14 israeliani hanno preso il COVID-19 anche dopo la terza dose

www.neovitruvian.com

La popolazione di Israele è di recente diventata un cavia per il resto del mondo, dato che è stato il primo paese ad implementare la terza dose su larga scala per gli ultra sessantenni che sono già stati vaccinati. Questo è stato annunciato alla fine di luglio e i primi dati stanno iniziando ad arrivare.

Israele è considerato uno dei paesi con i tassi di vaccinazione più alti del mondo, con 5,3 milioni dei suoi cittadini inoculati con due dosi, e con i giornali che, settimane fa dichiaravano che la nazione aveva raggiunto “l’immunità di gregge” – peccato che il numero di casi, da allora, è aumentato esponenzialmente.

E ora sembra che anche il tanto pubblicizzato richiamo per il COVID potrebbe non essere in grado di proteggere: “I dati del Ministero della Sanità interna mostrano che 14 israeliani sono stati infettati da COVID-19 una settimana dopo aver ricevuto il richiamo, riporta il notiziario di Channel 12”, scrive il The Times of Israel.

Già nel fine settimana i media israeliani hanno riportato che i “casi gravi” hanno raggiunto il massimo in quattro mesi, con oltre 324 pazienti ricoverati, molti dei quali in condizioni critiche.

È stato solo poco più di una settimana fa che gli anziani israeliani hanno iniziato a ricevere il richiamo, e quindi i “primi risultati” e le osservazioni hanno iniziato ad arrivare solo ora, e non sembrano buone. Il Times of Israel continua nel suo ultimo rapporto:

La rete afferma che 11 dei contagiati hanno più di 60 anni, due dei quali sono stati ricoverati in ospedale, mentre gli altri tre hanno ricevuto la terza dose perché immunocompromessi.

Se confermate in campioni più grandi, le cifre potrebbero mettere in dubbio l’efficacia del richiamo, che Israele ha iniziato a somministrare prima che i principali organismi sanitari di tutto il mondo lo approvassero.

Channel 12 ha notato che le nuove infezioni confermate sono state rivelate sulla base di test eseguiti una settimana dopo che il gruppo aveva ricevuto il richiamo. Tre di questi vengono descritti come “pazienti più giovani”.

Ciò avviene quando il CDC e la FDA hanno avviato discussioni su come portare avanti l’offerta della terza dose negli Stati Uniti, forse già a settembre, secondo alcuni rapporti.

Il Jerusalem Post ha successivamente pubblicato ulteriori dettagli sui nuovi casi post-richiamo:

Dei 422.326 israeliani che hanno ricevuto finora la loro terza dose di vaccino contro il coronavirus di Pfizer, 14 hanno finora riferito di aver contratto la malattia nei test eseguiti una settimana dopo l’iniezione, secondo quanto riferito da N12 domenica sera.

Dei 14 casi confermati, 11, hanno più di 60 anni e 3 sono pazienti più giovani che sono a maggior rischio a causa di malattie immunosoppressive. Due sono stati finora ricoverati in ospedale.

Quindi ora anche una terza dose potrebbe essere impotente in mezzo all’attuale onda della variante Delta (e senza dubbio altre che seguiranno)?

Indipendentemente da ciò, Anthony Fauci, ha già iniziato a parlare positivamente del richiamo…

“Dobbiamo guardarli sotto una luce diversa”, ha detto Fauci dei booster su “Fareed Zakaria GPS” della CNN domenica, secondo Bloomberg.

Ha iniziato notando che il richiamo sarebbe stato prima reso disponibile per gli immunocompromessi e gli anziani (proprio come in Israele). “Non appena vedranno che il livello di durata della protezione scende, vedrai che raccomanderanno di dare il richiamo a quella fascia di popolazione”, ha aggiunto Fauci.

Nel frattempo USA Today ha scritto che “Alcune persone stanno già prendendo in mano la questione, decidendo di ottenere dosi extra, una seconda o una terza vaccinazione a seconda del vaccino che hanno ricevuto la prima volta. Un medico ha descritto il fenomeno su Twitter come “mania del richiamo

Fonte: https://neovitruvian.com/2021/08/09/14-israeliani-hanno-preso-il-covid-19-anche-dopo-la-terza-dose-alcuni-sono-stati-ricoverati-in-ospedale/

Fonte originale: https://www.zerohedge.com/covid-19/14-israelis-have-caught-covid-19-even-after-booster-shot-some-hospitalized

Pubblicato il 09.08.2021

Notifica di
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
jeints
Utente CDC
11 Agosto 2021 5:41

Gli ebrei cavie? Bene! Hanno contratto il covid? Ma quale covid? Articoli che sballano ancora di piu’ la logica che cerchiamo di stabilire in questo manicomio.

1
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x