Home / 2005 / Febbraio / 25

Archivi giornalieri: 25 Febbraio 2005 , 22:35

UCCIDERE IL MESSAGGERO

DI JEREMY SCAHILL Uno dei più importanti dirigenti dell’informazione via cavo, Eason Jordan della CNN, è stato costretto a dimettersi dopo aver partecipato ad un dibattito al Forum dell’Economia Mondiale a Gennaio. In un momento di rara sincerità, sembra che Jordan abbia detto che i militari degli Stati Uniti avevano preso di mira una dozzina di giornalisti che erano stati uccisi in Iraq. I commenti hanno provocato una tempesta su Internet, fomentata dai sostenitori di Destra, che hanno condotto Jordan …

Leggi tutto »

ESORCISMI

DI LORENZO GALBIATI Dunque, vediamo. Il principino Harry, figlio di Carlo di Inghilterra, si presenta a una festa in divisa nazista con una bella svastica al braccio; la nobiltà e i benpensanti inglesi si scandalizzano; l’ondata di indignazione oltrepassa la Manica e arriva nel continente. In Europa il più sensibile al riprovevole gesto principesco è il commissario Franco Frattini, che si fa promotore di un’iniziativa volta a proibire in tutta l’Unione l’esposizione del simbolo della svastica; alcuni parlamentari popolari di …

Leggi tutto »

IL PIANISTA DELLA PALESTINA

DI OMAR BARGHOUTI   Mentre guardavo il film Il Pianista, sono stato colpito dalle similitudini tra il trattamento degli Ebrei Polacchi da parte degli occupanti Tedeschi ed il trattamento dei Palestinesi da parte degli Israeliani. Ma quando sono giunto alla scena in cui soldati Tedeschi costringono musicisti Ebrei a suonare per loro ad un posto di blocco, ho pensato tra me e me: ” questo i soldati israeliani non l’hanno ancora fatto ai Palestinesi.” Sfortunatamente, mi sbagliavo. Lo scorso Novembre, …

Leggi tutto »

SIRIA: UN OSTACOLO IMPREVISTO

Quei missili Strelets che la Russia ha venduto alla Siria DI VICTOR LITOKVINE Durante la sua conferenza stampa del 15 Febbraio 2005, il generale Sharon ha espresso le sue inquietudini a proposito della vendita di missili russi alla Siria. Israele, che continua ad occupare le aziende agricole del sud del Libano e il Golan siriano, teme che queste armi siano in parte destinate al movimento di resistenza Hezbollah, che qualifica «terrorista» e d’altra parte siano utilizzate per respingere Tsahal (esercito …

Leggi tutto »