Home / ComeDonChisciotte / IL MORALE NELLE STRADE GRECHE: “ALCUNI HANNO SOLLEVATO IPOTESI DI GUERRA CIVILE”
14960-thumb.jpg

IL MORALE NELLE STRADE GRECHE: “ALCUNI HANNO SOLLEVATO IPOTESI DI GUERRA CIVILE”

FONTE: ZEROHEDGE.COM

Stamattina, John O’Connell, CEO di Davis Rea, ha parlato a Business News Network Canada da quella che potrebbe essere considerata la maggiore attrazione turistica della Grecia, l’isola di Santorini, per dare senso al “morale nelle strade”. Senza sorprese, il suo responso è stato, almeno per quanto riguarda le preoccupazioni dei turisti, che nessuno è preoccupato. Dopotutto non sono i loro risparmi ad essere a rischio e inoltre se si ritornasse alla Dracma il potere di acquisto degli stranieri aumenterebbe notevolmente.

Ciò che ha puntualizzato, però, è la visione diametralmente opposta tra vecchi e giovani Greci quando si tratta di Grexit. Secondo O’Connell “i vecchi vogliono votare per l’Europa perchè hanno molto da perdere, hanno le loro pensioni, ma i giovani – sono già poveri, disoccupati –non hanno molto da rischiare. la loro posizione sarà dura, lo è già, per cui perchè non tornare alla Dracma, a loro starebbe bene. Pensano che tra 5-10 anni per loro sarà meglio andarsene. Credono che ci sia un’informazione distorta. Credono di essere schiacciati dalle altre nazioni europee ed in particolare dalla Germania, tutte queste li spingono verso compromessi molto duri”.

“Comunque vada il referendum, la popolazione giovane voterà per lasciare l’Europa e gestire le problematiche a lungo termine”.

Per concludere affronta i temi del controllo dei capitali e del turismo: “Vedrete un grande, grandissimo crollo del turismo perchè la gente non vorrà venire qui. La gente sarà preoccupata di venire con molti Euro nell’eventualità non sia poi possibile riportarli via con sè. Ci sarà un terribile impatto sull’economia greca, molte persone stanno sottovalutando quanto grave potrebbe essere nel breve termine”.

La chiosa:

“Ci sono persone preoccupate che possa essere tirato in causa l’esercito. Non mi stupirebbe – ci sono persone in Grecia che hanno paventato la possibilità di una guerra civile”.

Chi trarrebbe beneficio da una guerra civile in Grecia ? I maggiori esportatori di armamenti al mondo ovviamente: gli Stati Uniti.

Per cui cari Greci: per favore evitate la provocazioni stile Kiev, stile CIA, stile Maidan. Le industrie militari statunitensi sono già abbastanza ricche anche senza il vostro aiuto.

QUI Il Video Integrale

Fonte: http://www.zerohedge.com/

Link: http://www.zerohedge.com/news/2015-06-29/mood-ground-greece-some-have-raised-prospect-civil-war

29.06.2015

Il testo di questo articolo è liberamente utilizzabile a scopi non commerciali, citando la fonte comedonchisciotte.org e l’autore della traduzione FA RANCO

Pubblicato da Davide

  • amaryllide

    bella scusa per giustificare lo status quo. Anche venire finanziate senza fine dagli stati arricchisce le banche USA e non solo, quindi come si muovono qualche parassita yankee ci guadagna. E allora che fare, spararsi un colpo in testa per far contenti entrambi?

  • FlavioBosio

    Ci sono persone preoccupate che possa essere tirato in causa l’esercito. Non mi stupirebbe – ci sono persone in Grecia che hanno paventato la possibilità di una guerra civile”.


    Non sono ancora usciti dall’austerity e sono giá entrati nel fantasy, mitici!!

    Nessuno avrá spiegato loro che per fare una guerra serve anche un nemico.
  • RenatoT

    il nemico di chi non puo’ mangiare è chi mangia… 

  • FlavioBosio

    Quindi faranno la guerra agli obesi?

  • permaflex

    Chi ha parlato di guerra,nessuna guerra,tutt’alpiù una guerra civile cioè gente che scende in strada
    si abbraccia alcuni copulano,tutti presi da un gran sentimento di comunione e fratellanza,quindi
    nessun pericolo và in Grecia ti aspettano a braccia aperte.