ComeDonChisciotte

Categoria generica

L’ALLEATO USA. USA SPIARCI.

DI ROBERTO PECCHIOLI maurizioblondet.it Benemerito Julian Assange , dopotutto. Lui, e le altre “gole profonde” stanno portando all’attenzione ciò che in privato molti dicevano, alcuni, i soliti complottisti, ritenevano certo: gli Stati Uniti sono una rete spionistica al servizio del mondialismo. Anche il governo italiano, Berlusconi in persona oltre che i suoi collaboratori erano ascoltati dall’onnipotente NSA, la National Security Agency, la più grande centrale informativa del mondo.

Leggi tutto »

I POVERI SONO BESTIE. PAROLA DI EUGENIO SCALFARI

DI ALCESTE pauperclass.myblog.it I tempi attuali hanno questo di particolare: dovremo viverli sino in fondo e berne la coppa sino alla feccia. Uno dei maestri residui del pensiero italiano (un altro, celebratissimo, è crepato recentemente), il nababbo Eugenio Scalfari, nei giorni scorsi se ne è uscito con tale argomentazione: i poveri soddisfano esclusivamente i loro istinti e voglie primari; non ne hanno di secondari: la ricerca di Dio, ad esempio; collezionare ceramiche Ming; leggere trattati di socialisti tedeschi dell’Ottocento; scrivere …

Leggi tutto »

BREXIT, LONDRA NON E' MAI STATA IN EUROPA

DI MASSIMO FINI Ilfattoquotidiano.it Non si capiscono tutte queste “ammoine”, strusciamenti, invocazioni, implorazioni, concessioni di sta- tuti speciali e deroghe alla Gran Bretagna perché resti nella Ue. Mentre invece sarebbe nostro in- teresse che ne uscisse. Perché la Gran Bretagna ha poco o nulla a che fare con l’Europa, ne è anzi u- na palla al piede. Ha detto bene Flavio Briatore, un uomo che viaggia per il mondo e lo conosce: “Londra ha una dimensione internazionale ma non europea. …

Leggi tutto »

I NEOCON STANNO FOMENTANDO UNA GUERRA SU SCALA ANCORA MAGGIORE IN SIRIA

DI PAUL CRAIG ROBERTS paulcraigroberts.org Mentre vi godete le domeniche, i folli neocon che controllano la politica estera dell’occidente e dei vassalli turchi e sauditi stanno preparando la fine del mondo. Tutti quelli che hanno fiducia nei media occidentali non hanno alcuna idea di cosa stia succedendo in Siria. Farò un breve riassunto e poi due considerazioni più dettagliate.

Leggi tutto »

L'ANTROPOLOGA SCOMODA (IDA MAGLI 1925- 2016)

DI LOREDANA LIPPERINI facebook.com Come fosse ieri. Una voce sottile, modi gentili, una donna piccolina, un’aula universitaria piena di sole. Frase dopo frase, ci insegnava a temere gli stereotipi, le frasi fatte, le prese di posizione scontate. Ai tempi, le femministe facevano i girotondi? E lei ci raccontava i pericoli di usare il simbolo (il cerchio) senza conoscerne il significato. Perché usando i simboli si viene usate, diceva, e qualsiasi conquista sociale, senza mutare i simboli, rifluisce via come acqua. …

Leggi tutto »

C'E' IL DISASTRO DIETRO L'ANGOLO. E NON SARA' RENZI A SALVARE L'ITALIA

DI MARCELLO FOA Il Cuore Del Mondo E sono già due anni. E sui media squillano le trombe per celebrare il governo di Matteo Renzi, i suoi prodigi, la sua energia. In realtà il premier continua a brillare per capacità tattiche – sa fiutare benissimo l’aria – e pochezza strategica. Costantino Ceoldo mi ha intervistato, per conto della Pravda, sulla situazione italiana. Potete leggere l’intervista in inglese qui e in italiano su Spondasud. Di seguito ripropongo il passaggio su Renzi.

Leggi tutto »

STIAMO ASPETTANDO LA GUERRA CIVILE ?

DI KONRAD STACHNIO journal-neo.org In un manuale online, l’ISIS consiglia ai suoi militanti, che vivono in Occidente, di mischiarsi tra la folla. Tra le altre cose, consiglia di radersi la barba e di comportarsi come i cristiani. Consigliano anche ai loro sostenitori di mettere le bombe nei locali notturni. Dopo aver fatto “il lavoro”, i capi delle cellule ISIS europee dovrebbero andarsene in prima linea o terminare la loro vita con un attacco suicida. In questo modo si potrà ridurre …

Leggi tutto »

UN AMERICANO CONSAPEVOLE

DI GIULIETTO CHIESA ilfattoquotidiano.it I politici possono essere perdonati quando distorcono il significato delle loro azioni passate. I governi possono anche loro essere scusati se utilizzano qualsivoglia narrazione che essi ritengono utile per se stessi. Ma il giornalismo si presume che debba rimanere esterno all’élite del potere e alla sua mendacità intrinseca. In questa crisi esso ha miseramente fallito.

Leggi tutto »

IN CHE MODO UN DIO PUNITIVO ED ONNISCIENTE POTREBBE AVER FAVORITO L’ESPANSIONE DELLA SOCIETA’ UMANA

DI BENJAMIN PURZYCK theconversation.com Non c’è mai stato un momento più pressante di questo per esaminare la diversità religiosa nel mondo. La conquista, la violenza e la conversione di massa richiedono livelli estremi di coordinamento e di cooperazione. Il Cristianesimo e l’Islam, in particolare … Per la maggior parte della nostra storia evolutiva i gruppi umani si sono raggruppati in piccole comunità molto chiuse e solo da poco tempo hanno cominciato ad evolversi in società di grandi dimensioni, con le …

Leggi tutto »

L'INCUBO NO CASH E IL TEOREMA DI PANGLOSS

FONTE: ILPEDANTE.ORG … καὶ ἵνα μή τις δύνηται ἀγοράσαι ἢ πωλῆσαι εἰ μὴ ὁ ἔχων τὸ χάραγμα, τὸ ὄνομα τοῦ θηρίου ἢ τὸν ἀριθμὸν τοῦ ὀνόματος αὐτοῦ. (Apocalisse 13,17) Delle tante pessime idee escogitate dalla civiltà occidentale per autodistruggersi l’abolizione del denaro contante è forse la più folle e pericolosa. I pretesti variano secondo l’inclinazione del gregge: in Italia si dice per fermare l’evasione e all’estero – nientemeno – per sconfiggere il terrorismo e le mafie.

Leggi tutto »

LA RIVOLTA DEI CONTADINI IN GRECIA

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU greekcrisis.fr Gli agricoltori hanno evacuato Atene per ritrovarsi, con le loro macchine agricole, sull’asfalto di strade e autostrade. Storia di tutti giorni…una Grecia interrotta per i blocchi sulle maggiori vie di collegamento stradali, tanto più che il paese si trova già ridotto all’inutilità a causa della cosiddetta “crisi”. La realtà, semplicemente tutto evacuato… e in attesa. La frontiera tra la Grecia e la Bulgaria è chiusa dal 18 febbraio.

Leggi tutto »

DILEMMA: ESSERE O BENESSERE ? (UMBERTO ECO E LA MODERNITA')

DI MASSIMO FINI IlConformista Quand’ero ragazzo, e avevo appena letto Opera aperta, pensavo che Umberto Eco, nello stagnante panorama intellettuale italiano, fosse un geniale eversore culturale. Negli anni ho dovuto rendermi conto, un poco a malincuore per la verità, che anche Umberto Eco è una vecchia zia del conformismo, del logo comune, dell’ottimismo obbligatorio, non diversamente da quel Mike Bongiorno (l'”everyman”) che egli sbertucciò selvaggiamente in uno dei suoi più famosi Diari minimi. Solo che mentre Mike è una vecchia …

Leggi tutto »

CHI DICE “JE SUIS FAURRISSON”? COME TI SMANTELLO LA LIBERT DI PAROLA IN FRANCIA

DI ARINDRAJIT BASU dissidentvoice.org Con l’aumento della globalizzazione, negli ultimi decenni si é assistito a una crescente eterogeneità di nazioni e comunità. Questo fenomeno ha generato la necessità di ospitare all’interno del tessuto sociale diverse identità culturali, religiose, storiche e linguistiche. In molti casi, questo è avvenuto attraverso un processo coercitivo di assimilazione in cui le comunità in minoranza sono state costrette a rinunciare alla propria identità e ad assimilare i valori culturali e le norme sociali di quelle in …

Leggi tutto »

L’AFFAIRE CASALEGGIO

DI SALVATORE MERLO il foglio.it Quali segreti nasconde il sancta sanctorum della “Associati”. Con quali uomini e quali mezzi governa il movimento di Grillo. Il super potere di una nomenklatura Via Gerolamo Morone è quella stra-da linda ed elegante del quadrilatero della moda milanese che porta a Casa Manzoni, un po’Brera e un po’ via Montenapoleone, in tre minuti si arriva a piedi in Via filodrammatici, quindi alla Scala, poi un altro passo ed ecco la Madonnina. E’ una Milano …

Leggi tutto »

VERSO LA BATTAGLIA DI BERLINO: ANGELA MERKEL NEL BUNKER

DI FEDERICO DEZZANI federicodezzani.altervista.org Aumentano poderose le spinte centrifughe che stanno disintegrando l’Unione Europea: la situazione, come in tutte le fasi che precedono il collasso di un sistema, è ogni giorno più convulsa e concitata, generando una serie di crisi che si susseguono senza soluzione di continuità, dal Portogallo alla Grecia, dall’Italia alla Svezia. L’intera impalcatura europea scricchiola ed è sufficiente un colpo violento per romperne il precario equilibro: ecco perché bisogna tenere gli occhi puntati sulla Germania e sulle …

Leggi tutto »

LA “RICOSTRUZIONE “ DI GAZA: ZERO CASE, MASSIMO PROFITTO PER ISRAELE

FONTE: WHOPROFITS.ORG A un anno dall’ ultimo attacco israeliano alla martoriata zona della Striscia di Gaza, migliaia di case ridotte in macerie e nessuna ricostruita. L’ultimo attacco israeliano a Gaza ha causato la morte di circa 2000 palestinesi e distrutto 17.000 abitazioni, lasciando senzatetto 110.000 persone e riducendo in macerie gran parte della Striscia. A seguito delle eclatanti violazioni delle leggi umanitarie internazionali da parte di Israele, l’emergenza umanitaria nell’assediata Striscia di Gaza si è ulteriormente aggravata.

Leggi tutto »

IL NUOVO PROPRIETARIO DELL'AGRICOLTURA DEL BEL PAESE. A INSAPUTA DEGLI ITALIANI, S'INTENDE

DI SERGIO DI CORI MODIGLIANI libero-pensiero.net Questo signore di cui vedete l’immagine in bacheca ha un nome che non dice niente alla stragrande maggioranza dei lettori. Si chiama Ren Jianxin. Entro pochi mesi finirà per diventare il padrone dell’intera agricoltura italiana, che ci piaccia o meno. E’ una delle persone più potenti al mondo. La disposizione liquida monetaria di cui dispone si aggira intorno ai 500 miliardi di euro, pari al pil di Grecia, Portogallo, Slovenia, Croazia e Macedonia tutte …

Leggi tutto »

AVERE FIGLI E' TERRIBILE PER L'AMBIENTE, QUINDI NON NE AVRO'

DI ERICA GIES The Washington Post L’esplosione della popolazione e il cambiamento climatico sono collegati. Voglio fare la mia parte “Hai dei bambini?” E’ una domanda che mi hanno ripetutamente fatto nei miei viaggi, in quanto ovunque le culture celebrano i bambini e la capacità delle donne di farli. Io no, né lo pianifico, per ragioni sia personali sia ambientali. Ma non volendo innescare uno scambio imbarazzante, di solito nicchio con un “non ancora”. Ho trovato difficile giocare in anticipo …

Leggi tutto »

IL CALIFFO IN KOSOVO, GRAZIE USA (E ITALIA)

DI MASSIMO FINI ilfattoquotidiano.it Adesso si scopre che in Kosovo (come in Bosnia e in Albania) c’è una forte presenza jihadista. Ma guarda, chi avrebbe mai potuto immaginarselo? Come sempre, come per l’Afghanistan, la Somalia, la Libia e l’Egitto, si dimentica il pregresso, lo si sottace pudicamente o, nella migliore delle ipotesi, si sorvola. Chi nel 1999, senza il consenso dell’Onu, anzi contro la sua volontà, aggredì la Serbia ortodossa guidata da Slobodan Milosevic? Gli americani. Che c’entravano gli americani? …

Leggi tutto »

LA FINE DEL CONTANTE ARRIVERA’, PRESTO

DI TYLER DURDEN (postato da Simon Black via sovereginman.com) zerohedge.com La situazione si sta facendo molto preoccupante. Il momento di “far fuori il contante” ed in particolare i tagli da 500€ e 100$ si sta avvicinando. Lunedì il Presidente della BCE ha affermato che sta seriamente pensando di mettere fuori corso la banconota da 500€. Ieri l’ex Segretario del Tesoro Larry Summers ha pubblicato un editoriale sul Washington Post dicendo di sbarazzarsi della banconota da 100$.

Leggi tutto »

IL DELIRIO DI GEORGE SOROS…E I VERI NEMICI DELL'EUROPA

DI GIAMPAOLO ROSSI ISIS? NO PUTIN blog.ilgiornale.it In un recente editoriale sul Guardian (lo storico quotidiano britannico della sinistra laburista) George Soros, lo speculatore “illuminato”, è tornato a parlare di politica estera; ma, vuoi per l’età ormai avanzata, vuoi per il delirio di onnipotenza tipico di chi è abituato a manipolare impunemente verità e denaro, stavolta sembra aver superato la soglia del ridicolo. Secondo Soros, la minaccia per l’Europa è Putin, non l’Isis.

Leggi tutto »

IERI AD ANKARA: ATTACCHI O FALSE FLAG ?

FONTE: MOON OF ALABAMA Gli attacchi di ieri ad Ankara potrebbero essere stati un incidente “False Flag” A marzo 2014 la registrazione di un nastro di un incontro tra l’allora Primo Ministro turco Davutoglu, il capo del MIT, dell’intelligence turca Hakan Fidan e altri è stata dischiusa al pubblico. Si parlava di attacchi False Flag contro la Turchia da usare come giustificazione per un attacco turco contro la Siria. Questa notizia è statapressoché ignorata dai media mainstream “occidentali”. Dopo l’ascolto …

Leggi tutto »

BEPPE … IL CANGURO AZZOPPATO E #MATTEOSTAISERENO

DI ROSANNA SPADINI comedonchisciotte.org Grillo non è Crozza, un giullare del potere che intrattiene le masse cerebrolese di un pubblico sempre più passivo e inebetito, mutuando la falsa analisi socio politica con zerbinismi satirici verso l’una o l’altra fazione, oppure facendo un camouflage retorico tra destra e sinistra, maggioranza e opposizione, euro e no-euro, sempre al servizio dell’altra faccia del capitale finanziario che deve intrattenere e divertire …

Leggi tutto »

TUTTO CAMBIA

DI GEORGE MONBIOT monbiot.com LA CAPACITA’ DI CONTESTARE LE CIRCOSTANZE DELLE NOSTRE ORIGINI E’ UN ELEMENTO ESSENZIALE DELLA NOSTRA UMANITA’ Ho visto persone subire dei grossi traumi ed uscire appena cambiati dall’esperienza. Ho visto altri perdere l’equilibrio per motivi insignificanti: il battito d’ali di una farfalla che provoca un brainstorming. Non possiamo aspettarci che un sistema complesso come la mente umana possa rispondere in modo prevedibile e lineare. Tendiamo a ricorrere a innumerevoli risorse psicologiche pur di impedire a noi …

Leggi tutto »

LA BATTAGLIA DI SIRIA E QUELLA DI SANREMO SI ASSOMIGLIANO. NON FINIRANNO MAI

DI ANTONIO DE MARTINI corrieredellacollera.com Quando una corazzata della comunicazione decide di imporre un argomento all’ordine del giorno, sottrarsi è illusorio, ma sarebbe salutare. Zbigniew Brezinsky, indimenticato consigliere del presidente Carter (normalizzazione con la Cina, trattato SALT II), fu l’ultimo politologo americano a dire una verità sociologica: “l’America è una potenza egemone nel mondo perché produce l’86% delle comunicazioni mondiali”. I suoi successori preferirono approfittarne anziché investire sulla fiducia.

Leggi tutto »

DIPLOMATICO RUSSO DA UNA NOTIZIA BOMBA: GLI USA SI ASPETTAVANO CHE, A OTTOBRE, L'ISIS OCCUPASSE DAMASCO

DI ALEXANDER MERCOURIS informationclearinghouse.org In un articolo su un quotidiano britannico l’ambasciatore russo nel Regno Unito rivela che i russi avevano saputo dalle potenze occidentali che, dopo la proclamazione USA di una no-fly zone, l’ ISIS avrebbe occupato Damasco Lunedì scorso Alexander Yakovenko, ambasciatore russo in Gran Bretagna, ha lanciato una specie di bomba, anche se sembra che sia passata nel silenzio più assoluto. In un pezzo sull’ edizione cartacea del London Evening Standard, nel difendere la politica russa in …

Leggi tutto »

IL SEGRETO DEL TTIP (L'OPPOSTO DELLA TRASPARENZA)

DI DANTE BARONTINI contropiano.org I trattati tra gli Stati, o tra aree economiche, sono da sempre coperti da un robusto cono d’ombra. Cosa comprensibile ai tempi delle monarchie assolute o dei califfati (un capo religioso con poteri temporali, come la Chiesa fino al 1870), ma alquanto sconveniente – diciamo così – nel tempio ufficiale della democrazia occidentale. Insomma, Stati Uniti e Vecchia Europa. Eppure il tratto chiamato Ttip è assolutamente segreto. Non se ne sa quasi nulla, solo indiscrezioni sussurrate …

Leggi tutto »

VIAGGIO PREMIO NEGLI USA

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.it “Ma tutto questo Alice non lo sa…” Francesco de Gregori Un viaggio negli USA, ogni tanto, è necessario. Cosa si va a fare? Quattro chiacchiere con il Presidente e poi un colloquio (palese o segreto) con il Segretario di Stato, che negli USA è il Ministro degli Esteri, e vuole informazioni di prima mano, reali, verificabili. Poi, si manda il tizio a parlare in una Università, per osservare (chissà come se la ridono…) come se la …

Leggi tutto »

IL PIANO TEDESCO PER UN BAIL-IN SUI TITOLI DI STATO RISCHIA DI FAR SALTARE L’EURO

DI AMBROSE EVANS PRITCHARD telegraph.co.uk ‘Se fossi un politico italiano vorrei tornare alla mia moneta il più velocemente possibile: è questo l’unico modo per evitare la bancarotta’, così ha detto un ‘saggio’ tedesco. Un influente consigliere del Governo tedesco ha avvertito che il nuovo ‘piano tedesco’ volto ad imporre un ‘haircut’ [1] ai detentori del ‘debito sovrano’ dell’Eurozona innescherà l’inarrestabile crisi delle obbligazioni europee e potrebbe costringere l’Italia e la Spagna a ripristinare le loro valute.

Leggi tutto »