Home / ComeDonChisciotte / IMPORTANTISSIMO AGGIORNAMENTO SULL'IMPEACHMENT IN BRASILE

IMPORTANTISSIMO AGGIORNAMENTO SULL'IMPEACHMENT IN BRASILE

DI PEPE ESCOBAR

facebook

E’ ancora una notizia fumosa – annunciata solo pochi minuti fa. Il Presidente ad Interim della lower house del Parlamento brasiliano ha firmato la decisione di ANNULLARE l’impeachment della Presidentessa Dilma Roussef. Le motivazioni della decisione saranno rese pubbliche solo domani – per cui i dettagli scarseggiano. E’ però sicuro che questa decisione annulla e rende invalida la sessione del Congresso che aveva stabilito l’impeachment.

Il Presidente ad Interim – che sostituisce il noto furfante Cunha, finalmente estromesso da parte della Corte Suprema – ha richiesto che il dossier sia rispedito al Congresso. Il Senato avrebbe dovuto votare questo mercoledì, massimo venerdì, dando ai senatori la possibilità di estromettere la Roussef dalle sue funzioni per 180 giorni. Si sta scatenando l’inferno. Nessuno sa cosa succederà nelle prossime ore da qui alla fine della settimana. Prepariamoci a nuovi colpi di scena.

Pepe Escobar

Fonte: www.facebook.com/

Link: https://www.facebook.com/pepe.escobar.77377/posts/10154108475996678?pnref=story

10.05.2016

Traduzione per www comedonchisciotte.org a cura di FA RANCO

Pubblicato da Davide

  • mda1

    Javhé salvi Dilma Rouseff.

  • mystes

    L’annullamento è stato già annullato. Gli dei indigeni aiutino il Brasile a liberarsi dai corrotti e dai corruttori.

  • Giancarlo54

    Pare si sia aperta una lotta tra i presidenti dei due rami del parlamento

  • mystes

    Nessun conflitto, la richiesta è stata una farsa grottesca:

    http://www1.folha.uol.com.br/opiniao/2016/05/1769565-surpresa-grotesca.shtml

  • Servus

    Penso che anche il ministero della difesa brasiliano abbia partecipato al convegno di cui si parla nell’articolo che ho postato nel Forum dal titolo "9 tesi sulle rivoluzioni colorate", per cui hanno preso la decisione di contrattaccare.

  • fendente
    Escobar, a volte scrive cose interessanti. Ma a volte come in questo caso, a causa della sua appartenenza all’area dei figli della democrazia a qualsiasi costo e con qualsiasi consenso, non da importanza al fatto che Dilma sia senza il consenso della grande maggioranza dei brasiliani e scrive delle bestialità pazzesche.
    Qui i fatti da lui citati con grande enfasi e allarmismo per un’eventuale esito cruento dell’allontanamento di una "quadrilha de malandros" con Dilma e Lula ai vertici (citazione popolare ma anche di giuristi), sono già sorpassati dalla pubblicazione della revoca della richiesta del dossier ad opera dello stesso presidente ad interim della camera dei deputati.
    Quindi non ci sarà nessuna battuta di arresto dell’impeachment di Dilma e "l’infeliz" presidente ad interim è già fatto segno dalla maggioranza dei deputati di un procedimento per la revoca del mandato di deputato e presidente ad interim. Cosa che avverrà senza ombra di dubbio perchè in democrazia vince la maggioranza non un qualunque presidente.
    Forse Escobar ha nostalgie di quando nel 1993 un personaggio della sua estrazione ideologica riuscì. in Italia, a bloccare con un atto che doveva essere sanzionato dalla Corte Costituizionale,  le investigazioni sul parlamento italiano da parte della Guardia di Finaza. Dando il segnale al parlamento italiano che mani pulite si doveva limitare solo ai furti di galline.
    Ma la nostra Corte Costituzionale è composta da signori studiosi che non si mischiano con i problemi del popolo noi siamo ("eravamo molto tempo fa") del primo mondo. In Brasile la Corte Costituzionale (Tribunale Superiore Federale)  interviene anche di brutto quando vengono violate la costituzione e gli interessi del popolo e la Procura della Repubblica denuncia e manda sotto processo indistintamente presidenti e normali cittadini la cui vocazione è delinquere.
    Ma torniamo all’Italia, da quel fatidico 1993 l’Italia sotto la guida di Napolitano è arrivata dove siamo oggi: "un girone infernale". Senza farci mancare il processo per riacquistare la sua verginità con la cancellazione delle registrazioni che lo coinvolgevao nella trattativa Stato-maffia, l’appoggio all’astro Berlusconi, spese dissennate che ha portato il deficit dello stato al 134%, alacre operare per appoggiare iniziative nazionali ed internazionali (Monti e Libia alcuni casi) che sono andate sempre contro il popolo italiano, corruzione dilagante con forti collegamenti parentali nel mondo politico (vedasi Casini altro emerito presidente dela Camera ma anche Boschi, Renzi il bimbo minchia etc.))
    Il Brasile ha oggi un deficit del 68% e non  lo vogliono raddoppiare come in Italia per la bella faccia della democrazia a qualunque costo e con qualsiasi consenso dove la maggioranza è un opzionale e ha deciso di processare il sitema di corruzione imposto dal duo Dilma-Lula per mantenere il potere.

  • cdcuser

    @mda1
    no, no Javhé benedice Ilan Goldfajn che sará posto a capo della banca centrale penso giá domani.

  • oriundo2006

    E con questo atto vedrete che proveranno a sgonfiare il tutto…e poi dicono che esiste la ‘democrazia’, il ‘libero mercato’ ecc. ecc.: gli ebrei sono al comando ovunque. Comunque la questione Brasile sta assumendo i toni da soap opera sudamericana. L’errore fondamentale è stato quello di NON capire che i metodi del passato, paternalistico-autoritari con ampi margini di manovra per ‘aggiustamenti’ a suon di mazzette, non funzionano più nel turbocapitalismo e tantomeno se il paese non è ‘allineato’ a Washington. Oggi la musica suona il passo di carica verso una società fortemente improntata al duro lavoro, ben sfruttato da pochi, alla schiavitù di tanti e tantissimi, all’ozio coatto degli altri: e non più a garantire alcunchè a nessuno per il fatto stesso che respira. E’ il trionfo del cristianesimo ‘riformato’ di matrice anglosassone, con fortissimi toni veterotestamentari, che ha sostituito l’idea ‘cattolica’ del posto al sole per tutti. E’ cambiato il ‘dio’: non lo avete capito ?

  • idea3online
    Ezechiele 20:10-12
    Così li feci uscire dal paese d’Egitto e li condussi nel deserto. Diedi loro i miei statuti e feci loro conoscere i miei decreti, osservando i quali l’uomo vivrà per essi. Inoltre diedi loro i miei sabati, affinché fossero un segno fra me e loro, perché conoscessero che io sono l’Eterno che li santifico. 

    Ezechiele 22:12,25,29

    In te si ricevono regali per versare il sangue; tu esigi interesse ad usura, hai realizzato guadagni dal prossimo con inganno e hai dimenticato me», dice il Signore, l’Eterno. 

    Essi divorano la gente, si appropriano di tesori e cose preziose, accrescono le vedove in mezzo ad essa.


    Il popolo del paese pratica l’oppressione, compie rapine, maltratta il povero e il bisognoso e opprime lo straniero violando la giustizia.



  • mda1

    Javhè benedice il governatore ebreo Goldfajin e la presidenta ebrea Golda Rouseff.
    Anzi ex presidenta visto che il parlamento ha votato di cacciarla. E mi pare si debba accettare il volere della maggioranza degli eletti del popolo. Non mi risulta che ci sia qualcuno super pares.
    O no?

  • idea3online

    Sicuramente tra tante tenebre ci deve essere la luce, oppure un contenitore che dovrebbe contenere la promessa. Dio ha un suo contenitore, dentro lo stesso entrarono anche cittadini di altre nazioni, nel passato e così sarà nel futuro. Però…….

    Tanti si concentrano sugli ebrei come il nucleo del potere del mondo. Nel passato mai lo furono, ma spesso furono inseriti da Dio in posti chiave solo per preservare l’esistenza di un popolo che aveva, ha ed avrà uno scopo nella Profezia. Per esempio Giuseppe in Egitto, oppure Mardocheo ed Ester in Persia, Daniele a Babilonia e Persia.  Ma il potere è delle Nazioni, dei Nimrod sparsi per il Pianeta. Che nel passato Israele fu attratto dall’Assiria, dall’Egitto, da Babilonia soprattutto, e da altre nazioni è storia. Il problema di tutti del Pianeta è che applicare veramente la Legge di Dio ti attira tanto odio soprattutto dai Re delle Nazioni nel caso di Israele quando uscì dall’Egitto, ma applicare la Legge a Metà ti attira meno odio, non applicarla per Niente ti dona tanti amici. Uno delle Nazioni che non conosce il Codice, non potrà mai competere in astuzia con chi conosce il Codice ed non lo applica. Un conto è avere astuzia nera, un conto quella grigia. 
    Come per un singolo non sia facile non amare il profitto per scegliere Dio, anche per un insieme di uomini o tanti Singoli messi insieme non è facile. A nessuno piace soffrire, e volendo o non volendo quando si decide di amare Dio forze demoniche e forze umane ti sbarrano il cammino.
    Se un Ebreo, un Musulmano, un Cristiano, Uno di qualsiasi Religione con il Codice, sono costretti ad un certo orario di notte ad attraversare una strada popolata da prostitute, potrebbero essere tentati di imitare le masse, oppure proseguire ed amare Dio. Ma lo schema del peccato non è stato messo lì da quegli uomini, ma gli stessi potrebbero decidere di:
    1) Godere dei desideri carnali
    2) Prostituirsi essi stessi per profitto
    3) Organizzare e gestire un gruppo di prostitute per profitto
    Una cosa è certa se un religioso per esempio uno di quelli sopra indicati decidesse di voltare le spalle a Dio e mettersi in affari immorali(sesso,debito,…………e tanto e tanto e tanto ancora), avrebbe più successo di un ateo, perchè il credente ha una doppia energia quando decide di fare il male conoscendo il Codice, si trova ad un livello della conoscenza del Bene e del Male sotto controllo per generare profitto. 
    Ma il nucleo del Male non appartiene a nessuna religione, a nessun religioso…..loro sono gli utilizzatori, il Codice racchiude il Bene ed il Male, se uno usa queste due energie per generare profitto, potrebbe avere sotto controllo miliardi di uomini, ma consapevoli di essere loro stessi sotto controllo dopo avere svenduto il futuro per una minestra di lenticchie.