Home / ComeDonChisciotte / ELAN VITAL
16505-thumb.jpg

ELAN VITAL

FONTE: ROSSLAND (BLOG)

Secondo il Ministro della Salute pubblica svedese Gabriel Wikström, il crollo “vertiginoso” della libido in Svezia è un problema politico.
Si può non concordare?
Il sesso, cioè la manifestazione più direttamente evidente di una libido in salute, è il primo e più importante capitale di cui dispone un paese.

Lasciate perdere il Pil, la sovranità monetaria, l’euro sì l’euro no, il bail-in e il Fiscal Compact: se la libido nazionale non da più segni di vita, è segno che un paese è in via di auto-estinzione.
Fa ridere?
Forse.
E forse no.
Tempo fa, mi spiace non ricordare dove, leggevo che nella Germania pre-nazista, l’anagrafe registrava un crollo delle nascite e, in più, un crollo verticale della nascita di maschi. Che, incredibilmente o forse no, ripresero a nascere numerosi all’inizio della Seconda Guerra Mondiale diminuendo contestualmente la nascite di bambine.

Lo stesso fenomeno di diminuzione della libido (e della natalità) pare oggi colpire tutti i paesi dell’area europea, con tassi di incidenza diversi.
Secondo il rapporto dell’Atlante mondiale della sessualità citato nel pezzo (e chi sapeva che ne esistesse uno fino a stamattina?), gli italiani fanno sesso appena poco più (ma poco davvero) di tedeschi e finlandesi. Di più ne fanno i croati, i polacchi, i bulgari e perfino gli inglesi. Per dire.
Che il sesso, cioè la libido, sia l’indice più sincero del tasso di serenità sociale di un paese?
Sembra una domanda sciocca, e forse, invece, è meno da spiaggia di quanto sembri.

Se pochi sono oggi perfino i giovani che riescono ad eccitarsi sessualmente senza il supporto di Youporn&Affini, credo che il nostro élan vital stia molto peggio di come ce la raccontiamo: non solo addio mito del caliente maschio italiano, ma il dato spiega forse anche la follia dei figli in provetta delle 50enni e pure di quelli surrogati delle coppie sterili o gaie.
Non sarà, forse, che la costante auto-repressione del naturale istinto all’auto-difesa contro le ingiustizie sociali (che è sempre pura libido attiva), inizia a presentarci il conto inibendo in noi perfino l’istinto vitale che si manifesta con il desiderio sessuale?
Perché, secondo me, puoi sì sostituirlo con Viagra e pratiche sado-maso per tirarlo artificialmente un po’ su, ma sono meri cerotti psicologici, pratiche che fanno quel che possono per consolarci con illusioni estemporanee sulla nostra vitalità finendo però per occultare il problema di fondo, quello che ogni medico di base diagnostica al primo colpo: se scompare il naturale desiderio sessuale, o sei malato grave, o hai esaurito in te la voglia di vivere e ti stai preparando alla fossa.
D’altra parte, come potrebbe essere diversamente?
Se si inibisce per anni la naturale ribellione ai soprusi e alle ingiustizie, se si passano anni e anni a farsi andar giù inetti e criminali leaders politici e governi contro cui un sano istinto vitale ti porterebbe invece a lottare, come può poco a poco non spegnersi anche quella libido che, prima che essere sesso, è il più potente e naturale istinto di sopravvivenza?
L’assenza di libido, come dice il Ministro della Salute pubblica svedese, è un problema politico perché dice l’assenza di una autentica luminosa voglia di vivere.

Sento spesso dire che gli immigrati africani fanno tanti figli senza mai porsi il problema di chi poi li sfamerà (accusandoli di scaricarli di peso sulle nostre magre tasche).
Ma i figli, da che mondo è mondo, sono l’unico capitale di cui può disporre un povero: figlia come un coniglio perché l’istinto di sopravvivenza è in lui più forte che fra gli umani civilizzati, è l’istintiva e indomita speranza nel futuro che faceva figliare come conigli gli italiani del dopoguerra i quali poi, raggiunto un apparente e precario benessere, hanno spostato la libido sull’accumulo e il consolidamento di capitale riducendo via via il numero di figli così che meno fossero le bocche che se lo sarebbero poi dovuto spartire.
Il che può avere un senso,in una logica evolutiva: superati i gradini base della scala di Manslow, l’essere umano affrancato da fame e miseria può dedicarsi a migliorare se stesso e la società in cui vive, non ha più bisogno di figliare mettendo in conto ai figli-capitale la sopravvivenza degli anziani e la cura dei campi da cui ricavare il pane per tutti.
Ai miseri della terra, a chi non ha più che la propria vita, le sovrastrutture culturali, che sono conquista del benessere, sono d’intralcio e finiscono per predominare oggi, invece, nonostante la nostra nuova realtà oggettiva: sembriamo aver dimenticato
che prima viene la vita, senza la quale non è data speranza; poi viene tutto il resto.

E la vita, ai suoi minimi ma decisivi termini, è libido.
Cioè sano autentico istinto sessuale e desiderio di sopravvivenza.
Che se si da malato o carente, dice di noi lo stato di salute fisica, mentale e…sociale.
Quando latita troppo e troppo a lungo, ci sta dicendo che ad essere ammalato non è il sesso in quanto tale, ma lo spirito vitale, di cui la libido sana è segno.
E non c’é Viagra, Youporn o sesso selvaggio che possa guarire uno spirito afflitto il quale, anarchico per natura, non prende ordini da nessuno.
Esegue, al più. Proprio come fa una meccanica pillola che ti spegne il mal di testa ma nulla ti dice su cosa quel mal di testa abbia causato finendo per danneggiarti intanto il fegato.
Più interessante che allarmarsi per i figli surrogati o la costante progressione di tendenze all’omosessualità, che è sì libido ma sterile, sarebbe chiedersi cosa diavolo si nasconde dietro a questo, cosa stia succedendo alla nostra linfa vitale, che fine abbia fatto in noi (e perché) l’istinto di sopravvivenza.
Non come europei o come occidentali o come cristiani (che sono tutte sovrastrutture culturali), ma come umani che abitano l’Italia e l’Occidente in genere.
Forse qualcosa in noi sta registrando una perdita di senso così irreparabile da spingerci verso l’auto annientamento come si auto distrugge la pianta infestata da invisibili parassiti?
Parassiti, vi dice qualcosa?
A me dice: politici inetti, governi eterodiretti da banchieri e finanza.
Dice che, se a ogni ingiustizia che mi fa venire voglia di prendere il fucile sistematicamente cancello in me anche il solo pensiero di effettivamente farlo, chinandomi invece ogni volta al volere dei predoni di stato globalizzati e globalizzanti, i parassiti mi hanno già colonizzato non solo l’anima, ma finanche la libido.
Che muore, nel silenzio del flusso vitale in corpi pur palestrati, pur veganizzati, pur youpornizzati ma spenti, senza più luce vitale propria.

Fonte: http://rossland.blogspot.it

Link: http://rossland.blogspot.it/2016/08/elan-vital.html

2.08.20’16

Pubblicato da Davide

  • ottavino

    La cosa è anche peggio di quello che è descritta, in quanto anche i pochi che nascono sono biologicamente degradati.

    Infatti già si vedono in giro, ad esempio, degli articoli dove si dice "i millenials fanno meno sesso dei loro genitori".
    Purtroppo tutto questo genere di argomenti non sono facili da trattare in un ambiente come quello occidentale che vede la metafisica come il fumo negli occhi. Per una trattazione corretta bisognerebbe aver risposto a domande tipo: cos’è l’uomo? perchè alcuni sono forti e altri deboli? Perchè c’è questa varietà umana? cos’è il sesso? qual è il meccanismo dell’attrazione sessuale? che tipo di influenze esercita l’ambiente sull’uomo? Che cos’è lo "slancio vitale"? 
    Come si vede sono questioni gigantesche che non è facile trattare in un blog.
  • Oxymen

    la vita, ai suoi minimi ma decisivi termini, è libido…Forse qualcosa in noi sta registrando una perdita di senso così irreparabile da spingerci verso l’auto annientamento

    Beh, non male come spiegazione. Ma io andrei un po’ più a fondo. E se "politici inetti, governi eterodiretti da banchieri e finanza" fossero l’effetto invece che la causa? Se cioè quel qualcosa che ci spinge verso "l’autoannientamento" fosse invece la consapevolezza che ciò che sapevamo e su cui avevamo basato la nostra libido (in senso più di agape che di eros) è ormai andata persa, e su tale perdita hanno fatto le propie fortune i parassiti di cui sopra? Ricordiamoci una regola d’oro della finanza: se qualcuno perde qualcun altro guadagna. Magari miltissimo. La stragrande maggioranza degli umani è alle prese con il crollo verticale della propria credibilità (ergo libido) a causa del fallimento del sogno e del progetto legato alla modernità. Su questo crollo (fortuito o pilotato che sia) hanno fatto la fortuna i pochi eletti che oggi detengono le fortune planetarie, vedi l’analisi di Oxfam.
    Se il simbolo della modernità è stato il dinamismo sociale ed un accesso alle risorse abbastanza garantito a tutti, oggi quel meccanismo è rotto e l’accesso alle risorse (anche quelle conquistate dalle lotte) è diventanto un problema.
    In realtà l’elan vital (Bergson) che manca è quello generalizzato, quello legato al senso comune. Il trickle-down (classica bufala neoliberista) svela qui tutta la sua vera natura: si tratta di togliere la spina al generatore che tiene in vita l’elan vital con la scusa di favorire il "gocciolamento" del progetto postmoderno. Purtroppo tale progetto riguarda (in positivo) solo una stretta elite (tutti gli altri devono solo subirlo), e non è possibile allargarlo alle masse, pena il ritorno ad un accesso libero alle risorse e conseguente crollo della postmodernità.

  • busdriver

    e ci si chiede perchè?

    Fare e mantenere un figlio costa quanto un cayenne,le ragazze sanno solo arrivare all’altare e poi buttarti fuori casa e portarti via la casa i figli e la macchina . E poi ovviamente li devi mantenere.
    Dalla radio e dalla tv sparano notizie indecenti che tutto va male ,tutto fa schifo e tutto sta andando a popò
    Che si cominci a fare una bella ripartenza in stile anni 50 e se la notizia è triste in tv non deve passare
  • giannis

    Forse l’ umanita’ ha perso la gioia di vivere , lo dimostra anche il fatto che il70-80 % di tutti i soldi del mondo vengono spesi per creare armi , bombe , missili , caccia bombardieri……

  • PietroGE

    Danimarca, baby boom dopo lo spot che invitava a fare sesso.

    http://www.quotidiano.net/sesso-danimarca-baby-boom-1.2232308 [www.quotidiano.net]

    Non è vero che questi sono sviluppi automatici che vengono spontaneamente nelle società avanzata. Sono progetti di sterminio di intere etnie. Una politica di aumento della natalità verrebbe considerata razzismo. Chi comanda ha già deciso che i migranti dovranno sostituire i figli degli europei.

    L’esempio danese smentisce tutte le ipotesi di desiderio di scomparire.

  • sfruc

    Ricordo in proposito l’intuizione di Freud, tuttora valida, riguardante il rapporto di inversa proporzionalità tra libido e aggressività.

    Al disperato declino della libido corrisponde una crescita esponenziale dell’aggressività.
    Se la prima, affossata dal lungo e frustrante servaggio senza prospettive, dev’essere in apparenza rinfocolata con mezzi sintetici e illusori, la seconda impera anche nei più minuti rapporti quotidiani. Chiedere lumi alle persone picchiate fino al coma per un alterco di parcheggio, per esempio.
    E, notare: 
    frustrazione => crollo della libido e impennata dell’aggressività
    frustrazione => rabbia inespressa e trasferita dalla vera causa frustrante ai falsi obiettivi occasionali, usati come pretesto per sfogarla aggressivamente
    risultato = neutralizzazione di ogni rivolta – o anche semplice opposizione – contro le vere cause frustranti, ossia il sistema di potere cui soggiaciamo
    soluzione = rivolgere la propria (sana) aggressività contro quelle cause, invece che contro gli effetti o peggio contro occasionali spauracchi di sfogo – che il divide et impera ci fornisce sempre in abbondanza
    Amen
  • 1Al

    Mens sana in corpore sano. Oggi tutto è insano.

  • Quantum

    Gli immigrati fanno comodo!

    Hanno fame si svendono per meno salario facendo concorrenza agli autoctoni.
    Sono più forti e prestanti fisicamente.
    E dulcis in fundo quello che piace ai poteri, sono mediamente a bassa scolarizzazione ed hanno basso QI. Sono più facili da manovrare.
  • IVANOE

    Soprattutto per l’uomo si dice : il pene non vuole pensieri…
    per la donna è diverso perhè la donna vive la sua libidine in modo diverso e lungi da me fare del becero maschilismo la donna nel rapporto sessuale è passiva sempre, mentre è l’uomo che deve come suol dirsi alzare bandiera…
    Il punto è questo. Finalmente la natura fa il suo corso in questo mondo becero, degradato socialmente perverso : non fa fare più figli e lentamente ci porta alla fine all’estinzione.Era ora !!!
    Al di là di questa mia sembra pessimistica affermazione ma allo stesso tempo c’è dentro tanto ottimismo, torno al primo punto , il maschio non vuole problemi.
    per intervenire affinchè ritorni la sana libidine e quel sesso vero tanto citato dall’immenso pier paolo pasolini che intendeva nella sua lucidissima mente come sesso uguale a gioia e non come sesso diventato solo consumo bisognerebbe:
    1) distruggere fisicamente e organizzativamente tutti gli attuali mass-media;
    2) rendere più prosperosa la vita economica delle persone aumento del reddito procapite percjè uno a letto non può preoccuparsi delle bollette da pagare dal capo stronzo che ti vuole licenziare oppure dal fatto che non ai soldi per assicurare una vita dignitosa ai propri figli
    3) rivedere e riscostruire il ruolo naturale della donna nella società e nella famiglia ossia fargli fare quello che vuole veramente la donna e non inculcargli il verbo della donna manager della donna che può stare da sola che diventa cinica e fredda davanti alla avance garbate di un maschio;
    4) chiudere le palestre dove i machi si fanno i muscoli e fargli fare i muscoli a loro e tutti quelli che vogliono fare i muscoli nelle campagne, zappe, vanghe ecc. ecc. vita sana contadina dopo il lavoro per fare i muscoli e sopratutto fare socializzare i maschi con altri maschi
    5) cancellare figure come gianna nannini o fabrizio corona esempi inqulificabili per una societa umana
    6)eliminare la pornografia ed aumentare invece gli spazi d’incontro tra uomini e donne tra ragazzi e ragazze nelle scuole più ore e strutture idonee aperte, strutture ricreative intelligenti e accattvianti che facciano spegnere le tv nelle case.
    Questi solo alcuni degli acorgimenti, ma io spero che tutto continui cosi e che l’uomo si estingua come i dinosauri perchè nella sua millenaria storia non è ancora riuscito a sostituire lo sfruttamento del suo stesso simile con un sistema sociale più giusto e più equo che otre a badare alla moneta abbia come uguale valore il rispetto e l’aiuto al prossimo per farlo stare bene come cercano e possono stare bene chi ha le possibilità economiche per farlo.
    Perchè il paradosso è che molti hanno la ricchezza ed il benessere ma hanno perso il sesso unica vera pulsione che valga la pena di vivere fino in fondo…

  • Boero

    Dispiace dovermi ricitare ma Yukio Mishima,aveva già acapito tutto,distruggi il pudore distruggi l’eros

  • natascia

    E’ giunto il tempo che la specie umana si estingua. Questo nonostante l’affanno dei   banchieri  per altre forme di riproduzione umana. Nonostante le loro  convinzioni di  dominio  sul debole meticciato indotto.  La fine del tempo umano la si legge in tutto. Penso sia giusto così, troppe occasioni sprecate, troppo tempo non usato per rimediare, troppa ingordigia.

  • Ezechia

    Quoto al 100%

  • riefelis

    Non non credo che ci sia un calo della libido ma l’articolista ha fatto una grossolana confusione su due altri fenomeni molto evidenti:
    1) la notissima tendenza delel coppie a sfornere meno figli. ma questo dipende da altri fattori e non dal calo della libido.
    2) minor predisposizioni a formare coppie stabili (motivo sociale che non dipende da calo della libido).
    I giovani di oggi fanno sesso molto più precocemente e in modo estemporaneo solo che questo sesso non è finalizzato alla ripsroduzione e alla costruzione di una coppia stabile.

  • Hamelin

    Corretto , concordo .

  • rossland

    Interessante la notizia al link. Vorrà dire qualcosa il fatto che la Danimarca sia sì in UE, ma non nell’area euro? E’ un paese piccolo ma ricco, con un sistema di welfare eccellente e, per quel che si sa, fin qui mai messo in discussione "perché ce lo chiede l’Europa".
    Un paese sereno sul piano del welfare è sicuramente più disponibile anche a "giocare" con le fantasiose campagne marketing che li sfidano a figliare per avere sconti convenienti.
    Qui siamo ai mille euro a figlio (se ci sono ancora questi contributi), poi il come tiri su un figlio sono fatti tuoi. Come se un figlio (la famiglia) non fosse – anche – "patrimonio" del paese da tutelare, e ogni aiuto pubblico fosse una mancia, una grazia ricevuta.
    Basta vedere le polemiche sorte in questi anni sulle rette (insostenibili) per gli asili e quelle per i pasti (schifezze) che qualche famiglia non riesce più a pagare.
    Senza contare che dalla culla all’università un figlio costa così tanto che una coppia, prima di metterlo al mondo, ha bisogno almeno della certezza di riuscire a mantenerlo, quindi di un reddito sicuro e un tetto sulla testa.
    Cose che in Italia nessuno ha più, tranne i pochi che il patrimonio lo incrementano mangiando sulla testa dei più…

  • No_Fear87

    sulle donne che cercano solo un vitazio ai danni dell’uomo, sono stra d’accordo! Ormai la vita occidentale si riduce a questo, tutto il resto, ciò che dice rossland sono dei pipponi inutili! E vabè che c’è anche l’apatia, il degrado, la mancanza sensoriale di stimoli da aggiungerci, ma sono più che altro elementi di contorno.

    Lo dice già la Svezia: affida un’intero paese a un branco di donne e questi sono i risultati 😉
  • rossland

    troppa ingordigia

    L’ingordigia, l’avidità, in un mondo interdipendente, è ignoranza. Di sé e del mondo.

  • Hamelin

    Ma secondo me non esiste il calo della Libido .
    Nessuno puo’ cancellare la parte ormonale  , ma si puo’ soltanto reprimerla od annacquarla ( il porno nasce proprio per quello ) .

    Sono gli architetti della nostra società che hanno creato questo problema , creando una società che fa schifo .

    Hanno eseguito tutto con maestria  creando il mito della donna superiore ed uguale all’uomo ( e lo stanno ancora facendo vedi il rotomartellamento delle palle con il "femminicidio" ) distruggendo i ruoli naturali , sessuali ed affettivi di coppia .

    Un uomo vorrebbe trombarsi una donna per il suo completamento emotivo , affettivo e sessuale , non una brutta copia egoica e paranoide di se stesso .

    La gente non si sposa e non fa piu’ figli perchè non si riconoscono piu’ l’un l’altro uomo e donna .

    La donna è completamente alienata dal suo ruolo naturale perchè la società gliene impone un altro e l’uomo non sa piu’ che pesci pigliare in una situazione del genere .

    Il sesso in quanto tale viene comunque eseguito sempre meno visto che in queste circostanze senza la creazioni di rapport stabili si puo’ fare solo sesso occasionale per bisogni puramente fisici e mentali .

    E un piano perfetto che si incastra con Kalergi per estinguere la Razza Bianca .

  • rossland

    O forse, l’umanità ha perso la gioia di vivere proprio perché sa, anche se non lo sa, che un mondo invaso da strumenti di morte non è un posto bello in cui continuare a voler mettere radici…

  • ZombiHolocaust

    secondo me i motivi sono essenzialmente 2, ma questi 2 motivi partono da un fine ultimo, ovvero il depopolamento perseguito dala cupola dell’NWO (Rockefeller ammette senza mezzi termini come questo sia uno dei punti più importanti dell’agenda)
     Come riuscire a perseguire cio? con 2 metodi

    1) il femminismo rampante e la rivoluzione gay & transgender (pubblicizzate 24 ore su 24 dai media in ogni ambito)

    2) l’avvelenamento dei cibi e dell’aria con metalli pesanti che hanno effetti anche sull’impotenza maschile, se si leggono le statistiche c’è da rabbrividire nel constatare che questa disfunzione – malattia stia sempre più prendendo piede.

    Questi sono fatti incontrovertibili, il resto conta molto meno.

  • Emanuele_C

    Beh? E allora? Ma chi se ne frega di questo "spegnimento"? Io me lo auguro ancor più vertiginoso e più rapido. E quanta infinita presunzione, veramente. Normalizzando la vita del Pianeta Terra ad un anno, la nostra esistenza come genere umano si può riassumere più o meno in tre minuti, 180 secondi in cui abbiamo fatto un casino che manco alla fine del Permiano. E ci preoccupiamo che stiamo perdendo la luce della vita? Parliamo come fossimo eterni, siamo dei veri idioti, anzi no degli autentici stronzi. L’altro giorno leggevo che il Titanis, una creatura preistorica, ha popolato la terra per 50 milioni di anni. Riflettevo sulla durata della sua permanenza qui, immensa. Poi soppiantata dai lupi e dalla loro capacità di organizzazione in branco. Noi siamo andati oltre, ben oltre quanto il ciclo vitale della natura permette ad una specie ed invece di usare quel kilo e mezzo di materia grigia per migliorarle le cose che abbiamo trovato, semplicemente mantenendole e vivendoci in armonia, abbiamo deciso di usare quel potere per creare sistemi di controllo su tutto, noi stessi compresi. Miliardi di persone invocano roba inesistente a proteggerli, io adoro Dio Meteorite (realmente esistente lì fuori da qualche parte) pregandolo di centrarci per benino ma abbastanza da far sopravvivere microorganismi che possano evolversi, cancellando per sempre l’anomalia della razza umana, unica in migliaia di milioni di anni di esistenza di questo sistema solare.

  • rossland

    Lei ha ragione, ma solo per la parte della libido che riguarda la mera sessualità. La libido è molto più del sesso, è potenza creatrice e potenza distruttrice. Il sesso è solo la superficie della libido, una delle sue manifestazioni esteriori, forse la sola che oggi siamo in grado di percepire e con la quale giochiamo per ricavarne piacere. Piacere che si risolve ie si dissolve n sé, pura rappresentazione di qualcosa la cui potenza ci è stata sottratta rifilandoci in cambio, appunto, giochetti alla portata di tutti.
    Ma la libido o crea o distrugge, altrimenti non è, è morta, spenta, finita nella cantina della vita…

  • rossland
  • neroscuro2014

    È una bella citazione e  credo che dica una grande verità.

  • ottavino

    Senza filosofia, senza metafisica, senza una concezione del mondo, è tutto inutile. E’ un vano parlare, è un vano correre a destra e a manca, rincorrendo cose che fuggono…. incomprensibili….

  • Emanuele_C

    Come tu scrivi le tue, io scrivo le mie, di cazzate. Beninteso, i meteoriti sono la migliore possibilità di finire di scriverle e per tua informazione: ESISTONO. Ciao bello. 😉

  • riefelis

    Assolutamente no. Quella è solo una considerazione cervellotica che non coglie la semplice realtà delle cose creando un mescolone assurdo.
    La libido ha un suo semplice sgnificato.
    La validità dell’articolo è minato alla base. E’ assolutamente privo di senso.

  • riefelis

    I succo è tutto in questa risposta dell’autore-atrice dell’articolo in questa risposta a un mio commento:
    "Lei ha ragione, ma solo per
    la parte della libido che riguarda la mera sessualità. La libido è
    molto più del sesso, è potenza creatrice e potenza distruttrice. Il
    sesso è solo la superficie della libido, una delle sue manifestazioni
    esteriori, forse la sola che oggi siamo in grado di percepire e con la
    quale giochiamo per ricavarne piacere. Piacere che si risolve ie si
    dissolve n sé, pura rappresentazione di qualcosa la cui potenza ci è
    stata sottratta rifilandoci in cambio, appunto, giochetti alla portata
    di tutti.
    Ma la libido o crea o distrugge, altrimenti non è, è morta, spenta, finita nella cantina della vita…"

    Articolo assolutamente privo di senso che nasce da una costruzione cervellotica del concetto di libido del tutto al di fuori della realtà.

  • rossland

    Tanto "semplice" il significato di libido non dev’essere, vista la mole di parole che lo stesso Freud ha usato per definirla.
    Il che non toglie che l’articolo possa per lei non avere senso, ma solo se lo intende per ciò che non vuol essere. Sono considerazioni interlocutorie personali, null’altro…

  • giannis

    "Soltanto reprimerla ed anaquarla ( il porno nasce proprio per quello ) " Ma il porno ci fa diventare tutti piu’ pervertiti e quindi piu’ sesso solo per piacere senza figli ma comunque piu’ sesso

  • olmo

    Quelli che si sollazzano con pensieri tipo " è un bene che l’umanità sparisca dalla faccia della terra" sono pregati per coerenza di essere avanguardia e dare l’esempio in prima persona.

  • Oxymen

    Penso che manchi loro la "libido" per poterlo fare. Ma mica è colpa loro, è che non ce n’è più proprio. Molto meglio i giochini mentali, no?

  • rossland

    Quoto!

  • IVANOE

    Come vi invidio… visto che non riuscite a capire più di tanto…
    Come vi invidio voi che state bene ovunque vi troviate… che prendete il cappuccino la mattina e guardate il vostro lauto estratto conto che non vi fa avere pensieri… che vi fa dire… ma sti cazzi degli altri !!!
    Come vi invidio voi che quando avete un amplesso non vi rendete conto di quello che state facendo…soltanto un  fastidio che corre nell’uretra…
    Voi si che meritate di rimanere soli sulla terra… voi si che siete la nuova umanità.. e allora si che saranno ancora più cazzi amari per chi rimarrà…spero solo che voi che rimarrete gli unici sulla terra siate ibridi come i muli…. e vi auguro una lunghissima vita su questa bellissima terra, dove non muore nessuno ammazzato, dove chi vi fa una carezza è buono come gesù, che chi vi parla alla tv lo fa sempre con sincerità e mica per perfida malignità… su questa terra dove i bimbi sono rispettati da tutti pure dai preti, dove le donne sanno scegliere i propri uomini e poi se qualcuno di tanto in tanto s’incazza la colpa è sempre dell’uomo mica della donna che lo ha scelto e gli ha aperto subito le gambe… dove le donne non fanno mai le prostitute perchè tutte hanno un’occasione e dove il denaro non conta nulla ma conta solo l’amore e la bonta… beati voi che vivete in questo mondo e che lo vedete così…solo ditemi da quale psicologo stregone andate o quale spacciatore frequentate che magari ce vado pure io…

  • fabKL

    Concordo.
    Il libro piu antico del mondo spiega che anche se sei nel paradiso terrestre ed hai tutto tranne una mela, sara’ quella mela che vorrai!

  • fabKL

    Concordo, ed aggiungo al punto 2 l’utilizzo del cellophane per avvolgere i cibi

  • fabKL

    Condivido gran parte dell’articolo ma ritengo che vi siano anche altri fattori che influenzano in maniera diversa ed in particolare:
    – La castrazione psichica che deve dimostrare un uomo di fronte a donne sempre piu nude nella vita di tutti i giorni.
    – l’inflazione del rapporto sessuale.
    – la decadenza del valore della conquista
    – Il consumismo per appagare ogni frustrazione.
    – Il tempo da dedicare a storie e avventure.

  • natascia

    Cogliere le discrepanze e gli errori quasi irrimediabili non significa dire " è un bene che l’umanità sparisca dalla faccia della terra". Significa essere realisti. E ormai giunto giustamente  il tempo,  senza cercare le  colpe e usare la parola  con la quali si  domina da ormai troppo tempo,  di passare al libero pensiero seguito dall’azione. Per quanto riguarda l’avanguardia, esistono moltissimi suicidi di cui nessuno parla. Suicidio, anche  se non immediato, è anche  non fare figli.

  • spadaccinonero

    per fare i figli ci vogliono (notasi la maiuscola) le Donne…

    salvo rarissime eccezioni, intorno a me vedo solo esseri umani con la vagina che sono più uomini degli uomini stessi…
    gli immigrati fanno più figli? perché?
    perché da loro la Donna non ha ancora abbracciato completamente gli "ideali" del ’68, a breve cambierà anche per loro dato che le tipe in burqa iniziano a guardare le scarpe con tacco 12 nelle vetrine del centro…
  • Frigo

    Come sono d’accordo! Porcapupazzola, crescendo e controllandomi quando sono stato con una donna non avevo occhi per nessun altra. Loro no, hanno bisogno dell’harem maschile perenne… come certi "maschi" d’altronde.

  • gix

    Quando dalla mattina alla sera si viene bombardati da immagini e notizie di morte e  ogni occasione è buona per ricordarci che tutti dobbiamo morire, anche rocco Siffredi perderebbe la sua celebre libido. Non si tratta di argomenti facili da affrontare, per questo onore al merito del governo svedese che almeno ha avuto il coraggio di mettere la questione all’attenzione di tutti; pensiamo a cosa avrebbe fatto la nostra classe politica in una situazione del genere. Certo sembrerebbe che stavolta non si tratti di un complotto demoplutogiudaico massonico, ma invece non è detto. purtroppo, se complotto c’è, le prime vittime sono state le donne, oggetto di pluridecennale aggressione con nuovi e assurdi stili di vita che poco hanno a che vedere con la naturale idea di comunione tra i sessi e procreazione. Anche se, come qualcuno ha detto, il ruolo della donna è prevalentemente passivo, in realtà non è così, la donna è il motore della vita. Certo oggi c’è il sesso libero, la pornografia, non è quindi un problema di pura misura della libido, ma semmai della qualità della stessa. Non è un caso che quando il  sistema voleva tanti figli per fare guerre e altro, ci teneva tutti nell’ignoranza e ci relegava ai primi gradini della scala di maslow. Ora che, in teoria, sappiamo molte più cose e siamo saliti ai gradini alti della scala, rischiamo l’estinzione come razza, curioso no? Forse due cose possono salvarci, tornare ignoranti, o meglio dimenticare tutto quello che abbiamo imparato, e sperare nelle donne. 

  • ottavino

    Avete notato che le donne indossano quasi sempre pantaloni stretti?

    quindi non prevedono di espandersi……
  • fobia1984

    noto con una certa curiosità che molti utenti qui invocano l’estinzione del genere umano nella sua totalità, praticamente non vedono l’ora che il genere umano venga spazzato con tutta una serie di eventi di vasta portata e si tolga di mezzo in modo brusco e repentino, in quanto troppo vorace, consumista e oramai irrimediabilmente corrotto nella sua moralità; io invece penso che il calo dell’appetito sessuale sia più che normale, e perfettamente in linea con l’andamento ciclico di questo periodo storico, potrà sembrare strampalato quello che sto per dire, però ora vorrei riallacciarmi a @gix quando sostiene che la donna è il motore della vita, in pratica la donna possiede una sorta di "cervello astrale" se cosi lo si può definire, ovvero l’utero, un organo che  può essere opportunamente ripulito con delle determinate pratiche di respirazione cronologica dalle sue contaminazioni eteriche che vengono impiantate senza che la donna ne abbia un minimo sentore dal seme maschile durante un normale rapporto sessuale, ora se l’utero è intasato si innesca un circolo vizioso in cui queste contaminazioni eteriche non direttamente visibili a occhio nudo, costringono la donna attraverso degli impulsi irresistibili a sentire continuamente il bisogno di soddisfare la propria libido, siccome l’utero è un organo dotato di una percezione interiore molto raffinata, lo si potrebbe definire il vero e autentico motore evolutivo che può aiutarci come specie umana a compiere un vero e proprio salto di qualità nell’evoluzione includendo anche il genere maschile e aiutarlo in questo processo evolutivo; questo calo della libido a me pare più’ che giustificabile perché l’energia sessuale in origine non serve a soddisfare le proprie pulsioni corporali ma andrebbe reindirizzata con opportune tecniche di matrice orientale (tao yoga, tantra. ecc..) per ampliare i propri orizzonti cognitivi.

  • spadaccinonero

    grazie Frigo (:

  • spadaccinonero

    farsi più seghe non significa fare più sesso…

  • Emanuele_C

    Inizia pure, ti cedo il posto. 🙂

  • gaia

    La stessa cosa qualcuno l’ha scritta sui commenti nel blog stesso di rossland.

  • gaia
    L’utero "cervello astrale" che vuole dire? Può essere più preciso?
    Cosa sono le contaminazioni eteriche?
    L’organo sessuale maschile è portatore di contaminazioni eteriche, che vuol dire?
    Se non sono visibili ad occhio nudo in che altro modo se no conosce l’esistenza?
    L’energia sessuale in origine a cosa era destinata?
    Grazie per quanto vorrà rispondermi.
  • Vocenellanotte

    Mi mancano i commenti di Andriun e per questo argomento sarebbe stato stimolante.

    A mio parere la faccenda è estremamente lineare: si è semplicemente spento l’interesse degli uomini per le donne. Datemi una ragione per cui un uomo dovrebbe avere un progetto da realizzare con una donna. Sotto il profilo della mera eiaculazione ci sono infinite occasioni per realizzarla, non ultima l’autoerotismo. Sotto il profilo della perpetuazione genetica oggi non ha più senso visto che l’omologa, l’eterologa, gli affitti di organi, semi e uova, rendono il campo una brodaglia nel quale dovresti immettere i tuoi geni a quale fine non si sa. Sotto il profilo culturale quale uomo ha più desiderio di creare una famiglia visto che dopo un attimo diventi un perseguitato dai tribunali, dalle banche, da equitalia, un delinquente della peggiore specie da disprezzare a prescindere. 
    Fare credere che la libido sia solo una una questione "ormonale" è quantomeno inopportuno ed equivale alle posizioni dei complottisti della geopolitica.
  • gaia

    Come non essere d’accordo con lei?

  • natascia

    Spero che il tuo nike comprenda l’anno di nascita. Questo mi fa ben sperare sulle nuove generazioni. Complimenti, condivido tutto il tuo pensiero, ma al momento non ho più la giusta energia.

  • IVANOE

    Caro vocenellanotte hai fatto centro.

    E’ così e te lo dico io da padre e nonno…
    E ti posso dire che i figli e i nipoti sono il massimo della soddisfazione umana che puoi raggiungere, però questi bastardi zozzi di gentaglia che detiene il potere ti fanno rimpiangere di averli messi al mondo in questo zozzo mondo…
    Dove tutto si basa sulla competizione a chi si fa più donne degli altri a chi ha più soldi degli altri ossia tutto gira perchè uno deve fare invidia all’altro mostrando a chi ce la più lungo… a chi è più fico… e questo genera a lungo andare nevrosi senso di inadeguatezza e conseguentemente calo del desiderio e della libido…
    Tutto ruota sui soldi chi più ce ne ha più mette sotto l’altro e più sfoggia la sua arroganza e la sua prepotenza…
    Questo è quanto, in tutto questo s’innesca la qualità delle persone, ci sono maschi che approcciano le donne in modo serio sincero carino e cercano sempre di instaurare una relazione c’ è poi il coatto che racconta che quelle che tu stai approcciando lui se le è fatte diverse volte e ti stanno prendendo per il culo, ci sono donne che cercano a tutti i costi di essere vistose e non ti si filano minimamente perchè non sei troppo trasgressivo non sei uno fico come quelli che stanno in televisione…e ti accorgi che c’è tanta ignoranza tanta solitudine da parte di tutto.
    Il maschio quello serio quello che pensa bene ormai sà che non ci sono più storie pulite, incontri donne che hanno avuto diverse storie che sono navigate o come si dice in gergo ampiamente lavorate… e il maschio sfugge a questo il maschio che vuole costruire il maschio che veramente conta nella società, tutti gli altri che invece sono corrotti colpevolmente da tutte le tentazioni di questa sporca società pur riscuotendo successo con quelle donne sono ibridi non sono buoni per costruire e immancabilmente vengono colti anche loro da nevrosi perchè sempre in compeitzione per essere i meglio sulla piazza..e anche a loro la libidine scende e sono doppiamente fregati…
    Questo è quello che percepisco i veri maschi gli ingegneri della società non hanno più interesse a fecondare donne che non sono all’altezza del loro compito ed evitano la competizione con gli altri maschi coatti…Quando si ritornerà al passato a riscoprire la libidine ? Quando ci sarà un ritorno alla scrematura dei maschi seri e donne serie che avranno una libidine sana e un sesso sano.
  • fobia1984

    1) In pratica l’utero, ma per essere piu precisi tutta l’area che si estende dal’apparato genitale fino a risalire verso il basso ventre lo definisco una sorta di "cervello astrale" perchè il suo ruolo principale non è soltanto quello di ricevere il seme maschile ma anche di espandere il proprio raggio percettivo, (per analogia è come le donne avessero in mezzo alle gambe un’organo i cui effetti sono equiparabili a quelli della ghiandola pineale quado è al top dello svolgimento delle sue funzioni, a patto ovviamente quest’ultima si sia decalcificata, allo stesso modo anche l’utero va ripulito rievocando non attraverso la propria memoria lineare, ma con la memoria subcosciente, al pari dei fotogrammi che formano una pellicola, tutti quei ricordi e quelle scene che sono riconducibili ai rapporti sessuali intrattenuti con quel rispettivo partner).

    2 e 3) Per "contaminazioni eteriche" mi riferisco alle ripercussioni che la controparte eterica del liquido seminale (che Paracelso e Yogi Ramacharaka definivano Aura Seminalis) ha sull’appartato genitale femminile e sul suo conseguente attaccamento alla sessualità e al rispettivo soddisfacimento dei propri appetiti sessuali. Quando le controparti eteriche dei fluidi sessuali si mescolano durante l’amplesso, si vengono ad instaurare dei veri e propri "nodi" di dipendenza reciproca i quali da un lato hanno il vantaggio di creare dei veri e propri fenomeni di trasmissione telepatica fra i due rispettivi partner, quindi sono paragonabili a dei trasmettitori e ricevitori di informazioni, mentre dall’altro lato invece possono drenare grossi quantitativi di forza vitale, col risultato che la donna viene mantenuta in una condizione di assoggettamento energetico in quanto secondo i meccanismi che regolano la realtà sottile è costretta a nutrire energeticamente ogni partner di sesso maschile con cui ha interscambiato le proprie secrezioni organiche. Ovviamente molte donne intuiscono il drenaggio energetico in corso, ma nella quasi totalità dei casi non riescono a decifrare e a concettualizzare ciò che gli sta accadendo, manifestando una sensazione di "vuoto", un pò come se gli mancasse qualcosa, le cui conseguenze si andranno poi a ripercuotere nella sua vita.

    4) Durante una masturbazione o una penetrazione si può temporaneamente seppur per brevi istanti entrare in una condizione di "wu shin" quindi di "vuoto mentale", in pratica il chiacchiericcio mentale si fa da parte, perchè l’attenzione è completamente assorbita dalla situazione di quel momento, in quei pochi secondi vengono mossi grandi quantitativi di energia sessuale, è possibile cosi iniziare non dico da subito a visualizzare i contorni luminosi che circondano i fluidi organici ma quantomeno è possibile sentire le sensazioni che vengono emanate da tali sostanze. Oppure si può provare a recuperare i ricordi collegati con l’amplesso o attraverso un’intensa respirazione addominale, e lasciare che le scene si susseguano da sole, e direzionarle concentrandosi sul basso addome che ha la funzione di controllare il susseguirsi del flusso dei ricordi, oppure si possono stimolare i polpacci dove sono memorizzate le nostre esperienze di vita.

    5) L’energia sessuale in origine era destinata a svolgere la funzione di ponte di collegamento con il mondo astratto e intangibile, quel mondo che Steiner definirebbe occulto. Quindi essendo tale energia, un autentico condensato di melatonina ,non dovrebbe essere dispersa ma riassorbita e ricanalizzata verso la prostata, nella quale avvengono particolari trasformazioni che andranno a riconfigurare l’intero sistema endocrino (per i maschi), mentre per le donne penso che il discorso sia pressochè simile, si tratta in sintesi di sentire l’energia che scorre dai genitali fino al plesso solare.

    In conclusione il calo dela libido può essere causato se osservato da una prospettiva non abituale, dal fatto che la donna nel suo insieme si sta sobbarcando un enorme carico, e forse tutto il degrado sociale a cui stiamo assistendo non è altro un’eccessiva e incondizionata identificazione della donna affinchè essa possa conformarsi in dei ruoli sociali che gli sono stati messi a disposizione, ruoli che in ogni caso la deturpano e la fanno deviare dal suo flusso originario. Probabilmente la donna nel tentativo di equipararsi al modello di vita maschile si è persa per strada e un modo per far si che essa possa schiarirsi le idee è di consultare il suo cervello astrale (come si consulta il cervello astrale? meditando su di esso ). Chissà mi viene da pensare o forse vengo a mia volta pensato da qualcosa di indefinibile e indecifrabilie che a sua volta mi sta pensando, che tutto il degrado sociale a cui stiamo assistendo da spettatori impotenti non sia altro che una mancata rivendicazione della nostra natura intrinseca, che sta sfociando in uno scenario che in un prossimo futuro verrà portato alle sue estreme conseguenze. (i sintomi che fanno presagire uno scombussolamento collettivo ormai sono sempre piu evidenti). Come specie non dico che abbiamo i decenni contati, semplicemente dovremmo sottoporre un attimino ad una revisione tutti i paradigmi culturali, insomma fare una bella analisi di tutto lo stile di vita moderno, ma per fare ciò bisogna modificare il consenso, è tutto basato sul consenso, basta sostituirlo, si tratta di fare una scelta, ma se la consapevolezza che riguarda la condizione umana nel suo insieme è assente, allora continueremo a essere spettatori passivi e a subire le circostanze, senza poterle incidere e determinarle con il nostro intento.

    http://www.my-personaltrainer.it/benessere/esercizi-di-kegel.html [www.my-personaltrainer.it]

    http://www.lifegate.it/persone/stile-di-vita/l_organo_regolatore_della_potenza_sessuale [www.lifegate.it]

  • fobia1984

    La ringrazio, per l’esattezza sono nato quasi al confine del 1984, nel solstizio d’inverno, comunque dopo essermi reso conto delle aberrazioni che contraddistinguono la mia generazione e quelle successive ho iniziato a prenderne le dovute distanze, nella stessa maniera in cui un animale annusa qualcosa per comprendere dove, come e quando e se gli conviene ancora o meno fidarsi. La sessualità cosi come viene intesa al giorno d’oggi è ormai ridotta ad un valzer di luoghi comun, talvolta osceni, malcelati, meccanici e stereotipati , ma se si recupera quella sua dimensione esistenziale che l’ha sempre permeata, si può notare come essa abbia delle implicazioni che possono risultare devastanti e condurre ad un declino sociale che oggi è sotto gli occhi di tutti, ma allo stesso tempo può anche risollevarci dalla condizione barbarica in cui siamo immersi.

     

  • gaia
    La ringrazio dell’ampia risposta ma sostanzialmente non mi ha partecipato su cosa sia l’astrale e l’eterico, quindi sono nelle stessa condizione ante.
    Definire la vagina una specie di "cervello astrale" mi sembra una dichiarazione ad effetto se non si chiarisce cosa è l’astrale, cosi pure l’eterico.
    Con simpatia.
  • rossland

    Letto il tuo precedente commento in risposta a Gaia e trovo ciò che scrivi molto interessante e condivisibile pur essendo, alcune cose che scrivi, forse troppo "avanti" per essere comprese davvero.
    Tuttavia, so per certo che a livello di "percezione/intuizione", molti sanno che è così. Tranne essere, come chiarisci in questo secondo commento, ormai tutti confusi dal contesto sociale in cui viviamo.
    Solo su una cosa non concordo, là dove scrivi "…se si recupera quella sua dimensione esistenziale che l’ha sempre permeata…". Temo che questa dimensione ideale non appartenga più all’umano da molto molto tempo, e che bisognerà accettare il fatto che forse sia esistita così tanto tempo fa da averne noi umani ormai solo appunto una vaga percezione, come un’intuizione. Intuizioni e percezioni che, nell’era del scientismo "di stato e di governo", non essendo dimostrabili hanno valore solo sul piano intimo e personale, per cui è solo su questo piano che si può parlarne.
    Non è materia facile né si può pretendere sia di tutti.
    Ognuno ha i suoi tempi, le sue esperienze, la propria sensibilità, e a ognuno va lasciata la strada sgombra così che possa camminare…

  • chrisbarlati

    minchiate e luoghi comuni. Viviamo in uno stato di condizionamento sessuale e psicologico che va avanti da due 2 decenni. Propaganda sessuale deviata e a favore dell’omosessualita’.

    Lo scopo e’ ridurre le nascite e rincoglionire mentalmente l’individuo. Cosa comune a tutti i paesi conquistato dalla Nato. Vedi giappone, vedi spagna dove omosessualita’ e pedofilia vanno di ”moda”.
    La gioia di vivere non conta nulla. Privare la nazione del capitale sociale? Vero. Lo affermo’ pure Putin nel suo documentario. ”Se avessimo perso un milione di nascite l’anno per 10 anni sarebbe stato disastroso”, piu’ o meno cosi’.
    Africani e polacchi che fanno figli? Parliamo di animali. Gli africani li mandano ad elemosinare, e i polacchi gli insegnano ad alcolizzarsi secondo tradizione slava. Per favore…
    St’articolo non dice proprio nulla di costruttivo.
    Volete avere un opinione sulla sessualità. Leggetevi Foucault. Biopolitica.
  • gaia
    Condivido il suo timore.
    Dal momento che fa sua la risposta che mi ha offerto fobia1984, potrebbe anche lei chiarirmi l’astrale e l’eterico? Grazie.
    Penso anch’io che indietro non si torna.
    Noi non viviamo nell’anarchia ma in uno stato organizzato composto da 6o mil. di teste pensanti, quindi come facciamo ad orchestrarle tutte se dobbiamo rispettare ogni tempo?
  • gaia

    Rilevo discrepanza tra le sue riflessioni e la sua procreazione.

  • rossland

    Noi non "dobbiamo" orchestrare nulla, non si tratta di un atto di programmazione volontaria per cui basta mettersi d’accordo e si fa.
    O meglio, non si tratta del "volere è potere" inteso nel senso occidentale produttivo, del "fare" qualcosa" perché ha un’utilità di qualche tipo.
    E tanto meno si tratta di "organizzare" 60mln di teste: queste teste, per ora, sono confuse al punto da nemmeno riuscire a reagire alle più elementari ingiustizie, le quali accolgono tutte con mugugno o al più con vaghi tentativi di intruppamento ideologico, quindi ancora divisorio.
    Credo sia importante prima trovare l’unione su basi molto sentite da tutti come fondamentali, e prima fra tutte equità e giustizia sociale. E già solo qui emergono egoismo e avidità "astrali".
    Astrale/eterico: non le dovrebbe essere difficile trovare il significato su internet, a spanne ne parlano qualche milione di pagine.
    Questa è una  [www.fisicaquantistica.it]

  • rossland

    Ma quanto è supponente lei!
    Nemmeno si accorge di confermare esattamente ciò che scrivo.
    O pensa di avere l’esclusiva su quel che dice Putin o quel che succede in Spagna o in Polonia?
    O pensa forse che Foucault abbia scritto solo per i suoi occhi?
    Se vuole scriverci un trattato di biopolitica lo faccia, magari offrendolo come contributo, anzichè come scudisciata dall’alto in basso ai suoi simili…

  • gaia
    Una cosa è il dire un’altra il fare, nella prima fattispecie sono: "belle parole".
    Noi dobbiamo vivere e giocoforza in qualche modo ci dobbiamo accompagnare con gli altri 6o mil, di persone, a qualsiasi stadio d’evoluzione situati.
    "Belle parole" sono anche quelle di http://www.fisicaquantistica.it, da lei gentilmente indicatomi, come lo sono tutte le altre letture che siano in rete o fuori, sebbene descrivano minuziosamente la dimensione astrale ed il campo eterico.
    Gli yankee, oltre che dettagliarlo nelle scritto, hanno anche fatto vedere il loro allunaggio, se lei ci crede è affar suo, l’età a cui credevo nelle favole l’ho superata da un pezzo.
    Ritengo inoltre che chi fosse in grado di sperimentare consapevolmente l’astralità e l’etericità sarebbe anche in grado di leggere nella cronaca dell’akasha.
  • IVANOE

    Certo, io sono il più titolato a parlare visto che ho fatto esperienze procreative e non pe ne pento ma il rimorso di non aver valutato bene le persone e il mondo in cui li ho fatti nascere è fortissimo…solo rimorso tanto rimorso…perchè le persone non tutte e ne il mondo meritano i nostri figli e il nostro amore…

    Non c’ è discrepanza gaia ci pensi bene…Quindi ben venga la fine della libido.
  • gaia

    "Ogni scarafone è bello a mamma soia" 

  • rossland

    "…Noi dobbiamo vivere e giocoforza in qualche modo ci dobbiamo
    accompagnare con gli altri 6o mil, di persone, a qualsiasi stadio
    d’evoluzione situati."

    Sono completamente d’accordo con lei.
    Vivere qui e ora, alle condizioni date, non vuol dire escludere dal proprio pasnorama mentale l’utopia, cioè appunto la riflessione sulle possibili evoluzioni dell’umanità spaziando nell’astrale e nell’esoterico.
    Siamo insieme corpi e emozione, spirito e azione, concreta quotidianità e aspirazione all’immenso.
    Fatalmente, è proprio nell’escludere dal proprio panorama mentale l’ "immenso", che – limitando i nostri pensieri al qui e ora – finiamo nella gabbia di Matrix.
    Le favole, da sempre, contengono una saggezza intraducibile  che va salvaguardata.
    Senza favole, siamo condannati proprio alla dura legge di questa dimensione materiale priva di molti di quei valori che fanno qualità di vita, non mera sopravvivenza.
    Leggere le cronache dell’akasha contribuisce comunque, sempre, a dare allo spirito una dimensione di cui la scientifica odierna materialità ci priva.
    Ma come umani ne abbiamo bisogno, esattamente come di un tetto, di un letto, di una pagnotta.