Home / ComeDonChisciotte / E' UFFICIALE: SE LE BANCHE PERDONO AL GIOCO E' IL CLIENTE CHE PAGA

E' UFFICIALE: SE LE BANCHE PERDONO AL GIOCO E' IL CLIENTE CHE PAGA

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

DI HENRY BLODGET
informationclearinghouse.info

Come previsto, Cipro e l’UE hanno raggiunto un nuovo accordo di salvataggio che riduce le possibilità di una grossa implosione del sistema finanziario e economico di Cipro. Il nuovo accordo è meglio del precedente per un aspetto chiave:

I depositi fino a 100.000 euro saranno salvaguardati.Questo è molto importante. Questi depositi sono stati apparentemente “assicurati”. Toccarli nel modo in cui avrebbe voluto l’ultima operazione di salvataggio, sarebbe stato gravemente iniquo e avrebbe creato un precedente davvero allarmante.

Ora, i piccoli risparmiatori delle banche europee possono respirare meno affannosamente. Almeno in un caso come questo, di negligenza grave di sconsiderati manager bancari, i risparmi di una vita sono stati tutelati.

Ahimè, la buona notizia finisce qui.

Se i depositi fino a 100 mila euro saranno risparmiati, invece i depositi di oltre centomila euro saranno sequestrati e taglieggiati di una percentuale che ancora non si conosce – e con i soldi confiscati si potranno coprire le perdite al gioco degli idioti irresponsabili, che dicevamo prima, che gestiscono alcune delle banche di Cipro.

Questo sequestro, manco a dirlo, farà smorzare l’entusiasmo dei più ricchi nel lasciare i loro soldi nelle banche che si sono messe nei guai finanziari.

E, visto che molte, molte banche europee hanno avuto problemi finanziari, questo fatto creerà uno stato di generale disagio tra i depositanti ricchi di tutta l’Eurozona, ma darà anche qualche mal di pancia a qualche istituto di credito.

Dopo tutto, mai prima d’ora nella storia di questa crisi finanziaria globale, un importante sistema bancario aveva fatto perdere soldi direttamente ai propri depositanti, indipendentemente da quanto fossero stati sconsiderati e stupidi e avidi i loro dirigenti. E solo raramente alle banche di credito – quelle che hanno le obbligazioni bancarie – è stato chiesto di pagare.

In questo caso, tuttavia, è chi ha messo i soldi in banca che li perderà. Forse perderà un sacco di soldi. E se a Cipro ci fosse stata una banca capace di assorbirsi tutti i debiti, probabilmente sarebbe stato bastonato ancora di più.

E’ possibile che a qualcuno venga da ridere per Cipro, e consideri tutta la faccenda come una eccezionale  “una tantum”. Dopo tutto, lo sapevano tutti che il sistema bancario di Cipro era noto per essere stato il mare aperto in cui si lavavano i soldi di molti oligarchi russi, così tanta gente vede probabilmente in questo sequestro patrimoniale solo un “piccolo peccato di gola“.

Ma questa visione ottimistica dello spettacolo degli orrori di Cipro nasconde un fatto fondamentale:

La ragione principale è che i clienti delle banche di Cipro perderanno il loro denaro perché è diventato politicamente difficile (insostenibile? impossibile?) per il governo tedesco e per gli altri paesi ricchi europei, riuscire a salvare i loro fratelli della “periferia”, senza perdere troppi chili di peso.

Ed è questo precedente, oltre al destino di chi perderà i propri soldi a Cipro, che dovrebbe spaventare tutti gli investitori e i risparmiatori delle grandi banche e istituti di credito europei.

Se la Germania non è riuscita a fare un salvataggio delle banche di un paese senza che questo paese e queste banche si assorbissero una parte dei costi, non è chiaro perché la Germania dovrebbe cedere la prossima volta per la Spagna, l’Italia, la Grecia e per gli altri paesi che, navigando in condizioni finanziarie quasi disperate, dovranno ricorrere alla UE tendendo le mani.

A differenza di Cipro, i sistemi bancari di questi paesi potranno rifarsi con gli obbligazionisti che potranno essere potati prima dei correntisti, ma l’effetto sarà lo stesso.

Per la prima volta dopo il crollo di Lehman Brothers, chi ha prestato i suoi soldi alle banche o li lascia sul conto corrente, è a rischio.

Perché lo squalo della porta accanto che presta soldi, (la Germania) adesso pretende  condizioni molto più onerose di prima.

Questo è un precedente che deve far riflettere.

E probabilmente questo farà suonare qualche campanello di allarme in molte persone che dovranno cominciare a chiedersi a chi abbiano finora affidato i loro soldi.

Henry Blodget
Fonte: http://www.informationclearinghouse.info
Link: http://www.informationclearinghouse.info/article34405.htm
25.03.2013

Traduzione per www.ComeDonChisciotte.org a cura di Bosque Primario

Pubblicato da Bosque Primario

  • kenoby

    e vabbè… chi ce li ha piu di 100000 euro??? Io ne ho solo 99999… nei miei sogni.

  • Clausewitz

    a basta con questo pauperismo un tanto al chilo! Ci rendiamo conto che chiunque potrebbe avere 100k sul conto perché ha appena ottenuto un mutuo o perché ha appena venduto la casa di un genitore mancato da poco? Se continuiamo a cullarci nell’italiota “e chissenfrega di Cipro, tanto io 100k in banca non li ho” non capiamo la cosa più grave: è a rischio TUTTO il sistema bancario del sud europa dopo questa mossa della BCE.
    Secondo punto ancora più grave: di fatto l’Europa ha posto un embargo nei confronti di uno stato dell’Unione; una volta i blocchi si facevano con le cannoniere, adesso si chiudono i rubinetti del contante da parte della BCE, ma sempre di blocco – cioè di ATTO DI GUERRA – si tratta. Con buona pace dei sogni sull’Europa Unita.
    Questi sono segnali di guerra.
    Poi culliamoci pure nelle nostre illusioni, visto che tanto 100k non li abbiamo….

  • Arazzi

    Con l’euro ormai è diventato accanimento terapeutico…

  • thor

    Quoto

  • prince1973

    scusa, in che senso si trova 100k sul conto perchè ha appena ottenuto un mutuo? Il mutuo viene erogato o al rogito o post rogito e va direttamente nelle mani o sul conto del venditore e non di colui che ha appena ottenuto un mutuo, come dici tu.

  • mincuo

    Cosa c’entrino i 100.000 EUR “assicurati” poi non si risece a capire. Ma tanto è normale, la gente mica deve capire qualcosa. E poi dovrebbe fare pure uno sforzo per conto suo.

  • wilcoyote

    Sia come sia, esiste comunque, in questo caso, un normale cittadino che si ritrova sul conto corrente ben più di 100.000 euro.

  • thor

    Ho letto commenti su CDC che uscire dall’Euro, ed il relativo collasso dello stesso, sia funzionale e necessario per la sopravvivenza del dollaro e forze finanziare, oltre a speculare su questo, stiano lavorando in questo senso. Non so se sia vera questa cosa o meno, ma quello che vedo è l’assurdità di questa situazione e delle catastrofiche conseguenze che nel medio periodo porterà. Ho frequentato gli eventi organizzati da PB e trovo sensate ed interessanti le idee dell’MMT, sicuramente mi hanno convinto della necessità ed urgenza di uscire dall’euro e ritornare alla sovranità monetaria. Ho letto ed ho provato a capire fino in fondo i numerosi e quasi estenuanti dibattiti avuti su questo argomento, ma rimango sempre della idea che uscire dall’euro è l’unica via di uscita, me lo dice la realtà e le mie informazioni.
    Quando provo a spiegare e dire che occorre uscire dall’euro, tantissimi, con un certo timore, mi rispondono che non vogliono perchè perderebbero il 50% del valore delle loro sostanze e stipendi ed hanno paura dell’inflazione. (Eventi di cui non possiamo essere certi). Affermazioni sentite dai mainstream e come tali accettate e ripetute.
    Chissà se quello che è successo a Cipro, insieme a quello che sta capitando nel vivere quotidiano ed a quello che è già successo non faccia svegliare e a far riflettere la gente.

  • Arazzi

    A me ste storie di cappa e spada che il dollaro ha bisogno dell’euro o non euro mi fan sorridere. Quelli (gli usa) fanno il cazzo che vogliono in ogni caso.

    A noi invece uscire dall’euro non cambierebbe quasi niente alla vita di tutti i giorni, il valore della casa (per chi ce l’ha) resta lo stesso per il mercato interno (che viene rilanciato per via dei costi di importazione), etc. Alla peggio compri meno iphone..

  • ADANOS

    Come sempre prima si fa un piccolo test su piccola scala.
    Poi si valutano i risultati, si fanno le relative considerazioni nei soliti,ormai noti, conclavi (bilderberg-cfr-trilateralcommission ecc), poi si applica su scala maggiore.

    Come sempre quando si vuole rubare 100, prima si paventa di rubare 200,
    poi si ritratta per dar l’impressione di essere magnanimi e si ruba 100
    come previsto fin dall’inizio.

    Tanto per rubare gli altri 100 si fa sempre a tempo e/o al limite si trova un altro modo e/o motivo.

    Sono loro i Master in questo gioco di ruolo di nome Monopoly!
    Hanno rubbato la banca si sono presi acqua-energia-trasporti controllano il cibo ed il clima … e se la ridono come porci da Parco della Vittoria
    mentre noi pedine giriamo in tondo.

    Tutto cio è complottismo, vino rosso tappato ed invecchiato in cantina per decenni e quando viene tolto il tappo anche l’astemio ne sente il profumo che lo voglia o no.

    same old story my friends …

    Love is the answer … One People Public Trust is the way.

  • nigel

    Lo terranno in vita per depredare per bene i PIGS dei beni reali e ridurli in schiavitù, poi lo molleranno

  • nigel

    Perfettamente d’accordo. In ogni caso, come ha scritto Alberto Conti (v. Forum) oltre ai costi derivanti dal ritorno alla Lira, dovrebbero essere presi in esame dai saputelli pro-EU anche i costi derivanti dalla permanenza nella “tonnara” dell’euro. Sembra assurdo, la realtà è sotto glio occhi di tutti ( crisi economica di tutti i Paesi dell’Eurozona, disoccupazione o nel migliore dei casi cinesizzazione dei salari, distruzione del welfare, generazioni bruciate, etc etc ) èd è più nera della mezzanotte, ma qui ci si sta a masturbare sulla crisi che verrebbe (!!??) in caso di ritorno alla vecchia valuta…

  • Ercole

    In Europa è partita la caccia alla prossima vittima la SLOVENIA….

  • yago

    Credevo che le rapine in banca fossero un reato , ma l’europa non la pensa cosi’. Oltre tutto quando una banca viene rapinata non è mai successo che fossero chiamati i clienti a rimetterci. Neppure feroci dittature sono arrivate a tanto , almeno credo.

  • Denisio

    esatto, ma per farlo si dovrebbe agire rapidamente prima che i cialtroni mettano un nuovo presidente della repubblica e sfruttando quel minimo di organizzazione a livello nazionale che il M5s ha raccolto per organizzare il tutto , si dovrebbe iniziare ora, la stagione che ci spetta è favorevole a blocchi di piazze e quant altro , non credo che ci sia tempo da perdere

  • Denisio

    OPPT , ancora non se ne parla su questo sito, capisco il messaggio che vuole dare ma faccio fatica a immaginare le masse che cambiano paradigma tra pranzo e sera

  • terzaposizione

    sinteticamente chiaro e profetico

  • Tanita

    E’ fallito l’intero sistema bancario occidentale. E tutti ne saremo coinvolti.

    Ribadisco: L’Italia esca dall’Euro prima che i depositi vengano “trattenuti” come in Cipro.

    Meglio se il tuo sistema finanziario, monetario ed economico te lo gestisci tu e non quei psicopati dell’Eurogruppo (e i loro capi).

  • vetusordoseclorum

    Al Casinò la roulette è truccata. Il banco alla fine vince sempre…

  • francefar

    L’aforisma di B. Brecht torna modernissimo alla ribalta: non è ladro chi deruba una banca, ma chi la fonda.

  • haward

    E’ chiaro come il sole che si dovrebbe uscire dall’Euro e tornare ad avere una propria moneta, sarebbe necessario ma non sufficiente. Infatti, contestualmente, si dovrebbero fare altre due cose, almeno: nazionalizzare sul serio la Banca d’Italia cioè farla diventare realmente un istituzione a capitale e controllo statale e riformare da cima a fondo tutta la normativa relativa all’attività bancaria e finanziaria. Questo per cominciare a ragionare

  • ADANOS

    capisco le tue perplessità, le masse a cui è stato fatto il lavaggio del cervello sin dalla nascita col meccanismo dell’imprinting (usato per ammaestrare gli animali), non cambieranno un bel nulla se non prendono coscienza a livello individuale, ma se pochi riescono a gettare le basi per il cambiamento scardinando il sistema usando la stessa legge che il sistema usa, allora le masse si adegueranno, specialmente ,citando Monti ,quando il costo emotivo del nuovo gli converrà rispetto al vecchio.
    amen 🙂