Home / ComeDonChisciotte / USA VS RUSSIA. PRIMI AVVERTIMENTI
13550-thumb.jpg

USA VS RUSSIA. PRIMI AVVERTIMENTI

DI SIMON BLACK

sovereignman.com

È venerdì, siamo a Cipro. Una decina di uomini vestiti di nero entrano nella banca FBME e la “sequestrano”.

Assomiglia a una scena del film Matrix e visto il surrealismo del precipitarsi degli eventi internazionali, potrebbe esserlo.

Gli uomini vestiti in completo nero dipendono dalla Banca Centrale di Cipro (CBC), e prendono il controllo della FBME perché un’ignota agenzia governativa americana ha diffuso un documento nel quale la FBME è accusata di riciclare denaro sporco.

In questa banca… e in generale a Cipro … casualmente, moltissimi cittadini russi detengono enormi fortune.

Tenete a mente: non ci sono prove che è stato commesso questo reato, non c’è stata nessuna udienza in un qualsiasi tribunale, non esiste un capo d’accusa e nemmeno il Governo cipriota ha contestato qualcosa alla banca.

C’era solo un rapporto generico scritto a 10 mila miglia di distanza. Da qualche burocrate.

La cosa divertente è che quando la HSBC, lo scorso anno, è stata colta in fragrante a riciclare fondi per un cartello della droga messicano, il governo degli Stati Uniti si è limitato a una reprimenda e alla fine la banca se l’è cavata con un multa.

Eppure, quando il governo americano si limita a suggerire che l’FBME potrebbe essere coinvolta in un riciclaggio di soldi, la banca viene immediatamente presa di mira.

Benvenuti nella guerra nel 21esimo secolo. Non si tratta di navi da guerra, truppe di terra e altro di simile.

Questa volta gli avversari che si stanno combattendo tra di loro utilizzano quello che colpisce in ultima analisi tutti: i soldi.

E su questo campo di battaglia gli Stati Uniti in realtà non hanno molte opzioni.

– Le banche americane ancora costituiscono il nucleo del sistema finanziario globale, ma stanno per essere sostituite rapidamente .

– Proprio la scorsa settimana le nazioni appartementi ai BRICS si sono incontrate a Fortaleza, in Brasile per lanciare l’inizio di un nuovo “brand” alternativo all’attuale, un sistema finanziario non più a egemonia Usa.

– Gli Stati Uniti sono ancora la più grande economia del mondo, ma probabilmente entro la fine dell’anno. perderanno il primo posto a scapito della Cina.

– Il dollaro è ancora la valuta più utilizzata nel commercio mondiale, ma anche i più stretti alleati dell’America (Canada, Europa occidentale) hanno inziato a riconoscere che è arrivato il momento di andare oltre al dollaro.

Così, mentre gli Stati Uniti sono ancora in giro a far la voce grossa, il fiato si sta rapidamente affievolendo .

La loro unica tattica è quella di attaccare a casaccio interessi russi ovunque si possa.

Stanno sanzionando le imprese russe. Stanno cercando di mettere il bastone fra le ruote al sostegno internazionale alla Russia. E adesso hanno inziato a saccheggiare asset russi depositati in altre nazioni sovrane.

Immaginate di essere il Qatar. O la Cina. O il Kuwait. O Singapore. O chiunque altro che detiene ingenti somme di debito USA.

Tutti questi paesi capiscono la lezione forte e chiara: quando agli Stati Uniti non vai a genio, faranno tutto il possibile per renderti la vita difficile.

Questo ispira fiducia? Se siete in possesso di centinaia di miliardi di dollari di titoli del Tesoro USA, fa davvero migliorare il vostro livello di fiducia negli Stati Uniti?

Probabilmente no.

Cercando di terrorizzare gli interessi russi, l’amministrazione Obama sta implorando il resto del mondo a riconsiderare la loro fiducia, mal riposta, negli Stati Uniti.

Tutti questi paesi stranieri che hanno veramente a che fare con gli Usa, se vogliono rivalersi è iniziare un dumping dei loro titoli di stato americani. O semplicemente smettere di reinvestirli quando i proventi maturano.

Ciò causerà conseguenze catastrofiche negli Stati Uniti. I tassi di interesse salgono, l’inflazione inizierà a manifestarsi, e il governo sarà di nuovo vicino al default più di quanto non lo sia già.

Inspiegabilmente, Mr, Obama sta praticamente implorando il mondo a fare questo. Questo è un atto terribilmente arrogante.

C’è un’equivalenza tra la guerra economica di Obama e l’esercito esausto in Russia che Napoleone pomposamente portò a una dura prova.

E né Napoleone né Obama hanno valutato le vaste conseguenze che queste decisioni potrebbe portare.

Con oltre i 17 mila miliardi di dollari, di debito pubblico, intorno al 105% del pil, gli Stati Uniti stanno cercando di scatenare una guerra economica senza munizioni. E questa azione non è certo positiva per loro.

Questo fine settimana sarò in Ucraina; Restate sintonizzati per ulteriori notizie dalla prima linea.

Simon Black

Fonte: www.sovereignman.com

Link: http://www.sovereignman.com/trends/obamas-dumbest-move-to-date-14735/

24.07.2014

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura della redazione

Pubblicato da Davide

  • albsorio

    Putin aveva già avvertito i suoi oligarchi e grandi aziende di far tornare i soldi in banche russe… mal che si vuole non duole.

  • luiginox

     i ladri (usa) rubano ai ladri(oligarchi).non c’è più religione

  • geopardy

    Una volta si diceva "tra cani non si mordono", ma penso che il detto sia valido, più che altro, in tempi di vacche grasse.