Home / ComeDonChisciotte / GRECIA: TSIPRAS SI SBARAZZA DI OGNI TRACCIA DI RIVALI
15580-thumb.jpg

GRECIA: TSIPRAS SI SBARAZZA DI OGNI TRACCIA DI RIVALI

DI YORGOS MITRALIAS

counterpunch.org

Ecco qui: il nuovo governo di Tsipras ha già risolto due dei suoi maggiori problemi, il debito pubblico e quello rappresentato dall’ex-presidente del Parlamento Greco, Zoe Konstantopoulou. Come è riuscito in quest’ardua impresa? Semplice! Cancellando dal sito ufficiale del Parlamento Greco – completamente e per sempre – tutto quello che in qualche modo ricordasse o riconducesse a Zoe Konstantopoulou e alle sue iniziative nel corso della sua breve presidenza, compresa la Commissione per la Verità del Debito Pubblico.

Di fronte a questa mossa impressionante del governo greco, che ci riporta ai fasti dei ‘gloriosi’ anni ’30 Stalinisti(1), ma anche del Macarthysmo più aggressivo dei primi anni ’50, è lecito chiedersi: questo significa che il debito pubblico della Grecia è stato rimosso? E che Zoe K. Ha ammesso la sua sconfitta e deciso di smettere di dire la verità e di mettere a tacere la critica al vetriolo nei suoi confronti?

La risposta è no. L’astronomico debito pubblico Greco continua come sempre la sua implacabile corsa. E Zoe K. si è rifiutata di ammettere la sconfitta. Quindi c’è una domanda a cui rispondere: in considerazione del fatto che il tentativo di cancellare dal sito ufficiale del Parlamento Greco ogni traccia di presenze indesiderate manca visibilmente di efficacia, perché il successore di Zoe K. e i suoi amici hanno voluto procedere in questo modo? Cosa avevano in mente?

L’unica risposta possibile è che, agendo in questo modo, tutte queste brave persone hanno voluto inviare un messaggio, o meglio un segnale, a qualcuno. A chi? Beh, ovviamente, ai famosi “partner europei” con cui le nuove autorità greche hanno appena raggiunto un accordo: un accordo che è allo stesso tempo…l’unico programma del Governo Tsipras; ma anche alla base della società Greca – in modo che non ci sia più dubbio alcuno sull’inevitabilità che ogni resistenza all’applicazione del Memorandum e ai suoi istigatori sarà schiacciata.

In poche parole, è stato un atto altamente simbolico inteso ad eliminare dalla memoria del popolo Greco non solo ogni traccia di un’alternativa alla politica del Memorandum, ma anche persino del nome della persona che più di ogni altra rappresentava quest’alternativa!

In realtà, la spietatezza di questi neofiti del neoliberismo nella lotta contro ciò che può definirsi la loro cattiva coscienza, non si limita a levare di mezzo ogni traccia che possa ricordare la breve presidenza di Zoe K. Andando avanti, e cancellando anche l’appello della campagna internazionale di “sostegno alla Commissione per la Verità sul Debito Pubblico e al diritto del popolo di verificare questo debito” (2), gli apprendisti stregoni della scuola Stalinista di contraffazione hanno voluto eliminare ogni traccia di questi 24.423 uomini e donne dai quattro angoli della terra, che finora (e la raccolta delle firme continua) hanno attivamente sostenuto questa campagna! Facendo questo, hanno dimostrato solo una cosa: il loro totale disprezzo verso queste migliaia di persone progressiste, di cui almeno 2.000 tra professori universitari ed economisti, che vogliono solo sostenere la Grecia contro i suoi carnefici.

Non dovrebbe essere una sorpresa che i leader di questo Syriza geneticamente modificato prediligano i peggiori metodi amministrativi. Infatti, ancora prima della loro spettacolare capitolazione, rivolgevano attacchi volgari e violenti alla Commissione per la Verità del debito pubblico, attraverso sporchi trucchi mediatici, senza avere neanche il coraggio di criticare pubblicamente e senza solide motivazioni. Difatti, fino ad oggi si tenta inutilmente di cogliere dalle loro parole degli argomenti validi contro il diritto dei cittadini alla verifica del proprio debito.

Al contrario, questi vigliacchi al confronto pubblico preferiscono i colpi bassi. Cinici e armati dell’arroganza del potere, si permettono di liberarsi in un colpo solo di decine di migliaia di persone che hanno firmato l’appello a sostenere la Commissione per l’Audit Pubblico, persone che per loro non hanno alcuna utilità, visto che questi illustri mediocri si sentono a proprio agio solo in compagnia dei ‘grandi del mondo’. A loro si applica molto bene quello che disse Jorge Semprun di Santiago Carrillo: “Per tutta la vita non ha fatto altro che entrare nei grandi saloni”.

Vivendo come loro, in un costante stato di insicurezza, e vedendo nemici anche lì dove ci sono solo attivisti che chiedono di sapere, è facile che questi seguaci di Machiavelli di seconda mano ricordino la peggiore tradizione Stalinista di eliminare tutto ciò che disturba. Privati – per fortuna – dei mezzi a disposizione dello zio Joe a suo tempo, si accontentano di levare di mezzo tutto quello che possa testimoniare i loro tradimenti e altri peccati – seguendo il modello degli inquisitori Stalinisti che fecero svanire nel nulla milioni di vite, nomi e volti di loro compatrioti sovietici. Un dettaglio importante: come un tempo a Mosca, oggi anche ad Atene questi inquisitori stanno dando la priorità all’annientamento di coloro che osano non riconoscere la natura geneticamente modificata del loro partito e insistono nel voler continuare da soli:…comunisti, anti-capitalisti e critici radicali dell’ordine costituito!

La nostra conclusione, tuttavia, è ottimista: ci vorrà ben altro che “ripulire” il sito ufficiale del Parlamento Greco, e molto più di una vile campagna diffamatoria a suon di colpi bassi, per eliminare la resistenza verso quelli che hanno venduto la loro anima al demone del neoliberismo e adottano le sue politiche inumane. Anche in condizioni molto difficili, la lotta va avanti, poiché ora si tratta di difendere i beni più preziosi per l’uomo: la dignità e la sopravvivenza.

Yorgos Mitralias è socio fondatore della Commissione Greca Contro il Debito, affiliate alla rete internazionale CADTM.

Fonte: www.counterpunch.org

Link: http://www.counterpunch.org/2015/10/26/greece-tspiras-is-eliminating-any-trace-of-his-rivals/

26.10.2015

Note:

(1) Cf – Il classico straordinario – David King “La scomparsa del Commissario” – ed. Canongate Books.1999

(2) Il sito dell’appello (in sedici lingue) e della campagna di sostegno internazionale – http://greekdebttruthcommission.org/index.php

Non c’è bisogno di aggiungere che – nonostante il Ferro e Fuoco – la campagna continua e oggi sono più benvenute che mai nuove firme per il suo sostegno.


Pubblicato da Davide

  • Stodler

    Speriamo che la base di Syriza non chiuda gli occhi e si allontani dal partito è aiuti i fuoriusciti.

    Se lottano per il bene della Grecia ovviamente.