Home / ComeDonChisciotte / CHIAMATE GLI PSICHIATRI

CHIAMATE GLI PSICHIATRI

DI GZ
cobraf.com

Stasera il governo spagnolo ha annunciato una finanziaria di tagli e tasse da 40 miliardi, (facendo rimbalzare il mercato) e Hollande ha annunciato un budget “storico” per la Francia perchè per la prima volta taglierà circa 30 miliardi. I commenti su CNBC, Class o Bloomberg vengono tutti dallo stesso copione, senza sgarrare: “…la Spagna deve impegnarsi a ridurre spese e mettere tasse …. per poter poi ottenere un prestito di 100 miliardi dagli altri paesi da girare alle sue banche…la Francia deve presentare un piano di riduzione del debito, perchè i mercati altrimenti l’attaccano…l’Italia ha fatto molto con Monti per ridurre il deficit, ma vede aumentare il suo deficit e ora deve preoccuparsi, fare dismissioni…”. In altre parole la follia continua e nessuno chiama gli psichiatri.

Una unanimità così di commenti ce l’hai nelle dittature, forse è vero che c’è stato una specie di colpo di stato finanziario perchè su argomenti finanziari non esiste dissenso sui media.

Un dissidente si è espresso fuori dal consenso “europeo” che include tutti i partiti di governo in europa, di sinistra e di destra. Il dissidente noto è Berlusconi oggi a 360 gradi su euro, debito e svalutazione. Ha lasciato fare Monti anche lui per opportunismo, ma mostra chiaramente di sapere che tutta la storia del debito, deficit, spread e austerità è una farsa e una truffa

Contrariamente a quello che martella la propaganda, il debito dello stato è il contrario di quello della mamma, della nonna e dello zio a cui se non lo pagano pignorano qualcosa. Perchè lo stato fa lui le leggi e decide se, come e quando pagarlo, ma soprattutto perchè lo stato emette moneta allo stesso modo in cui emette BTP, per cui può scambiare moneta con titoli di stato come e quando vuole.

Se lo stato vuole comincia domani a comprare 100 miliardi di BTP al mese, a qualunque prezzo, tanto li tiene fino in scadenza e li paga chiedendo alla Banca centrale di accreditargli 100 miliardi al mese. E tra 20 mesi il debito pubblico italiano… paf..! è sparito

Magia… niente più spread, niente più aste, niente più future sul BTP, sparito tutto. Non è mica una teoria, ci sono articoli tutti i giorni su Reuters che dicono che in USA e Inghilterra quasi tutto il debito pubblico in asta da due anni lo compra la Banca centrale e se continuano così rischiano di far sparire tutto il debito pubblico.

Questo è possibile perchè debito pubblico e moneta non solo “i soldi” che immagini tu, quelli nella cassaforte, ma entrate contabili presso il bilancio della banca su cui si ha il conto, a cui corrisponde a sua volta un entrata nel bilancio della Banca Centrale. E questo bilancio è “a fisarmonica”, lo si può dilatare a piacere, come del resto poi Draghi, Bernanke e soci stanno facendo. Per cui il bilancio della Banca Centrale può ingoiare tutto il debito pubblico e farlo sparire.

E’ un guaio se si sostituisce debito pubblico con moneta ? L’unica differenza per chi riceve moneta al posto dei suoi titoli di stato sarà che invece di ricevere un 4 o 6% di interesse non riceve niente. Per cui dovrà trovarsi qualcosa d’altro che gli renda qualcosa. Dura la vita di chi cerca una rendita senza rischio. Fino a prova contraria questo non è un dramma come fare chiudere le fabbriche e le ditte e lasciare tre milioni senza lavoro

Fino a quando il consenso politico rimane bulgaro sul rimanere nell’euro e imporre austerità, tagli e tasse i fondamentali di Italia, Spagna e Francia restano “very bad” (e anche del resto d’europa alla fine)

GZ
Fonte: www.cobraf.com
27.09.2012

Pubblicato da Davide

  • Tanita

    La Francia é in deficit di bilancio ancora peggio della Spagna.
    Ecco la Gran Bretagna:

    “Britain in the red by record £20.8bn
    Welcome news that UK’s GDP shrank slightly less than expected in second quarter offset by abysmal current account figures”

    (The GUardian, oggi)

    Cioé, 20.8 miliardi di deficit di bilancio. Non parliamo poi degli USA.

    Finché non si finisca con questo casinó finanziario, i popoli sono carne da cannone.

    Il Sistema é marcio fino al midollo, é un saccheggio oligarchico senza regole né leggi e tutte le misure di “austerity” hanno l’unico scopo di trasferire ricchezza verso l’élite finanziaria, TUTTA la ricchezza, quella dei cittadini e quella degli Stati.

  • gm

    Quella specie di finto carrettiere dell’attuale segretario Pd, quello sul libro paga della Cee per “tenere sotto controllo” le masse popolari man mano che le merkel e i draghi somministrano le loro ricette al vetriolo, quello scamiciato in stile demagogo-populista, quello dal gusto calcolato per il gergo popolano strappa applausi ai ballarò , quello che del popolo fa scempio e carne da tritare mentre accusa altri di populismo , quello che ‘propaganda e vota senza vergogna ricette ammazza popoli per le quali sarebbe da impiccare assieme a tutta l’altra borghesia_pattumiera che si definisce sfrontatamente “di sinistra”, quello che finge di “criticare” monti e lo stesso giorno gli dà il suo voto, quello che ha fatto schizzare il prezzo della benzina a 2 euro lt dopo aver fatto bombardare la libia, quello che ci fa arrivare a casa bollette raddoppiate e costringe sempre più gente a mangiare una sola volta al giorno (e non sempre!) , quello che si bea degli applausi della peggiore grassa, lorda borghesia incolta o semicolta timbrata Pd, quello arrogante che fa la voce grossa e sfida dal sicuro del suo palco chi gli ha dato dello zombi, quel prete senza credo che, riesumando toni da santa inquisizione, pretende di bollare altri con logori ma sempre comodi epiteti di “fascista”, quello che , venduta anima e culo alle merkel e agli obama, ora sta svendendo questo paese un tanto al chilo alle oligarchie del capitalismo finanziario, quello che si fregia di essere “democratico” mentre assieme all’ altro compare di casta sogghignante (il bombarolo dei serbi con licenza di uccidere americana) fa carta da cesso di costituzioni e principi democratici, quello che storce e arriccia il naso quando vuol dare a intendere di aver detto una cosa “cazzuta” o “figa”, costui l’ho sentito in Tv mentre se ne usciva con un’altro dei suoi finti motti popolani del tipo :”noi c’andiamo a nozze (con monti) perché l’abbiamo voluto per liberarci di Berlusconi”! e giù applausi dalla selezionata assemblea dei borghesi pidiellini faccia da culo, pancia piena e cravatta nuova rossa!
    Ho pensato alla gente che, per colpa anche di questo insipido borghese alla lasagna che ama andare a nozze con monti, si deve arrabattare per sopravvivere, ho pensato ai minatori sardi, ai precari, ai tanti giovani disperati, a quelli che si arrampicano sui tralicci per rivendicare quel posto di lavoro che gli stanno portando via, ho pensato anche a me stesso e a tutti gli altri che sono vittime di questo mediocre in cravatta rossa ma senza coraggio, senza verità, senza orgoglio autentico, senza patria, senza niente altro da esibire che la sua vile prepotenza camuffata, la sua indifferenza, il suo narcisismo, la sua volgarità, il suo stipendio da 15.000€ e un sigaro in bocca.

  • Aironeblu

    Il dissidente Silvio Berlusconi è senza dubbio uno defli affaristi più grezzi, bugiardi e arrivisti che abbia mai calcato direttamente la scena politica italiana, dando un forte contributo al declino sociale e morale della nostra società. Certamente è un demagogo, che tra contratti con gli italiani, promesse di milioni di posti di lavoro, squadre di calcio e programmi tv spazzatura è riuscito ad ottenere il consenso popolare che gli ha consentito di farsi gli affari propri per un ventennio. Insomma, un personaggio di cui avremmo volentieri fatto a meno. Ma c’è di peggio, molto peggio.

    Berlusconi tra i suoi intrallazzi e le sue leggi ad personam è e resta comunque un imprenditore italiano, che ha creato il suo impero mediarico ed economico in Italia, e che ha i suoi interessi da difendere in Italia. Berlusconi non è per nulla interessato ad un affondamento della nostra economia perchè significherebbe un affondamento delle sue aziende, ed è questo suo interesse personale che l’ha mosso a temporeggiare contro le misure di rigore Merkozy, prima delle dimissioni forzate, e che lo muove oggi a spingere verso un distacco dalla morsa dell’euro.

    Certamente Berlusconi è a conoscenza del meccanismo escogitato ai piani più alti per sottrarre alle Nazioni la loro sovranità con la truffa del debito e dello spread, e certamente non può che opporsi a questo piano che va contro i suoi interessi personali. Monti invece non ha interessi personali, è un “tecnico” messo illecitamente a capo del nostro governo dai poteri forti per servire i loro interessi. E i loro interessi sono la distruzione e la svendita in saldo della nostra economia e del nostro paese.

    Unica misera consolazione, anche i cugini francesi con tutto il loro senso di superiorità, sono nella stessa pentola.

  • Hamelin

    Ottimo come sempre Zibordi…
    L’unica cosa che dispiace è l’interpretazione del nano di Arcore come del dissidente antisistema.
    Ormai dopo tutto questo tempo e tutte le fregature che ci ha rifilato dovrebbe essere ben chiaro che quell’ometto persegue ESCLUSIVAMENTE I PROPRI INTERESSI PERSONALI.
    Ora potrebbe sembrare anche un dissidente , ma lo sarebbe ancora domani?
    Io non gli darei la benchè minima fiducia, in 20 anni non ha mai rispettato una promessa.
    Ad un infame e traditrice macchietta come lui ,l’unica cosa che darei volentieri sarebbero un paio di metri di corda…

  • Stopgun

    un paio di metri di corda…

    tecnicamente ed umanamente ne basterebbe molto meno.

  • Aloisio

    Parole sante. Purtroppo Zibordi non è il “tecnico ” che guida il nostro paese e noi siamo in balia di un demente/venduto ipervalutato tecnico bocconiano !

  • ericvonmaan

    Quello che dici è vero. Verissimo. Sai qual’è il vero dramma? che quelli che si preparano (a quanto pare) a sostituirlo, sono peggio, molto peggio. Poveri noi, comunque vada.

  • Allarmerosso

    i Francesi NON sono miei cugini.

  • Tanita

    Ragazzi, ieri mi sono venuti i brividi quand’ho letto che Monti é “pronto” per continuare. A questo punto un buon tradizionale mafioso siciliano sarebbe piú conveniente per l’Italia.

  • nigel

    Fantastico e sputtanante al massimo! Da pubblicare e stampare in manifestini, dispersi da aeromobile su Montecitorio, affinché anche la stampa di regime sia costretta a darne pallida notizia.

  • ilsanto

    Ma di che state parlando ? Esiste il pianeta “finanza” che è simile al famoso “pianeta papalla” dei vecchi caroselli e l’economia reale.
    Ora senza entrare nel dettaglio il flusso di finanziamenti verso i paesi del “BRICS” e dei paesi “OPEC”, con la delocalizzazione della produzione e i deficit delle bilance dei paesi sviluppati USA, GB, PIIGS ci stanno distruggendo, questa è la verità.
    Giusto per capirci l’ARABIA SAUDITA ha un surplus di 240 miliardi di dollari e sono quattro gatti nel deserto che devono importare quasi tutto.
    Mentre la Francia ricca di industrie e con un’agricoltura florida ha un deficit di 65 miliardi.
    Da noi con l’agricoltura che occupa il 2-3% dei lavoratori e l’industria che perde addetti da anni ( siamo circa al 20% ) che volete che succeda ?
    Oramai ci vendiamo le cose l’un con l’altro ( i famosi servizi arrivati a quasi l’80% ) e una classe politica-burocratica ipertrofica e spesso truffaldina ci stà dissanguando.
    La finanza in tutto questo non c’entra un tubo e non si risolve neanche stampando moneta. Purtroppo non ci sono ricette classiche perchè basate su una economia dell’era degli Stati che oramai è obsoleta,
    siamo nell’era della globalizzazione. Per quanto mi riguarda il problema è l’enorme aumento della produttività che ha espulso milioni di persone dall’agricoltura culminata con la crisi del 29 da cui siamo usciti con la crescita dell’industria dal 45 in poi, successivamente il declino del numero degli addetti dell’industria è stato assorbito dal terziario ora invece l’aumento della produttività si scarica solo in disoccupazione.
    Una pezza era stata messa col consumismo ora, almeno da noi, tutti hanno casa magari più di una, auto magari più di una, televisori, elettrodomestici a bizzeffe e cellulari, pc, tablet che si cambiano più spesso dei vestiti, una seconda pezza indebitandoci tutti stato, ditte, privati adesso le idee sono finite. Non ci resta che creare un sistema nuovo con altri valori perchè questo è finito.

  • Giovina

    Non sono sicura che certi imprenditori e certa confindustria siano contrari al regime Montiano, e che i loro interessi personali possano risentirne.
    Vedo unita’ di intenti e di programmi.

    I grandi imprenditori vedono i piccoli molto deboli per non poter sopportare i costi di impresa e competitivita’, per questo consigliano gli accorpamenti, le aggregazioni…Spirito di associazione o simile mangia simile…..?

    Consigli a profusione di questi magnate dell’industria, ufficialmente verso il “governo”, in qualsiasi materia: istruzione, cultura, pubblica amministrazione, difesa….e tutto per poter gestire al meglio la voce “risorse umane”, e naturalmente, tutto per salvare la produttivita’.

    Il governo e’ l’oleogramma, insieme a quello di certa imprenditoria, di un potere terrificante.

    Stato, economia e cultura stretti in un abbraccio mortale.