AGITE PER VOI STESSI, PRIMA DI TUTTO

DI PAOLO BARNARD

Cari amici e amiche. Mi avete scritto di recente per esprimere la vostra
partecipazione, indignazione, preoccupazione per la mia denuncia su
Censura Legale (si veda, fra gli altri, il sito
http://www.disinformazione.it/censura_legale.htm).

Tantissimi di voi mi hanno chiesto “Cosa possiamo fare?”. Ecco delle
proposte, ma c’è una cosa da capire: la questione ha preso oggi una piega
gravissima.

LA CENSURA ORA VIENE DAL CUORE DELL’ANTISISTEMA, DA GABANELLI E DA GRILLO.
Di fatto il nemico sembra “marciare alla nostra testa”.

Come già sapete, Censura Legale e l’ostacolo forse più paralizzante per il
futuro della libera informazione, che sta creando in Italia un duopolio
inaccettabile: poche testate, e relativi giornalisti, che possono dire ciò
che vogliono poiché ricche a sufficienza per poter ovviare a Censura
Legale; e quelle che invece non se lo possono permettere, assieme ai loro
reporters, divenendo di fatto tacitate in diverse istanze. Non è difficile
comprendere che in un tale sistema a informare con ampio raggio d’azione
saranno sempre più solo i ricchi media commerciali, che sono però
notoriamente condizionati dagli interessi dei forti gruppi finanziari e
industriali che li finanziano. Mentre penalizzati saranno i ‘piccoli’, gli
indipendenti, gli editori in Rete, che di norma lavorano con bassi budget
ma che spesso sono i più coraggiosi nella ricerca della ‘verità’. Si
delinea così un futuro per l’informazione inquietante, e ne va esattamente
della libertà di tutti. Di tutti.

Nel frattempo, come forse avete avuto occasione di sapere, è accaduta una
cosa decisamente grave. La mia denuncia coinvolgeva, ahimè, proprio un
bastione della libertà mediatica come Report e la sua conduttrice Milena
Gabanelli. Sul forum di Report si accese un’accanita discussione, con
richieste di chiarimenti, proteste, appelli diretti alla conduttrice,
giustificati proprio dallo shock di chi vedeva una paladina della libertà
di stampa accusata di essere collusa con la RAI in Censura Legale.
Gabanelli, dopo alcuni brevi interventi del tutto inadeguati alla posta in
gioco, ha calato sull’intero dibattito la scure della censura, nientemeno.
Dal forum di Report sono sparite le discussioni su Censura Legale (una si
esse con più di 30.000 letture) venivano cancellati gli interventi più
critici, e infine da quel forum sono stati banditi e zittiti
elettronicamente i cittadini che protestavano e chiedevano spiegazioni
(incluso il sottoscritto). Una violazione chiara e ingiustificabile delle
prerogative costituzionali di chi voleva esprimere dissenso sul forum di
una trasmissione dell’emittente pubblica italiana.

La vicenda ha fatto molto parlare di sé, ricevendo interventi di Gherado
Colombo, Alex Zanotelli, Sabina Guzzanti, Giovanni Minoli, fra i tanti
cittadini sensibilizzati. Ma ha anche registrato il silenzio e l’omertà di
quasi tutti i media italiani, e dei loro editori (ovviamente), ma anche di
Beppe Grillo più volte sollecitato e che è impegnato proprio su questo
fronte (sic), e di altri noti antagonisti come Travaglio o Santoro. Grillo
censura ogni post che menziona Censura Legale (si veda
http://beppegrillo.meetup.com/10/boards/thread/4419298/10/).

Ad oggi, la censura operata da Report continua senza il benché minimo
ripensamento.

Qui io mi appello a tutti coloro fra voi che mi espressero la richiesta di
“fare qualcosa”. Ci troviamo di fronte a due Paradigmi intollerabili per
la nostra libertà di cittadini:

Primo, il rifiuto da parte dei media e dei loro editori di discutere
Censura Legale e le sue devastanti implicazioni per la libertà
d’informazione in Italia.

Secondo, la scoperta che una stimata paladina della trasparenza mediatica
come Milena Gabanelli e la sua redazione, appena sottoposti al tipo di
scrutinio cui loro di solito sottopongono altri, hanno reagito replicando
i medesimi metodi dei peggiori Sistemi di potere: la censura, il rifiuto
del confronto. Peraltro sembra che anche Beppe Grillo si stia comportando
alla stessa maniera nel suo blog. Ciò ha implicazioni che vanno oltre la
gravità. Molto oltre.

Per coloro fra voi che desiderano agire concretamente, ecco cosa potete
fare:

1) Divulgate a chiunque lo ritenete opportuno queste realtà. Dibattetene.

2) Scrivete ai media, ai loro editori, manifestando la vostra

preoccupazione per la Censura Legale.

3) Andate sul forum di Report, REGISTRANDOVI CON UN NOME PRECISO (questo è
essenziale e si fa cliccando in alto a sinistra nella pagina) e
partecipate continuativamente alla discussione che porta il titolo “Report
censura ‘Censura Legale’ – i fatti, la storia”, per mantenerla viva fino
all’ottenimento di:

Risposte esaustive in un libero dibattito da parte della RAI, di Milena
Gabanelli e della redazione di Report su Censura Legale e sulle sue
nefaste conseguenze per noi tutti.

Riammissione di tutti cittadini i censurati dal forum.

Per fare ciò, è necessario appunto registrarsi al forum, entrare nella
discussione sopraccitata e cliccare su “nuovo messaggio”, per aggiungere
quotidianamente una propria frase o anche il medesimo appello. Questa
frequenza di messaggi manterrà la discussione in preminenza, nella
speranza di ottenere quanto sopra. Ma va fatto con dedizione quotidiana.

4) Chiedete alle vostre mailing lists di fare altrettanto.

Ne va del futuro di tutti. Prima che sia troppo tardi.

Grazie a voi.

Paolo Barnard
2.04.08

N.B. E’ assai probabile che la discussione “Report censura ‘Censura
Legale’ – i fatti, la storia” venga censurata dalla redazione
ripetutamente. Noi ripetutamente la reinseriremo, per cui se non la
trovate (oltre a essere la prova della censura di cui sopra) siete pregati
di riprovare dopo poco. Grazie

Paolo Barnard

12 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
cecio
cecio
2 Aprile 2008 9:15

Paolo, hai tutta la mia solidarietà e comprensione.
questo Sistema non tralascia niente.. è davvero una bella gatta da pelare.

ti invito a prendere contatto con qualcuno del Movimento Umanista.

negli ultimi trent’anni abbiamo sempre messo la massima libertà di e da condizioni innanzitutto, con l’ovvio risultato di essere tutt’ora una realtà molto (relativamente) piccola… ma solida e internazionale.

a presto!

stefano
un umanista

uitko
uitko
2 Aprile 2008 9:54

davvero brutta vicenda.
ed è strano perchè i vari collaboratori di report devono everne subite parecchie di denuncie.

cmq il lavoro di report rimane preziosissimo

edo
edo
2 Aprile 2008 10:51

Ho provato anche in passato a scrivere sul forum di report ma non so perchè, è stato impossibile; la password non risulta mai corretta e la promessa d’inviarmi la password per e-mail non viene mantenuta.
Report come la Cina?
Tristezza.

LonanHista
LonanHista
2 Aprile 2008 12:03

Oggi il problema non è quello di “cantare” fuori dal coro, in quanto questo singolarmente è consentito. Come in questo momento, nessuno mi impedisce di muovere la mia critica che appunto è fuori dal coro, cioè non è la mia opinione standardizzata(come accennerò), comune a quella della maggioranza dei cittadini. Ma il problema è che il mio intervento, o quello di barnard o quello di qualcun altro possa trasformarsi in un coro, raccogliere cioè altre voci sulla stessa “lunghezzaa d’onda” sullo stesso modo di vedere le cose. Questo è il problema che dà fastidio e darebbe fastidio, per cui si è bannati.(o denunciati e lasciati soli). Un nuovo coro poteva diventare il blog di grillo. Purtroppo quello di grillo si è rivelato essere un coro dettato,subordinato ovvero è solo un aspetto del sistema. Nel senso che oggi grillo appare come l’unica voce(e coro) di protesta, come se oltre grillo e le migliaia di coglioni che cliccano il suo blog non ci fosse altro. Un coro quello di grillo che ha fatto gridare all’antipolitica e spinto a correre a votare alle primarie del pd oltre 3 milioni di coglioni e pecore per dare legittimazione al candidato unico dei cosiddetti poteri forti,in… Leggi tutto »

silviu
silviu
3 Aprile 2008 3:19

Mi veniva da cominciare “caro segaiolo” ma (non conoscendoti) non vorrei che, invece di suonare scherzoso suonasse offensivo (mi è successo anche qui, ahimé!). Sottoscrivo quanto hai scritto e volevo solo aggiungere (a proposito di fuori dal coro) una mia recente esperienza. Mi ero imbattuto in rete nella lista “per il bene comune” e, abbastanza entusiasta mi ero proposto perché Montanari e Rossi sono due “galantuomini” e avevo sempre apprezzato le loro battaglie. Mi ero ripetutamente offerto di fare qualcosa nel mio quartiere ma sono stato bellamente ignorato. Pace!, come si diceva una volta, disorganizzazione sono appena partiti ecc. ecc.. Ma poi, ieri sera, per puro caso (facendo zapping) sono capitato su Raidue col buon Montanari che, proprio in quel momento, rispondeva a una domanda sulla immigrazione in italia (minuscolo d’obbligo): una risposta in perfetto stile Bossi-Fini! Fine della storia, un astenuto (dichiarato) in più…

mat612000
mat612000
3 Aprile 2008 6:25

A me è successa la stessa cosa con Sinistra Critica: ho contattato personalmente via e mail i candidati di Milano per inserirmi in una mailing list per tenrmi informato delle loro iniziative e dare una mano.
Risposte ricevute: zero…

atreyu
atreyu
3 Aprile 2008 13:39

Ho appena fatto sapere di questo articolo a tutta la mia mailing list….
è una schifezza,nn riesco a definirla in altra maniera….
e i milioni di pecoroni che vedono Grillo come se fosse un dio….
che schifezza…..

LonanHista
LonanHista
3 Aprile 2008 18:59

Tranquillo, bisognerebbe offendersi per le stronzate, e non per le cose vere, anche quando come in questo caso sono cose superficiali, come un nickname scelto in un momento particolare della mia vita, quando in crisi coniugale con mia moglie non c’era contatto, ma il mio desiderio per lei era talmente forte che non avevo altra soluzione. Nickname usato in esclusiva solo qui e su luogo comune. Perché sui vari forum ho usato talmente tanti nickname che non li ricordo tutti. Adesso ho un blog che invito a visitare e leggere. Faccio in genere previsioni sul medio termine. Ed il bello è che nel 90% dei casi le becco. (da ultimo il crollo del settore auto..ED IL PEGGIO DEVE VENIRE). http://www.cincinnato1961.splinder.com/ pER ciò che concerne la vicenda di barnard, solo 2 cose: -in un ambiente come quello della rai, anzi un ambiente generale dove non ci si può fidare ed affidare a nessuno, barnard avrebbe dovuto mettere nero su bianco:IN CASO DI RISCHI, DI QUALUNQUE RISCHIO, DI DENUNCE RIVALSE O ALTRO,. chi trasmette il servizio ed acconsente al suo contenuto oltre naturalmente a beneficiare in termini di ascolti a share:SI ACCOLLA ANCHE I RISCHI. -per ciò che concerne il sistema e… Leggi tutto »

uitko
uitko
4 Aprile 2008 2:17

però dice molte cose che i Tg non dicono.
incazzati con i veri problemi, grillo semplicemente ne tira fuori alcuni ma nn è lui il problema

silviu
silviu
4 Aprile 2008 2:31

Preso nota. Comunque fai mente locale, Cincinnato e l’altro sono nick che hanno una attinenza (forse non evidente…). Verrò a trovarti anche se il tempo è poco. ciao

LonanHista
LonanHista
4 Aprile 2008 15:16

silviu, lo sai perchè in vita mia non ho mai realizzato niente?
e perchè cincinnato è un eroe?(per me)

perché non c’è cosa più deprimente delle rotture di coglioni..DEL METTERSI A DISPOSIZIONE..

la libertà, la mia libertà non ha prezzo…

LonanHista
LonanHista
4 Aprile 2008 18:22

in privato, qui su comedon dovresti dirmi chi è il pusher, cioè dove acquisti il miele…potremmo avere in comune lo stesso apicoltore!
(E NON STO SCHERZANDO! poi riguardo cincinnato è un altro discorso).