Home / ComeDonChisciotte / ECCO I 30 NOMI DEGLI ESSERI UMANI MORTI IN CARCERE DAL GIORNO IN CUI GIULIA LIGRESTI E’ TORNATA A CASA, FINO A OGGI
12402-thumb.jpg

ECCO I 30 NOMI DEGLI ESSERI UMANI MORTI IN CARCERE DAL GIORNO IN CUI GIULIA LIGRESTI E’ TORNATA A CASA, FINO A OGGI

DI SERGIO DI CORI MODIGLIANI
Libero pensieo

“Sono intervenuta per una detenuta che rischiava di morire, non siamo tutti uguali davanti alla legge? Escludo che ci siano detenuti di serie A e di serie B. Rispondo sempre a chiunque mi telefoni per sollecitarmi un caso importante”.
Ministro della Giustizia Anna Maria Cancellieri, 2 novembre 2013

Un morto suicida ogni settimana, un morto per malattia (vaga e indefinita) ogni dieci giorni.
L’Unione Europea, dopo aver capito che l’Italia non soltanto non avrebbe mai risolto ma neppure risposto alle continue sollecitazioni per risolvere la cosiddetta “emergenza carceri” ha avviato regolare procedura di infrazione grave -con pene pecuniarie pesantissime e immediate- contro la Repubblica Italiana, nazione definita “totalmente negligente” nell’applicare i parametri base di rispetto umano di una società civile.

Nella foto: Giulia Ligresti con il padre SalvatoreIn Europa, l’Italia è considerata una nazione autoritaria che pratica la tortura.
Vedi caserma Diaz, più di dieci anni fa.
C’è chi, in Europa, vuole portare il caso al Consiglio Europeo, alla Commissione Europea e al Parlamento di Strasburgo per denunciare la Repubblica Italiana per “crimini contro l’umanità”.

Ecco, qui di seguito, i nomi dei deceduti per suicidio o perchè privi di adeguata assistenza sanitaria nei penitenziari dove erano stanziati dal luglio del 2013 a oggi, da quando Giulia Ligresti ha goduto di un “beneficio di carattere umanitario” (e come persona sono davvero contento per lei perchè è stata salvaguardata la sua salute privata).
Sono 30 esseri umani.

Non erano stati condannati a morte perchè la pena capitale è stata abolita in tutte le 28 nazioni della Unione Europea.
Eppure sono morti.
Nessuno si è occupato di loro.

Corso Egidio 81 anni 26-ott-13 Malattia, carcere di Ferrara
Italiano anonimo 43 anni 20-ott-13 cause “ancora da accertare” carcere di Avellino
Nuvoletta Angelo 71 anni 20-ott-13 Malattia, carcere di Parma
Occania Amedi 41 anni 19-ott-13 cause “ancora da accertare” carcere di Teramo
Nahri Said 33 anni 17-ott-13 Suicidio, carcere di Pesaro
Simsig Giulio 50 anni 17-ott-13 Suicidio, carcere di Trieste
Vadalà Antonino 61 anni 16-ott-13 Malattia, non specificata nè definita, carcere di  Secondigliano
Caccianti Sergio 82 anni 15-ott-13 Malattia, carcere di Roma Rebibbia
Valpiani Davide 49 anni 13-ott-13 Suicidio, carcere di Perugia
Asslamal Fouad 37 anni 23-set-13 cause “ancora da accertare” carcere di Livorno
Pellecchia Raffaele 55 anni 17-set-13 Malattia, carcere di Avellino
Faliero Vincenzo 43 anni 17-set-13 cause “ancora da accertare” carcere di Civitavecchia (RM)
Tunisino Anonimo 43 anni 16-set-13 Cause “ancora da accertare” carcere di Spoleto (Pg)
Continanza Nicola 39 anni 16-set-13 Cause “ancora da accertare” carcere di Bologna
Paiusti Francesco 66 anni 15-set-13 Malattia, carcere di Salerno
Ler Fulvio 53 anni 9-set-13 cause “ancora da accertare” carcere di Salerno
Panariello Angelo 64 anni 5-set-13 Suicidio, carcere di S. Angelo d. L. (Av)
Mokhar Ahmed Mohamed 24 anni 4-set-13 Suicidio, carcere di Caltanissetta
Spuzic Resad 35 anni 3-set-13 cause “ancora da  accertare” Siena
Mariani Walter Luigi 58 anni 31-ago-13 cause “ancora da accertare” carcere di Opera (Mi)
Suladze Shota 29 anni 28-ago-13 Suicidio, carcere di Taranto
Daoudi Abdelaziz 21 anni 16-ago-13 Suicidio, carcere di Padova Circondariale
Italiano Anonimo 51 anni 13-ago-13 Suicidio, carcere di Prato
Anaki Moustapha 31 anni 10-ago-13 causa “ancora da accertare” carcere di Crotone (Cie)
Viorel Neicu 30 anni 1-ago-13 Malattia “ancora da definire” carcere di Sassari
Vignoli Mario 66 anni 29-lug-13 Suicidio, carcere di Cremona
Marsala Giovanni 40 anni 28-lug-13 Suicidio, carcere di Velletri (Rm)
Bottini Piero 53 anni 25-lug-13 Suicidio Roma, carcere di Rebibbia
Maragkos Nikolaos 53 anni 21-lug-13 Suicidio, carcere di Rossano (CS)
Tunisino Anonimoo 40 anni 3-lug-13 Suicidio carcere di Napoli Secondigliano

In memoriam

Sergio Di Cori Modigliani
Fonte: http://sergiodicorimodiglianji.blogspot.it
Link: http://sergiodicorimodiglianji.blogspot.it/2013/11/ecco-i-30-nomi-degli-esseri-umani-morti.html
3.11.2013

Pubblicato da Davide

  • pantos

    “Rispondo sempre a chiunque mi telefoni per sollecitarmi un caso importante”.
    sia immediatamente reso pubblico il cellulare della cancellieri al fine di applicare il principio di non discriminazione dalla sudetta sbandierato ed affisso in tutte le bacheche detentive dei penitenziari italiani.

  • Nauseato

    Nulla di nuovo sotto il sole. E non è certo consolante.

    Forse di nuovo ci sono le sfrontate dichiarazioni della Cancellieri che nell’indifferenza e plauso generali, rivendicano l’assoluta bontà del proprio comportamento, nonché i fiancheggiamenti spudorati di figuri alla Lerner Gad.

    Forse? Ma no, di nuovo non c’è neppure quello.
    Da che mondo è mondo si è forti con i deboli e deboli con i forti. In questo paese poi siamo al superlativo: micidialissimi con i deboli, debolissimi con i forti.

  • mazzam

    Ecco questo è davvero uno scandalo. E che l’istituzione taccia, faccia finta di niente o addirittura in qualche modo meschino aderisca ad un atteggiamento palesemente osceno di un nostro ministro e ancora che tale comportamento incivile e anti istituzionale di questa grassissima signora per “bene” non venga sbandierato su tutti i media possibili affinché la responsabile, che neppure ha il sentore di ciò che ha fatto, ritorni con ignominia alle precedenti occupazioni, tratteggia a pieno lo scollamento tra i governanti e il popolo. Del resto, ca va san dir, siamo un popolo di merda e chi ci governa altro non può rispecchiare. Mi vergogno tanto tanto tanto e forse però mi sto anche un po’ incazzando.

  • consulfin

    Ci sono anche gli ultraottuagenari! Il carcere è davvero un’istituzione senza senso.

  • Nauseato

    Ehm … niente di tragico ma mi permetto: … ça va sans dire 🙂
    Del resto ho visto scritto in giro persino “sa va sandir” … 🙁

    Per il resto, piuttosto che vergognarsi facendo ingrossare una volta di più il fegato, meglio incazzarsi.

  • mazzam

    Guarda hai proprio ragione. Ringrazio. Si meglio incazzarsi.

  • Ercole

    Storicamente la classe dominate si è sempre parata il culo per le loro beghe nei palazzi del potere ,è si compatta sempre quando viene messa in discussione dal proletariato usando il proprio apparato repressivo ,solo la classe oppressa se unificherà il proprio esercito metterà la parola fine al dominio del capitale ,un sistema fondato sulla corruzzione è il malaffare che altro non è che la quotidianetà legalizzata che chiamano DEMOCRAZIA .

  • Georgejefferson

    Una imprecisione.Una associazione a delinquere chiamata falsamente Unione europea occupata da NaziSionisti,che mantiene il nome originale di un sogno umanitario per nascondere l’occupazione di tale finta istituzione, “totalmente negligente” nell’applicare i parametri base di rispetto umano di una società civile,multa l’Italia con tacito giudizio :” le masse vanno meglio per le strade da disoccupati,trasformano il lavoro in merce totale da creare guerre tra poveri e ripristinare l’antica legge divina.Indultate e Amnistiate,che soldi per nuove e piu vivibili carceri,per voi,non ce ne sono.La cancellieri e i suoi giri di giostra carcerari,non e’ li per nulla.Solo che ha qualche amichetto di troppo,in Italia.Facile che sparisca dalla scena.

  • searcher

    “tutti sono uguali, ma alcuni sono più uguali degli altri”..
    (la fattoria degli animali-George Orwell)

    ..che bella foto,come i maialini di Orwell

  • lanzo

    Con quella faccia, il vestito color ciclamino ed il cappellaccio bianco, sarebbe stata perfetta nel film “Dick Tracy”. Solo chi l’ha visto puo’ capire…

  • AlbertoConti

    Ma la Cancellieri non era il più “puro” dei ministri anche nel precedente governo? “il migliore ha la rogna” dice la saggezza popolare di certi ambienti. Vuoi vedere che c’azzecca?

  • yago

    Io so io e voi non siete un cazz.. , come da “il marchese del Grillo, film da rivedere in quanto sempre più attuale. Lo stato di diritto è stato cancellato e con esso sta scomparendo la democrazia.

  • mozart2006

    Sono tutti uguali. Quando li beccano saltano fuori le patologie e gli stati dimessi enfatizzati da occhiaie, vestiti da”poveracci”, sguardi assenti e persi nel vuoto, a voler sottolineare la loro infinita pena. Basta pensare ai famosi imputati di Mani Pulite, tronfi, grassi come maiali e dallo sguardo sprezzante, che in 10 giorni si trasformavano in agnellini contriti vestiti di flanella, e con la postura ingobbita da Abati Faria condannati all’ ergastolo. Di Lorenzo, Poggiolini, tutti col cappottino stretto color merda, occhiaie sofferte..POI, una volta scarcerati, rieccoli nuovamente grassi, potenti e sprezzanti, sorridere condiscendenti ai giornalisti che si accalcavano intorno ai martiri della giustizia “giacobina”. Andate a fare in culo, spero all’ inferno.