Home / ComeDonChisciotte / LA STRANA STORIA DEI 100 BAMBINI PAKISTANI UCCISI DAI TALEBANI
14163-thumb.jpg

LA STRANA STORIA DEI 100 BAMBINI PAKISTANI UCCISI DAI TALEBANI


DI FRANCESCO SANTOIANNI

francescosantoianni.it

La strana storia dei 100 bambini pakistani “uccisi dai talebani” – See more at: http://www.francescosantoianni.it/wordpress/2014/12/16/strana-storia-dei-100-bambini-pakistani-uccisi-dai-talebani/#sthash.3hKovv6C.dpuf

La fonte della notizia è il Governo di Islamabad e i “corrispondenti” a Peshawar sono solo quelli dei media mainstream; figuriamoci che speranze abbiamo di sapere la verità. Ma, anche così, la storia (1) non si regge in piedi.

La fonte della notizia è il Governo di Islamabad e i “corrispondenti” a Peshawar sono solo quelli dei media mainstream; figuriamoci che speranze abbiamo di sapere la verità. Ma, anche così, la storia non si regge in piedi. – See more at: http://www.francescosantoianni.it/wordpress/2014/12/16/strana-storia-dei-100-bambini-pakistani-uccisi-dai-talebani/#sthash.3hKovv6C.dpuf

Dunque, per tutti i media mainstream, i talebani, dopo aver tenuto in ostaggio, per quattro ore, 500 bambini di una scuola elementare frequentata da figli di appartenenti alla nomenklatura pachistana, ne avrebbero ucciso deliberatamente 100 e ferito altrettanti per vendicare i bambini uccisi nelle incursioni contro i villaggi controllati dai Talebani” (2). Ho scandagliato mezza Internet per trovare una versione diversa: niente.

Ma anche così una domanda appare lecita: se l’uccisione dei bambini era l’obbiettivo dei nove talebani (poi uccisi dalla polizia) entrati nella scuola, perché hanno aspettato quattro ore per farlo? Non vorrei scivolare nel cinismo, ma in Siria i “ribelli” (si, proprio quelli coccolati dal Gruppo di Londra del quale fa parte anche il nostro governo) molto più “efficacemente” hanno piazzato un’autobomba (3) davanti una scuola di Homs e hanno aspettato che uscissero gli scolari per farla esplodere : 46 bambini, più sei passanti, morti. E nessun attentatore ci ha rimesso la pelle.

Ma non è che lo scopo dei Talebani era quello di sequestrare i bambini e minacciarli di morte (un atto, in ogni caso, orrendo) per chiedere una qualche liberazione in cambio? Non è che i bambini sono stati uccisi nel conflitto a fuoco susseguente all’assalto alla scuola? Nessuno ne ha ancora parlato ma la cosa andrebbe approfondita. O forse no. Ma a chi volete che interessi una indagine in tal senso? Sono stati i Talebani! I Talebani! E chiudiamola qui.

Francesco Santoianni

Fonte: www.francescosantoianni.it

Link: http://www.francescosantoianni.it/wordpress/2014/12/16/strana-storia-dei-100-bambini-pakistani-uccisi-dai-talebani/

17.12.2014

NOTE

1) http://www.repubblica.it/esteri/2014/12/16/news/pakistan_strage_di_bambini_in_una_scuola_104_morti-103008972/?ref=HRER3-1

2) http://video.repubblica.it/mondo/mastrogiacomo-la-piu-atroce-delle-rappresaglie-contro-il-pakistan/186706/185601

3) http://pecorarossa.tumblr.com/post/99239299254/quarantasei-bambini-uccisi-in-siria-da

Pubblicato da Davide

  • giannis

    la televisione e i giornali dicono il  falso al 100%

  • InvernoMuto

    Ho pensato anch’io qualcosa del genere, una seconda Beslan per intenderci…nel qual caso i talebani non dovrebbero prendere le distanze? So che sono molto attivi su internet, esiste un qualche comunicato uscito DOPO quanto è successo?

  • andriun

    Sono decenni che ci beviamo le "chiacchere" sull’Olocausto così come ci vengono presentate dai media governativi e la gente ci crede senza avere avuto necessariamente bisogno di un minimo di prova. "Basta la parola!", come recitava un noto spot televisivo. Tanto che, anche quando le prove ci sono, ma nel senso opposto a quello che la storiografia ufficiale vorrebbe farci credere, non solo non vengono in alcun modo recepite, ma ancor peggio si arriva a considerarle faziose prima di aver avuto il tempo di valutarle con quella dovuta imparzialità ed attenzione che casi come questi richiederebbero. Quello che i governi di alcuni Paesi sono arrivati a fare contro il revisionismo piuttosto, la dice lunga sull’onestà intellettuale della/e mente/i che ha o hanno partorito tali provvedimenti. La stessa onestà intellettuale che potremmo riscontrare nel genere femminile tanto per farci un’idea(un dato di fatto questo ultimo, non una colpa). Quindi non mi meraviglia neppure tanto, che in mondo effeminato come il nostro(questa sì che è una colpa), capitino casi come quelli descritti in questo articolo. 

  • zara

    Commento pienamente condivisibile.

  • zara

    Commento pienamente condivisibile.

  • Penta

    Io mi baso sempre su Repubblica.it: il fatto che a così poca distanza di tempo la notizia sia di fatto scomparsa è più che significativo.