Home / ComeDonChisciotte / “UMILE ED ONESTO”. DOPO IL NOBEL PER LA PACE, SANTIFICHIAMOLO!
14649-thumb.jpg

“UMILE ED ONESTO”. DOPO IL NOBEL PER LA PACE, SANTIFICHIAMOLO!

DI GIANFRANCO LA GRASSA

conflittiestrategie.it

Per quanto voglia essere disincantato, dopo aver vissuto una lunga vita in cui ho avuto modo di imparare l’infamia di tanti cosiddetti “esseri umani”, non posso non provare un certo disgusto e rabbia di fronte alla “nuova impresa” dei “liberatori per eccellenza”: the Americans, con le mani sporche del sangue di decine di milioni di loro consimili in tutto il mondo. Si piange l’orrore dei “6 milioni” di ebrei (che non erano per la verità tutti ebrei, ma non importa) uccisi dai nazisti.

Questi sono passati alla storia come “mostri”, “pazzi”, “alieni” e non so cos’altro. E gli americani invece? Altro che sei milioni; decine. E però sono liberatori; sì, loro liberano sempre. In realtà, l’unica liberazione a cui si sono dedicati, con gusto sfrenato, è quella della vita di milioni e milioni di altri uomini. Ma Raoul Castro definisce “umile e onesto” Obama, le cui imprese “benefiche” vengono duramente commentate sempre più spesso da giornalisti non certo “comunisti” e faziosi.
Spero si sia capito perché non sono mai riuscito ad apprezzare il gesto di Guevara. Sono convinto che vada stimato, che vada onorato; ma perché andare a suicidarsi (di fatto, fu un suicidio) per fornire un esempio….. a chi? Non mi si venga a dire che sarà comunque un ricordo imperituro di coraggio e abnegazione, di lotta per la libertà e contro la prepotenza, ecc. Un ricordo che invece impallidirà e diverrà uno sbiadito esempio di “eroismo”; ma per chi? Chi si ispirerà al suo esempio? E del resto, meglio che ci si ispiri ad esso il meno possibile, dati i risultati. Comunque, non voglio per il momento insistere sul tema. Mi piacerà però adesso vedere quanti rammenteranno il nome di un altro “eroe” della lotta antimperialista e contro l’oppressore, uno che combatté pure lui per il suo popolo e fu assassinato (dai soliti!) e in pratica del tutto dimenticato. Ed io voglio qui, povero demente qual sono, riportarlo alla memoria e magari, perché no, perfino commuovermi al suo ricordo:

http://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&frm=1&source=web&cd=1&cad=rja&uact=8&ved=0CCEQFjAA&url=http%3A%2F%2Fit.wikipedia.org%2Fwiki%2FPatrice_Lumumba&ei=bYYpVeLRKczpUonqgbAL&usg=AFQjCNGXKc2emYKi7ZUKncHxDn_41Cr-e

E guardate bene chi appoggiò, sotto sotto, la sua eliminazione: i “liberatori”, questi assassini di “americani” (non tutti; chi comanda, ovviamente). E tuttavia, miracolo! miracolo!, oggi sono finalmente guidati da un giusto, da un “umile ed onesto”; parola di Raoul Castro, fratello “minore” (infimo veramente!) di Fidel e “compagno di lotta” di Guevara. Che presidenti! Un duo di personaggi “nobili” e che “fanno onore” all’umanità. Viva Obama e Castro (Raoul); annunciano il nuovo “secolo dei lumi”, il trionfo della giustizia e dell’equità. Liberté, egalité, “merdosité”!

Che cialtroni e ignobili in quest’epoca di degrado pauroso! Quanto al commento della Kirchner – “è il segno del trionfo della rivoluzione cubana” – che cosa si può dire? Almeno si notasse un po’ di intelligenza in coloro che rappresentano il vertice di paesi che non sono proprio il “Timbuctù”. E noi abbiamo Renzi. Cosa dite? Dopo l’Expo, organizziamo la “La Fiera dei cretini”?

Gianfranco La Grassa

Fonte: www.conflittiestrategie.it

Link: http://www.conflittiestrategie.it/umile-ed-onesto-dopo-il-nobel-per-la-pace-santifichiamolo

12.04.2015

Pubblicato da Davide

  • mystes
    E che dire dell’altra campionessa della sinistra sudamericana Dilma Roussef che ha recitato il panegirico del Nobel nordamericano con la speranza di salvare la poltrona minacciata dai mostruosi scandali che stanno affondando il Brasile?
  • adriano_53

    Non vedo la necessità di aspettare la conclusione di Expo, per l’organizzazione della fiera dei cretini.
    Tra l’altro esposizione dei cretini è attiva 24 ore su 24, 365 giorni all’anno, e per ogni giro che madre terra compie attorno a padre sole.

  • Vimeno2

    Va bè ma queste sono dichiarazioni diplomatiche, inoltre nn si devono dare dichiarazioni brutuali per servire su un piatto d’oro ai giornalisti occidentali motivi di propaganda….mah articolo del cacchio!

  • makkia

    Ma… sta per caso parlando del summit delle Americhe?
    Quello in cui Castro ha criticato gli USA per le sanzioni al Venezuela e che quelle cubane sono una violazione del diritto internazionale? E l’occupazione della sua isola con una base USA deve finire?
    Dove ha detto che finché non levano l’embargo non è altro che una chiaccherata?

    E la tirata su "Lumumba è mej’ e Guevara" (e ci porterà lo scudetto, finalmente!)? Che c’azzecca?

    Ma chi l’ha mozzicato a questo?

    Oh, e quanto al commento della Kirchner, visto che il nostro bravo La Grassa l’ha trovato incomprensibile, provo a spiegarglielo:
    Cuba non si è piegata a 40 anni di sanzioni. Data la sua carenza di risorse naturali, avrebbe dovuto essere messa in ginocchio, e non è successo. Anzi, sono stati gli USA a "dover" (o voler) cambiare idea.
    Dunque, "la revolucion" ha mantenuto il punto e i potentissimi USA hanno cambiato idea.
    Cosa sfugge a Mr. La Grassa? Perché sarebbe idiota la presidenta a dire che questo rappresenta un "segno del trionfo della rivoluzione cubana"?
    [In verità segna al massimo un punto a favore, ma cazzarola! C’è mezzo Sudamerica in festa… tutti cretini pure loro?]

  • mincuo
    Ma quali sanzioni? Pure 2 anni fa ho messo l’interscambio DIRETTO con gli USA. Di 10 anni .

    Che sono obbligati a pubblicare, a differenza del resto.

    Per quello indiretto basta qualunque triangolazione. Solo un idiota può credere a queste cose, ma fortunatamente ce ne sono a milioni. 

  • mincuo

    Pi ci sono quelli più idioti ancora, che sono un po’ meno di decine di milioni, ma sempre molto abbondanti, che non si domandano neanche quale "embargo" ci fosse mai con la Cina, o la Spagna ad esempio….ad evitare di opprimere e far vivere come delle bestie le persone. Magari chiedi a "Cubainforma"….

  • geopardy

    Anni fa ho provato a seguire il blog di questo La Grassa, ma ne ho volentieri perso la memoria.

  • makkia

    Ah, OK. Non c’è embargo contro Cuba. Non lo sapevo.
    E neanche sanzioni contro la Russia o il Venezuela, presumo.
    Già che ci siamo anche la guerra in Siria e in Libia sono finte.

  • geopardy

    Gli embarghi sono fatti per essere aggirati, ma aggirarli costa un’enormità di più del prezzo di mercato, quindi, il danno economico è assai grande, sono cose che chi non è "idiota" dovrebbe sapere.