Home / ComeDonChisciotte / ORO ALLA PATRIA: 14 MILIARDI DI EURO. E LA CHIAMANO PACE EUROPEA
13054-thumb.jpg

ORO ALLA PATRIA: 14 MILIARDI DI EURO. E LA CHIAMANO PACE EUROPEA

DI DEBORA BILLI
deborabilli.it

Lo racconta il Fatto Quotidiano (1).

Grazie ad una miracolosa operazione di trasparenza sul giro d’affari dei Compro Oro, è stato svelato al Senato che gli italiani, nel biennio 2011-2012, hanno svenduto ai tanti negozietti appositi circa 300 tonnellate di oro e preziosi.

Per un totale di 14 miliardi di euro.

La cifra è molto significativa. E’ circa l’equivalente della finanziaria del 2013: le famiglie italiane si sono fatte una finanziaria da sole. Io lo trovo assolutamente vergognoso. Trovo indegno di un Paese civile (nota frase abusata dai politici in campagna elettorale) che i cittadini siano ridotti a vendersi l’oro in quantitativi industriali per riuscire a tirare avanti. E’ una cosa da vomito.

In un certo senso, hanno dato l’oro alla Patria. Hanno tirato la fine del mese da soli, mentre il loro Paese era occupato a dirottare i soldi delle tasse verso gli interessi sul debito anziché provvedere a chi si trovava in difficoltà come sarebbe compito di una comunità. Chissà, forse “ce lo chiede l’Europa“.

Mentre i piazzisti commerciali dell’Unione Europea provano a convincerci raccontando che in 70 anni non si sono fatte guerre, noi guardiamo agli italiani che si sono spogliati anche delle fedi nuziali, ai greci che muoiono senza medicine e senza cibo nelle mense scolastiche, agli ucraini governati dai nazisti (2), alla Germania che chiede forza lavoro (3) a basso costo, e ci sembra che tutto somigli tanto ma tanto tanto al 1943.

Debora Billi

Fonte: http://www.deborabilli.it

Link: http://www.deborabilli.it/2014/oro-alla-patria-14-miliardi-di-euro-e-la-chiamano-pace-europea/

30.03.2014

NOTE

1) http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/03/29/crisi-gli-italiani-vendono-loro-di-casa-300-tonnellate-in-due-anni/931007/

2) http://www.deborabilli.it/2014/a-capo-della-difesa-ucraina-un-fascista-e-un-neonazi-disoccupato/

3) http://crisis.blogosfere.it/2013/06/orrore-la-germania-ci-ordina-manodopera-a-basso-costo-che-sa-il-tedesco.html

Pubblicato da Davide

  • dana74

    Eccola, la compagna Debora, poteva non mistificare e travisare? Secondo lei questi soldi vanno alla patria. Certo, quella del decreto BANKITALIA della compagna BOLDRINI.

    Per fortuna che ci pensano i sinistri a difendere i deboli.
    E’ morto suicidato un altro neo disoccupato (dei suicidi non si può parlare, i sinistri dicono non sono reali), ma ovviamente l’unica preoccupazione della sinistra al caviale è contare quanti paesi possano definirsi civili, in base naturalmente alla facoltà di consentire nozze gay.
    "Con Inghil­terra e Gal­les sal­gono a 15 i Paesi dove il matri­mo­nio tra persone dello stesso sesso è legale" continua su il Manifesto, il giornale dei deboli e degli oppressi

  • albsorio

    http://www.articolotre.com/2014/03/francesco-donero-tutto-loro-della-chiesa-ai-poveri/Prima dei BRICS per calmierare il prezzo dell’oro si sono inventati l’oro di carta, in titoli, ora che il dollaro viene evitato negli scambi internazionali l’oro sta riprendendo la sua importanza. 

    Per capire come siamo messi basta guardare dove è finito l’oro iracheno, libico, ucraino e prima ancora quello europeo.
    È chiaro che qualcuno ha rastrellato l’oro della gente comune. 
    Stupisce l’annuncio del Vaticano di liberarsi dell’oro adesso, bho.
  • Petrus

    Ne dice de cazzate francesco, una più o una meno chi se n’accorge….

  • Notturno

    BASTA

  • Aironeblu

    Al di là di chi sieda dietro al banco "compro oro", resta il fatto che gli italiani si stanno vendendo – letteralmente – i gioielli di famiglia. Che tra poco non ci saranno più. Il crollo del dollaro è già avvenuto da anni (quello che si vede oggi è il suo ologramma tenuto in vita con l’accanimento terapeutico della FED), e tra non molto si leverà il sipario sulla sua caduta, ma la cosa non disturberà i potenti che nel frattempo hanno scambiaro le loro montagne di cartastraccia con beni ben più tangibili e concreti, tra cui certamente l’oro è ai primi posti.

    Che fine hanno fatto le tonnellate di lingotti sparite dai sotterranei del WTC l’11 set 2001?  L’oro della Libia? Dell’Iraq? Dell’Ucraina? E dell’Italia?
  • ericvonmaan

    Scommetto che è andato tutto in Cina, in attesa del loro mega annuncio: "abbiamo 20.000 (o anche più chi lo sa) tonnellate di oro nei nostri caveau, usate pure il renminbi come moneta di scambio internazionale, è forte e alle sue spalle, oltre ad avere la prima potenza industriale del pianeta, ha anche una bella riservuccia di oro vero (e non di tungsteno)" …

  • Hamelin

    Fanno sparire l’oro perchè è l’unico mezzo di misura fisica reale non taroccabile ( Tra l’altro finisce tutto in Oriente : Russia , India e Cina ) .
    Peso per caratura .
    Le valute Fiat stanno per esplodere ed i nuovi parametri di potere ritorneranno ad essere "i vecchi" paramentri di una volta  , ovvero i beni materiali  : terra , risorse energetiche , tecnologie , apparati bellici .

    L’inganno dell’USD sta per giungere alla fine e quando questo accadrà i pezzi di carta ritorneranno ad essere solo pezzi di carta .

    I soldi sono solo una convenzione , funzionano finchè qualcuno crede in essi .

    Le persone purtroppo si fanno ingannare e cedono le uniche cose che in un prossimo futuro potranno essere utili .

    Piuttosto che la ribellione accettano la fame .

    Per i ladri politicanti ed affini questa è una delle piu’ grandi vittorie .

  • OlausWormius

    Quando è iniziata la crisi pilotata nel 2008 il primo segnale concreto che la gente ha potuto vedere sulle strade è stata la proliferazione dei compro oro e delle sale slot (dei veri e propri casinò in miniatura spuntati ovunque). Se a questo aggiungiamo quella spietata macchina di morte che è Equitalia possiamo vedere come la gente per le elites altro non è che carne da macello che deve sacrificarsi a comando e dare tutto ciò che ha (l’anima molti l’hanno già venduta e quindi quella non ha più mercato) in cambio di qualche promessa, di qualche sogno, di qualche slogan.
    Quale paragone è più calzante quando si vedono torme di gente andare a pagare le tasse come tanti piccoli robot che non quello delle pecore da tosare o della carne da macello?
    Quella stessa carne da macello che non contenta di essere già sfruttata e sedata chiede anche la legalizzazione della prostituzione e delle droghe leggere così da svuotarsi ancora di più le tasche e diventare sempre più dipendenti dal vizio.
    L’Oro è il metallo più pregiato, da sempre un’esclusiva delle elites dominanti, ha un valore anche simbolico oltre che materiale e il fatto che la gente comune ne è stata pesantemente espropriata è l’inquietante segnale di come siamo vicini alla resa dei conti, quando prima o poi le elites luciferiane ci lasceranno morire in braghe di tela con l’unica speranza di dipendere da quelle stesse istituzioni che ci affameranno (come ad esempio anche la stessa Chiesa).