CDC Incontra – Prof. Guido Cappelli – Crisi di civiltà e transumanesimo

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale Telegram.

Per l’appuntamento del mercoledì sera con CDC Incontra abbiamo il piacere di avere ospite un amico della Redazione, che molti di voi già conosceranno: Guido Cappelli. Con il professore universitario faremo una panoramica della situazione attuale in cui versa il genere umano, nel pieno di una crisi di civiltà forse mai così radicale.

Lo scoppio del guerra in Ucraina ci ha proiettati rapidamente in un mondo che necessita di un riassetto geopolitico. In questa situazione, l’Europa si trova schiacciata tra l’incudine e il martello, ma nonostante ciò i nostri leader non smettono di accelerare verso il precipizio. In questo scontro tra la NATO e la Russia si stanno mostrando tutti i problemi causati dalla volontà globalizzante del mondo occidentale, per troppo tempo sedutosi sugli allori dello sfruttamento degli altri.

Siamo alle porte di una crisi economica ed energetica che prende il posto di una sanitaria, entrambe affrontate mentre alla testa dei governi europei, marionette delle élite globalista continuano ad assecondare la necessità di una capillarizzazione del controllo degli individui. All’improvviso tutte le nostre certezze stanno venendo meno.

In questa cornice, la digitalizzazione e il transumanesimo avanzano. Sfruttando la paura delle persone distratte, il capitalismo della sorveglianza affonda i suoi artigli e mostra, per chi sa vederli, i primi segnali della distopia che sarà.

Per i popoli l’unica scelta è lottare o soccombere, e fortunatamente negli ultimi due anni abbiamo assistito in tutta Italia alla nascita di movimenti e gruppi di resistenza alle decisioni totalitarie del nostro Governo. Con un’opposizione parlamentare praticamente assente o quasi, la speranza è che le persone comuni, i cittadini, scelgano di riprendere in mano le proprie vite e si mettano in gioco.

Il bisogno di un fronte unito è più urgente che mai!

Sito CLN: https://www.comitatoliberazionenazionale.it/

Conduce Massimo Cascone, regia e montaggio Giulio Bona.

Buona visione!

 

 

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x