Home / ComeDonChisciotte / IL DISASTRO ITALIANO RACCONTATO DAL PD (CHE E' IL MAGGIORE RESPONSABILE)
14747-thumb.jpg

IL DISASTRO ITALIANO RACCONTATO DAL PD (CHE E' IL MAGGIORE RESPONSABILE)

DI PAOLO CARDENA’
vincitorievinti.com
Signore e Signori, parole e musica dell’Onorevole Alfredo D’Attorre (nella foto), che è un esponente di spicco del PD, che a sua volta è il partito maggiore responsabile del disastro italiano.

E’ un video, segnalato originariamente dagli amici di Scenari Economici (che ringrazio), che merita di essere visionato e diffuso quanto più possibile, perché contiene delle grandi verità che riguardano la situazione economica italiana e quanto accaduto in questi anni di crisi. Tutte cose che chi ha avuto la pazienza di seguire questi pixel conosce già.

Riassumendo, molto brevemente, quanto detto da D’Attorre, che va apprezzato per l’onestà intellettuale con la quale parla di questi temi; onestà assai latente da quelle parti.
– Il tesoretto da 1.6 miliardi del quale si era parlato nelle scorse settimane è inesistente. Anche per via della recente sentenza della Corte Costituzionale -che ha dichiarato l’illegittimità di una parte portante del Salva Italia di Monti (ne abbiamo parlato QUI e QUI)-, è necessaria una correzione dei conti pubblici per 16 miliardi di euro (che salgono ad oltre 20 in base alle ultime stime).
Il governo elude la necessità di una radicale ridiscussione delle regole europee.
-La caduta dello spread non è avvenuta grazie alle manovre lacrime e sangue varate dal governo (sostenuto dal Pd), ma solamente grazie agli interventi della BCE. Ne abbiamo parlato QUI (se ne suggerisce la lettura), ma anche altrove.
-Le riforme strutturali varate dagli ultimi governi sono state un vero fallimento, oltre ad essere giuridicamente insostenibili (per via della sentenza della Corte Costituzionale)
-La vera minoranza di Renzi non è quella interna al PD, ma sono i fatti.
-La nuda realtà dei fatti dice che, dopo un anno di governo Renzi, i fondamentali economici sono peggiorati: la disoccupazione è più alta, il PIl non riparte, le finanze pubbliche non migliorano, lo stato di attuazione di alcune riforme (es: quella delle province) è in una situazione imbarazzante, le riforme in itinere (es: scuola) destano molta preoccupazione.
-Il DEF stima una crescita per il 2015 pari allo 0.7%. Lo stesso DEF dice che i fattori esterni (congiuntura internazionale, petrolio a prezzi bassi, euro svalutato e manovre della BCE) contribuiranno alla crescita del PIL per lo 0.6%. (Ciò significa che l’Italia non riesce più ad agganciare una ripresa, ancorché indotta dall’esterno. Ne abbiamo parlato QUI).
-La linea del governo Renzi si muove in continuità con le decisioni del governo Monti e con le direttive di Bruxelles e Francoforte. E’ una linea di cedimento dell’Italia agli interessi di altri paesi e va contro all’interesse nazionale, peraltro destinata a peggiorare la situazione dell’Italia.
-I vincoli europei sono insostenibili per l’Italia e il debito pubblico non si può ridurre con avanzi primari irrealistici, ma con la crescita del PIL nominale (Pil reale + inflazione).
-Il jobs act produrrà maggiore flessibilità/precarietà ed è aderente alle imposizioni di Draghi finalizzate a fare recuperare all’italia maggiore competitività grazie alla deflazione salariale (ne abbiamo parlato QUI e crea pericolosi effetti collaterali in parte descritti QUI).
Fatevi qualche considerazione aggiuntiva e traetene le dovute conclusioni.
Paolo Cardenà
5.05.2015

Pubblicato da Davide

  • sotis

    ma siamo sicuri che questo signore è del PD? Se la pensa così cosa fa dentro quella baracca? scalda la poltrona?io ho visto la trasmissione ma quello che ha detto, per quanto chiaro, non ha interessato nessuno: nè giornali,nè televisioni. Siamo proprio nella m…..

    il nostro paese non ha più futuro. 
  • RenatoT

    … l’orchestra che continuava a suonare mentre il Titanic affondava.

    Consiglio di abbandonare la nave… l’ho fatto quasi 4 anni fa e non sono per nulla pentito.
  • Gil_Grissom

    Allora non e’ vero quello che sostengono i grillini, cioe’ che tutti gli esponenti del PD sono dei bugiardi patentati.

  • dagira

    Mi piange il cuore a vedere questo grande paese, unico al mondo, scivolare sempre piu in basso, ma è possibile che non salti fuori un vero leader politico che abbia a cuore questo paese e le palle per fare quello che va fatto, quanto in basso deve cadere questo paese prima che cambi qualcosa, se al resto d europa va bene cosi peggio per loro, io voglio che l Italia torni indietro di 20 anni.

  • ottavino

    La gente vuole essere ricca e borghese. Avere i servizi e la pensione.

    Aderire all’American Dream.
    Un lavoro, il SUV e l’abbonamento a Sky.
    E tutto questo sta fuggendo!
  • mago

    Solo un kamikaze o un aspirante beato ci terrebbe a governare in italia…se ci tengono è perché hanno ancora un certo margine di guadagno…

  • consulfin

    Onestà intellettuale un corno. Da quanto ne so, il segretario di un partito ne detta la linea politica pertanto se questa gente resta all’interno di quella formazione ne condivide le scelte. Altrimenti può sempre uscire. Mi sorge il dubbio che non servano, persone così, ad intercettare elettori che, in assenza di questi cavalli di trova,  si sentirebbero liberi di seguire altre strade

  • gimo

    Bingo!

  • wld

    "Questo è quello che succede all’elettorato
    che ha abdicato al controllo sul proprio destino avendo scelto di
    giocare il ruolo di vittima, in un sistema che ha contribuito a mettere
    in atto."

    "Così intenzionalmente o meno, sì mantiene la bandiera della
    democrazia come se fosse un simbolo di una società libera e
    progressiva."

    "Oggi stiamo lentamente aprendo gli occhi su ciò che ci siamo rifilati. Che sia sotto il nome di Conservatore,
    Socialista, Liberale, Democratico, Repubblicano o altro ancora…non fa la
    minima differenza: sono semplicemente delle varianti di intrattenimento
    dello stesso tema, quel che rimane gestito è controllato da una élite
    nell’ombra, che tira tranquillamente le fila del potere e che consentirà
    che siano giocati solo quei giochi rigorosamente previsti nei suoi
    termini, senza andare oltre."