Ad oggi ci sono almeno 271 morti e 9845 reazioni avverse dopo la vaccinazione per il COVID: dati del CDC

Raymond Wolfe
lifesitenews.com

I dati indicano che le morti, segnalate dal sistema di tracciamento effetti collaterali da vaccino del Centro statunitense per il controllo delle malattie (CDC), si sono verificate per la maggior parte entro 48 ore dalla somministrazione del vaccino.

Al 22 gennaio, almeno 271 persone sono morte dopo essere state vaccinate contro il COVID-19, secondo i dati rilasciati dal governo americano e pubblicati nella giornata di venerdì. I decessi sono stati segnalati al VAERS, il sistema di tracciamento americano dai danni da vaccino, che fa parte del CDC.

Il numero delle reazioni avverse possibilmente collegate al vaccino di Pfizer e Moderna finora registrate dal VAERS è di 9.845, anche se la cifra è probabilmente più alta.

Non è possibile fare ricerche individuali sul sito del VAERS, ma i lettori possono trovare tutti i dati online qui, tramite il motore di ricerca del CDC.

MedAlerts, un famoso aggregatore di dati CDC di terze parti attualmente non è in funzione.

VAERS, un sistema volontario di sorveglianza, raccoglie soltanto circa l’1% dei danni da vaccino, come evidenziato da un rapporto di alcuni ricercatori di Harvard.

Secondo una segnalazione di VAERS, 179 persone sono morte dopo aver ricevuto la prima dose del vaccino Pfizer, mentre 94 sono decedute a causa di quello di Moderna. I dati aggiornati saranno pubblicati dal VAERS ogni venerdì.

Un altro rapporto del VAERS mostra che la maggior parte di questi decessi si è verificata entro le prime 48 ore dalla somministrazione del vaccino.

Più di 25 milioni di Americani hanno ricevuto il vaccino di Pfizer-BioNtech o di Moderna, che sono stati autorizzati per uso emergenziale solo il mese scorso, dopo meno di un anno di sperimentazione. I vaccini, che tecnicamente sono ancora sperimentali, non pretendono di prevenire le infezioni, anche asintomatiche, del COVID-19 o di essere efficaci per più di un anno. Per esempio, un membro del congresso è risultato positivo al coronavirus dopo che gli erano state somministrate entrambe le dosi del vaccino.

Secondo un rapporto VAERS, in New Jersey un ragazzo di 28 anni senza patologie pregresse e che non prendeva alcun farmaco, è stato “trovato inerte al lavoro” due settimane dopo aver ricevuto il vaccino Pfizer a dicembre. Il ragazzo è stato dichiarato morto dopo essere stato sottoposto a rianimazione cardiaca.

In Arizona, una donna di 88 anni sofferente di artrite e di ipertensione, dopo aver ricevuto la dose di vaccino Pfizer aveva provato “inizialmente un dolore alla nuca e un mal di testa estremamente forte” con conseguente vomito. “Al pronto soccorso è entrata in coma ed è stata intubata” si legge nella sua scheda e si può leggere che le era anche stato praticato un foro nel cranio per diminuire la pressione. Il rapporto aggiunge che “una grande quantità di sangue si è riversata nel cervello. La rottura dell’aneurisma ha causato la morte della paziente circa 14 ore dopo la comparsa dei primi sintomi.”

Un articolo risalente ai primi di gennaio afferma che, in Florida, un anzianoperfettamente sano” si era ammalato tre ore dopo la somministrazione del vaccino ed era stato trovato morto il giorno dopo. Secondo un altro rapporto, in Georgia una madre di 45 anni era morta “nel cuore della notte” dopo che, il giorno prima, era stata vaccinata con il Moderna. Casi simili a questi sono stati registrati in tutto il territorio americano, come, ad esempio, quello dell’ostetrico di Miami, il Dr. Gregory Michael, o quello in California di un operatore sanitario favorevole ai vaccini.

VAERS ha segnalato effetti avversi fatali in quattro donne anziane, la maggior parte delle quali erano sopravvissute al Coronavirus, decedute in una casa di riposo del Kentucky tutte nello stesso giorno, a poche ore dalla vaccinazione Pfizer.

Secondo VAERS, otto nascituri, molti dei quali quasi a termine e tutti perfettamente sani, sono stati abortiti spontaneamente o sono nati morti subito dopo che le madri avevano ricevuto la dose di vaccino Pfizer. Pfizer ha avvertito che la gravidanza deve essere portata a termine prima della vaccinazione.

VAERS riporta anche decine, se non centinaia, di reazioni al vaccino debilitanti o comunque non fatali, tra cui convulsioni, emorragie e arresti cardiaci.

I produttori del vaccino contro il COVID-19, così come la Food and Drug Administration sono completamente esenti dalle responsabilità legali relative ai danni causati dal vaccino stesso e ci sono poche possibilità di ottenere risarcimenti per le vittime e le loro famiglie. Il programma federale incaricato di gestire le richieste di risarcimento per i danni causati dal vaccino, negli ultimi dieci anni ha respinto il 90% delle richieste.

Questi nuovi dati arrivano pochi giorni dopo che il NIH americano ha aggiornato le indicazioni per l’ivermectina, un farmaco generico che blocca il virus e che si è mostrato in grado di inibire la sua replicazione. Diversi studi osservazionali e sperimentali hanno dimostrato che l’ivermectina abbassa drasticamente il rischio di morte da COVID-19 senza presentare gravi effetti collaterali.

Raymond Wolfe

Link: lifesitenews.com
Fonte: https://www.lifesitenews.com/news/at-least-273-deaths-9845-adverse-events-after-covid-vaccination-so-far-cdc-data
01.02.2021
Tradotto da Francesco Paparella per comedonchisciotte.org