Home / ComeDonChisciotte / COSA VI FARA’ JUNCKER ORA (IL PADRONE, NON PAGLIACCETTO RENZI)
13509-thumb.jpg

COSA VI FARA’ JUNCKER ORA (IL PADRONE, NON PAGLIACCETTO RENZI)

DI PAOLO BARNARD

paolobarnard.info

La Germania ha veramente vinto la terza guerra mondiale. Nella seconda la RAF britannica riuscì a contenere Berlino, oggi David Cameron, il premier inglese, ha ceduto di schianto e Angela Merkel, cancelliera tedesca, ha vinto: Jean-Claude Juncker, il suo uomo designato e sadico fautore delle Austerità germaniche per l’Economicidio del resto d’Europa, è il nuovo presidente della Commissione Europea.

Juncker nel suo discorso d’inaugurazione ha detto una mucchia di cazzate protocollari, con promesse cosmetiche e contentini dovuti al pubblico ecc., com’è ovvio che sia. Ma un paio di frasi serie gli sono scappate. E sono gravissime.

Come sappiamo, l’Eurozona è una landa di miserabile agonia economica, i dati farebbero paura a Dracula, e come detto da tutti quelli che di denaro se ne intendono (Goldman Sachs, Allianz, ING, Nomura…), la crisi dell’euro è totalmente irrisolta. Ci guadagnano i soliti noti speculatori internazionali e i Neomercantili tedeschi, ecc., roba già detta e stra-detta, mentre milioni di noi e di nostri figli si fottano, anche questo ve l’ho detto e stra-detto. Juncker ora vuole fare questo per risolvere il problema:

A) Trovare i soldi per rilanciare l’Europa all’interno di un sodalizio fra Mercati dei Capitali e Mercati Monetari privati, per “aiutare le imprese a trovare denaro e ridurne la dipendenza dai prestiti bancari”.

B) Incoraggiare l’impacchettamento di crediti inesigibili (marci) in mano alle banche europee in agonia, impacchettati appunto in prodotti finanziari esplosivi con cui tirar su soldi dai poveri gonzi (voi), o dal loro contrario, i Fondi Avvoltoio (le SS in finanza, e alla fine pagate sempre voi).

C) Investire nell’Eurozona la gran somma di 300 miliardi di euro, ma divisa fra fondi pubblici e fondi privati (e te pareva…).

Ecco cosa ha detto di serio Juncker fra le mille palle di circostanza. Ed ecco che razza di catastrofe significa per noi poveracci, famiglie e aziende.

Il punto B) non ha bisogno di commenti. E’ la ripetizione delle origini della più devastante crisi finanziaria di sempre, quella del 2007-8. E risuccederà.

Il punto C) si può paragonare ad infondere una goccia di sangue la mattina sulla lingua di un ammalato che sta perdendo 1 litro di sangue all’ora. Se pensate che la sola disoccupazione italiana – dovuta al 90% alle Austerità di Merkel-Juncker – ci costa 330 miliardi di PIL perduto all’anno, solo a noi italiani, potete immaginare cosa se ne fa la UE di quegli spiccioli. Esatto, quella cosa che si fa in bagno con la carta dopo i bisognini.

Ma la cosa gravissima è il punto A). Tradotto per tutti significa questo: “I soldi per salvarci come Eurozona NON li andiamo a prendere da chi i soldi li può creare gratis per il beneficio dei privati (gli Stati sovrani). Ma li andiamo a prendere dai privati, che da una parte sono miliardari che ci caricheranno di interessi assurdi facendoci sopra profitti favolosi, e dall’altra sono poveri Cristi di cittadini che andranno a pescare nei propri risparmi”. Siamo sempre al solito paradigma: l’economia va finanziata coi soldi già esistenti che girano in tondo, e che da una parte arricchiscono i soliti arpagoni, dall’altra fottono i cittadini/aziende. MAI! e poi MAI! finanziare l’economia con il denaro NUOVO (deficit) degli Stati, che è debito statale che allo Stato costa zero, ma che è CREDITO di cittadini/aziende per i quali produce ricchezza, e che non permette a nessuno di lucrare come un maiale. MAI! fare questo.

Ora pensate: in un’economia continentale dove per avere denaro si deve dipendere dai Mercati dei Capitali e Mercati Monetari privati (programma Juncker), si arriva necessariamente al punto in cui tutto quel denaro va poi restituito a quei Mercati dei Capitali e Mercati Monetari privati, e restituito CON INTERESSI. E allora chiedetevi: dove li andremo a prendere quegli interessi, visto che è tutto lo stesso denaro già esistente che gira in tondo, e non ce ne piove di nuovo dal cielo? Risposta: NON dagli Stati, cui le regole Merkel-Juncker ferocemente proibiscono di emettere denaro (farlo piovere dal cielo). E allora da chi li andremo a prendere i soldini per pagare gli interessi agli arpagoni? Dalle…? Dalle…?????

BANCHEEEEE!!!

Altro che, caro porco signor Juncker “ridurre la dipendenza (di cittadini/aziende) dai prestiti bancari”.

Oppure da dove?

MA DAI RISPARMI DEI CITTADINI!!! che quando si riducono, come dimostra la Mosler Economics MMT, creano anche disoccupazione, oltre che impoverimento nazionale. Che stupenda prospettiva per noi. Questa in gergo americano si chiama una Double Whammy up your Ass (doppia inc…ta).

Ecco cosa vi ha detto il Padrone, ora lo sapete, e sapete che razza di orrore finanziario continuano a creare i nostri tecnocrati europei, con la piena complicità di Matteo Pagliaccetto. E come sempre nessuno di voi farà un emerito xxxx. Ma almeno io ve l’ho spiegato. Notte.

Paolo Barnard

Fonte: http://paolobarnard.info

Link: http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=888

16.07.2014

Pubblicato da Davide

  • Tonguessy

    Juncker nel suo discorso d’inaugurazione ha detto una mucchia di cazzate protocollari, con promesse cosmetiche


    Passata la stagione dei diritti sociali siamo finalmente approdati ai diritti cosmetici che, esattamente come i diritti sociali, sono il cavallo di battaglia di certa sinistra. Si va da Luxuria di RC (Rifondazione Cosmetica) ai gay pride del paroliere delle Puglie (Vendola). 
    E’ la versione 2.15.3 del capitalismo, bellezza. Upgrade your political intelligence, honey!
    Le promesse cosmetiche sono la nuova frontiera, il New Deal che promette più estetica e meno soldi e diritti per tutti. Non si rende neanche necessario il Keynes della situazione dato che l’accordo trasversale è pressochè totale.
    Poveri noi (ma quanto belli, vuoi mettere?)
  • dana74

    "vLa Germania ha veramente vinto la terza guerra mondiale. Nella seconda la RAF britannica riuscì a contenere Berlino"

    mica il FMI 
    Bilderberg….la Germania….

    magari l’austerità la impose la Germania anche in America Latina e nei paesi africani prima che nascesse la Ue ufficialmente
  • dana74

    ma Junker è un vero antifa 

    Juncker, fieri dell’euro; non divide l’Europa, ma la protegge
    -la tesi Berardi Bifo e compagni-
    Juncker fa il gradasso contro Marine Le Pen
    Il presidente designato della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, dopo le dichiarazioni di voto dei capigruppo a seguito del suo discorso al Parlamento europeo, ieri a Strasburgo, ha fatto il gradasso contro Marine Le Pen, leader del Front national, dicendo: “Grazie, madame Le Pen, per non votarmi. Non voglio il sostegno di chi respinge e dell’odio che esclude. Grazie”. 
    L’Aula è scoppiata in un grande applauso per bastonare al meglio la Le Pen, per fortuna le telecamere hanno inquadrato uno dopo l’altro i volti dei plaudenti e così – giusto per regolarsi con l’antropologia, Cesare Lombroso alla mano – si sono svelati per quel che sono i moderati signori dell’Europa, specie nel gruppo dei Popolari: mosche cocchiere del conformismo. Ancora un poco e pure Papa Bergoglio ringrazierà Marine Le Pen per non aver chiesto udienza. 

     
  • pibi
    Juncker è un personaggio pessimo.
    Vi ripropongo una selezione di sue dichiarazioni imbarazzanti:
    On the 2005 French referendum on the Lisbon Treaty
    "If it’s a Yes, we will say ‘on we go’, and if it’s a No we will say ‘we continue’."
    “Se sarà un Sì, diremo ‘su andiamo’, e se sarà un No diremo ‘continuiamo’
    "Britain is different. Of course there will be transfers of sovereignty. But would I be intelligent to draw the attention of public opinion to this fact?"
    “La Gran Bretagna è diversa. Di certo ci sarà un trasferimento di sovranità. Ma sarei intelligente ad attirare l’opinione pubblica su questo fatto?”
    "Monetary policy is a serious issue. We should discuss this in secret, in the Eurogroup […] I’m ready to be insulted as being insufficiently democratic, but I want to be serious […] I am for secret, dark debates."
    “La politica monetaria è una questione seria. Dovremmo discuterla in segreto, nell’Eurogruppo […]. Sono pronto ad essere insultato perché poco democratico, ma voglio essere serio […] Sono per i dibattiti segreti, al buio“
    Jean-Claude Juncker, 20 April 2011. "Eurogroup chief: ‘I’m for secret, dark debates’", EUobserver, 21 April 2011. Retrieved 19 May 2011.
    "We decide on something, leave it lying around and wait and see what happens. If no one kicks up a fuss, because most people don’t understand what has been decided, we continue step by step until there is no turning back."
    “Noi prendiamo una decisione, poi la mettiamo sul tavolo e aspettiamo un po’ per vedere cosa succede. Se non protesta nessuno, perché la maggior parte della gente non capisce niente di cosa è stato deciso, andiamo avanti passo dopo passo fino al punto in cui non si può più tornare indietro”
    Jean-Claude Juncker, ‘Die Brüsseler Republik’
    "When it becomes serious, you have to lie."
    “Quando la situazione è grave, si deve mentire”
    Jean-Claude Juncker, ‘Paris, Berlin look to shake up euro zone leadership’
  • bstrnt

    Perfettamente d’accordo.

    L’Europa sembra in competizione con l’Italia per aggiudicarsi il palmares dei politicanti più truffaldini, cialtroni e incapaci  …. mentre il popolo bue sta inebetito a guardare.
    In Novorossia per cialtronerie analoghe, tra l’altro sponsorizzate da questa fetida Europa prona ai voleri dei fondamentalisti puritani, hanno subito mostrato di che pasta sono fatti; quando qui in Europa?   Altrimenti a quando i flussi migratori da Europa alla Russia?