Home / ComeDonChisciotte / SEMINATO IL VENTO, RACCOGLIAMO LA TEMPESTA
16467-thumb.jpg

SEMINATO IL VENTO, RACCOGLIAMO LA TEMPESTA

DI GIULIETTO CHIESA

megachip.globalist.it

Anch’io, come Pino Cabras, guardando Nizza (e adesso Monaco di Baviera), più che all’ISIS ho pensato a GTA (Grand Theft Auto). Quando, qualche anno fa, scrissi un articolo contro l’aberrazione dei videogiochi violenti, fui sottoposto a un “shit storm”, tempesta di m… organizzata dalle compagnie produttrici di quella m…, utilizzando decine di migliaia di fan dei videogiochi, che protestavano contro la mia proposta di vietarli per legge, in nome della “libertà di gioco”, e della “libertà del mercato”.

Se guardiamo, di fronte all’ondata assassina di luglio 2016, la Luna invece del dito, capiremo che questo approdo odierno è il frutto della deificazione del Mercato, del Denaro, dell’individualismo sfrenato, della degenerazione libertaria trasformata in arbitrio totale in cui ogni desiderio è diventato legge.
L’impazzimento generale, che attanaglia la società europea è il frutto velenoso di un “modello” sociale e politico disumano, dove l’egoismo, la competizione sfrenata, la violenza sono la regola, mentre la solidarietà e l’amicizia, l’onestà e la civile convivenza sono stati banditi come obsoleti e non “divertenti”.

Tutto si tiene. E, anche quando “non si tiene”, c’è chi usa il tutto ai suoi fini. Il pazzo che spara a Monaco non è probabilmente, un terrorista, men che mai islamico. È solo un povero disgraziato demente gettato ai margini della società, che “si vendica” in un colpo solo di quello che ha subito. Ma i creatori di questo mostro, i creatori del Dio Mercato, usano le creature impazzite (che loro stessi hanno prodotto su scala planetaria) per cambiare l’assetto sociale. Il terrorismo viene da quella sorgente. E usa il caos che ha prodotto per trarre il massimo profitto politico.
C’è un filo che lega Charlie Hebdo, Bataclan, Bruxelles, Nizza, Monaco, il golpe turco, Daesh, Afghanistan, Libia, Siria, il nazismo di Kiev, l’esclusione della Russia dalle Olimpiadi? Io credo che ci sia. È la crisi, temo finale, dell’Occidente e dell’Impero.

I padroni universali hanno una ricetta: preparare alla guerra, attraverso la paura, i popoli dell’Occidente, per scagliarli contro Russia e Cina. Prima che Russia e Cina siano in grado di fermare la loro follia.
Ragionando in grande – solo ragionando in grande – si vede il disegno. E questo disegno prevede prevede la guerra, come passo obbligato.

Giulietto Chiesa

Fonte: http://megachip.globalist.it/

Link: http://megachip.globalist.it/Detail_News_Display?ID=126261&typeb=0&seminato-il-vento-raccogliamo-tempesta-

23.07.2016

Pubblicato da Davide

  • Capra

    La vita moderna è capace di creare eserciti di frustrati pronti ad esplodere. Alle prime avvisaglie di disagio giù di psicofarmaci come piovesse, e poi di nuovo in corsa, magari ridotti a dementi.

    Chi si ostina a vedere il complotto a Monaco è ormai dentro un automatismo ed ha perso spirito critico
  • giannis

    concordo su tutto , 50 anni televisione , 30 di videogiochi e adesso internet, smartphone e facebook ci hanno danneggiato il cervello , la civilta’ occidentale fa schifo , siamo un ammasso di rincoglioniti viziati

  • giannis

    si , pero’ televisione e giornali hanno usato monaco per continuare a mettere paura al popolo ( quando mai si e’ visto che alle 20,15 interrompi tutte le trasmissioni per una sparatoria in germania ), che e’ il primo obbiettivo degli " illuminati "

  • Capra

    Farebbero di tutto per l’audience, come appunto mandare video falsi… Si commercializza tutto, anche la morte, è una gara a chi fa lo scoop e poco importa se non sanno ancora nulla dell accaduto, basta improvvisare.

    Siamo nell’era  del cinismo, va in onda CSI all ora di cena, volendo puoi guardare un autopsia mentre mangi la pasta al tonno.
  • 1Al

    In poche parole, si è creato un immane esercito di zombie telecomandabili, insensibili e pronti a tutto. Decenni di martellante tv spazzatura, falsità, indottrinamento, lavaggio del cervello, rovesciamento di tutti i valori, hanno creato generazioni di decerebrati indolenti nichilisti. In pratica gli hanno formattato i cervelli a zero.
    Personalmente, non vedo questa differenza sostanziale, tra il pazzo isolato o il commando di terroristi, l’origine è la stessa, la follia pure, come il risultato finale. E dietro tutto questo, c’è sempre la stessa malefica entità.

  • Hrabal
    il problema credo sia molto piu’ profondo, non e’ di natura politica, sociale, economica e neanche filosofica; e’ un problema innanzitutto "religioso", la nuova religione che si manifesta attraverso atteggiamenti distruttivi anarcoidi e individualistici trova il suo verbo perfettamente espresso nel dogma: "Fai quello che vuoi" (Do what you will shall be the whole of the Law, Love is the Law, Love under Will), un verbo dato "diabolicamente" in pasto al popolo dal Maestro Alaister Crowley (ma prima di lui gia’ enunciato da Rabelais), che in un secolo si e’ fatto rapidamente strada nelle menti dell’umanita’ (e ora con la globalizzazione della cultura non credo che ci sia piu’ qualcuno immune da esso) ed ora sta esplodendo con tutta la sua devastante forza…
    Se poi ad esso aggiungiamo il presente sistema di manipolazione dei desideri, il mondo dello spettacolo e dei media non ha altro che questa funzione, ecco che otteniamo un umanita’ burattini bambini che desiderano cosi’ intensamente i giocattoli dei loro prossimi che sono pronti a rubare, uccidere o distruggere tutto se non posso ottenerli.
    L’unico moderatore di questo "nuovo" istinto sociale e’, oltre la paura, l’avvento di un neo tribalismo che taglia sia trasversalmente che orizzontalmente  quello che rimane delle nostre nazioni, un tribalismo che soffre di gigantismo e per questo altrettanto pericoloso, in quanto amplificatore del nuovo verbo, fai quello che vuoi, elevato a ideolgia di macrocruppo che eventualmente finira’ per scontrasi con altri gruppi che ironicamente professano la stessa religione, una religione che cova un inerente forza distruttiva (o auto distruttiva dal punto di vista dell’umanita’ tutta, ovvero noi poveri imbecilli).
    Dio e’ morto, la morale sepolta, la "liberta’" dilaga, una pandemia senza piu’ antidoto.
  • 1Al

    Ma questo fenomeno non è del tutto spontaneo, viene pilotato e in questo modo amplificato, radicalizzato, estremizzato ai livelli di caos e  follia che stiamo vivendo.

  • giannis

    obbiettivo e’ mettere paura al popolo perché un popolo che vive nella paura e’ piu’ facile da governare-comandare , e poi anche distogliere l’ attenzione dai veri problemi : disoccupazione , economia allo sfascio , banche che stanno fallendo, il futuro nero che ci aspetta , l’ invasione di immigrati…..

  • gix

    Pongo un po’ di domande, e badate bene non mi ritengo un complottista obnubilato, quindi niente preconcetti, basiamoci solo su quello che la stampa ci ha voluto far sapere. Guardiamo bene la foto dell’articolo, cosa vi fa venire in mente; teniamo presente che il tizio, da solo sul terrazzo ha addirittura trovato il tempo per una piacevole conversazione con uno che stava in galleria per cosi dire. Però ok continuiamo a dire che il tizio è un pazzo isolato e pericoloso, quindi non un terrorista. Mettiamo insieme altri elementi, innanzitutto la foto di lui sui giornali, non esattamente uno dallo sguardo da tigre, ma tant’è, le apparenze ingannano. Ragioniamo ancora, l’età 18 anni, a 18 anni uno, di questi tempi in europa, ha si e no sparato al luna park, ma chissà, in questo caso potrebbe essersi addestrato in Siria, quindi è diventato un pistolero fortissimo. In tasca ci hanno detto che aveva 300 proiettili, non si specifica altro, quindi era pronto a stare sul campo per un bel po’, peccato che sti proiettili li avrebbe dovuti reinserire in caricatori immagino, ma va bene, 18 anni, a quell’età uno potrebbe essere velocissimo e credersi immortale. Andiamo avanti: 9 morti e 27 feriti, sicuramente uno score da professionista, immaginiamo però per un momento cosa vuol dire sparare a 36 persone con una pistola e colpirle tutte. Tutto questo solo da quanto risulta sui giornali.

    Ora cambiamo scenario. Altro pazzo isolato, questa volta dichiaratamente terrorista, la sua azione è stata anche rivendicata dal sig. ISIS. !7 anni, su un treno con un coltello o un machete ferisce 5 persone, fortunatamente senza morti, dopodiché subito dopo, non si sa bene come, la polizia lo uccide. Si dirà, ma l’arma era meno potente e più di tanto non poteva fare, ma certamente non deve essere stato piacevole stargli vicino in quel momento e qualche vittima poteva anche farla. Questo altro pazzo isolato però ha avuto il tempo di girare un trailer prima della azione. 

    Che dire, nessun commento, solo due storie parallele, ovviamente per come ci sono state raccontate. Ma non abbandoniamoci ai complotti, stiamo a quello che ci raccontano. 

  • giannis

    diciamo che anche il popolo ha accettato tutto questo , il popolo ha goduto di questa merda , oggi stiamo pagando il pegno , e infatti la vita e’ depressa e fa schifo

  • AlbertoConti

    M’aspettavo che il "vento" fosse altro. La superconcentrazione delle ricchezze, ad esempio, che lascia oceani di diseredati e di martoriati, che stranamente non si ribellano, tranne pochi pazzi ovviamente.

  • RenatoT

    appunto gli psicofarmaci… non bisogna dimenticarli mai! Ci sono sempre dietro.

  • uomospeciale

    Ah, e la colpa sarebbe dei videogiochi?
    E non del fatto che ormai vivere è diventato quasi impossibile per le continue e asfissianti norme,  regolamenti, e usanze che dall’infanzia fino alla tomba scandiscono ogni istante della vita e del vivere obbligandoci ad uniformarci di continuo ad un modello sociale politicamente corretto e socialmente spacciato come l’unico degno di esistere?

    Oggi persino gettare la spazzatura è diventato un casino, devi ricordarti in quale giorno fare il sacco dell’umido, quello del secco, quello della plastica, quello del vetro ecc ecc

    E guai a sbagliarsi e a lasciare una bottiglia di vetro dentro il secco o nella plastica eh?
    Ti lasciano lì l’immondizia con una bella multa sopra e nel frattempo le tasse sull’immondizia sono quintuplicate in pochi anni malgrado il 90% del lavoro  ormai venga in pratica svolto dagli stessi cittadini tramite la separazione dei vari materiali..

    Evidentemente gettare tutto insieme su un nastro trasportatore  e poi assumere un po’ di disoccupati  che armati di rastrelli, guanti, e mascherine separino i vari materiali senza rompere le palle ai cittadini era troppo difficile.

    Eppoi ci sarebbe stato molto di meno da rubare.

    Molto meglio far fare ai cittadini tutto il lavoro, spremerli come limoni con le tasse, e in più multarli se non lo fanno " a regola d’arte"..

    E questo è solo uno, il più banale tra le migliaia di esempi che potrei fare e che chiunque conosce molto bene.

    Sono almeno 4 decenni che i vari governi e i politici tutti si danno un gran da fare solo per rendere la vita impossibile ai  cittadini  che li mantengono…….
    Se qualcuno ha notizia di una qualsiasi legge o provvedimento  che NEI FATTI e non a chiacchiere,  agevoli e semplifichi la vita al cittadino invece di vessarlo, spremerlo con  le tasse, o costringerlo  a umilianti pellegrinaggi  per i vari uffici  al fine di ottenere il permesso anche di andare al cesso lo posti qua sotto.

    Perché io in 50 anni di vita non ho mai visto un né una legge realmente a favore del cittadino, né un qualsiasi politico risolvere una qualunque cazzata invece che complicarla  ulteriormente.
    Da quando un tizio esce dalla porta di casa, a quando ci rientra TUTTO è diventato  un casino e uno stress continuo.
    Spostarsi,  relazionarsi, lavorare, parcheggiare,  portare avanti una qualsiasi iniziativa pubblica o privata,  e nel contempo seguire le 100.000 norme che si inventano al solo scopo  di rovinarti la vita ,
    In una in una parola………..VIVERE.

    Vivere nella cosiddetta società occidentale delle "grandi libertà" e delle "grandi opportunità" è divento difficile e frustrante  per molti, anzi per troppi.

    Non tutti reggono non tutti ce la fanno,  e molti scoppiano.

    Se uno scoppia casa sua facendo secca tutta la sua famiglia ecco che sui giornali e sulle  TV  si parla di  "incomprensibile gesto di follia" e immancabilmente dopo, si scopre che  il pazzo sembrava una persona del tutto normale, e  nessuno sa  spiegarsi come sia potuto succedere..

    ( Ma no!… Incredibile eh?….)

    Quando invece uno scoppia ma ha una pistola e si trova in mezzo ad una strada, succedono cose come questa ed è da imbecilli dare al colpa ai videogiochi.

    I videogiochi basta non comprarli ma domattina io voi CHIUNQUE, usciremo di casa dovendo fare i conti con la realtà, e al nostro rientro alla sera  da questo "bel paese" da ‘sta minchia, avremo accumulato dentro tanto stress e tanta rabbia da far bollire una caffettiera.

    Quando poi uno non si ritrova pure la guerra in casa come capita a parecchi, con familiari o vicini rompicoglioni che ti fan venire voglia di scappare via su un ‘isola deserta….

    Altro che videogiochi e cazzate varie, SVEGLIA!!

      

  • Pyter

    Sono d’accordissimo che prendersela con i video giochi sia fuorviante. 

    Nel video stesso del killer accecato dall’iran si vede chiaramente che ha davanti quattro o cinque persone e lui non ne becca neanche uno.
    Ora io non so il regolamento ma nel gioco è vietato sparare ai pokemon, giusto?
    Quindi lui stava veramente sparando a quelle persone.
  • Nathan

    Entro in pizzeria per due margherite a portare via e nel mentre giochicchio con il cellulare. Apprendo degli eventi di Monaco e lo dico ai camerieri, l’unico che ha dimostrato interesse è stato il pizzaiolo di origini extra italiane che mi dice" ho amici li", l’unico spasmo di umanità che ho visto. Il resto tra l’infastidito e l’annoiato ha continuato come nulla fosse. 

    Questo mi fa pensare che " lo spettacolo deve andare avanti" a qualunque costo. Io non sono d’accordo a questo pensiero dominante, ma dobbiamo invece fermarci e pensare se lo spettacolo deve andare avanti così o deve essere corretto o chiuso.
    Purtroppo ci fanno vedere di tutto e fanno a gara per essere sempre clamorosi con l’unico fine dei Soldi!
  • egenna

    Alla faccia della II^o III^ generazione,resi imbecilli già da piccoli!! Cordiali saluti 

  • Hrabal

     certo, questa religione (Do what you will shall be the whole of the Law, Love is the Law, Love under Will) e’ stata data in pasto al popolino che l’ha accettata e acclamata, non e’ un caso che le parole "Amore" e "Liberta’" (fai che vuoi) siano presenti ovunque, sia nei discorsi colti che nelle chiacchere private, sono i due cardini, i due obbiettivi centrali, della vita contemporanea. Chi e’ che non vuole amore e liberta’? sono droghe potenti che hanno come tutte le droghe effetti secondari; una volta date alle masse gratuitamente, quasi come ricompensa delle passate oppressioni, si sono diffuse senza limiti… ma ora e’ giunto il momento di pagare dazio… 

    Se si guarda bene, la liberta’ di fare quello che si vuole (magari dietro le  quinte) e le delizie dell’Amore sono stati sempre privilegi di ristrette elite, dei lussi a lungo preclusi al popolino, ma ora ce le hanno date, non credo certo che ce le siamo prese, e il prezzo da pagare e’ grande: la distruzione dalle fondamenta di una Civilta’ millenaria. 
    Credo bisogna ripensare a queste due parole e dargli i giusto significato.
  • giannis

    L’ antidoto ce : Guerra che distrugge tutto o comunque un qualche disastro che ci riporta all 800

  • Hrabal

    non credo chela guerra sia l’antidoto, piuttosto ne sara’ la possibile o forse necessaria conseguenza… ma nessuna guerra sara’ mai a beneficio del popolo… Celine nel suo viaggio al termine della notte lo illustra bene questo punto.

  • Toussaint

    Breaking News da Veterans Today, qui il link: http://www.veteranstoday.com/2016/07/22/nice-munich/

    Traduzione del solo titolo:
    Breaking News! Lo stesso fotografo-propagandista israeliano
    che era pre-posizionato a Nizza lo era anche a Monaco

    I teorici delle coincidenze stanno avendo una giornata
    campale

  • Toussaint

    Sullo stesso argomento interviene anche InvestmentWatchBlog con questo articolo:


    Smoking Gun: Nice And Munich Terror Attacks Linked To CIA And Mossad
  • whugo

    Io di questo mini post di Giulietto Chiesa non ho capito nulla, il buon Giulietto mi è umanamente simpatico e molto spesso condivido le sue analisi, questo però mi sembra un minestrone superficiale slegato e senza un filo logico.

    A lui e Pino Cabras la strage di Nizza fa venire in mente GTA e se la piglia con i videogiochi violenti, io non so cosa sia GTA e ho pensato a "DUEL" che alla epoca mi inquieto’ assai, seguendo questa logica dovrei pigliarmela con la cinematografia violenta e la filmografia splatter di certi horror, ora, io trovo deleteri si alcuni film sia alcuni videogiochi, ma con la strage di Nizza non c entrano un fico secco.
    Posso essere d accordo che il tutto sia in preparazione di eventi ti di ben altra e tragica portata, ma proprio in virtù di questo nulla c entra l alienazione del mercato e il disagio delle periferie con il tizio che impugna la pistola e spara a Monaco, che benché possa rispondere a quel profilo non avrebbe potuto agire da solo e indisturbato.
    Se si critica il capitalismo ed il sistema economico, ed io lo critico fortemente, come si fa a contrapporre i padroni Dell universo alla Cina? Per caso la Cina ha un sistema economico alternativo?
     A me sembra che le distorsioni evidenti di tale sistema siano amplificate alla ennesima potenza in quella parte del mondo ed esportate quando possibile oltre i confini cinesi e che ben si adattano al nuovo modus vivendi imposto dalle élite e dai loro sgherri alle indolente e obnubilate popolazioni occidentali.
    Onestamente trovo più funzionale la Cina nei confronti del capitalismo criminale rispetto ad altri soggetti più spesso nominati o, comunque, non inferiore ad essi.
                  
                  In sostanza sono d accordo su questo :
    " L impazzimento generale, che attanaglia la società europea è il frutto velenoso di un "modello" sociale e politico disumano, dove l’egoismo, la competizione sfrenata, la violenza sono la regola, mentre la solidarietà e l’amicizia, l’onestà e la civile convivenza sono stati banditi come obsoleti e non "divertenti"."
                   Ma che c entra con questo?
    "C’è un filo che lega Charlie Hebdo, Bataclan, Bruxelles, Nizza, Monaco, il golpe turco, Daesh, Afghanistan, Libia, Siria, il nazismo di Kiev, l’esclusione della Russia dalle Olimpiadi? Io credo che ci sia. È la crisi, temo finale, dell’Occidente e dell’Impero."
  • Fedeledellacroce

    Pyter, quando uno viene colpito da un proiettile di pistola, non é come nei film che scizza sangue e brandelli da tutte le parti. A volte chi é colpito mentre fugge in panico, non si rende nemmeno conto di essere stato colpito, a meno che il proiettile non abbia centrato zone nevralgiche o vitali. Se avesse usato un grosso calibro tipo 45, 44 magnum o 50 allora la vittima avrebbe accusato il colpo.
    Poi con questo non voglio dire che ha centrato tutti i tiri, ma che é possibilissimo che qualcuno lo abbia centrato senza causare i danni che si aspetterebbe uno che i colpi di pistola li ha visti solo nei film.

  • uomospeciale

    Concordo.
    Con pallottole normali  di piccolo-medio calibro tipo calibro 38 o inferiori, si ha un’alta velocità di penetrazione del proiettile unita però ad una scarso effetto di arresto immediato del soggetto colpito ( specialmente sparando alla schiena di gente in fuga..)

    In pratica, nel caso di un tiratore inesperto, se non viene colpito il cuore, la testa, o la spina dorsale, la vittima ha quasi sempre  il tempo di allontanarsi……. Magari pure correndo per poi accasciarsi e morire pochi minuti dopo.

    Per questo di norma le forze speciali dei vari paesi che devono operare in condizioni difficili o per liberare ostaggi, sono soliti usare grossi calibri ad alto impatto o addirittura fucili con proiettili di dimensioni tali da devastare letteralmente il soggetto colpito uccidendolo all’istante.

  • gilberto6666

    Concordo perfettamente. Il discorso dei rifiuti è tutt’altro che marginale, siamo alla follia del cittadino che fa la differenziata politicamente corretta che viene poi scaricata indifferenziata. Viviamo in una pentola a pressione. Altro che playstation!

  • giannis

    Veramente ottimo commento , bravissimo , hai centrato il punto " Il presente sistema di manipolazione dei desideri " porno libero su internet e quindi tanta gente che diventa super-pervertita

  • giannis

    Con una guerra che distrugge le infrastrutture almeno restiamo 20 anni senza televisione , Smartphone , auto….

  • Fischio

    Caro Giulietto, bando ai riformismi dei quali sei sostenitore da anni: "Solo la Rivoluzione può cambiare le cose!"…Il resto è chiacchiera conservatrice…

  • Hrabal

    grazie giannis… siamo tutti vittime di questa manipolazione, della fascinazione del potere, e lo sappiamo, basta guardarsi un po allo specchio, e’ del tutto evidente, anzi ci viene bellamente sbattuta in faccia… una volta che la scimmia ti ha preso, e lo sai, e’ difficile uscirne, ma non impossibile…

    Credo che le elite vogliano plasmare il mondo a loro immagine e somiglianza, e il mondo siamo noi, fare delle loro perversioni le nostre perversioni, dei loro sogni (o meglio incubi) i nostri incubi, trasformandoci in scimmie che s’atteggiano come i loro padroni sempre nelle loro tristi gabbie ipertecnologiche… un fase forse transitoria, non vedo come possa durare un mondo cosi’ fatto, destinata a finire con fragore.
  • giannis

    l’ elite non conosce il vero amore

  • gilberto6666

    Riformismo che ha portato il pur lodevole Chiesa a sostenere i fautori della politica a colpi di clic.

  • polidoro

    Si : l’amico Riccardo Buonanno (Richard Gutjahr) era lì ! che fiuto !

    http://www.maurizioblondet.it/lo-giornalista-video-nizza-anche-monaco-filmare-davanti-al-mcdo/