Home / ComeDonChisciotte / LA MASSIMA DEL LIBERISMO, VIVERE PERICOLOSAMENTE
16540-thumb.jpg

LA MASSIMA DEL LIBERISMO, VIVERE PERICOLOSAMENTE

DI DIEGO FUSARO

facebook.com

Come la crisi, anche il terrore che sta insanguinando l’Europa si pone come metodo di governo: serve a instaurare un clima di paura generalizzata, cosicché i popoli accettino, in nome della sicurezza, ciò che il potere vuole che essi accettino. E così, in nome della sicurezza e della lotta al terrore, ci restringono la libertà e ci tolgono diritti. Fanno passare per plausibile l’inimmaginabile. E fanno sì che accettiamo supinamente ciò che, in condizioni normali, mai accetteremmo.

Addirittura prospettano la reintroduzione della tortura! Il “Patriot Act” successivo all’11 settembre 2001 non ci ha insegnato nulla? Per ora si limitano a espellere e a sanzionare non meglio precisati personaggi del mondo islamico (imam? profughi?) colpevoli di “apologia del terrorismo”: non è difficile immaginare che, presto o tardi, un trattamento simile sarà riservato a tutti coloro i quali non aderiscano alla narrazione ufficiale, all’ordine simbolico dominante, alla visione egemonica.

Ce l’ha insegnato Michel Foucault nelle sue lezioni sulla “Nascita della biopolitica”: il segreto della governamentalità liberale si condensa nella formula “vivere pericolosamente”. Con le parole di Foucault, “la devise du libéralisme, c’est ‘vivre dangereusement”.Il potere neoliberista vive di instabilità e insicurezza, di paura e di mancanza di punti fermi: la crisi e il terrore sono elementi coessenziali al suo ordinamento, al suo ordine disordinato, alla sua anarchia efficiente.

Precarizzando le esistenze e dissolvendo la stabilità in ogni sua determinazione, l’ordine neoliberista esercita al meglio il suo potere apparentemente lasco e permissivo, in verità onnipervasivo e disciplinare.

Svegliamoci, prima che sia troppo tardi.

Diego Fusaro

Fonte: www.facebook.com

Link: https://www.facebook.com/fusaro.diego/posts/10210591052158459?pnref=story

16.08.2016

Pubblicato da Davide

  • sotis

    "Svegliamoci, prima che sia troppo tardi." ma quando mai! Fuori 5 nomi di parlamentari che non buttereste giù dalla torre.

     

  • giannis

    Se non si tocca il fondo non si puo’ risalire e per ora nella nostra societa’ si sta ancora troppo bene

  • PietroGE

    Fusaro crede quindi che il terrorismo sia l’arma inventata dai neoliberisti per imporre le loro condizioni di sudditanza al popolo? Bene, togliamogli quell’arma : chiudiamo le porte all’immigrazione, e mandiamo via gli islamici. Poi mettiamo i dazi sulle merci di importazione e facciamo una riforma finanziaria che metta fine alla situazione di gioco d’azzardo finanziario e riporti la finanza a sostegno dell’economia reale.

    Sarebbe d’accordo Fusaro?

  • PikeBishop

    Il poverino deve essere undicenne, visto che stiamo dicendo molto di piu’ di questo da almeno 15 anni.  E non sa in che mondo vive, visto che parla di Neo-Liberismo in un mondo Feudale e che e’ l’esatto opposto del liberismo di qualsiasi genere.  Ma i Kompagni sono cosi’, guidano guardando fisso lo specchietto retrovisore.  Auguri.  Sono loro a dovere svegliarsi.

    O magari questo qui e’ uno dei soliti corvacci di regime che ci vengono imposti ci piaccia o no per canalizzare il dissenso? (-;
  • AlbertoConti

    "Fusaro crede quindi che il terrorismo sia l’arma inventata dai
    neoliberisti per imporre le loro condizioni di sudditanza al popolo?"

    E’ certamente un’arma, inventata da CIA & C. per imporre le geopolitiche occidentali a molti popoli smembrati e oppressi, e di ritorno anche agli stessi popoli occidentali, come extrema ratio per imporre la "logica" TINA, indispensabile a salvare l’insalvabile, un sistema strabollito (2001, 2008, 2016).

    Apriamo le intelligence come scatolette di tonno, vomitiamo per 6 mesi, e poi le cose cominceranno a risistemarsi spontaneamente, a cominciare dai flussi migratori impazziti.

    Quanto a merci e capitali invece si ridimensionano i flussi semplicemente aprendo gli occhi e la mente (e quindi non votando più PD).

  • PietroGE

    Il terrore come metodo di governo non è necessario per imporre alle masse le condizioni del liberismo. La prova? Le masse avevano già accettato, senza neanche una protesta, la globalizzazione e l’immigrazione di massa anche prima che venisse fuori il terrorismo. Il terrorismo, al contrario, provoca il nascere del vero e unico nemico del liberismo (neo o no) : la destra, quella vera. Quella delle frontiere, dei dazi e della finanza come sostegno dell’economia.

  • giannis

    Faremo la fine di Hitler , Saddam Hussein, Gheddafi , assad , l’ élite occidentale sionista ebrea non vuole paesi sovrani

  • Unaltrouniverso

    C’è l’ho io la soluzione: aspettiamo che finisca il petrolio, dopodiché ci sarà un bell’Apocalisse planetario, dopodiché si tornerà ad un più umano medioevo autentico, a differenza di questo che è tecnologico..

  • oriundo2006

    Come è stato già argutamente detto, il problema è che toccato il fondo ci tocca … scavare ! Al peggio non c’è mai limite.

  • mazzam

    Dormiamo pure che è ormai troppo tardi.

    Per curiosità sarebbe però bello sapere con precisione a che i pastori dell’universo utilizzeranno le armate negre e islamiche che prelevano dalle coste libiche, importano sul nostro territorio, accolgono nelle nostre proprietà e finanziano con le nostre tasse a discapito dei nostri figli.
    Di questi milioni, una volta preparati, cosa se ne faranno? Contro chi saranno scatenati?
    Come dici? Pomodori, fave e uva? Mah…. 
     
  • AlbertoConti

    Il terrore come metodo di governo è necessario per imporre alle
    masse le condizioni del liberismo. La prova? Le masse italiane avevano già
    accettato il "compromesso storico", ma l’assassinio di Moro e lo stragismo di Stato lo impedirono, aprendo la strada al ciampismo che ha finito per ridurci sul lastrico.

    Se non lo sappiamo noi italiani come funziona il "liberismo USA", chi altri lo dovrebbe sapere?

  • lanzo

    Li butterei dalla torre tutti, tranne quelli che sono miei parenti e che mi hanno rimediato il posto di usciere al comune di Canicatti’ – dove becco lo stipendio e fra colleghi (se non ci si aiuta fra noi…) timbriamo a turno il cartellino.

    Come farei – altro caso – a buttare dalla torre tanti "amici’ che mi hanno messo a capo di una banca che ho svaligiato dall’interno ?  Certo la loro parte glielo’ dovuta dare, isole coccodrillesche, Lussemburgo e via dicendo.
    Come farei a buttare dalla torre chi mi garantisce stipendi stratosferici in RAI TV – vabbe’ magari poi nun so’ cosi’ stratosferici, meta’ me tocca versalla anonimamente alle varie "fondazioni" – comunque si tira avanti bbene. Sia lodato gesu’ cristo.
  • cikagiuro

    "Fanno passare per plausibile l’inimmaginabile.2
    Qusta frase credo sia sta coniata da Paolo Barnard. Almeno citalo.