Home / ComeDonChisciotte / LA CORSA VERSO L'ABISSO

LA CORSA VERSO L'ABISSO

DI IDA MAGLI
italianiliberi.it

La società italiana e il suo governo attuale sembrano davvero un camion che perde pezzi mentre corre sempre più in fretta verso un precipizio. Nessuno mette mano al freno, anzi: l’aspetto più terrificante della situazione è l’assoluta tranquillità del pilota e di coloro che lo circondano. Guardano tutti la strada davanti a sé senza vedere neanche il più piccolo ostacolo. La condanna di Berlusconi, a detta di tutti i protagonisti della conduzione politica, non cambierà nulla all’assetto del governo Letta; anzi c’è perfino chi dall’alto di un posto di comando privilegiato, si affanna a “blindarlo”, come usano dire i giornalisti, tanto è ritenuto indispensabile a salvare il paese dall’inevitabile catastrofe che seguirebbe alla sua caduta. Tutto questo è stato affermato di nuovo ieri sera davanti alla condanna di Berlusconi.Ebbene, le colpe di Berlusconi di cui gli italiani si possono lamentare non sono certo quelle condannate dalla magistratura, ma gravi colpe politiche che non si sa se attribuire a una strategia personale, che in ogni caso è stata fallimentare, oppure a un’assoluta volontà di conservare l’Italia nell’area europea, anche questa strategia fallimentare. La gravissima situazione economica e sociale dell’Italia dipende dal fatto che apparteniamo all’”orrida idea dell’euro” (per dirla col premio Nobel Amarthya Sen), dal debito pubblico che continua a crescere perché siamo costretti a pagare il denaro che adoperiamo ai Rothschild, ai Rockfeller, ai Draghi, ai sovrani d’Inghilterra, di Spagna, del Belgio, d’Olanda, che possiedono le banche centrali e in particolare la Bce. Le tasse non possono diminuire, la disoccupazione neppure, se non ci si riappropria della sovranità monetaria e non si abbandonano le normative europee sulla libertà del mercato.

Ma la maggiore colpa di Berlusconi è quella di essersi inchinato davanti alla chiamata di Mario Monti da parte del Presidente della Repubblica. È stato quello il momento decisivo. Quando ha accettato di venir meno alle regole della democrazia, dimettendosi senza la ratifica del Parlamento, controfirmando la nomina di Monti a senatore a vita (non c’erano le condizioni richieste dalla Costituzione) e obbligando il suo partito a votare i decreti di Monti, ha mancato a tutti i doveri di un politico a capo di un grande partito, in pratica facendo fare a questo partito il contrario di ciò che volevano i suoi elettori. Di questi elettori bisogna dire una verità che è stata volutamente tenuta nascosta un po’ da tutti in quanto è stata attribuita al carisma personale di Berlusconi gran parte del suo successo. La realtà è un’altra: chi non voleva votare la Sinistra, non aveva altre possibilità. E non è questione di tener lontano il “comunismo”, come ha ripetuto in continuazione Berlusconi: anche se è stata quasi sempre al governo prima la Democrazia cristiana, poi Berlusconi, l’Italia è diventata a poco a poco una società pienamente social-comunista, con l’annientamento della borghesia, con l’ugualitarismo e la statalizzazione di tutte le strutture sociali: Scuola, Sanità, Pensioni, cui è bastato qualche referendum (divorzio, aborto) e, come ultima pennellata, qualche decreto montiano sul controllo di tutti i movimenti di denaro e dei conti correnti per trovarsi in pieno comunismo. Se non ci sono le fucilazioni di Stalin è perché non ce n’è bisogno: nessuno si ribella e sono tutti d’accordo, dal Presidente della Repubblica ai partiti di destra e di sinistra. L’unico segno di negazione sono i suicidi, ma quale soluzione migliore per i potenti di quella in cui l’eventuale oppositore si fa fuori da sé? La magistratura ne dà atto non vedendoci nessun indizio di colpe da parte di nessuno. Proprio in questi giorni ha archiviato il suicidio del dirigente del Monte dei Paschi di Siena, David Rossi: è stato un atto volontario. In concreto, dunque, ormai si disputa su inezie: lo spostamento della scadenza di una tassa, l’aumento dell’Iva. I veri problemi non esistono più perché la servitù all’Europa e al suo ugualitarismo mondialista è stata completata con il governo Letta e la democrazia fa finta di sussistere con il nome di “larghe intese”.

Di questo Berlusconi non parla neanche nei suoi progetti per il futuro partito. Tornare allo spirito del ’94? Com’è possibile che non si renda conto che nel ’94 il panorama era del tutto diverso tanto che non c’era nemmeno l’euro? No, così l’Italia è perduta. È lo scopo dell’Ue: eliminare gli Stati nazionali. I parlamentari del Pdl facciano il loro dovere; se non riescono a convincerlo che non si può tradire lo spirito con il quale sono stati eletti, non obbediscano a Berlusconi. Quelli che sono al governo si dimettano e tutti insieme diano un segnale di coraggio, di dignità e di rispetto per gli italiani.

Ida Magli
Fonte: www.italianiliberi.it
Link: http://www.italianiliberi.it/Edito13/la-corsa-verso-l-abisso.html
3.08.2013

Pubblicato da Davide

  • Nauseato

    Ebbene, le colpe di Berlusconi [..] gravi colpe politiche che non si sa se attribuire a una strategia personale, che in ogni caso è stata fallimentare, oppure a un’assoluta volontà di conservare l’Italia nell’area europea, anche questa strategia fallimentare.
    [..]
    Ma la maggiore colpa di Berlusconi è quella di essersi inchinato davanti alla chiamata di Mario Monti da parte del Presidente della Repubblica.

    Ricordo ancora quando Barnard riferendosi a B. auspicava a gran voce un suo (improbabilissimo) scatto d’orgoglio in funzione anti-europea.
    Prendo ora atto che pure Magli fa fintissima di non sapere che la “vera” colpa di B. (se per quello ce ne sono una lista quasi infinita) è quella di essere B. né più né meno: ovvero un miserabile CIALTRONE!!!

    E non c’è altro da ricamarci sopra.

  • albsorio

    Quelli che guidano il camion verso l’abisso hanno i sedili eiettabili con un bel paracadute per un per loro e le loro famiglie, noi no. —– Berlusconi ha dato il culo degl’italiani in cambio del suo, il PDL permetterá la modifica della Costituzione, passaggio necessario, visto che il primo gennaio 2015 il fiscal compact sará operativo e trasformerá l’Italia in una simil-Grecia… e il PD cosa ha ottenuto in cambio della sua deferenza a Letta, o chi per esso? Forse un salvacondotto per Monte dei Paschi? Che schifo.

  • robotcoppola

    Articolo in gran parte condivisibile a parte la conclusione del tutto ASSURDA:

    come si può pensare che degli OPPORTUNISTI/PIRHANAS/SQUALI/SERVI/CIALTRONI, selezionati dal pdl attraverso il porcellum, possano avere un briciolo di dignità ?

    Dai per piacere, se aspettiamo tali personaggi allora buttiamoci da soli nel burrone 😉

  • MassimoContini

    Rockefeller non Rockfeller.

  • nigel

    I seggiolini eiettabili con paracadute mod. Cayman costano, per averli, per sè e per i propri cari, è necessario organizzare una bella svendita del Paese e delle mandrie idiote che li hanno bovinamente votati.
    Che avrebbe fatto mai questa gente nella vita? Degli individui in gran parte senza eccelse qualità, condannati ad una vita mediocre se non ci fosse stato il grande Circo Barnum della politica, ora sono una “classe dirigente” che ha potere e redditività invidiabili. E per conservare questi vantaggi si apprestano ora a vendere Vitulia e tutti i suoi abitanti con il sorriso sulle labbra.

  • Zret

    Sì.

  • Zret

    Togliete una S da “abisso”.

  • lucamartinelli

    Per un complottista questo articolo non ha senso. I politici di turno non sono autonomi ma camerieri di qualcun’altro. Inoltre l’Italia, perdente guerra, è condizionata da trattati e clausole segrete il cui significato, a 70 anni di distanza, è sotto gli occhi di tutti. La Magli imputa a Berlusconi di aver chinato la testa di fronte a Monti: e che doveva fare il cavaliere? Di fronte a ordini superiori non poteva fare altro. Il suo grado nella fratellanza non è elevato e lo si vede anche dai rituali cui è autorizzato. Napolitano ha un grado più elevato e i confratelli gli devono obbedienza. La vera colpa di Berlusconi si chiama South Stream e un paio dei suoi dipendenti l’ha detto chiaramente. Inoltre, l’essere stato defenestrato con una sentenza è stata anche una manifestazione di rispetto, in quanto confratello. Se fosse stato una persona “normale” gli avrebbero messo una bomba sull’elicottero, stile Mattei. Insomma mi pare di capire che la signora Magli sia ferma ancora agli schieramenti destra-sinistra e alla convinzione che il popolo conti qualcosa mentre conta come il due di picche. Con questo presupposto non posso trovare interessanti gli articoli della signora. Buona giornata a tutti.

  • riefelis

    ARTICOLO COMPLETAMENTE PRIVO DI SENSO.
    Come si fa a dire che siamo in ieno comunismo? La siuazione attuale è posizionata nell’esatto opposto. L’elite finanziaria ha sempre più potere contro le classi lavoratrici e piccoli imprenditorie professionisti.
    L’autoritarismo è una carateristica dei regimi comunisti non il comunismo.

  • tania

    “siamo costretti a pagare il denaro che adoperiamo ai Rothschild, ai Rockfeller, ai Draghi..”

    “anche se è stata quasi sempre al governo prima la Democrazia cristiana, poi Berlusconi, l’Italia è diventata a poco a poco una società pienamente social-comunista, con l’annientamento della borghesia…”

    Ora , commentare Ida Magli non ha senso dal punto di vista razionale .. L’unico commento che mi sento di fare è che sottoscrivo ogni sillaba del famoso articolo “I rosso-bruni: vesti nuove per una vecchia storia” .

  • amensa

    mi sento alieno !

    persone che dovrebbero almeno avere un pò di buonsenso, che vogliono parlare e scrivere come se fossero dei competenti ……

    “uscire dall’euro !” …..bla bla bla “riacquistare la sovranità monetaria” altro bla bla …. ma ragazzi, un pò di buon senso, no ?

    non vi hanno insegnato che quando si vuole un cambiamento, la prima cosa di cui ci si dovrebbe preoccupare è …..”e con cosa lo sostituisco ?” “come mi organizzo ?” ” a chi mi affido ?” ……

    questo è ragionare da persone adulte e non scazzacani qualsiasi ….

    forza fare nomi, fare proposte, analizzare possibili conseguenze ……

    questo è essere adulti ! il resto è solo fuffa !

  • riefelis

    Ida Magli ha scritto:
    “l’Italia è diventata a poco a poco una società pienamente social-comunista, con l’annientamento della borghesia…”

    Ma questa ha bevuto tre litri di vino!

    E’ evidente che ha vinto ed è al potere la GRANDE BORGHESIA finaziaria.

    Dove li vede i comunisti? Quest’articolo è solo un sintomo di demenza senile.

  • Affus

    i comunisti oggi ti derubano e ti ugualizzano , non più con la rivoluzione ma con le tasse che bisogna pagare tutti. …..
    Oggi il comunismo è lo statalismo, la spesa sociale enorme della casta che paga fino ultima lira di tasse senza darti nulla .

  • Affus

    Anche Bertani nel disquisire sul cavaliere, ignora completamente la storia della statuetta del duomo di milano in faccia . E’ stato un pazzo !

  • Hamelin

    Mah non direi .
    Li riconoscerai dai frutti…
    Sia Comunismo che Neoliberismo hanno lo stesso scopo.
    Privatizzare I Profitti e Socializzare le Perdite.
    Pochi “Eletti” Ricchi contro Masse Disperate Povere.
    I metodi sono diversi , I risultati sono gli stessi.

  • Hamelin

    Secondo me invece è verosimile il suo discorso .
    Lo Stato Italiota ormai è un Moloch che sta in piedi solo abbeverandosi alla fonte inesauribile del Debito Pubblico per nutrire le sue piccolo cricche di corrotti malavitosi affaristi che stanno in parlamento e per vessare la maggior parte della popolazione tentando di portargli via anche le mutande per incamerare ricchezze private tassativamente Off-Shore.
    Secondo me il paragone con il Comunismo non è tanto campato in aria…ancora oggi in Russia vivono Ex Partito Corrotti Pericolosi e Straricchi che si sono venduti il paese al tempo del crollo ell’Unione ,incamerando ricchezze da Re Mida e facendo morire di fame I beneamati “Compagni”.
    Noi siamo solo un remake con spaghetti e mandolino.

  • Bellerofon

    Grande, grande post. Dovrebbe essere questo il livello di profondità e conoscenza con cui sondare questi avvenimenti.

  • fuocopuro

    Quelli che sono al governo si dimettano e tutti insieme diano un segnale di coraggio, di dignità e di rispetto per gli italiani.

    Qualcosa deve averle dato alla testa, in questi tempi confusi.
    Forse fatica a rendersi conto chi B e’ stato veramente.
    Illusa sognatrice.