Home / ComeDonChisciotte / BIN LADEN E L’ILLUSIONE DELL’11 SETTEMBRE

BIN LADEN E L’ILLUSIONE DELL’11 SETTEMBRE

MENTI E SOCIETÀ SEGRETE: PARTE III

DI DEAN HENDERSON
deanhenderson.wordpress.com

La Stretta di Mano Segreta

Il cartello delle Otto Famiglie di banchieri e la loro progenie, i Quattro
Cavalieri dell’apocalisse, ritiene che il fondamentalismo islamico sia
del tutto compatibile con il monopolio del capitalismo globale, fonte
delle loro immense ricchezze. Entrambe le ideologie sostengono un controllo centralizzato, l’intolleranza verso l’opposizione, il governo per mezzo di decreti e un ritorno a una monarchia feudale. Nazionalismo
e socialismo condividono nemici comuni che cercano di redistribuire
potere e le ricchezze illecite.
Durante la storia i “banchieri illuminati” hanno creato provocatori
islamici per terrorizzare i movimenti nazionalisti popolari che mirano
a strappare le loro nazioni dai programmi di controllo di dominazione
mondiale dei banchieri del FMI/Banca Mondiale. Esempi recenti di tutto questo sono entrambi in Libia e Siria. Ma questa è un’antica alleanza.

I Cavalieri Templari collaborarono con la Confraternita Musulmana degli
Assassini per realizzare le loro trame contro i nazionalisti Saraceni
Musulmani. Il fondatore della setta degli Assassini fu Hasan bin Sabah, che condivideva i titoli con il clan dominante del Kuwait, quello degli Hashemiti. Questo era stato occupato dagli Inglesi per respingere i turchi dal Golfo Persico ricco di petrolio dalla fine del XVIII secolo. (Ndt: il secolo mi pare
sbagliato (da Wikipedia): la regione il 23 novembre 1899 diventò un protettorato britannico per effetto dell’accordo segreto firmato dall’allora shaykh Mubarak al-Sabah)

Dopo la Seconda Guerra Mondiale il direttore della CIA, Allen Dulles,
parente dei Rockefeller, fece un accordo con la Fratellanza Musulmana/Benoist-Mechin dove il loro centro di potere si trovava nella casa saudita Wahhabita.L’accordo fu raggiunto a Losanna, Svizzera [1].

Le Otto Famiglie e le loro agenzie surrogate di intelligence

appoggiarono i fondamentalisti islamici durante il rovesciamento nel

1964 del governo di sinistra di Sukarno in Indonesia da parte della CIA [2].

Quando fu deposto lo Scià di Persia, la CIA e l’intelligence

britannica fornirono al fondamentalista Ayatollah Khomeini la lista

della fazione di sinistra del partito Tudeh che desideravano eliminare.

In Afghanistan, la CIA ha lanciato la sua più grande operazione segreta

dai tempi del Vietnam, una campagna da 3,8 miliardi di dollari che ha

sostenuto Gulbuddin Hekmatyar del Hezbi Islami

(Partito Islamico), estremista lanciatore d’acido, nella loro successiva

guerra contro il successore di un governo socialista a Kabul. Questi

mostri sono stati distribuiti in tutta l’Asia centrale e nei Balcani

per terrorizzare i governi ostili all’egemonia dei 4 Cavalieri dell’Apocalisse

e delle Otto Famiglie.

Il Mossad istraeliano ha usato il fondamentalista Hamas

come quinta colonna contro il presidente nazionalista palestinese Yasser

Arafat e ha fondato la Jihad

Islamica Egiziana assieme ai fondamentalisti in Giordania. [3]

L’ex presidente egiziano Anwar Sadat, fedele alleato dei banchieri,

incoraggiò gli islamisti nel suo paese per bilanciare i gruppi di sinistra

pro-Nasser.

Islamisti appoggiati dalla CIA in Somalia dilaniarono il paese per

Big Oil. La dinastia saudita ha finanziato gran parte di questi

sforzi.

Nel 1996, secondo il London Observer, l’MI6 britannico usò

al Qaeda in Libia nel tentativo di assassinare il presidente nazionalista

Muammar Gheddafi.

Osama bin Laden supervisionò la costruzione del campo d’addestramento

per i terroristi della CIA a Khost e teneva la contabilità alla BCCI.

Come emissario della Fratellanza Musulmana della casata saudita, una

volta ha dichiarato: “Per contrastare questi atei russi, i sauditi

mi hanno scelto come loro rappresentante in Afghanistan. Ho allestito

il mio primo campo dove ufficiali pachistani e americani hanno addestrato

questi volontari. Le armi erano fornite dagli americani, i soldi dai

Sauditi.” [4]

C’è da meravigliarsi che 15 su 19 dei dirottatori del 9/11 fossero

sauditi? O che ventiquattro membri della famiglia bin Laden sono stati

autorizzati a volare con un jet

privato fino ad un “punto di raccolta segreto nel Texas” poco

dopo i fatti del 11/9, quando tutto il traffico aereo negli Stati Uniti

era a terra, così che la famiglia è potuta evacuare in Arabia Saudita?

La Raytheon ha anche fornito un jet

che ha portato la famiglia reale Saudita da Tampa a Lexington in Kentucky.

Nessun saudita è stato trattenuto dall’FBI

per essere interrogato. Nel pomeriggio dell’11 settembre, il principe

Saudita Bandar, l’uomo di punta della dinastia saudita per i finanziamenti

della CIA da decenni, stava fumando un sigaro sul balcone della Casa

Bianca assieme al presidente Bush [5].

Agha Khan è il leader spirituale della Fratellanza Musulmana,

i suoi moderni tentacoli includono la casata saudita, Hamas,

la Jihad Islamica Egiziana, gli Ismailiti Sciiti, i Fratelli

Musulmani di Louis Farrakhan ed al Qaeda. La casata saudita serve

per finanziare tutti questi nuovi crociati.

Le Otto Famiglie emersero da un groviglio di società segrete, Massoneria,

Cavalieri Templari, Cavalieri Teutonici, Rosa Croce, Ordine Cabalista

di Melchisedec, Cavalieri di Malta e Cavalieri di San Giovanni di Gerusalemme.

Questi gruppi discendono anche dalla Fratellanza Sumera e Egiziana del

Serpente, svolgendo poi le macchinazioni politiche della famiglie banchiere

genovesi che hanno finanziato l’espansione dell’impero romano e

che ora controllano la city

di Londra.

Le fortune della Fratellanza Musulmana della casata saudita si intrecciano

con quella dei “banchieri illuminati” quando ARAMCO scopre

il petrolio nel regno nel 1938. Da questo momento i vecchi amici crociati

si riuniscono, lavorando insieme per controllare il mondo tramite il

petrolio. Mentre la dinastia saudita rappresenta la Fratellanza Musulmana,

una branca saudita della Massoneria è concentrata tra i dirigenti di

ARAMCO e nei banchieri del “Padre Bianco” SAMA. Altri stati

del golfo hashemiti sono stati tagliati fuori dalla egemonia petrolifera

degli Illuminati/Fratellanza Musulmana con la formazione nel 1981 del

Consiglio di Cooperazione del Golfo.

Alla fine di novembre, 2002, il reporter del Newsweek, Michael Isakoff, fu il primo a rivelare la storia che la principessa Haifa, moglie dell’ambasciatore Saudita il principe Bandar, aveva emesso assegni a favore di due intermediari sauditi, che hanno consegnato i ricavati a due dei presunti dirottatori dell’11/9. Pochi giorni dopo le rivelazioni, i due Sauditi sono stati autorizzati a lasciare gli Stati Uniti prima di svolgere un’inchiesta credibile sul percorso dei soldi. Il senatore Joseph Lieberman (D-CT) accusò l’amministrazione Bush di proteggere la famiglia saudita bloccando un’indagine significativa sulla loro partecipazione ai fatti dell’11 settembre. I leader di una task force d’investigazione congiunta del congresso sul 11 settembre hanno accusato CIA e FBI di trattenere documenti riservati alle loro investigazioni.

Bandar venti anni prima donò personalmente venti milioni di dollari ai Contras del Nicaragua. Sua moglie e gli altri ricchi sauditi, intrecciati da scambi di denaro con al Qaeda, stanno semplicemente svolgendo lo stesso ruolo di finanziatori come i sauditi hanno fatto per anni per la CIA?

Le Menti

L’ex ufficiale dei servizi segreti della marina William Cooper, autore di ‘Behold a Pale Horse’, paartecipò a un talk show nell’ottobre del 2001 a Phoenix. Cooper ha perso entrambe le gambe quando fu mandato fuori strada dopo che aveva esposto vari elementi dei piani degli Illuminati per un Nuovo Ordine Mondiale. Allora suggerì che CIA e Mossad erano coinvolti nell’11/9, indicando l’agente del Mossad Josie Hadas come coordinatore dei capri espiatori arabi coinvolti nei dirottamenti. Internet e la trasmissione furono immediatamente interrotte. Pochi giorni dopo Cooper è stato colpito da alcuni spari che lo hanno ucciso all’una di notte nella sua casa da vicesceriffo della contea di Maricopa. [7]

Mentre la propaganda di Bush martellava con la tesi del “terrorista arabo”, diffondendo le foto dei “dirottatori” dell’11/9 poche ore dopo e riuscendo a “trovare” con facilità il passaporto di Mohamed Atta tra le macerie del WTC, diverse agenzie americane stavano silenziosamente rintracciando i protagonisti della cerchia del Mossad attivi negli Stati Uniti prima e durante l’11/9.

Alcuni israeliani sono stati arrestati a Detroit, ad Albuquerque e in una città della costa ovest non nominata. Un furgone della Ryder pieno di israeliani è stato fermato durante un’ispezione alla stazione navale di Whidbey Island nello stato di Washington. Secondo un documento della Fox del 13 maggio 2002, il furgone è risultato positivo ai test per esplosivi militari TNT e RDX. L’intelligence statunitense ha anche investigato su un giro misterioso di “studenti d’arte israeliani” che si erano infiltrati nelle strutture della polizia e dell’esercito negli ultimi due anni.

All’inizio del 2002 un gruppo di israeliani è stato fermato in un sobborgo di Philadelphia dentro un furgone, all’interno del quale furono rinvenuti dei filmati della Sears Towerdi Chicago. Per l’11/9 un gruppo di cinque israeliani sono stati arrestati a Hoboken in New Jersey per comportamenti sospetti [8]. Il settimanale ebraico Forward li addita come agenti del Mossad. ABC News riportò nel giugno 2002 che una donna con un appartamento nei pressi di Ground Zero aveva notato alcuni israeliani in un furgone bianco che stavano filmando gli aerei che hanno colpito il WTC, esultando all’impatto.

Der Spiegel ha riportato che un gruppo di agenti del Mossad aveva affittato un appartamento vicino a quello usato dai presunti dirottatori dell’11/9, Mohammed Atta e Marwan al-Shehhi, a Hollywood in Florida poco prima dell’11 settembre. Gli israeliani hanno condotto una stretta sorveglianza sulle scuole di volo dove Atta ed al-Shehhi si sono addestrati e hanno trascurato di informare l’intelligence americana della loro presenza o delle loro attività.

Osama bin Laden stava lavorando per il Mossad o la CIA, come ha detto il professore di economia della University of Ottawa, Michel Chossudovsky? Secondo John Trochmann della Militia of Montana, bin Laden portava con sé un “telefono satellitare con numero della CIA” e la sua famiglia è stata una dei principali sostenitori del consorzio per i tracciamenti satellitari della CIA,
l’Iridium. Sono stati gli appartenenti alla CIA e al Mossad che hanno impiegato diciannove killer, freddi e alla moda, di cui quindici solo casualmente appartenenti alla Fratellanza Musulmana araba, il cui uomo di punta nel finanziamento dei mujahiddin afgani che costituiscono il nucleo di al Qaeda era l’agente CIA Osama bin Laden?

Questo è ciò che intendeva Zaccarias Moussaui, il capro espiatorio dell’11/9, quando ha detto al giudice nella sua citazione del 25 luglio 2002 che non era coinvolto, ma che il governo degli Stati Uniti aveva
un’altra persona in custodia che era coinvolto e che “il governo sapeva tutto riguardo ai piani dell’11/9” prima che la tragedia avesse luogo? Perché la CIA ha rifiutato di consegnare un agente chiave
di al Qaeda per l’accusa di Moussaui? Cosa non volevano che dicesse alla corte?

Quando Osama bin Laden sia morto è irrilevante. Quello che conta è che sia morto. I morti non parlano.

È stata la CIA, usando il suo canale del Carlyle Group guidato dell’ex direttore della CIA George Bush, che ha progettato questo attacco brutale per inserire ancora di più le forze statunitensi in Asia Centrale con lo scopo di proteggere le miniere di oro nero nel Mar Caspio dei Cavalieri dell’Apocalisse, dando così ai macellai israeliani un altro pretesto per la loro occupazione della Palestina e promuovendo
nuovi scontri, la Terza Guerra Mondiale, una crociata contro i fastidiosi musulmani nazionalisti, iniziando con l’invasione dell’Iraq ricco di petrolio? Cosa dire della tempistica degli investimenti della famiglia bin Laden con Carlyle? Osama è davvero la pecora nera della famiglia bin Laden?

Secondo Le Figaro, CIA e Osama bin Laden si sono incontrati molte volte prima del 11/9. Nel luglio 2001 Osama era in dialisi all’American Hospital di Dubai, dove ha avuto frequenti visite da un agente CIA. Riceveva regolarmente visite da parte della sua famiglia estesa saudita che, a quanto pare, non aveva rinnegato Osama come ci avevano fatto credere i media occidentali.

Per il Washington Post Qazi Hussein Ahmed – leader del Jamiat-e Islami con base in Pakistan, colui che ha contribuito a creare i Talebani – ha fatto visita alla CIA a Langley nel luglio
2001. Perché, ha contestato The Village Voice, Rahmattulah Hashami, emissario del Mullah Omar, capo dei Talebani, è stato rifiutato dal Dipartimento di Stato di Bush quando aveva promesso nell’estate del 2001 di rimanere in contatto con bin Laden fino a che la CIA non lo avesse preso? Perché, chiede Vanity Fair, la CIA ha rifiutato un’offerta simile da parte del Sudan?

Newsweeksi è chiesto perché gli alti funzionari del Pentagono improvvisamente avevano cancellato i piani di volo per il 10 settembre. Il Wall Street Journal ha messo in dubbio il tempismo del Ministro della Difesa saudita, il principe Sultan, a causa della sua cancellazione del viaggio in Giappone nella metà di settembre e chiedeva perché il capo dell’intelligence saudita, il principe Turki al-Gaisal – che fu particolarmente accogliente con i Talebani e incontrava Osama bin Laden regolarmente – avesse rassegnato improvvisamente le dimissioni il 31 agosto 2001, dopo 25 anni di servizio.

Mentre il consulente Unocal e il presidente afghano Hamid Karzai si riunivano con il funzionario Unocal e inviato di Bush in Afghanistan, Zalmay Khalilzas, l’ambasciatore americano in Pakistan, Wendy Chamberlain, si è data da fare per incontrare il Ministro del Petrolio pakistano, Usman Aminuddin, e la sua controparte saudita per pianificare il nuovo oleodotto che va dal Turkmenistan all’Oceano Indiano, passando dall’Afghanistan. Nel 2005 la Unocal è stata acquistata dalla Chevron Texaco, assicurando ai Cavalieri dell’Apocalisse il controllo sull’oleodotto completato di recente.

Il 28 novembre 2001 la Casa Bianca ha silenziosamente celebrato l’apertura ufficiale del Caspian Pipeline Consortium, l’oleodotto di proprietà dei Cavalieri costruito da Bechtel e custodito dal Mossad, che va dalla Turchia al Mar Nero. Bush dichiarò: “Il progetto CPC favorisce la politica energetica della mia amministrazione tramite lo sviluppo di una rete di oleodotti, che includono Baku-Tbilisi-Ceyhan, Baku-Supsa e Baku-Novorossiysk.”

È stato detto che il confidente più vicino di Bush alla Casa Bianca era Condoleeza Rice, che faceva parte del consiglio di amministrazione di Chevron prima di diventare una esperta di Asia Centrale e
del Kazakistan alla Stanford University. Bush ha portato con sé la Rice sapendo che le truppe americane si sarebbero presto dirette in Asia Centrale? È stata una coincidenza che l’Uzbekistan, considerato un paese chiave nella scacchiera mondiale da Brezinski, membro della Commissione Trilaterale e del consiglio di amministrazione di BP e Amoco, ha ospitato improvvisamente basi statunitensi? Perché le esercitazioni militari statunitensi sono state fatte in quelle regioni prima del 11/9?

Il Guardian di Londra ha riportato che Rangers dell’esercito americano si stavano esercitando nei pressi del Kirghizistan afghano nell’estate del 2001. Ci sono stati report dei media del Montana che dicevano che truppe uzbeke e tagike si esercitavano in Alaska e nel Montana prima del 11/9. Agli inizi del settembre 2001 i britannici hanno schierato migliaia di truppe in Oman per l’Operazione Swift Sword, mentre gli Stati Uniti hanno inviato 17.000 soldati in Egitto,
apparentemente per partecipare all’Operazione Bright Star. Queste truppe sono stati disposte in previsione delle guerre in Afghanistan e Iraq?

Nel luglio 2001 a Berlino l’ex ambasciatore americano in Pakistan Tom Simmons, l’ex vice Segretario di Stato statunitense per le relazioni con l’Asia meridionale Karl Inderfurth e l’ex esperto del Dipartimento
di Stato sull’Asia Meridionale Lee Coldren, più funzionari dei servizi segreti russi e pakistani hanno partecipato ad un meeting. La delegazione statunitense informò le controparti russe e pakistane dei suoi piani di bombardare l’Afghanistan dall’ottobre del 2001 [9].

Canada Vision Television discusse l’agenda americana in Asia Centrale durante Insight Media File del 28 gennaio 2002, nel corso della quale aveva suggerito il coinvolgimento della CIA negli attacchi dell’11/9. L’ufficiale dell’intelligence della marina americana, il tenente Delmart Vreeland, aveva avvisato le autorità canadesi di un possibile attacco terroristico contro gli USA o il Canada. Vreeland era in viaggio verso Russia e Cina per recuperare documenti relativi alla risposta cinese e russa al programma antimissilistico americano.

Vreeland è stato arrestato dalla polizia canadese. La sua lettera dal carcere del’8 agosto del 2001 cita precisamente il World Trade Center, il Pentagono, la Casa Bianca, la Sears Tower, la Royal Bank of Canada e il parlamento di Ottawa come possibili obiettivi terroristici nei “giorni a venire”. La sua lettera diceva che il piano era quello di “lasciare che accada. Fermare il resto.” La lettera
è stata ammessa come prova per la difesa da un tribunale canadese. Il Dipartimento della Difesa americano ha confermato il grado di Vreeland [10].

Nonostante l’avvertimento di Vreeland e quelli di numerosi altri governi, l’11/9 fu ordinato all’aeronautica della National Guard di astenersi dalle normali procedure d’intercettazione dei velivoli che si fossero allontanati dalla rotta prestabilita e tanto meno da jumbo jet che volavano verso il WTC e Pentagono. Dopo varie giustificazioni dei compari di Bush – con il tentativo in
extremis
di mandare i caccia in missione per abbattere gli aerei -, la realtà è che quei caccia avrebbero dovuto intercettare gli aerei in modo automatico.

Qualcuno nell’Esecutivo doveva aver ordinato ai caccia di stare a terra. Quando gli è stato dato il via, sono partiti dalla Otis Air National Guard Base a Falmouth in Massachusetts e dalla Langley
Air Base
a Hampton in Virginia. Nel frattempo due squadriglie pronte al combattimento, la 21st Fighter Squadron del 113th Fighter Wing e la 321st Marine Fighter Attack Squadron,
sono rimaste a terra alla Andrews Air Force Base a soli quindici chilometri dal Pentagono.

Stando a quanto dice il 22 agosto 2002 Associated Press, una “delle agenzie d’intelligence americane stava pianificando un’esercitazione lo scorso 11 settembre dove un aeromobile vagante si sarebbe schiantato contro un edificio”.
Il Washington Post ha riportato il 16 settembre che il volo American 77, presumibilmente schiantato contro il Pentagono, era pilotato da Charles Burlingame, ex pilota di caccia F-4 per l’esercito. In questa veste Burlingame preparò un piano di risposta all’emergenza per lo schianto di un aereo contro il Pentagono. L’aereo di Burlingame apparentemente ha fatto proprio questo, il medico del Pentagono Matt Rosemberg stava studiano il piano di Burlingame nel Corridoio 8 del Pentagono.

Dick Cheney sarebbe stato al comando dell’”esercitazione” 11/9, dato che dall’8 maggio 2001 era stato nominato a dirigere l’Office of Domestic Preparedness(ODP) che doveva identificare le vulnerabilità in caso di terrorismo interno. L’ODP di Cheney stava facendo quattro diverse esercitazioni sull’11/9: Operation Northern Guardian, Operation Vigilant Guardian, Operation Vigilant Warrior e Operation Northern Vigilance.

L’ultima rimuoveva la maggior parte dei caccia dalla costa est per mandarli in Canada e in Alaska. Le prime due simulavano dirottamenti di aerei di linea nel nord-est. La terza potrebbe essere stata quella
dello schianto. Il NORAD era stato informato di aspettarsi queste esercitazioni. Quella mattina i loro radar mostravano 22 aerei dirottati. [11] Loro non sapevano quale lo era veramente e quale faceva parte dell’”esercitazione”.

Il 10 settembre 2001, membri della Commissione di Intelligence di Camera e Senato fecero trapelare un promemoria del presunto dirottatore Mohammed Atta mandato all’uomo indicato dall’intelligence americana come la mente del 11/9, Khalid Sheikh Mohammad. Il memorandum
usa un linguaggio associabile a una esercitazione militare: “Il match sta per iniziare. Domani è l’ora zero.” Cheney si era indignato dalla diffusione del memo e ordinò all’FBI di investigare sui membri della Commissione. Tutte le informazioni riguardanti Khalid Sheikh Mohammad restano riservate.

La Fine dell’Impero Americano

Fin dal principio dell’America c’è stata l’idea ben radicata che i banchieri Illuminati europei, guidati dai Rotchschild, cercassero di mettere l’America in ginocchio, annullando gli effetti della Rivoluzione Americana e facendola tornare sotto la Corona Inglese, il cui potere deriva dalle rimanenti oligarchie dell’Impero Romano.

Questo ritorno al Medioevo potrebbe essere facilmente realizzato con il semplice ritiro del finanziamento delle Otto Famiglie dei 14 miliardi di dollari di debito americano, maturato in gran parte per il ruolo delle forze armate americani, usate come mercenari pretoriani a guardia dell’impero globale degli Illuminati. Insieme a una devastante sconfitta militare degli Stati Uniti, l’America potrebbe essere messa in ginocchio.

Il 15 agosto 1871, il Sovereign Grand Commander del Rito Scozzese Antico e Accettato della Massoneria, il generale Albert Pike, scrisse una lettera al massone italiano del 33° grado e fondatore della loggia P1 e della Mafia, Giuseppe Mazzini.
Nella lettera Pike parlava dei piani della Fratellanza per tre Guerre Mondiali. La prima, diceva, avrebbe distrutto la Russia zarista e creato lo “spauracchio” comunista con cui i banchieri avrebbero potuto giustificare i loro interventi stranieri in tutto il mondo. La seconda, diceva Pike, sarebbe stata usata per creare Israele, che sarebbe diventato una forza mercenaria per i banchieri internazionali, proteggendo gli interessi petroliferi della combine Rothschild Rockefeller.

La Terza Guerra Mondiale, come Pike scrisse nella lettera, avrebbe opposto Arabi e Sionisti e sarebbe culminata nel Nuovo Ordine Mondiale controllato completamente dai banchieri internazionali e dalle loro società segrete. Pike descrisse gli eventi usati come pretesto per la 3GM, “Dobbiamo provocare un cataclisma sociale che si mostri in tutto il suo orrore […] ovunque, i cittadini costretti a difendersi contro una minoranza di rivoluzionari […] riceveranno la vera luce attraverso […] la pura dottrina di Lucifero, portata finalmente alla vista dell’opinione pubblica.” [12]

Un gruppo di piloti di linea, molti di loro veterani del Vietnam, si sono incontrati in seguito al 11/9 per discutere degli aspetti logistici della tragedia. Sono arrivati alla schiacciante conclusione che i tre arabi, che presumibilmente hanno guidato i jumbo contro il WTC e Pentagono non avrebbero potuto farlo solo con la limitata esperienza ai simulatori fatta nelle scuole di volo americane. Il gruppo ha trovato strano che i transponder siano stati spenti su tutti gli aerei, dato che non sarebbe servito a nulla se gli Arabi avevano preso il controllo degli aerei. Il gruppo ha cominciato a credere che i percorsi di volo
siano stati programmati da aerei di sorveglianza AWAC che volavano al largo della costa atlantica.

Questo tecnologia di volo telecomandato esiste da decenni ed è impiegata nei droni Predator della CIA. Già durante la Seconda Guerra Mondiale nel Pacifico gli Stati Uniti hanno usato questa tecnologia per far volare velivoli senza pilota nei tunnel per distruggere depositi di armi e l’apertura di questi tunnel era di soli 20-30 piedi di diametro. I moderni sistemi di volo come il Global Hawk, Home Run e il Black Star sono molto più avanzati.

I piloti di linea hanno detto che questo spiega il transponder spento, anche se non era necessario per consegnare il controllo di un aereo ad un AWAC per poi guidarlo tramite un telecomando. Questo spiegherebbe anche l’estrema precisione degli attacchi, che dovevano essere calibrati
secondo specifiche di ingegneri per poter far crollare le torri del WTC, in combinazione con esplosivi precedentemente posizionati nei vani degli ascensori.

In questo scenario, gli Assassini Islamisti da lungo tempo invischiati con la CIA sono stati istigati a dirottare gli aerei dal loro manovratore Mossad al fine di fare propaganda anti-Araba e screditarli. I dirottatori non avrebbero saputo nulla dei piani di schianto contro il Pentagono e le Torri Gemelle. Questo era il motivo per cui l’AWACS ha preso il controllo dell’operazione. Fino ad oggi non ci sono state prove che gli Arabi erano effettivamente nella cabina di pilotaggio di quegli aerei.

Gli altri paesi, oltre agli Stati Uniti, che possiedono questa tecnologia di controllo remoto sono Israele, Russia, China e Regno Unito. Il Mossad israeliano e l’MI6 britannico hanno perpetrato l’11/9
come parte di un piano di controrivoluzione per abbattere gli Stati Uniti?

Può emergere una nuova alleanza militare/finanziaria organizzata dalle Otto Famiglie? Sono state Deutsche Bank e Standard Chartered gli ideatori di questa alleanza? Il fondatore
di Deutsche Bank, il dottor Herman Josef Abs, era un banchiere leaderai tempi del nazismo ed ha mantenuto la carica di presidente onorario fino alla sua morte nel 1994. [13] Quando Deutsche Bank ha acquistato la proprietà della Banker’s Trust dei Cavalieri dell’Apocalisse si è spostata verso la combine Bohn-Warburg che ha finanziato Hitler. La Deutsche Bank rapidamente è diventata la più grande banca del mondo.

Il lancio dell’Euro pochi mesi dopo ha rappresentato una sfida impegnativa per il dollaro come valuta di riserva mondiale. Nel 2002 il dollaro ha iniziato ad indebolirsi drasticamente. Nell’agosto del 2002 Russia
e Cina hanno condotto un altro giro di esercitazioni militari congiunte, proprio mentre Bush stava suonando i tamburi di guerra in Iraq. La Francia ha incrementato il suo sostegno alle posizioni russe e cinesi al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite. Mentre gli Stati Uniti hanno svoltato a sinistra e hanno votato Obama presidente, la maggioranza dei paesi europei ha iniziato a votare presidenti di destra.

I banchieri Illuminati cercano di far cascare in trappola gli Stati Uniti, facendoli entrare in un cerchio di fuoco in Asia Centrale, circondati da Cina, Russia e India- che recentemente hanno formato la coalizione
G-3 come controparte all’egemonia globale degli USA?

Nel giugno 2001 una dottoressa russa ha dichiarato in un articolo su Pravda che gli Stati Uniti sarebbero stati soggetti a grandi attentati terroristici alla fine dell’agosto 2001. Le è stato poi chiesto cosa

pensava che sarebbe successo dopo. Ha suggerito di vendere dollari e

acquistare rubli, dicendo che il gruppo segreto dietro all’11/9 era

la più grande potenza del mondo, da più di 300 miliardi di dollari.

Ha detto che questo gruppo potrebbe presto “colpire l’America

alla spalle” mentre è distratta e il passo successivo sarebbe

la decimazione dell’economia americana a partire dal 2002 [14]. Il

crollo del NASDAQ, del dollaro e del settore immobiliare provano ancora

che aveva ragione. Il “gruppo segreto” può essere soltanto

formato dalle otto Famiglie guidate dai Rothschild.

Cecil Rhodes, il protetto Rothschild che ha posto le basi per la creazione

del Business Roundtable agli inizi del XX secolo, scrisse il suo testamento

nel 1877. Le sue volontà furono attuate attraverso l’establishment

del Royal Insitute for International Affairs

di Londra. Il suo corrispettivo americano è il Council on Foreign

Relations. Rhodes fondò la Standard Chartered Band, il cui

ramo di Dubai avrebbe fornito ai dirottatori dell’11/9 i fondi necessari

per portare a compimento l’attacco.

Le ultime volontà di Rhodes e il suo testamento aspiravano “a

costituire un trust per la formazione, la promozione e lo sviluppo

di società segrete, il vero obiettivo e l’oggetto di quello che dovranno

essere l’estensione del dominio inglese in tutto il mondo… e il

recupero finale degli Stati Uniti d’America come parte integrante dell’Impero

Britannico” [15].

******************************************************************

Note:

[1] Dope Inc: The Book that Drove Kissinger Crazy. The Editors of Executive

Intelligence Review. Washington, DC. 1992.

[2] “Ex-Agents Say

CIA Compiled Death Lists for Indonesia”. Kitty Kadane. San Francisco Examiner. 5-20-90

[3] “Islamic Terrorists:

Creature of the US Taxpayer?” John K. Cooley. International Herald

Tribune. 3-13-96

[4] Taliban: Militant

Islam, Oil and Fundamentalism in Central Asia. Ahmed Rashid. Yale

Publishing. New Haven, CT. 2000

[5] Dude, Where’s

My Country. Michael Moore WarnerBooks New York 2003

[7] “A Tribute to

William Cooper”. David Icke. www.davidicke.com 11-01

[8] “Is Netanyahu

Plotting Terror Inside US?” Jeffrey Steinberg. Executive Intelligence

Review. 5-24-02

[9] “Lucy, You gotta

lot a ‘Splainin to Do”. Michael Rupert. www.copvcia 2-02

[10] “Canadian Court

Case Reveals US Naval Officer had Advance Knowledge of 911 Attacks”.

Michael Rupert. www.rense.com 1-25-02

[11] “Paranotes:

War Games Drills Confuse NORAD on 911”. Al Hidell. Paranoia.

Issue 37. Winter 2005

[12] Descent Into Slavery.

Des Griffin. Emissary Publications. Pasadena 1991

[13] Rule by Secrecy:

The Hidden History that Connects the Trilateral Commission, the Freemasons

and the Great Pyramids. Jim Marrs. HarperCollins Publishers. New

York. 2000. p.182

[14] www.newsmax.com October 2001

[15] Dope Inc: The

Book that Drove Kissinger Crazy. The Editors of Executive Intelligence

Review. Washington, DC. 1992.

*********************************************************

Fonte: http://deanhenderson.wordpress.com/2011/05/13/bin-laden-the-911-illusion-part-iii-secret-societies-masterminds/

13.05.2011

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di REIO

Pubblicato da supervice

12 Commenti

  1. Quindi contrordine compagni, i cattivoni non sono più gli yankee ma gli eredi crociati delle vecchie famiglie feudali (di origine rettiliana suppongo?)

    Ma quando simili mitomani psicopatici verranno messi a tacere?

  2. I Rothschild e le altre 7schiatte di banchieri sono al servizio dei Gesuiti?

  3. “Libertà di espressione” ti dice niente? Se non sei d’accordo con le tesi che vengono esposte dovresti fornire una tua valutazione alternativa ed articolata che possa essere a sua volta analizzata e discussa. Il tuo “mettere a tacere” è misera conseguenza del nulla che conosci o che non puoi comprendere.

  4. rettiliani a parte le teorie alla icke sullo strapotere delle case regnanti e delle antiche casate nobiliari europee mi sembrano convincenti. per quanto riguarda il resto è indubbio che la cultura aggressiva, arrogante, imperialista e guerrafondaia degli yankees (da leggere un interessante analisi di john kleeves – un paese pericoloso, scaricabile in pdf) di certo non fa bene al mondo….l’americano medio in fondo si riconosce in quella cultura. in sostanza sono gli ereredi di quel famoso mayflower che salpò dall’inghilterra pieno di integralisti puritani calvinisti, poi presbiteriani. hanno vinto loro, hanno influenzato pure le altre correnti religiose (un cattolico americano non è come un cattolico irlandese) dando il via a mattanze di ogni genere pur di imporre il loro pensiero e le conseguenze le possiamo vedere….ma ridurre agli americani tutti i mali del mondo è abbastanza ridicolo visto che sembra che la stessa federal reserve sia per metà controllata da famiglie europee, dunque…….

  5. e dove è finito lord palpatine signore oscuro dei sith??

  6. si, che sono a loro volta al servizio dei rettiliani, che sono a loro volta a servizio di satana che è a sua volta al servizio di berlusconi che a sua volta è al servizio del papa. Mio dio che fregnacce.

  7. ok la libertà di espressione, ma se si prende il copione di guerre stellari e lo si applica alla realtà truccandolo da storia vera, forse si distrae inutilmente quella poca opinione pubblica che ha ancora voglia della verità, non trovi??

  8. Ricordate Calciopoli? Bene, la vicenda ha avuto conseguenze disciplinari, scudetti cancellati, Juve retrocessa, pesanti sanzioni, radiazioni, ecc. L’indagine ha rivelato molti retroscena (magari non tutti) che hanno condizionato campionati ed ammorbato l’aria nell’ambiente calcistico. I tifosi si sono trovati disorientati e molti hanno abbandonato gli stadi. Insomma lo scandalo è stato abbastanza travolgente e sono stati in pochi a dubitare che la condotta dei dirigenti delle squadre, degli arbitri e degli organismi federali non sia stata per niente cristallina. Adesso immaginiamo se nel corso delle indagini qualche testimone o qualche opinionista buontempone avesse cominciato a far girare voci che i Presidenti di certe squadre facevano riti satanici il venerdi sera, che Moggi e Giraudo fossero dei mutanti alieni e che certi arbitri praticavano sacrifici umani. Sicuramente queste cose avrebbero potuto anche far breccia nelle menti più deboli e suggestionabili, ma dopo poco tempo si sarebbero rivelate delle bufale oscene. Ebbene, non credete che una gran parte dei tifosi più acritici, quelli per cui il calcio è una delle poche cose capaci di dare un senso alla propria esistenza e che mai avrebbero accettato l’idea di vedere il proprio fondamento esistenziale – cioè la partita della domenica e le chiacchiere da bar del lunedì, Gazzetta alla mano – ridotto ad una volgare truffa collettiva, sarebbero stati ben lieti di fare di ogni erba un fascio e sghignazzare contro chi invocava onestà e trasparenza nel calcio, tacciandolo di complottismo e di liquidare ogni critica alle elites del pallone in una bolla di sapone come frasi tipo: “Certo, certo. Moggi corrompeva gli arbitri promettendogli il regno di Satana. Ma non fateci ridere, deficienti!” Questo è il senso di certe esagerazioni intossicanti e premeditatamente oscure e fantascientifiche che mescolano volutamente il vero con il grottesco. Certe critiche rozze e affrettate ne sono la conseguenza più ovvia. Purtroppo però non si tratta di 22 uomini in mutande che prendono una palla a calci ma di questioni molto più dannatamente serie. Il fatto è che più le cose sono serie e più gente si trova disposta a far finta di niente ostentando anche quell’aria di sufficienza propria dei coglioni mentecatti.

  9. Sarei d’accordo con te se fossi convinto che l’articolo di cui stiamo discutendo fosse un “trucco” applicato alla realtà. Per quanto di difficile “digestione”, l’analisi esposta rientra senza particolari eccessi nel tema “Massoneria e Nuovo Ordine Mondiale”. Personalmente, come libero ricercatore, sono ormai 10 anni che “studio” (per così dire) l’argomento e mi rendo conto che la mia forma mentis è certamente più disposta ad accettare l’argomento senza più rifiutarlo come spesso accade innanzi a “rivelazioni” tanto sconvolgenti da sembrare assurde. Bhè, purtroppo non lo sono. Non ho certo la presunzione di insegnare niente a nessuno ma invito sempre ad impegnarsi ad indagare a fondo argomenti che sono d’importanza vitale per noi intesi come collettività e questo è forse l’argomento più importante di tutti. Mi sembra chiaro che tu sia un fan (come lo sono io) di Guerre Stellari, bene…se non fosse una saga poi così fantasiosa cosa penseresti? Molti sono i messaggi nascosti all’interno della storia che sono riconducibili alla nostra attuale realtà, così come in Matrix, Il Signore degli Anelli ed in V per Vendetta. Spesso registi di alto livello sono addentro a circoli esoterici in cui acquisiscono conoscenze “speciali” che poi riportano nei loro lavori, così come lo sono gli scrittori. Se posso darti un consiglio, indaga tu cosa c’è dietro al palco, senza fidarti di nessuno ma affidandoti solo al tuo istinto…può essere un lavoro duro (fidati) passare attraverso i veli dell’illusione, non per la tua anima ma per la tua mente ma, se avrai costanza nella ricerca, vedrai il mondo con altri occhi, vedrai cose che ti cambieranno profondamente e sarai stupito da quello che scoprirai, soprattutto su te stesso. Che la Forza sia con te! 🙂

  10. Certamente i Gesuiti sono al vertice della piramide, insieme ai Sionisti ed agli Ismaeliti (Cristiani, Ebrei, Islamisti) perchè sono più “antichi” dei banchieri. Storicamente l’aristocrazia è prostrata alle religioni, infatti senza la benedizione dei Papi gli aristocratici non avevano possibilità di movimento e gestione. I banchieri sono collegati a loro volta con l’aristocrazia ma sempre sotto al “cappello” protettivo della Chiesa. Tutte le religioni millenarie monoteiste discendono dai culti pagani del Dio Sole e dalla cultura Sumera (dove già esisteva il dogma della trinità) che a sua volta (con molta probabilità) racconta la storia degli Dèi (alieni) Creatori (che non necessariamente erano rettiliani) Annunaki. Arriva da lì la schiavitù della nostra razza.

  11. e dove è finito lord palpatine signore oscuro dei sith??

    L’imperatore l’aveva pevisto.
    firmato: Darth Vader

  12. Ti sei dimenticato che i papa è a sua volta al servizio di Pisapia.
    Gira che ti rigira, la colpa è sempre di Pisapia!