io non sono più giovanissimo.

  • AlbertoConti

    Grazie. L’unica forma di “pagamento” di noi commentatori volontari è questa, non tanto l’elogio a soddisfazione dell’ego, quanto l’essere capiti nei contenuti. Per costruire contenuti corretti ci vuole fatica e il coraggio anche di sbagliare. Questo però è un momento di grande passione conoscitiva e costruttiva; non molliamo!

  • istwine

    Alberto, sto ancora aspettando un confronto, non tanto per ego, ma perché sembri una persona intelligente, di cui condivido poco e niente, ma intelligente.

  • cagasotto

    la prossima guerra sara fatta a livello telepatico anche perche saremo cosi poveri e controllati che non potremo fare altro

  • abbronzato