Home / ComeDonChisciotte / LA COMMISSIONE EUROPEA METTE FUORI LEGGE SEMI E PIANTE NON OMOLOGATE
11730-thumb.jpg

LA COMMISSIONE EUROPEA METTE FUORI LEGGE SEMI E PIANTE NON OMOLOGATE

DI MIKE ADAMS
NaturalNews.com

Una nuova legge proposta dalla Commissione europea renderebbe illegale “coltivare, riprodurre o commerciare” i semi di ortaggi che non sono stati “analizzati, approvati e accettati” da una nuova burocrazia europea denominata “Agenzia delle Varietà Vegetali europee”.

Si chiama Plant Reproductive Material Law, e tenta di far gestire al governo la regolamentazione di quasi tutte le piante e semi. Se un contadino della domenica coltiverà nel suo giardino piante con semi non regolamentari, in base a questa legge, potrebbe essere condannato come criminale.Il testo del progetto di legge, che è già stato più volte modificato a causa delle enormi proteste delle associazioni dei coltivatori, è riportato qui.

“Questa legge intende interrompere immediatamente la coltivazione professionale di varietà vegetali ad uso di piccoli coltivatori, di coltivatori biologici, e di agricoltori che operano su piccola scala”, ha detto Ben Gabel, coltivatore di verdure e direttore del The Real Seed Catalogue. “I piccoli coltivatori hanno esigenze molto diverse dalle multinazionali – per esempio, coltivano senza usare macchine e non possono o non vogliono utilizzare spray chimici potenti. Non c’è modo di registrare quali sono le varietà adatte per un piccolo campo perché non rispondono ai severi criteri della “Plant Variety Agency”, che si occupa solo dell’approvazione dei tipi di sementi che utilizzano gli agricoltori industriali. “

Praticamente tutte le piante, i semi, gli ortaggi e i giardinieri devono essere registrati

Tutti i governi sono, ovviamente, entusiasti dell’idea di registrare tutto e tutti.
Ecco il titolo IV della legge UE che è stata proposta:

Titolo IV – Registrazione delle varietà nei registri nazionali e dell’Unione:
Le varietà, per essere disponibili sul mercato in tutta l’Unione, devono essere incluse nel registro nazionale o nel registro dell’Unione registrate con procedura da indirizzare all’Ufficio Comunitario della Varietà delle Piante.

I piccoli coltivatori dovranno anche pagare una tassa per la burocrazia europea per registrare i semi. Dal testo della proposta di legge:

Le autorità competenti e il “Community Plant Variety Office” dovrebbero addebitare tutte le spese per la gestione delle richieste, per gli esami formali e per quelli tecnici, compresi i controlli, la denominazione e la manutenzione delle varietà per ogni anno di durata della registrazione.

Anche se questa legge verra inizialmente essere indirizzata solo ai contadini commerciali, si sta stabilendo comunque un precedente che, prima o poi, arriverà a chiedere anche ai piccoli coltivatori di rispettare le stesse folli regole.

Burocrazia di un governo impazzito

“Questo è un esempio di burocrazia fuori controllo”, spiega Ben Gabel. “Tutta quello che produce questa legge è la creazione di una nuova serie di funzionari dell’UE, pagati per spostare montagne di carte ogni giorno, mentre la stessa legge sta uccidendo la coltura da sementi prodotti da agricoltori nei loro piccoli appezzamenti ed interferisce con il loro diritto di contadini a coltivare ciò che vogliono. E’ anche molto preoccupante che si siano dati poteri di regolamentare licenze per tutte le specie di piante di qualsiasi tipo e per sempre – non solo di piante dell’orto, ma anche di erbe, muschi, fiori, qualsiasi cosa – senza la necessità di sottoporre queste rigide restrizioni al voto del Consiglio. “

…. Omettiamo l’inutile traduzione di un testo scritto in puro stile politichese ….. vedi questo documento
riportato nell’articolo solo come esempio di follia burocratica.

Si tratta di un linguaggio che possiamo definire di orwelliana dialettica burocratese che significa comunque una sola cosa: tutti i piccoli coltivatori dovranno prepararsi a subire una completa folle prevaricazione nella loro libertà nella coltivazione di tutti i semi e dei vegetali anche negli orti domestici.

Il sito “RealSeeds.co.uk” commenta questo tentativo cercando di dare una interpretazione reale della legge:

Non si può semplicemente leggere le prime 5 pagine che dovrebbero essere solo una ‘sintesi’, e pensare di capire il significato di questa legge. La sintesi non è quello che diventerà legge. Sono gli articoli veri e propri che diventeranno legge, la sintesi non ha valore legale ed è solo un sottotitolo che serve come presentazione al pubblico e ai legislatori, per dare qualche informazioni di base e per inquadrare il contesto della proposta.

Il problema di questa legge è sempre stato il sottotitolo che dice un sacco di belle cose sul mantenimento della biodiversità, sulla semplificazione della legislazione, rendendo le cose più facili, ecc – le cose che piacerebbero a tutti – ma sugli articoli della legge c’è scritto tutto il contrario.
E la presentazione non è quello che diventa la legge.

Ad esempio, le bozze 1, 2 & 3 sono presentate come semplificare le cose per le varietà amatoriali. Ma l’intera classe di prodotti vegetali amatoriali – che la DEFRA ha potuto classificare in ben 5 anni di lavoro – non è stata assolutamente nominata in nessun articolo. Benché la presentazione ed i comunicati stampa pfaciano riferimento proprio a questa classificazione, di cui si parla per l’utilità che ha assunto per la preservazione delle varietà amatoriali!

Tutta l’intestazione è completamente fasulla, serve solo a fuorviare qualsiasi opinione

Quindi, siete avvertiti : LEGGETEVI TUTTA LA LEGGE e ignorate la presentazione perché non riflette quello che è scritto nella legge.

Come qualcuno potrà sospettare, questa mossa è la “soluzione finale” della Monsanto, della DuPont e delle altre multinazionali dei semi, che da tempo hanno tra i loro obiettivi il dominio completo di tutti i semi e di tutte le coltivazioni sul pianeta. Criminalizzando i piccoli coltivatori di verdure, quelli indipendenti – qualificandoli come potenziali criminali – i burocrati europei possono finalmente consegnare il pieno controllo della catena alimentare nelle mani di corporazioni potenti come la Monsanto.

La maggior parte delle sementi tradizionali saranno fuori legge

Quasi tutte le tradizionali varietà di semi per coltivare i vegetali saranno fuori legge ai sensi di questa legge proposta dalla UE. Questo significa che l’abitudine di conservare i semi di un raccolto per la prossima semina – pietra miliare per una vita sostenibile – diventerà un atto criminale.

Inoltre, come spiega Gabel, questa legge “… uccide completamente qualsiasi sviluppo degli orti nel giardino di casa in tutta la comunità europea.”

Ma è questa è la vera aspirazione dei governi europei ? – criminalizzare qualsiasi atto di riproduzione dei sementi in casa e rendere la popolazione completamente assoggettata alle imprese monopolistiche, che così potranno rafforzarsi ulteriormente? Questo è quanto succede sia negli Stati Uniti e sia nell’Unione europea. Questo è quello che stanno facendo i governi: stanno prendendo il controllo, un settore alla volta, anno dopo anno, fino a non lasciare nessuna libertà e ridurre le popolazioni alla schiavitù in un regime dittatoriale globale.

E’ stata aperta una petizione-on-line
su questo tema che ha raccolto già quasi 25.000 firme.

L’ARCA DI NOÈ e altre 240 organizzazioni di 40 paesi europei hanno inviato anche una “lettera aperta” appello ai burocrati di Bruxelles per fermare questa follia.

Conclusione: ve l’avevo detto

Personalmente questo è lo scenario esatto che ho descritto nel Capitolo Tre del mio libro di narrativa, “Freedom Chronicles 2026″ .
(è gratuito, online) dove si parla di un contrabbandiere di semi che vive in un tempo in cui i semi sono illegali e c’è gente che per lavoro fa il contrabbandieri di semi.

Nel mio libro, una donna usa una protesi al seno predisposta per il contrabbando di semi da portare ai “giardinieri sotterranei” in pieno spregio delle leggi imposte dalla Monsanto. Una vasta rete sotterranea di giardinieri e di scienziati riesce a mettere insieme un “seme- arma ” per distruggere gli OGM e riprendere in mano la catena alimentare contro le corporazioni malvagie.

Ricordatevi queste parole: I semi stanno per diventare prodotti di contrabbando. Chiunque voglia prodursi il suo proprio cibo sta per essere considerato un criminale. I governi di tutto il mondo, che cospirano con le multinazionali come la Monsanto, non vogliono che nessun individuo sia più in grado di coltivare il proprio cibo.

Questo è il dominio totale sulla catena alimentare e la criminalizzazione dei piccoli coltivatori. E questo è quello che fanno i governi dopo aver accentrato il potere. Tutti i governi intrinsecamente cercano un controllo totale sulla vita di tutti i cittadini, e se non si riesce a far rispettare i confini e i limiti per i poteri del governo (cioè rispettare la Costituzione o la Dichiarazione dei Diritti Universali) si arriverà a calpestare tutte le libertà e le autonomie, compresa la libertà di coltivare il proprio cibo.

Mike Adams
Fonte: http://www.naturalnews.com

Link: http://www.naturalnews.com/040214_seeds_European_Commission_registration.html

6.05.2013

Traduzione per www.ComeDonChisciotte.org a cura di BOSQUE PRIMARIO

Pubblicato da Bosque Primario

  • SentieroIndiano

    Un centinaio di anni fa questa norma sarebbe stata giudicata intollerabile e ne sarebbe nata una rivoluzione.

  • iVi

    adesso lo dico alle mie parenti anziane ultranoventenni in sardegna con orti variegati….è la volta buona che tirano fuori i fucili da caccia dei mariti per oliarli e armarli aspettando l eurogendorf che va ad incrminarle per l orto autoctone……ma neanche gli swat potrebbero espugnare quegl orti.

  • Tauk

    Voglio proprio vedere dove li lasceremo andare con queste follie prima di intervenire e tagliargli i viveri, stanno già brevettando il DNA umano e tra poco non potremo nemmeno più procreare senza previo consenso delle autorità dopo opportuni controlli e autorizzazioni sul nostro seme che ne accerti l’idoneità a tale scopo. Adesso può sembrare una battuta ma non credo che passeranno molti anni prima che ci pensino davvero.

  • Tanita

    Il Grande Fratello vuole l’assoluto controllo dell’Eurasia.

    Chinatevi: vi sta guardando.

    Quando si annuncia la “Polizia del Pensiero”?

  • Fedeledellacroce

    La risposta adeguata é senz’altro DISOBBEDIENZA!!
    Civile o violenta, dipende dai casi.

  • nigel

    Credo siano norme inapplicabili. E poi, la pazienza si sta esaurendo.

  • Eshin

    Gli orti sono esclusi dalla misura.Già “tranquillizano” .( stampa estera)

  • Aironeblu

    Più civile che coltivare il proprio orto…. Semmai potrebbe essere la repressione quella violenta, per cui meglio essere in tanti, uniti e forti per resistere a questo e agli altri soprusi.

  • Aironeblu

    E se noi mettessimo fuori legge la commissione europea?

    Sbarazziamoci del governo Letta complice della nostra sottomissione e usciamo subito da questo incubo europeo. Basta far sentire la nostra voce, informiamoci, protestiamo, disobbediamo, ma non restiamo inerti, ormai gli italiani anti-UE sono oltre il 60%.

  • mick

    Per restare in tema direi che la UE e’ come la gramigna.

  • Aironeblu

    … Geneticamente stronzificata!

  • Rasna

    L’articolo ed i commenti indirizzano verso la Monsanto (Bayer e molte altre) le responsabilità di questa stategia ma non credo che sia la sola.
    Per certi versi anzi, a mio parere non è neanche la più importante. La salute è un business ancora più grande.
    Io credo che questo accanimento verso la natura, in una assurda foga al brevetto, non trovi esclusivamente giustificazione nel commercio delle sementi (e dei pesticidi) ma anche nel ritorno economico derivato dalle malattie indotte dalla cattiva alimentazione.
    Siamo quel che mangiamo, si dice, e se mangiamo cose difficilemente controllabili non possiamo sapere quali malattie aspettarci.
    Non la voglio fare lunga ma mi sembra che ogni mossa che le elite fanno ha ripercussioni assolutamente non evidenti in settori diversi e porta beneficio ad aziende anche molto lontane dal core business che le ha generate ma che, se vai a guardare, appartengono sempre agli stessi proprietari.
    E chi ne fa le spese è sempre la nostra pelle…

    Se nella famosa piramide della catena alimentare al vertice mettiamo le elite, noi esseri umani non compariamo neanche come base, siamo solo un contorno necessario per la soddisfazione e il potere dei pochi che comandano.

  • davide-lak

    se solo il genere umano non avesse perso il senno, questi burocrati sarebbero linciati e impiccati per strada domani mattina, dalla gente inferocita.
    ormai però il genere umano ha intrapreso una strada che non ha ritorno.

    per me cominciano a valere solo queste preziose parole:

    “un uomo può fare una sola cosa: trovare una situazione che sia sua, crearsi un’isola attorno”

    [da: “La Sottile Linea Rossa” di Terrence Malick]

  • Chigi

    A fanculo l’europa e chi la vuole unita.

  • karson

    Quoto al 100%! ma è possibile che la gente nn si rende conto a che punto ci stanno portando questi pervertiti? io penso che x una cosa del genere come minimo bisognerebbe cominciare a manifestare in tutta l’europa… qui nn è solo una questione di agricoltori… qui ci stanno togliendo un pezzo di libertà, di storia.

  • nigel

    Questi ci hanno tolto l’anima

  • Behemot

    PAZZI CRIMINALI !!!

  • Shivadas

    Caro iVi, quando li prenderanno in mano avvisami che vengo anch’io.Meglio morire in piedi che vivere in ginocchio

  • Shivadas

    Bravo considerazione lucidissima. Da un lato bigpharma vuole solo malati (clienti) cronici, dall’altro le multinazionali dell’agro alimentare completano il disegno criminale impedendo di alimentarsi in modo da evitare la maggior parte delle malattie (lasciamo perdere il curarle dove il lavoro è già stato compiuto al 90%). Il cappio attorno al collo si stringe sempre più.

  • idea3online

    Tutto prosegue secondo il piano del Principe del Mondo, Satana deve annientare quello che il Padre ha creato, Satana era figlio di Dio, adesso cerca tramite il suo seme sulla terra di cancellare il progetto di vita creato dal Padre di tutti e di tutto. Una cosa è certa, solo un altro figlio di Dio, può portare equilibrio, ed infatti Gesù altro figlio di Dio come lo era Satana verrà a sfidarlo tra non molto. E’ una guerra tra Principati, Arconti, Figli di Dio, Angeli di Satana, demoni, in cielo, mentre sulla Terra è una guerra tra il seme del serpente ed il seme della donna. Se non avete capito è una guerra spirituale. Secondo voi il Padre guarda senza fare niente, certamente no, appena arriverà il Tempo Stabilito, inizieranno le danze, il primo sigillo aprirà le danze con una melodia divina che tutti ricorderanno come il Secondo Giorno di Noè, ma questa volta la Terra passerà attraverso il fuoco, e dal fuoco verrà annientato tutto il male, ed i sopravvissuti e le nazioni in vita dovranno sottomettersi al Regno di 1000 anni, che verrà guidato dal figlio di Dio Gesù, e l’altro figlio di Dio, Satana verrà reso innocuo.
    Adesso cercano di sfidare il Padre, ma il Re Leone, o Leone di Giuda trasformerà il mondo come al principio, i semi sono di Dio e resteranno suoi in Eterno.

  • FreeDo

    E Rambo?

  • iVi

    Quindi satana, figlio di dio, pur conoscendo il finale segue lo stesso il copione? Sarà mica complice del dio dei monoteisti? E se gli girano le palle e smette di seguire il copione anticipando tempi e catastrofi? E se in realtà satana fosse l alter-ego di dio? A me il dio dei monoteisti-guerrafondai-promotori-dell-ignoranza mi è sempre sembrato un pazzo bipolare……..secondo me roma agana tornerà sovrana.