Home / ComeDonChisciotte / L'OBIETTIVO DELLA PANTOMIMA DELL'USCITA DEI POLITICI DA FORZA ITALIA
12457-thumb.jpg

L'OBIETTIVO DELLA PANTOMIMA DELL'USCITA DEI POLITICI DA FORZA ITALIA

FONTE: CLOROALCLERO.COM

Occuparsi di determinate cose della cosidetta politica interna e scriverne è un po’ come infilare le mani in una tazza del cesso intasata. Un lavoro davvero sporco che poi alla fine si ripresenta ancora e ancora. Da qui l’esigenza di -almeno- esternare una considerazione al di la della meschinità dell’argomento.

E l’argomento è: la spaccatura di forza italia. Un “evento” su cui i giornali hanno elucubrato parecchio, sottolineando reazioni e controreazioni dei due contendenti, alfano e berlusca, soffermandosi sulle frasi ad effetto (di berlusca) come “mai con chi mi vuole morto”, parlando alternativamente di rotture definitive e di possibili riconciliazioni. Delle ragioni vere di quest’”evento” però non ne parla nessuno, preferendo che il popolino ignorante mutui dai media improbabili telenovelas a sfondo parlamentare, che darebbero l’illusione di cambiare questo sistema politico profondamente disonesto e nocivo alla salute.

In realtà il divorzio berlusconi-alfano è una pantomima, una geniale pantomima, per certi versi…

Il 25 ottobre è uscito l’ennesimo sondaggio preelettorale che, sostanzialmente, diceva che sia il PD che il PdL avrebbero perso terreno, a fronte della stabilità di SEL e di un’ulteriore avanzata del M5S. “Scelta civica” il partitucolo di Monti (l’uomo messo lì con un partito affinchè faccia l’ago della bilancia in senso europeista) perderebbe, si calcola il 2,9 per cento, ma potrebbe perdere anche di più. Se vi fossero le elezioni la coalizione Pd Pdl si ripeterebbe e siccome “perseverare è diabolico” il PD sicuramente firmerebbe l’inizio della sua fine, perchè, pur premurandosi i giornali di scrivere sempre che “anche se perde” il PD è il primo partito d’italia, perderà con parecchi voti le larghe intese. E se rifarà il governo col PdL ancora, sarà di sicuro avviato verso la sua fine storica.

Allora? come si rimedia a questa prospettiva?

1) si tira fuori la telefonata scottante di Vendola e si fanno perdere un bel po’ di voti a SEL (e mica dico che non sia giusto. Peccato che sia “ad orologeria” la questione)

2) si crea un altro gruppo di destra scismatico rispetto al cavaliere, che ormai è oberato dalle condanne (ne ha ricevuta una pure ieri, a 7 anni per un fatto simile a quello che vede la ministra Cancellieri nell’occhio del ciclone)

3) all’interno del PD si crea un fronte “anticancellieri” guidato dal Civati, uno che dice belle parole e che invita il suo partito a “smettere con l’ipocrisia”

4) Renzi, pur essendo avversario di civati alle primarie, tuona peggio di lui contro la Cancellieri, sulla quale oggi si è diffusa la notizia di una sua probabile iscrizione al registro degli indagati. E’ possibile che il governo abbia già deciso di far affondare la Cancellieri. Così ha anche argomenti per tener fuori di galera Berlusconi, perchè a quel punto i due casi sarebbero suscettibili di esser trattati nello stesso modo.

Insomma credo che questo dissidio berlusca-alfano abbia come obiettivo la creazione di un nuovo partito di centro-destra, non berlusco-centrico, che un domani accolga anche elementi del PD che non accetteranno un eventuale spostamento a sinistra (si fa per dire) quale quello che Civati prospetta, magari prendendosi i voti che l’affaire Vendola-Ilva lascerà orfani. In questo modo i voti del PD si conserveranno interi tra il PD più progressista e il PD che entrerà nel partito di Alfano (e sicuramente ce ne saranno) così come nel partito di Alfano si conserveranno giusti giusti quei voti ex berlusconiani che serviranno a mantenere il governo a larghe intese “ad insaputa” degli elettori.

Se poi le primarie le vincerà Renzi, allora forse si compirà lo scisma anche nel PD, tutta la destra piddina si sposterà da Alfano e si creerà un grande partito di centro che col maggioritario governerà portando a termine il compitino della BCE, perchè alla fine, questo è l’obiettivo. L’agenda Monti non può essere chiusa, non c’è Berlusconi o Cancellieri che tengano.

Fonte: www.cloroalclero.com
Link: http://www.cloroalclero.com/?p=10902
17.11.2013

Pubblicato da Davide

  • illupodeicieli

    Potrebbe anche darsi che lo scisma serva per poter far cadere il governo: con votazioni segrete ,colpi bassi e defezioni varie, nessuno si prenderebbe responsabilità. Peccato che nessuno prenda iniziative vere e concrete per far riprendere e crescere il paese.

  • SeveroMagiusto

    Orson (minchia che nome…), questa volta è tutto vero! Sono atterrati GLI ALFANIANI!!! Si salvi chi può!
    Povero pianeta, come siamo ridotti…

  • andyconti

    Tirare fuori la telefonata di Vendola e’ a orologeria? E quand’e’ il momento adatto, in Italia, per tirare fuori le cose, se ne succedono tutti i minuti? Tutto questo servirebbe a resuscitare un’alleanza Pd-Pdl? E da quando esisteva un’alternativa? A meno che non crediate veramente a che 1. il Sel fosse accettabile 2. il 5 stelle possa davvero governare da solo. Se l’identita’ dell’Italia e’ Pd-Pdl ci dobbiamo rassegnare, il 5 stelle potra’ al massimo (e ci accontentiamo di questo) fare da cane da guardia per un minimo di decenza o perlomeno per rompere le scatole. In quanto a Vendola, aspettavo solo di veder confermata la mia prima impressione di quando lo vidi….nonostante le lodi al gay di sinistra che governava in una regione maschilista e di destra. Che pena questo paese, politicamente parlando. Mi restano le meraviglie artistiche, culinarie e paesaggistiche.

  • joko

    Il centro governa sempre, da che area provengono gli ultimi presidenti della repubblica e del consiglio?? Fino a 20 anni fà si chiamavano demo-cristiani, adesso per confonderci si chiamano con altri nomi ma il risultato non cambia e non cambierà. La destra che si allea col centro fa quello che vuole il centro; la sinistra che si allea col centro fa quello che vuole il centro. In un momento di emergenza (novembre 2011) chi arriva a “salvarci”? una persona di centro. Centro-destra e centro-sinistra cosa hanno fatto negli ultimi 20 anni? Quello che vuole il centro.
    Queste persone di “centro” in che situazione ci hanno portato? Siamo in bilico coi conti economici, molte persone protestano perché non hanno un lavoro o perché subiscono ingiustizie, molte inchieste vengono insabbiate, ogni giorno scopriamo uno spreco, un inciucio, etc………..
    Viviamo ancora in una democrazia? Perché la maggior parte delle persone continua a votare le stesse persone che ci hanno fregato il futuro? La tv gli fa il lavaggio del cervello? Come possiamo uscire da questa situazione? Rivoluzione civile? Armata? Votando 5 stelle? Votando estrema destra o sinistra? Espatriando? creando un nuovo partito basato sulla sostenibilità e sul bene comune? Protestando o scioperando una volta al mese? Mi devo dimenticare della politica e concentrare sulla mia famiglia, sperando un giorno la situazione migliori? Hanno ragione quelli che si sono suicidati?

  • Ercole

    Senza pantomima non potrebbe esserci il capitalismo , la borghesia ,e tutti i suoi servi.