Home / ComeDonChisciotte / ULTERIORI SEGNALI DI PREPARATIVI DI GUERRA ?
14756-thumb.jpg

ULTERIORI SEGNALI DI PREPARATIVI DI GUERRA ?

DI THE SAKER

sakeritalia.it

Come molti di voi già sanno, la Marina Cinese ha mandato navi da guerra nel Mar Nero. Sono dirette alla base navale russa di Novorossiysk. Di questo viaggio possono esserci diverse spiegazioni:

  • sono una parte dei preparativi per la partecipazione di Xi Jinping alle celebrazioni del 9 Maggio
  • c’è in vista una possibile vendita di queste fregate alla Russia da parte della Cina
  • è una preparazione per manovre navali congiunte Russia-Cina nel Mediterraneo

Tutte queste spiegazioni mi sembrano plausibili. Anche se qualcuno ha detto che l’acquisto di fregate cinesi da parte della Russia sarebbe «un cazzotto in un occhio» per l’industria navale russa, io non sono d’accordo. Se una nazione si prepara alla guerra, allora la quantità di equipaggiamento difensivo (che è possibile ottenere) diventa molto più importante della nazione che lo costruisce. Inoltre ben si sa che i progetti delle navi da guerra cinesi ricalcano quelli delle navi russe, per cui non è il caso di dire «questo la Russia non può farlo», ma piuttosto «i cantieri navali russi lavorano già al massimo, mentre quelli cinesi possono consegnare subito». Come misura tappabuchi, è perfettamente logico acquistare equipaggiamento da un alleato, specialmente quando il progetto di quell’equipaggiamento è basato sul tuo.

Qualunque ne sia il motivo, l’arrivo di queste navi della Marina Cinese è uno schiaffo in faccia agli USA e al resto della NATO, che ce l’hanno messa tutta per mostrare nel Mar Nero quella che loro chiamano «risoluzione», solo per vedere poi la Cina schierarsi apertamente con la Russia. Il fatto poi che russi e cinesi condurranno manovre navali congiunte nel Mediterraneo, che la NATO ha sempre considerato un mare nostrum, è un affronto ancora più grande per quelli che vorrebbero essere i dominatori del mondo.

Nel frattempo, guardate questo video che mi ha mandato un amico.

<iframe width=”400″ height=”200″ src=”https://www.youtube.com/embed/r29k_T_o9To” frameborder=”0″ allowfullscreen></iframe>

Quando ho visto questo video, ho pensato: «questa è esattamente la musica da mobilitazione prodotta da una nazione che si prepara alla guerra». Non c’è nulla di sbagliato nel patriottismo, almeno finchè non degenera nel nazionalismo, ma questo mantra ripetitivo «Russia!, Russia!, Russia!, Russia!», mi rende nervoso, perchè è stato creato appositamente o per suscitare una «voglia di mobilitazione» o, peggio, per andare incontro allo spirito già «mobilitato» della popolazione.

Non sto dicendo che la Russia sia in procinto di attaccare qualcuno. Quello che voglio dire è che ci sono numerosi segnali sul fatto che la Russia si sta comportando come una nazione che si prepara alla guerra. Inoltre non sto criticando la Russia per i suoi preparativi di guerra, sono solo rattristato (e spaventato) dal fatto che la Russia senta di doverlo fare.

Infine trovo che sia spaventoso e scoraggiante il fatto che l’opinione pubblica in Occidente sia tenuta beatamente all’oscuro sul fatto che, in questo preciso momento, l’Impero Anglo-Sionista e la Russia sono in rotta di collisione. Come fa qualcuno ad opporsi a qualcosa che non conosce?

Questo è il perchè continuerò a far suonare l’allarme, nella speranza che la «barriera del silenzio» possa essere rotta prima che sia troppo tardi.

The Saker

Fonte: http://sakeritalia.it

Link: http://sakeritalia.it/sfera-di-civilta-russa/ulteriori-segnali-di-preparativi-di-guerra/

7.05.2015

Traduzione in italiano a cura di Mario per Sakeritalia.it

Pubblicato da Davide

  • PietroGE

    Manca un’altra spiegazione alla presenza di navi da guerra nel Mar Nero : la Cina cerca una presenza stabile nel Mediterraneo per dimostrare al mondo di essere una potenza globale e per contrastare, in questo mare, la presenza americana.. e quella russa.

  • babuskin

    Sono manovre congiunte da tempo previste, ma è sotteso che la Cina mostra i propri muscoli al mondo intero, nella nuova ripartizione delle sfere d’influenza.

    Nessuna guerra, l’equilibrio mondiale ancora regge nel segno del liberismo.
  • giannis

    Guerra si o guerra no dipendera’ da quanto sono teste di cazzo gli
    americani

  • Neriana
  • 1Al

    Nessuno di noi ha la sfera di cristallo, ma certamente lo scenario internazionale è all’incirca lo stesso di prima della seconda guerra mondale. Ci sono tensioni forti, aggressività e espansionismo smisurati da parte dell’occidente. Si sta cercando di isolare la Russsia. C’è una crisi finanziaria molto grave dell’occidente, USA in primis. E d’altro canto l’asse politico/economico Russia/Cina e ai loro alleati, con la nascita del BRICS in risposta all’FMI. Focolai di guerra, instabilità  e sopratutto nazionalismo e neonazismo ovunque, ma soprattutto nel cuore dell’Europa e questo da da pensare. È facile immaginare come sia visto e vissuto tutto ciò dall’altra parte, ad est. Insomma i segnali e i venti di guerra mi sembrano inequivocabili.  Che poi gli americani stiano rischiando solo un immenso bluff, questo non possiamo saperlo per ora. Certamente sanno bene che una guerra diretta contro la Russia, avrebbe per loro in qualsiasi caso, con conseguenze catastrofiche. Rischio calcolato o immenso bluff? Certo che stiamo sul filo del rasoio. Certo è, che se anche in Russia dovesse sorgere e crescere un nazionalismo esasperato, che potrebbe sfociare in ultra nazionalismo, allora sarebbe la fine probabilmente. Certamente da parte russa finora si è dimostrata una grande pazienza ed un grande equilibrio, ma la pazienza potrebbe anche finire un giorno

    https://www.youtube.com/watch?v=T65SwzHAbes&hd=1

  • idea3online

    Il 2020 dovrebbe essere una data simbolica. Se la Grecia e la Russia rafforzano la cooperazione i rischi della guerra aumentano ed il vantaggio degli USA diminuisce. L’ISIS verrà diffuso nel pianeta per aggredire chi non ascolta l’Impero Americano. La Cina ha molto paura degli USA, gli USA hanno permesso alla Cina di diventare esportatore ed industria per l’Occidente. La Cina per non essere aggredita dagli USA ed essere mangiata in pochi secondi è costretta ad allearsi alla Russia vera potenza globale dopo gli USA. La collaborazione tra Russia e Cina è ideale, la Russia braccio militare, la Cina braccio finanziario. Gerusalemme era il centro della ruota della vita, e gli eventi geopolitici determinanti si muovono sempre in uno scontro tra Regno del Nord e Regno del Sud con al centro Gerusalemme ed è sempre il centro della ruota della vita. 

    L’Apocalisse tanti pensano sia un evento immediato nel rivelarsi, ma la Rivelazione si rivelerà all’inizio come un fiore che si apre ed alla fine senza movimenti distinguibili tra le varie fasi il frutto cadrà, e così l’Apocalisse inizierà le sequenze della Rivelazione si presenteranno durante decenni sino alla fine quando la Grande Città di Babilonia cadrà.  
    L’Apocalisse probabilmente inizierà nel 2020 ma non sarà la fine.
  • idea3online

    Il 2020 dovrebbe essere una data simbolica. Se la Grecia e la Russia rafforzano la cooperazione i rischi della guerra aumentano ed il vantaggio degli USA diminuisce. L’ISIS verrà diffuso nel pianeta per aggredire chi non ascolta l’Impero Americano. La Cina ha molto paura degli USA, gli USA hanno permesso alla Cina di diventare esportatore ed industria per l’Occidente. La Cina per non essere aggredita dagli USA ed essere mangiata in pochi secondi è costretta ad allearsi alla Russia vera potenza globale dopo gli USA. La collaborazione tra Russia e Cina è ideale, la Russia braccio militare, la Cina braccio finanziario. Gerusalemme era il centro della ruota della vita, e gli eventi geopolitici determinanti si muovono sempre in uno scontro tra Regno del Nord e Regno del Sud con al centro Gerusalemme ed è sempre il centro della ruota della vita. 

    L’Apocalisse tanti pensano sia un evento immediato nel rivelarsi, ma la Rivelazione si rivelerà all’inizio come un fiore che si apre ed alla fine senza movimenti distinguibili tra le varie fasi il frutto cadrà, e così l’Apocalisse inizierà le sequenze della Rivelazione si presenteranno durante decenni sino alla fine quando la Grande Città di Babilonia cadrà.  
    L’Apocalisse probabilmente inizierà nel 2020 ma non sarà la fine.
  • temuchindallaCina

    La Cina non assolutamente paura degli USA, semplicemente NON voglio la guerra e stanno facendo di tutto perché non scoppi. In ogni caso, se mai dovesse verificarsi un evento così catastrofico, i cinesi sono pronti, non lasceranno che l’impero amerikano possa nuocere al paese, le mie fonti, visto che vivo da anni in Cina, sono autorevoli e ad alto livello.

  • idea3online

    La Cina senza allearsi alla Russia non potrebbe resistere agli americani, ed la Russia senza allearsi alla Cina non potrebbe resistere agli americani. Ma nello stesso tempo la coalizione Russia&Cina non potrebbe resistere agli americani, se non fossero aiutati dai popoli dei Kittim, questi aiuteranno il blocco Russia&Cina o Regno del Sud. Se i popoli del Mediterraneo quelli tra la Grecia e Cipro, se i Chittim non aiuteranno il Regno del Sud gli americani saranno imbattibili.

  • Denisio

    Gli amerikani imbattibili….nutro seri dubbi, ma molto seri dovuti alle migliaia di falle inanzitutto ideologiche di un impero che lotta per il dominio e che ha fatto il suo tempo. QUANDO SI COMBATTE LE MOTIVAIONI SONO UN CARBURANTE BEN MIGLIORE DEL BUON WHISKY.
    Inoltre ora che Cina e Russia insieme al mondo emergente stringono rapporti strategici per levare la vera arma di dominio americana che è il petrodollaro…beh, odo un forte vento di cambiamento che avanza avanza con vento a poppa, aspettiamo il 2019/20….