Home / ComeDonChisciotte / LEGGO BARNARD E SCOPRO CHE ARRIVA UN NUOVO FISCAL COMPACT ??
11828-thumb.png

LEGGO BARNARD E SCOPRO CHE ARRIVA UN NUOVO FISCAL COMPACT ??

FONTE: PERICOLODIFUGA (BLOG)

Ieri sera, nel mio tedioso girovagare su internet, in un tedioso lunedì sera, dopo una massacrante e deprimente giornata lavorativa, mi è caduto l’occhio sulla barra dei Preferiti, icona Paolo Barnard.
Constatata la mia assenza dai suoi lidi da qualche tempo (ben 2 giorni, ma si sa, il week-end si sta un po’ in giro…), ho trovato cosa buona e giusta tornare a “fargli visita”.

Chi frequenta il suo sito sa che mai, e sottolineo mai, dalle sue righe esce qualcosa di scontato. Mai!!
Chi non frequenta il suo sito, beh, meglio per lui che ponga rimedio a questa mancanza.

Dicevo, torno a fargli visita, leggo, e scopro che la Corporate Europe Observatory ha trovato dei documenti relativi ad un incontro fra la Merkel, Hollande, Barroso e la ERT (European Roundtable of Industrialists, la lobby più potente del mondo), svoltosi il 18 marzo, nel quale si sarebbe discusso di un nuovo Fiscal Compact (Compact) da approvare in giugno dal Consiglio Europeo.
I temi di questo incontro e i contenuti del prossimo Compact (riguardanti Competitività e Produttività) sono drammatici per quello che potrebbe essere il futuro del mondo del lavoro, nel caso in cui gli stati dell’Eurozona, privatisi di fatto della democrazia, lo adottassero come successo con il primo famigerato Fiscal Compact.
Di seguito un estratto dell’articolo, veloce e di facile comprensione, che potrete leggere  qui, completo.

“…Si noti. I tre maggiori politici europei, su idea della Merkel, incontrano a porte chiuse Big Business. Perché? Quale elettorato gli ha permesso di fare questo senza che le parti sociali fossero presenti? E perché dovrebbero essere presenti le parti sociali? Perché ogni singolo devastante pezzo del fascismo finanziario dell’Eurozona che oggi devasta umani in carne ed ossa a decine di milioni fu deciso a porte chiuse fra lobby e i leader europei, fra cui anche i nostri infami Amato, Ciampi, Padoa Schioppa, Prodi, Draghi, D’Alema e soci.
Il nuovo Compact è sulla competitivitàproduttività. Cioè farti lavorare come un animale in ambienti di nazismo psicologico, per meno reddito, per il profitto di 2 o 3 mila persone in tutta la UE; distruggere la contrattazione sindacale; disintegrare la coesione di classe. Quello che è accaduto con le riforme Hartz 4 in Germania, nonostante i buffoni italici vi raccontino che in Germania i lavoratori stanno da Dio. Cazzate, stanno nella merda con redditi in calo da 10 anni, e sono inviperiti. I consumi sono ai minimi storici, e l’unico motivo per cui i tedeschi non si ribellano è che la stampa leccaculo gli racconta da anni che la colpa è dei greci o degli italiani (i PIIGS).
La ERT mira a mettere il turbo nucleare al mercato singolo, dove ovviamente solo i colossi possono competere, e dove milioni di piccole-medie aziende (e i loro lavoratori) andranno invece disintegrate (e già ci vanno). Ma il nuovo Compact sulla competitività-produttività spiattella 3 nuovi parametri agghiaccianti: il tuo livello salariale sarà in futuro legato a
1) la tua maggiore produttività sul lavoro
2) la competizione internazionale
3) e la tua performance individuale
Cioè
1) vivere per lavorare e non il contrario
2) subire ancor più sul tuo reddito il costo del lavoro in Cina o Vietnam
3) farti vivere l’angoscia della prestazione sotto caporali spietati ogni giorno della tua vita
Poi: le raccomandazioni mettono in primo piano la riduzione drastica degli ostacoli al licenziamento e la riduzione delle liquidazioni. E chiedono la solita spesa pubblica solo per aiutare il business, ma non il sociale. Mai!…

Io, come spesso capita, mi trovo piuttosto d’accordo con Barnard.
Mi trovo d’accordo ed allo stesso tempo mi sembra di affogare. Affogare nell’indifferenza dei tanti, affogare nell’indifferenza dei nostri politici, affogare nella mancanza di alternative, affogare nell’impotenza, nella preoccupazione e nello sconcerto. Com’è possibile che accada tutto questo nel silenzio generale?? Com’è possibile??

In Italia si discute di Presidenzialismo si, o Presidenzialismo no, si parla di diarie, si contano gli spiccioli, si parla di IMU, e nel frattempo i tre politici più influenti d’Europa si incontrano a porte chiuse con la European Roundtable of Industrialists per pianificare il Nostro futuro. Prima che accada la catastrofe occorre porre un rimedio a questa situazione. Occorre tornare padroni del Nostro Paese e di una Nostra Moneta (oppure occorre che le politiche economiche europee vengano modificate drasticamente). Il prima possibile, prima che sia troppo tardi!! L’Eurozona sta scrollando nel silenzio generale, e con lei le nostre aziende!!

Già, ma Letta sta discutendo su Presidenzialismo si o Presidenzialismo no… Buona anestesia Italia!!

P.S. Per chi mastica un po’ di inglese, e per gli accaniti che “si ma la fonte??”, qui trovate l’articolo apparso sul sito  http://corporateeurope.org/.

Fonte: http://pericolodifuga.blogspot.it
Link: http://pericolodifuga.blogspot.it/2013/06/leggo-barnard-e-scopro-che-arriva-un.html
4.06.2013

Pubblicato da Davide

  • Ercole

    In ogni epoca storica la classe dominante ha sempre pianificato “il nostro futuro” ha dettato le politiche che gli erano consone è le ha applicate con la forza del potere armato .E’ finita l’era schiavistica ,è finita l’epoca feudale , finirà anche l’era capitalistica alla condizione che il proletariato mondiale rovesci l’attuale ordine sociale sotto la bandiera del socialismo ,tutto quì dove stà la novità :anzichè preoccuparsi della “forma” del dominio bisognerà intaccare la SOSTANZA.

  • Kevin

    Io spero che l’Italia esca dall’Euro. Così dopo capirete che era meglio rimanerne dentro.

  • braveheart

    Ecco, leggendo kevin e Ercole, si rende palese quali sono i veri problemi di questo paese:
    politici corrotti ? Oligarchie finanziarie ? Giornalisti prezzolati ?

    Naaah !! Paracarri che si sentono esseri senzienti e che votano !!!

  • TarasBulba

    Io spero di non dover ancora prendere in prestito soldi per pagare l’imu , spero di poter sopravvivere senza fare praticamente la fame come in questi ultimi due anni, spero di non dover svendere per due soldi gli onesti sacrifici di due generazioni ( mio padre e mio nonno) …..come spero di non dover lasciare questa patria pagata con tanto sangue, sangue di martiri ( basti pensare alla 1° guerra mondiale) per colpa dei soliti che portarono ad emigrare anche i miei prozii.
    Infine, spero che questa gentaglia si converta e creda al Vangelo.
    Lo spero, nonostante tutto, solo per il loro bene. Perchè arriverà il giorno del Giudizio di Dio : Dies Irae, dies illa, solvet saeclum in favilla….

  • Gariznator

    Sarebbe gradita un’argomentazione… Perchè è meglio stare nell’euro? Per poter comprare le materie prime? Perchè altrimenti l’inflazione si mangia il nostro potere d’acquisto (ahahhaha)? O perchè gli euro sono trendy?
    Sai che tra stati può avvenire anche il baratto? Tipo tot metri cubi di vino buono per tot tonnellate di acciaio, o, come accadde nella germania di hitler, un carico di armoniche a bocca contro una fornitura di petrolio. Comunque aspetto con ansia la tua argomentazione

  • FreeDo

    A questo punto sono curioso di conoscere la tua posizione, sia rispetto ai due commenti che citi ( fra l’altro se non sbaglio Ercole ha piu’ volte dichiarato l’inutilita’ del voto) sia in relazione all’articolo.

  • braveheart

    Cosa vuoi che ti dica ?
    Nelle risposte di Ercole e di kevin c’è il vuoto assoluto, per cui nulla da commentare, a parte prendere atto del vuoto stesso.

    Se invece vuoi la mia posizione sul thread, sono d’accordo con quanto scritto.

    Bisogno d’altro ?

  • Shivadas

    Carissimi non dobbiamo dividerci. Io non condivido le posizioni di Ercole, ma il punto è che occorre organizzare una nuova resistenza contro il nemico comune rappresentato dal grande crimine concepito dall’alta finanza e dalle mutlinazionali con la schiera di servi tecnocrati e politici. Come ai tempi della resistenza (anche se il nemico è infinitamente più potente e crudele) non aveva importanza se ti trovavi a combattere a fianco del comunista, dell’azionista, del liberale, dell’anarchico o del cattolico, sono ora ben disposto a trovare qualunque compagno di viaggio (da casa pound a Ferrero, da Blondet a Barnard), dopo potremo anche dividerci. Apprezzo l’articolo in quanto la stessa sensazione di inutilità e impotenza la provo tutti i giorni anch’io e non ho il coraggio di guardare in faccia i miei figli sapendo di non riuscire a fare nulla. Meglio morire in peidi che vivere in ginocchio

  • Kevin

    Non farò alcuna argomentazione perchè tanto è inutile parlare con chi crede di sapere tutto. Il tempo è prezioso per entrambi. Così racconterò una storiella. Attualmente (2013) l’Euro è come un sottomarino. Qualcuno detta gli ordini e gode della sua posizione. Ma se non ti sta bene e apri lo sportello fuori ci sono gli squali. E hanno fame. Ciò non toglie che se tra qualche anno le cose migliorano io possa cambiare idea. Ero anche io per l’uscita dall’Euro fino a 1 anno fa. Poi alcuni episodi mi hanno fatto riflettere.

  • Hellboy

    Allo stato attuale delle cose o si esce o la BCE modifica drasticamente le politiche monetarie.
    Così com’è il sistema Euro è tecnicamente insostenibile. Non è un discorso etico, è un discorso tecnico.
    Per fare la spesa non posso ogni giorno ricorrere ad una finanziaria per avere denaro.
    Il punto è solo questo, ma ciò non significa che sarà facile e indolore.

  • braveheart

    Continua a riflettere, tanto, più che una riflessione mi sembra un loop ….

  • braveheart

    Hai ragione.

  • gattocottero
  • Georgios

    Sono assolutamente d’accordo con Shivadas.
    E vorrei aggiungere una richiesta. Quando e’ possibile aggiungete la fonte specie se in inglese. Qui in Grecia mastichiamo abbastanza l’inglese.

  • Gariznator

    Per non argomentare hai sprecato tempo in maniera inutile… Quali episodi ti hanno fatto riflettere? Hai speso il tempo a scrivere una cosa che poteva non essere scritta. Io non penso di sapere tutto ma fare dei commenti come buchi di culo nel gomito non serve a nulla…

  • FreeDo

    …basta un minimo di riflessione e la mente torna di nuovo ad aprirsi. Mai sputare sentenze, specie da parte di chi, volendo, sa molto bene argomentare.

  • marcello1991

    ma soprattutto perché deve essere sempre e spesso solo PB ha evidenziare certi fatti ….. Ormai ci sta diventando pazzo… ma come non capirlo.?

    Semplificare gente semplificare, basta fare della filosofia sulle mazzate che ti arrivano alla schiena.

    L’unica strada è uscire dall’€ e applicare la MeMMT (o analoga) non perché sia l’unico modello applicabile ma perché è il modello applicabile più rivoluzionario che deve scuotere le menti e i culi della gente. Riprendiamoci la volontà di scegliere prima di tutto e poi con il tempo discuteremo e decideremo quale sarà il modello migliore per noi.
    Ma cazzo facciamo qualcosa, prendiamo una strada che sia di “autorità popolare” e sarà giusta proprio perché di autorità. Il resto verrà da se.

    L’arma più forte del “potere” è il mantenere i popoli divisi. In Italia ci sono riusciti…ormai ci odiamo…. e non andremo da nessuna parte.

    Ricordatevi sempre che l’Italia è il paese più grande e fenomenale del mondo e gli italiani un popolo fuori dal comune. Non abbiamo nulla da temere da niente e da nessuno, e soprattutto amiamoci…. ma è proprio quella la sfida più dura.