CHAVEZ SOSPENDERA’ LE ESPORTAZIONI DI PETROLIO IN USA

IN CASO DI TENTATO ASSASSINIO

CARACAS (AFP) – Il presidente venezuelano Hugo Chavez ha minacciato di sospendere le esportazioni di petrolio negli Stati Uniti se qualcuno proverà ad assassinarlo, aggiungendo che sarà incolpato il presidente americano George W. Bush . “Se mi uccidono, ci sarà un individuo realmente colpevole su questo pianeta il cui nome è quello del presidente degli Stati Uniti, George Bush,” ha dichiarato Chavez durante il suo programma radiofonico settimanale, “Ciao, Signor Presidente.”
“Se, per mano del diavolo, quei perversi piani dovessero riuscire… dimenticati il petrolio venezuelano, signor Bush”Chavez ha detto di essersi convinto che Washington “stava abbozzando un piano di assassinio” prima che la sua Rivoluzione Boliviana avanzasse nel Venezuela ed in America Latina.

Chavez ha rivelato una settimana fa che il presidente cubano Fidel Castro lo aveva avvertito di un complotto di assassinio da parte degli Stati Uniti. ” Nè Fidel Castro nè io diciamo assurdità. Se mi accade qualcosa, incolpo il presidente degli Stati Uniti,” ha detto.

“Non mi nasconderò. Saro’ nelle strade con voi. Mi affido a Dio, ma so che sono stato condannato a morire, ” ha detto Chavez, “ogni secondo della mia vita lo spenderò nella lotta e perche’ sia fatta la volontà di Dio”.

Castro ha dichiarato il 12 febbraio: “Se Chavez sarà assassinato, la colpa cadrà su Bush. Dico questo dopo essere sopravvissuto a centinaia di piani (di assassinio) dell’ impero”. Chavez inoltre ha recentemente accusato gli Stati Uniti di essere stati coinvolti nella rivolta dell’Aprile del 2002, che lo rimosse dal potere per meno di due giorni.

Washington ha accusato Chavez di non essere un democratico specialmente da quando è salito all’opposizione in Venezuela, e più recentemente ha criticato gli acquisti di armi dalla Russia e dal Brasile. Il Venezuela è l’unico membro dell’Organizzazione dei Paesi Produttori di Petrolio dell’America Latina e vende quotidianamente circa 1,5 milione di barili negli Stati Uniti, quasi tanto quanto l’Arabia Saudita.

Il Segretario di Stato degli Stati Uniti Condoleezza Rice recentemente ha denominato Chavez “una forza negativa” in America Latina ed il Dipartimento di Stato ha appoggiato la Colombia in una recente disputa fra i vicini Caraibici riguardo al sequestro di un ribelle colombiano a Caracas da parte di funzionari colombiani all’ insaputa e senza il consenso del Venezuela.

Fonte:http://www.turkishpress.com/world/news.asp?id=
050220214200.4meabf8e.xml
21.02.05

Traduzione per Comedonchisciotte.net a cura di Manrico Toschi

I commenti sono chiusi.