Home / ComeDonChisciotte / PUTIN IN ITALIA CON UNA DELEGAZIONE MONSTRE
12485-thumb.jpg

PUTIN IN ITALIA CON UNA DELEGAZIONE MONSTRE

DI GPG IMPERATRICE
scenarieconomici.it

Ieri ed oggi, Putin era in Italia, per la visita al Papa, incontrare Napolitano, Prodi e Berlusconi e poi Letta al vertice Bilaterale. Fin qui niente di strano.

La cosa interessante e’ che l’uomo più potente del mondo (almeno secondo Forbes), si e’ portato dietro una delegazione impressionante, praticamente tutto il vertice del potere politico ed economico russo.Putin e’ arrivato a Roma con cinque aerei, si e’ mosso con un corteo blindato di cinquanta macchine, s’e’ portato dietro quasi l’intero governo della Federazione controllata dal Cremlino: undici ministri (ripeto: unidici!), per firmare 7 accordi istituzionali e supervisionare 20 accordi commerciali.

Ma anche una sterminata lista di businessmen russi noti, che hanno fatto accordi o shopping di quote aziendali in Italia.

E’ vero che l’Italia è il quinto partner commerciale della Russia, il secondo in Europa dopo la Germania e che da anni l’interscambio cresce in modo costante, la fetta più corposa delle relazioni economiche deriva dal settore energetico, ma ormai la penetrazione delle aziende tricolori in un mercato sterminato svaria dalla meccanica all’automotive, dall’alimentare all’aeronautica. Da parte italiana vi saranno il Fondo strategico di Cdp, Unicredit, Eni ed Enel, Poste italiane e Mediobanca, Fincantieri e Cremonini, solo per citare alcuni gruppi italiani.

E’ anche vero che Putin e’ un leader serio, e se si muove, lo fa in grande stile.
Detto questo e’ comunque lecito domandarsi se l’arrivo in Italia con una delegazione “monstre” sia qualcosa di normale, o se questa notevole attenzione sia qualcosa di calcolato: conoscendo Putin, la cosa e’ pensata e voluta.

Questo estratto dal Foglio di 4 giorni fa puo’ aiutare a capire cosa altro c’e’ in ballo, oltre ai numerosi accordi oggetto del vertice:

Ogni possibile differenza fra Roma e Mosca s’è appiattita proprio alla vigilia del vertice. Questa settimana un giudice di San Pietroburgo ha concesso la libertà su cauzione a Cristian D’Alessandro, che si era lanciato in un attacco contro una piattaforma petrolifera nelle acque dell’Artico e rischiava una pena severa. E si è conclusa con successo anche la cessione di Severenergia, la joint venture di Eni ed Enel che è passata a Rosneft e GazpromNeft-Novatek. Con questo accordo le due compagnie italiane incassano plusvalenze significative, rinunciano a un giacimento da 30 mila barili di petrolio al giorno, ma confermano l’alleanza con i loro partner. Che cosa può fare la politica per sostenere i rapporti fra l’economia italiana e quella russa? Da Mosca chiedono che l’Italia usi il suo turno di presidenza all’Ue su due fronti: da una parte ci sono le regole per i visti di ingresso, da alleggerire per rendere più facili gli scambi fra la Russia e l’Ue; dall’altra le procedure sulla concorrenza aperte da Bruxelles contro Gazprom, che potrebbe ricevere sanzioni già nei prossimi mesi.

 

GPG Imperatrice
Fonte: http://scenarieconomici.it
Link: http://scenarieconomici.it/putin-in-italia-con-una-delegazione-monstre/
26.11.2013

Pubblicato da Davide

  • Tao

    Se non fosse per il gas russo e quello algerino l’Italia potrebbe crepare di inedia e di freddo se aspetta che siano gli anglosassoni ad aiutarla. Eppure sputiamo con disprezzo sulla Russia ed abbiamo distrutto per compiacere i francesi e gli anglosassoni la Libia che era la nostra grande sorella economica. Putin ricevuto in Italia con freddezza e financo irritazione dal Governo e dai MassMedia…

    Pietro Ancona

  • Bellerofon

    In effetti, c’è stato un politico italiano che aveva stretto accordi vantaggiosissimi (anche geopoliticamente) con Russia e Libia, ma sappiamo la fine che sta facendo. Fra il plauso dei nostri media e dei nostri politici (geneticamente modificati a Washington e Londra), e degli “amici-alleati” anglo-franco-tedeschi. L’imbecillità ed il patetico servilismo degli italiani ci rendono sempre più irrilevanti sul piano internazionale.

  • Quantum

    Io ne farei volentieri a meno sia del gas russo che del petrolio delle 7 sorelle.

    Come? C’è uno studio sul geotermico di ultima generazione che mostra come l’Italia potrebbe produrre 4x il suo fabbisogno energetico solo col geotermico.
    Da usare per poi produrre altre fonti energetiche di transizione per attività specifiche. Ossia l’idrogeno per gli altiforni e la locomozione agricola e pesante.
    Questo farebbe 2 cose, convertirebbe all’elettrico tutto il mondo dell’auto italiano. E ci renderebbe indipendenti energeticamente.

    E non si è parlato di vento, maree e solare che potrebbero darne anche ulteriore…

  • AlbertoConti

    Anche Gheddafi veniva a far visita all’Italia in pompa magna, accolto con tutti gli onori. Poi abbiamo visto che fine a fatto, col vergognoso contributo proprio del nostro governo. Se non buttiamo fuori i marines dall’Italia sarà sempre tutto inutile, per quanto bisogno potremo avere di alleanze extra-NATO. 70 anni di sottomissione ai vincitori sono un tempo congruo alla prescrizione della pena. Il problema però è che c’è un’altra sconfitta in corso, quella non solo nostra a Wall Street e alla City, con succursale a Francoforte.

  • nigel

    Quoto

  • viviana

    E, a Bucarest, la Cina ha portato una delegazione 500 persone + Li Keqiang, il premier del Consiglio di Stato della Repubblica Popolare Cinese, per il Forum Economico e Commerciale con l’Europa centrale e orientale. Il Summit non è visto con favore dai leader occidentali dell’UE > hanno spedito letterine con avvertimenti e non solo. Il Commissario europeo per il Commercio, Karel De Gucht ha detto che gli europei hanno il dovere di difendere i propri interessi. Aggiungendo che Pechino cerca di dividere i paesi europei, Karel De Gucht ha commentatonon si non si ottiene nulla dalla Cina, se sei gentile con lei. Inoltre, la più grande area economica del mondo non può permettersi di essere intimidita, ha aggiunto il commissario. [www.digi24.ro]
    Non sembra che aspettino aiuti… anglosassoni o altro.

  • orckrist

    Poi ti svegli di soprassalto tutto bagnato…..

    Non preoccuparti, ogni tanto capita di sognarsi addosso.

  • mimmogranoduro

    Forse Putin è venuto in Italia,anche per chiedergli qualcosa durante la sua presidenza del semestre italiano in europa-Tuttavia,un capo di stato(,il piu potente del mondo),che và in trasferta in un’altra nazione,con a seguito un enturage di tale portata,almeno in quel paese una riflessione dovrebbe aprirla-

  • TarasBulba

    Mai sottovalutare i Cinesi……In 4000 anni di storia hanno sempre mostrato una grandissima lungimiranza strategica e politica. Anche quando, caso unico nella loro storia, sono stati invasi e dominati dagli invincibili eserciti mongoli, alla fine hanno finito per prevalere nel tempo di alcune decine di lustri. Hanno infatti progressivamente annientato culturalmente e storicamente gli invasori. In questo breve lasso di tempo ( breve per la Storia) li hanno amalgamati trasformandoli in perfetti cinesi.

  • MassimoContini

    si potrebbero anche convogliare le scureggine

    per friggere le patatine.

  • eresiarca

    Tutti, e ripeto tutti, i cosiddetti “alternativi” e/o “antagonisti” dovrebbero far qualcosa contro la “decadenza” da senatore di Silvio Berlusconi. Non certamente per salvare le chiappe a lui, che sa salvarsele anche da solo (il personaggio è battagliero). Ma per far capire il contesto generale, geopolitico, nel quale sta maturando questo scandalo.