Home / ComeDonChisciotte / LA SUPREMAZIA DEI GENI EBREI
15274-thumb.jpg

LA SUPREMAZIA DEI GENI EBREI

DI GILAD ATZMON

gilad.co.uk

The Guardian di questa settimana riporta uno studio sui sopravvissuti all’olocausto che rivela come il trauma ebreo venga trasmesso dai sopravvissuti ai figli attraverso i geni. La conclusione emerge dalle ricerche di una squadra dell’ospedale Mount Sinai di New York condotto da Rachel Yehuda; lo studio genetico è stato fatto su 32 donne e uomini ebrei che sono o stati internati in un campo di concentramento nazista, testimoni o soggetti a torture, o che si sono dovuti nascondere durante la seconda guerra mondiale.

A differenza del Guardian che ha pubblicato uno scarno report su questa “rivelazione scientifica”, sono disorientato. Qual è il senso di queste news scientifiche? Vuole suggerire che i figli dei sopravvissuti all’olocausto si adatteranno meglio al prossimo olocausto che verrà o vuole altrimenti suggerire che gli eredi dei sopravvissuti della Shoah hanno ereditato il trauma e che hanno il diritto di chiedere un compenso in termini economici alla Germania fino alla fine dei tempi?

D’altro canto è ovvio che Rachel Yehuda, la sua squadra ebrea e l’ospedale ebreo erano particolarmente interessati ai geni ebrei e alla sofferenza ebrea, ma sono queste nuove scoperte di importanza universale?

Che dire degli Afroamericani che sono sopravvissuti alla schiavitù e che sono ancora soggetti a discriminazione istituzionale e a un abuso costante, trasmettono anche loro il trauma attraverso i loro geni o sono solo gli ebrei che hanno questa speciale capacità fisiologica?

Che dire di quelle persone che soffrono nelle mani del nazionalismo ebreo o del terrore di Israele? Yehuda si è forse preoccupata di scoprire se anche i Palestinesi stanno trasmettendo le loro informazioni genetiche ai loro eredi?

Ovviamente no e questo per una ragione. A differenza del genocidio nazista che ha un inizio e una fine nel tempo, la devastante situazione palestinese non ha una fine prevedibile. I bambini nati a Gaza oggi non hanno bisogno di ereditare il trauma dai loro genitori attraverso la genetica; il trauma sarà recapitato loro direttamente dall’esercito di Israele e dalla sua armata aerea.

Negli anni che hanno seguito la Shoah, alcuni scrittori e psicologi ebrei hanno parlato e riparlato del significato dello disordine da stress post traumatico (Post-TSD). Sono sempre stato un po’ confuso dal termine in questione. Sono cresciuto in Israele circondato da molti sopravvissuti all’olocausto-persone con i numeri tatuati sulle braccia. Alcuni di loro hanno sofferto enormemente durante la guerra. Erano tuttavia rimaste persone piuttosto ordinarie. Alcuni erano gentili, altri meno, alcuni intelligenti e affettuosi altri non molto. L’olocausto, per loro, non era questo gran dilemma, per quello che posso dire. Volevano chiudere quel pezzo di vita. Cercavano di dimenticare. Ma spesso i loro figli erano diversi. Molti erano posseduti in maniera totalizzante dalla Shoah e ne avevano fatto un’altra religione. Il mio studio sulla religione dell’olocausto mi ha portato a definire il disordine da stress post traumatico (Pre-TSD) come l’unica abilità per essere tormentati da un evento immaginario in un futuro fantasma. È la condizione del PRE-TSD che rende i politici contemporanei ebrei un qualcosa di pericoloso per gli ebrei stessi e per il resto di noi. È il Pre-TSD che fa sì che chi soffre veda una minaccia esistente ovunque e in qualunque cosa.

Se non mi sbaglio sul Pre-TSD, potremmo addirittura apprendere che nel contesto del trauma ebreo, è il bambino che passa il trauma insito nei suoi geni ai genitori sopravvissuti. Sono certo che Mount Sinai e Rahel Yehuda possano trovare almeno 32 membri della comunità che supportino queste scoperte post-epigenetiche.

Nel frattempo, ci stiamo chiaramente muovendo verso una nuova fase nello studio di una collettiva fobia ebrea. Il trauma ebreo ora risiede nei geni che riporta il Guardian. Se fosse vero, la religione dell’olocausto sarebbe incisa per sempre nella fisiologia ebrea.

Questa notizia è devastante per gli antisemiti e tutti coloro che odiano gli ebrei- non ci sarebbe più nessun motivo di tormentare gli ebrei perché gli ebrei nascerebbero già tormentati.

Gilad Atzmon

Fonte: www.gilad.co.uk

Link: http://www.gilad.co.uk/writings/2015/9/2/the-primacy-of-jewish-genes-video-by-patrick-soddoff

2.09.2015

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di GUENDALINA ANZOLIN

Pubblicato da Davide

  • MarioG

    Sicuramente l’impudenza (chutzpah) ce l’hanno nei geni.

  • rbk

    Credo che la coop olocaustica stia attuando una strategia preventiva di difesa a fronte delle recenti scoperte scientifiche sulla Epigenetica.

    Ho notato  che tutti gli articoli pubblicati sui media riguardo lo studio citato dal bravo Atzmon sono successivi alla pubblicazione di questo artticolo del fatto.

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/08/15/depressione-possibile-legame-genetico-trovate-due-aree-associate-al-disturbo/1958945/

    Leggendo i commenti sottostanti ho notato un commento suddiviso in 3 parti in cui si sostiene che la formazione di un Pregiudizio,soprattutto se consolidato da secoli, potrebbe in realtà essere una risorsa genetica umana propria del Sistema Immunitario in grado cioè di identificare un potenziale pericolo e predisporre le difese necessarie alla sopravvivenza dell’organismo o della società della quale questo fa parte.

  • Sigfrido_Mogherini

    Come mai non vedo il commento del piu’ sfegatato degli antisionisti, che infila questo argomento anche nei post dove  non e’ pertinente? Che si sia ravveduto? O e’ stato catturato dal Mossad?

  • Servus

    Quindi anche gli armeni nascono tormentati dal genocidio turco.

    E (solo per fare qualche esempio):
    – i cinesi dal genocidio giapponese
    – gli indiani del Nord America dal genocidio yankee
    – gli indiani del Sud America dal genocidio spagnolo
    – gli africani dal genocidio dei bianchi
    – vari popoli (ad esempio ancora gli ebrei) dal genocidio di Roma imperiale
    – i romani dal genocidio di vari popoli barbari
    – gli ebrei (ancora loro) dal genocidio persiano
    – gli ittiti dal genocidio di non si sa chi
    ————-
    Dunque siamo tutti tormentati.
    E’ infatti la punizione divina per il delitto di Caino e dei suoi discendenti.
  • pasa

    Si ,in effetti il genere umano nasce tormntato, perchè insistere solo sul tormento di chi oggi TORMENTA?

  • ilsanto

    Un trauma ti segna la vita entra nel subcosciente e non puoi controllarlo non sarai mai più quello di prima andrebbe rimosso, curato … se poi passa nel DNA come dicono allora è terribile il male fatto segna generazioni, muta la storia, abbruttisce l’umanità intera, che responsabilità ! A questo punto persino il peccato originale diventa plausibile, roba da non credere.