Home / ComeDonChisciotte / IN OGNI CONTESTO, IN OGNI CONTENITORE (UN CONSIGLIO AI PENTASTELLATI)
13313-thumb.jpg

IN OGNI CONTESTO, IN OGNI CONTENITORE (UN CONSIGLIO AI PENTASTELLATI)

DI ANDREA SCANZI

facebook.com

Leggo alcuni commenti di elettori 5 Stelle secondo cui la colpa della sconfitta (ammesso che 6 milioni siano pochi) sarebbe da attribuirsi ai brogli. Consiglio: non copritevi di ridicolo, era la stessa strada adottata da Berlusconi dopo la sconfitta nel 2006. Quando si perde, si perde. Vedo poi molti dare la colpa all’informazione. Certo: ha molte colpe. Enormi colpe.

Se sbaglia il Pd si glissa, se sbaglia M5S si spara (e magari si inventa lo sbaglio). Lo e scrivo da anni, io come il Fatto Quotidiano. Lamentarsi e basta, però, serve a poco. La tivù dice il falso sui 5 Stelle? Andate in tivù a dimostrarlo, come in parte già fate.

Ballarò invita tal Ronzino (poveri noi) senza “autorizzazione” di Casalino, Biondo e Messora? Bene: mandateci Di Maio.

Telese è cattivo con voi? Non andarci è forse coerente e certo comprensibile, ma politicamente è un suicidio. Gli italiani si informano anche e soprattutto in tivù, e se voi non ci andate Telese chiama – legittimamente: mica è scemo – uno che i voti ve li toglie (ecco perché c’è sempre Martinelli, o un martire qualsiasi di professione).

Ce l’avete con Formigli? Sticazzi: non andarci serve solo a lasciare strada aperta alle Bonafè e Biancofiore. Non è che, se un giornalista ti attacca, tu reagisci tenendogli il muso e togliendogli il saluto: umanamente ci può anche stare, ma non siamo all’asilo ed elettoralmente è come tagliarsi le palle per fare un dispetto alla moglie. Se Formigli dice il falso su di voi, dovete andare voi stessi a dimostrarlo: ci vada la Taverna, ci vada (anzi torni) Morra. Ci vada chi volete. Ma non andarci vi pone dalla parte del torto, oltre che del masochismo.

Renzi è stato troppo tempo in tivù? E’ andato pure dalla D’Urso? Bene: vada dalla D’Urso anche Di Battista, e dimostri che pure lui sa rassicurare le casalinghe e le nonne. I duropuristi si arrabbieranno e gli daranno del “venduto”? Pazienza. Se la tivù è “cattiva” coi 5 Stelle, non andare in tivù o andarci poco è lecito, ma controproducente. Penso anche ad Anno Uno: così come Renzi c’è stato, doveva andarci anche un parlamentare 5 Stelle abile in tivù. L’informazione vi fa orrore? Dimostrate sul campo che è ingiusta con voi e confutate ogni bugia colpo su colpo: e dimostratelo in tivù, non dall’Aventino delle pagine Facebook. I giornalisti ripetono che “non avete fatto nulla”, che “sapete solo dire di no”, che “dovevate dire sì a Bersani” e vi fanno arrabbiare? Dimostrate in diretta, ogni giorno e su ogni spazio, che dicono il falso.

Ditelo in faccia ai Menichini, ai Battista, ai Rondolini: metterli nella rubrica “giornalista del giorno” li rende martiri e famosi, mica li indebolisce o confuta. Se è una “guerra”, come ripetete spesso, in Italia la si combatte anche in tivù.

In ogni contesto, in ogni contenitore. Numericamente parlando, valgono più cinque minuti a Porta a porta (nel bene e nel male) che 8mila agorà con i cittadini: triste? Forse, ma così è. Anche se non vi pare.

Andrea Scanzi
Fonte: www.facebook.com
28.05.2014

Pubblicato da Davide

  • RicardoDenner

    Credo che andare in TV..per promozione elettorale..sia più controproducente che non andarci..

    I tre milioni di voti persi derivano dal fatto che qualcuno del M5S in TV è apparso..mentre se non appariva.. la speranza del votare chi non conosci poteva arginare il crollo di consenso..
    Ma ormai sono apparsi ..e hanno tolto la magia..in quanto sono goffi..impreparati..non fotogenici..un disastro..!
    Di Maio poi con  quella faccia da sottotenente dei carabinieri mette una certa inquietudine..
     
  • Simec

    ogni giorno un pistolotto di questo scanzi su CDC. Ecchepalleeee!
    lasciatelo soliloquiare su quel giornaletto della NATO e delle banke dov’è impiegato-
    basta scanzi!

  • Cataldo

    Non so perchè le pseudo riflessioni di Scanzi abbiano questo risalto su comedonchisciotte. Il tapino non ha alcuna nozione di cosa sia effettivamente la propaganda e di come funzionano i media, o finge di non saperlo.
    Andare in Tv è proprio quello che serve al sistema per metabolizzare ed espellere l’antisistema. Scanzi è un’altro che confonde la sua situazione personale con l’universo mondo, evidentemente a lui questo sistema sta bene, è un pesce che ingrassa nell’acquario è chiara la sua prossimità  al distributore di magime, non riesce ad entrare nelle dinamiche di cambiamento che sono insite nell’opposizione M5S, almeno fino ad oggi. Per questo i suoi consigli sono nella migliore delle ipotesi inutili.

  • Cataldo

    Sul problema brogli bisogna essere cauti, ma una cosa è certa, il sistema italiano è minato alla base da una evidenza elementare, il personale ai seggi è praticamente fisso, ovvero i presidenti di seggio non sono gestiti con la rotazione prevista ed il sorteggio dalle liste. La colpa non è dell’uomo cattivo che trucca i risultati  nelle pieghe del ministero, ci sono molte cause di questo problema, compresa la scarsa partecipazione del popolo alla macchina democratica, e certo che una casta politica come quella attuale non ha incentivi a cambiare il sistema.
    In questo quadro è evidente che nel corpo della macchina eletttorale i "nuovi" siano sottorappresentati, e questo deficit si traduce in voti, amici miei si! è cosi. Ho partecipato a molte elezioni, ad esempio in una elezione amministrativa l’analisi del voto. se uno è bravo, porta ad individuare puntualmente se tizio ha votato davvero caio, anche al mio stesso seggio in più di una occasione ho visto tanti voti  sparire dal conteggio. Questo per dire che per una certa percentuale, non grandissima, ma comunque sensibile, i nuovi partiti partono svantaggiati dalla macchina  elettorale vigente, se a questo aggiungiamo il controllo ferreo delle fonti di informazioni è difficile sopravvalutare il problema della regolarità degli esiti elettorali. 

  • cardisem

    Beh! Se la soluzione è quella di andarci in TV, di sottomettersi alla corte dei giornalisti, di leccarli dai piedi in su…
    Allora vi è una soluzione classica:
    farsela una televisione, comprarsi dei giornali, stipendiare giornalisti tutti nostri:
    adottare i loro stessi metodi, i loro stessi canali cambiati di segno:
    loro i cattivi, noi i buoni, ma nello stesso comune merdaio:
    a tutti i nostri parlamentari occorre far fare dei corsi di attore, insegnare loro che ci si becca nel pollaio…

    Era all’incirca quello che proponeva/propone Giulietto Chiesa:
    non superare il mezzo di comunicazione, ma accettarlo in pieno e sposarne le regole, i comportamenti, la filosofia…

    Io però di televisione mi sono proprio rotto le palle e se potessi farei arrivare una scarpata in faccia (con il teletrasporto) direttamente a quei cialtroni che mi tocca sorbirmi ogni volta che accendo il televisore: costoro sono convinti di essere il sale della terra perché nessuno dall’altra parte dello schermo gliene può dire quattro. E poi vi sono gli Scanzi che ci vengono a dire che sì il sistema della comunicazione fa proprio schifo, ma il popolo dei telespettatori sono degli assoluti coglioni ed è a loro che bisogno adeguarsi:
    tutto a prova di coglioni e in funzione dei coglioni…

    Se questa è l’Italia, poveri noi!

  • Gil_Grissom

    Andrea Scanzi ha centrato perfettamente il punto del mancato successo pentastellato: il Movimento 5 stelle ha avuto il consenso del 43 per cento dei giovani, cioe’ di coloro che usano la rete, ora deve cominciare l’opera di convincimento degli anziani che sono la categoria presso la quale gode di meno consensi e per fare questo il mezzo televisivo e’ fondamentale: gente preparata e dalla faccia pulita tipo Di Maio ne ha, tempo per prepararsi meglio alla prossima tornata elettorale pure, ora serve solo un duro lavoro di smantellamento delle bugie dei media quotidiano, tenendo anche presente che esistono anche alcune trasmissioni televisive molto seguite, tipo La Gabbia, dove i conduttori non sono affatto maldisposti verso i 5 stelle.

  • spadaccinonero

    Se il 5s fosse andato in tv regolarmente nn avrebbe mai avuto successo in quanto i grillini si esprimono in maniera simile se non uguale ad un piddino

    Il nn ascoltare, il nn vedere il grillino ha fatto si che l italiano medio si immaginasse un 5s a sua immagine e somiglianza
    Faccio un esempio
    Leggi un libro e tramite la fantasia diventa il libro più bello che tu abbia mai letto
    Ecco, lo trasformano in film e diventa una cagata pazzesca perché fanno scempio dell idea che ti eri fatto
    Capite cosa intendo?
  • Cataldo

    Non è la singola trasmissione che puo alterare lo stato delle cose, cosi come  la foresta non è una somma di alberi.

  • Ransome

    Certo che se noi 5 stelle ragioniamo in termini di riserva indiana rinchiudendoci nel nostro blog più di tanto non otteniemo.E’ appunto da Barbara D’Urso che dobbiamo andare per convincere quelli che non la pensano come noi.Basta con questi toni sopra le righe tipo Io sono oltre Hitler! Cosi si spaventano le persone che magari non vorrebbero votare per i politici della casta ma che per paura poi li votano.

  • Hamelin

    Ormai il M5S è inutile .
    L’hanno normalizzato ed annientato .
    Semplicemente perchè d’ora in avanti lo vogliono far agire come un qualunque partito e con le medesime logiche connesse .

    Bisognerebbe prendere atto che gli Italiani hanno votato palesemente in massa per il malaffare e la corruzione , ovvero contro tutto cio’ che è il M5S .

    Con queste premesse mi chiedo con che coraggio quelli del M5S si presentino a chiedere i voti di gente che apertamente vota tranquillamente per condannati ed indagati .

    Io manderei tutti affanculo poichè io non voglio i voti di gente che vota per la mafia .

    La scelta migliore per il M5S è quella dello scioglimento e stare ai bordi del fiume ad aspettare che il cadavere degli Italiani passi .

  • Petrus

    Più che al bordo del fiume, i sta meglio lontani dall’itaGlia ad aspettare.
    Ti assicuro che da qui, dall’altra parte del pianeta, l’attesa è assai più lieta…

  • paolodegregorio

    ok al consiglio di Scanzi, ma sono del parere che il M5S deve aumentare i comizi, gli incontri ai mercati, le iniziative sul territorio. 

  • Bellerofon

    L’articolo comincia con un consiglio-intimidazione: "Chi parla di brogli si copre di ridicolo". Vorrei ricordare che i sistemi elettronici di conteggio dei voti sono gli stessi usati durante le elezioni-truffa americane del 2004. Oggi come allora, queste operazioni vengono affidate ad aziende private: nella fattispecie, la Scytl.
    Sul sito della società troviamo scritto: "Scytl and TNS opinion provide the Results Website for the 2014 EU Parliamentary Elections". Guarda combinazione, uno dei maggiori azionisti della Scytl è George Soros…
    Attenzione a quelli che accusano di "complottismo" chi dissente dal senso comune: sono tutti tentativi di narcotizzare il pensiero. Un po’ come fa questo Scanzi.
    Renzi sul trono fa comodo a tantissimi…Dentro e fuori l’Italia.

  • Gil_Grissom

    Certamente non e’ la singola trasmissione ma significa che qualcosa sta cambiando: come il voto di tutta Europa, Italia a parte, ha dimostrato che molti sono gli scontenti nel continente di queste assurde e suicide politiche di austerita’, cosi’ anche qualche conduttore televisivo italiano comincia a capire che gli euroscettici hanno molte ragioni dalla loro parte e siccome, rebus sic stantibus, la crisi e’ destinata a perdurare, questo fara’ si che prima o poi saranno in molti ad accorgersi che Renzi e il pd vendono solo fumo. Il tempo e’ nostro alleato.

  • Ercole

    Basta con tutti questi commenti e suggerimenti a questo movimento piccolo borghese che ha già denunciato tutti i suoi limiti ,appena si affacciano sulla scena politica sembra che devono " rivoluzionare " il mondo poi inesorabilmente saranno destinati quasi a scomparire mostrando tutti i loro limiti ,sono solo dei fuochi di paglia  è destinati sciogliersi come neve al sole il loro declino è cominciato sul nascere :se non hai  una strategia ,se non sai dove vuoi arrivare, non ti serve fare un movimento .P.S. vedi i Radicali, i Verdi, Rifondazione, Lega Nord voi farete la stessa fine è tipico dei movimenti interclassisti ,ingannano i polli e pensano che con la scheda cambiano  il sistema ,ma vengono subito risucchiati  vivono di ideologie alla moda ma non per molto e contemporaneamente aprono le porte ai partiti reazionari della destra borghese  (P.D. ) fanno il gioco dei padroni nostrani e della speculazione internazionale quella che a parole tutti dicono di voler combattere .

  • guru2012

    La televisione è una macchina infernale e l’unico risultato ottenuto dalla
    comparsa dei pentastellati sugli schermi italiani è stata quella di essere
    omologati agli altri venditori di fumo. La ricerca del consenso in TV, diventa
    come la pubblicità, che se ci fate caso propaganda solo merda. Apparire in tv
    necessita obbligatoriamente un passaggio in sala trucco.

  • rarmstorm

    Purtroppo Scanzi ha ragione. Come dice Beppe siamo in guerra.
    Eliminare la TV come mezzo di comunicazione in un paese anomalo come l’italia e’ come voler difendersi non usando l’aviazione, tanto, purtroppo, e’ importante in un paese di vecchi come l’italia.
    Altro suggerimento e’ condurre una politica mediatica un po’ piu sobria, si possono mandare a fan culo pure sorridendo e tenendo il discorso su toni piu’ consoni all’italiano medio, basta parlare di quello che combinano, il resto lo fan da se’. Un esempio, o meglio uno spunto puo’ essere la macchietta di Renzie di Crozza,   per farvi capire quello che intendo.

    ps: Oggi CDC a giudicare dai commenti e’ pieno di tifosi del Partito Democristiano-L , sara’ la calda giornata? 🙂

  • guru2012
    La macchietta che Crozza fa di Renzi è innocua e pienamente funzionale al
    sistema. In guerra poi, non è che sia lecito usare qualsiasi mezzo per vincere,
    né mi sembra astuto andare a "combattere" in territori sotto completo
    controllo del "nemico".

  • giu42su

    Si fa un gran parlare di poteri occulti, di elite, di mercati e finanza che dominano il mondo, di perdita di sovranità, di diritti negati, di ricchezza e potere concentrato in mano a pochi, di ritorno al passato… ma parlare di brogli elettorali rimane un tabù. In Italia come altrove. Nel 2000 negli USA Bush vinse grazie a brogli elettorali (il prologo all’11 settembre), ma guai a parlarne. Non si capisce poi il perchè. Si fanno carte false per vincere le elezioni, utilizzando menzogna, ricatti, demagogia, promesse, paura, monopolizzazione dei media… ma non si concepisce l’idea che si possa manipolare le elezioni. E’ come con le scie chimiche: a parlarne si rischiano minacce di TSO (Renzi docet). Magari non ci sono stati brogli… ma sospettarlo è lecito e doveroso, specie ora che con la nascita del M5S il Sistema ha smesso di fingere divisioni ideologiche e si è coalizzato, rafforzandosi